Autore Topic: [esercizio][CnV] creare una città in 15 minuti.  (Letto 27731 volte)

Re:[esercizio][CnV] creare una città in 15 minuti.
« Risposta #195 il: 2017-10-08 22:11:04 »
Ciao Moreno
e grazie per la risposta più che esauriente. Mentre mi picchio con il forum per capire come fare citazioni, tags e così via, ecco alcuni chiarimenti (in ordine sparso) sulla tua risposta:

Citazione
Però non consiglio questa come prima città se non hai giocatori esperti. I cani arrivano con un paese pieno di gente che li potrebbe attaccare a vista. Se sono giocatori esperti di CnV è un inizio con botto. Se sono novellini è un total party kill subito la prima serata.
Inoltre (e peggio ancora), se i giocatori non hanno capito che non devono giocare dei piccoli torquemada, questa città di certo non glielo farà capire.
Non è la pima città: è la quarta, la mia seconda come GM. Questo motivava anche il mio non essere arrivato ad odio e omicidio (nella prima città c'era il pacchetto completo). I miei compagni di merende sono giocatori esperti in senso assoluto, non espertissimi in CnV (solo queste 4 città), ma è chiarissimo a tutti lo stile di gioco di CnV e non siamo assolutamente sulla via dei Torquemada.

Citazione
Abituati a ragionare considerando una realtà assoluta che non puoi, da regolamento, violare: I DEMONI NON ESISTONO.
Chiarissimo che non esistono né demoni né Dio se non nella testa dei personaggi, che attribuiscono a fenomeni del tutto naturali (ma che non riescono a spiegare) o a scelte giuste/sbagliate l'influenza di demoni e Dio. Ti chiederai: "ma allora perché cavolo hai scritto degli attacchi demoniaci del genere?" Ottima domanda... Forse la fretta con cui ho fatto la città senza rivederla e correggerla. Sono in una fase ancora non fatta di automatismi quindi talvolta predico bene (conosco la teoria) ma razzolo male (poi scrivo il contrario).
Mi risulta però a questo punto ancora non chiarissima la fase finale "Cosa vogliono i Demoni?"...

Citazione
Devi arrivare a odio e omicidio. (e qui era pure facile)
Non sono arrivato ad odio e omicidio perché non era la mia prima città. In quella scorsa i Cani hanno vinto il pacchetto completo. in questa mi sarebbe piaciuto fermarmi un attimo prima. Ho anche immaginato l'arrivo dei Cani proprio nel momento in cui stava per essere compiuto un omicidio. O meglio: ho immaginato di creare una scena appositamente confusa proprio per far leva su alcuni caratteri dei PG emersi nella scorsa città. In buona sostanza uno dei due ha affermato di provare sempre compassione per i peccatori che fa secchi, ma di passare velocemente all'uso delle pistole, mentre l'altro pensa che prima di decidere di far fuori un peccatore deve pensarci 10 volte ed essere sicuro al 100%, dopodiché, una volta deciso, zero pietà... Cosa faranno trovando un ragazzino in fuga da un uomo armato senza sapere cosa sia successo? Si fermeranno alle apparenze? E se il primo omicidio di un fedele avvenisse proprio per mano loro?

Citazione
Ci siamo persi un pezzo: cos'era successo a Joseph dopo l'uccisione del padre?
Giustissima osservazione... Cosa è successo dopo? La madre e il figlio hanno nascosto l'omicidio? Oppure è stato scoperto? Nel secondo caso quale è l'atteggiamento del Ramo nei suoi confronti?

Citazione
Stai troppo sul generico. Cosa vuol dire "posizione privilegiata"? A parte che LO È (se leggi il capitolo sulla sovrintendenza, il capofamiglia ha sovrintendenza sulla famiglia, moglie e figli), qui non c'è nulla di concreto. Addirittura parli di "influenza", non c'è un effetto vero di ingiustizia.
Cosa fa Tobias? Come influenza? Che fanno gli altri?
Ok, chiarissimo: troppo vago. La risposta alle domande è tutta in Orgoglio e Ingiustizia del tuo esempio.

Ci lavorerò su, sono stati tutti consigli/critiche preziosissime e l'esempio di città che hai fatto chiarisce ulteriormente tutto. Che il Re della Vita benedica gli esempi!!!

Tags: