Autore Topic: PBF Levity #2 - Patto di sangue  (Letto 9672 volte)

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« il: 2009-05-31 22:22:03 »
Citazione

Flash Forward
La marea stava iniziando a salire...
Josh, come al solito, si sedeva sul molo a guardare la schiuma della risacca.
Come al solito, continuava a pensare a quanto era successo tanti anni prima. Ed al suo giuramento. Ed al suo segreto. Al loro segreto... Li aveva tenuti insieme per tutti quegli anni.
Dietro di lui, improvvisamente, un rumore.
"Finalmente sei qui...", disse Josh, voltandosi...
« Ultima modifica: 2009-05-31 22:30:59 da rgrassi »
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #1 il: 2009-06-01 11:17:16 »
Citazione

La notte, sulle scogliere di Dover, può essere molto fredda.
In lontananza, alcune barche di pescatori cercavano fortuna, navigando lontano dalla costa, le luci di bordo accese.
Se qualcuno dei pescatori avesse alzato gli occhi, avrebbe visto due persone sulla scogliera.
Anzi, due ombre...
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

Ashrat

  • Membro
  • Domenico Marino
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #2 il: 2009-06-02 11:43:48 »
Citazione
"Sono qui."
Una voce stentata, poco più di un sussurro. Una figura avvolta in un lungo cappotto scuro, da vetturino o marinaio, alta e sottile, ma curva e affaticata. Sotto la tesa del cappello, occhi grigi, freddi, penetranti, studiarono Josh.
"Sembri... diverso..."
« Ultima modifica: 2009-06-02 11:44:06 da Ashrat »
Terrone che Gioca

PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #3 il: 2009-06-03 20:23:09 »
Josh si girò e si lasciò studiare dalla figura così odiata, temuta e in fondo rispettata e forse nel profondo ammirata.

"Come potrebbe essere altrimenti, dopo tutto quello che è successo?" disse guardando con sguardo non di sfida ma sicuro di quello che dice.

"O pensi che certe cose si possano dimenticare? Ora rimane solo da decidere cosa fare"
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #4 il: 2009-06-04 13:45:46 »
Citazione

Una leggera brezza di vento si sollevò facendo ondeggiare l'erba. In lontananza una nave fece risuonare la sua sirena.
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

Ashrat

  • Membro
  • Domenico Marino
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #5 il: 2009-06-05 01:11:45 »
Citazione
Un sorriso comparve fugace sul volto della figura che incombeva su Josh.
"Insolente." Si sistemò i guanti di pelle che nascondevano le mani. "Ormai la mia fuga è durata abbastanza. Dopo Mary Jane non è più stato lo stesso. E' tempo che tutto questo finisca. Ma prima, bisogna vedere cosa sarà di te."
Si andò a sedere sul molo, poco distante da Josh. Rabbrividì sotto il cappotto a causa del vento gelido.
"Hai avuto tempo di pensarci. Ora dovrai scegliere: non vedere un'altra alba... o comprendere lo scopo e abbracciare l'opera..."
Terrone che Gioca

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #6 il: 2009-06-05 10:58:47 »
Citazione

Una seconda sirena fece eco alla prima. Poco lontano un cane iniziò ad ululare alla luna e la luce di una casa si accese...
« Ultima modifica: 2009-06-05 11:56:36 da rgrassi »
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #7 il: 2009-06-05 21:12:42 »
Citazione

"Non c'è molta scelta direi" disse stringendosi nel trench grigio, posto sopra un brutto maglione informe bianco panna, "come sempre del resto. Ci pensiamo uomini liberi, e alla fine non siamo altro che burattini nelle mani del destino. Tu come me." disse con tono sferzante.

"E il momento di chiudere questo cerchio." disse infilandosi un paio di guanti in pelle sinistramente simili a quelli che la figura a cui poi diede le spalle aveva appena risistemato. La sua attenzione era al massimo. Poi inizio a camminare, con passo apparentemente sicuro.

La mossa l'aveva fatta, ora toccava a lui mantenere quella promessa. Quel giuramento.
« Ultima modifica: 2009-06-07 00:21:25 da Caretaker »
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Ashrat

  • Membro
  • Domenico Marino
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #8 il: 2009-06-08 15:03:43 »
Citazione
Infilò una mano nella tasca del cappotto, e ne estrasse un pugnale dalla lama affilata e sottile, simile a un bisturi. Socchiuse gli occhi, fissando la figura di Josh che si allontanava. Per un attimo ebbe l'impressione di rivedere il ragazzino incontrato quel giorno, tempo prima. Il giorno in cui aveva giurato...
Iniziò a seguirlo.
"E' dura essere all'altezza del proprio nome, a volte, sai? Essere intrappolati da una leggenda nata per caso. Cominciò in un fine settimana... Era un'estate torrida... Agosto 1888. Chi se la puo' dimenticare. Lì iniziò il nostro inferno..."
« Ultima modifica: 2009-06-08 15:40:38 da Ashrat »
Terrone che Gioca

PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #9 il: 2009-06-11 20:20:00 »
Citazione

Una ragazza bionda, cascetto ben composto, scese le scale che collegavano il palco al pubblico. Non era bellissima, e un corpo normale. Il teatro che li ospitava era umidiccio, non in grande stato, ma abbastanza ancora dignitoso. Le poltrene del pubblico erano vuote.
In fondo alla scaletta una ragazza molto magra, con lunghi capelli neri l'attese.
"Sei stata bravissima come sempre, Kim"
"Non dovevi attendermi ancora Betty. E poi non lo sono stato affatto, ho fatto ancora troppi errori"
"Almeno per me sei stata bravissima, eri leggera come una farfalla bellissima"
"Grazie Betty, ma sono stato un disastro come sempre. Mi aspetti? Poi nel caso torniamo a casa insieme?"
"Certo, Kim. Ti aspetto, lo sai"

E le due ragazzine si separarono. Kim sparì dietro il palco, mentre Betty la osservo andare via.
"E' stato piacevole. Magari dovrei iscrivermi anche io a danza" pensò distrattamente.
Si girò, ma i suo occhi caddero contro la sua volonta sul sedere di Kim e poi risalirono a guardare il seno anche se avvolto.
E betty si scopri arrossire, contro la sua volontà.

Si sedette su una delle poltrone rosse di velluto della prima fila, ad attenderla e a cercare di ricomporsi. Che significavano certi pensieri? Se lo chiedeva più spesso negli ultimi tempi. Poi scosse la testa. Era troppo assurdo, e sbagliato.
« Ultima modifica: 2009-06-12 20:31:30 da Caretaker »
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Ashrat

  • Membro
  • Domenico Marino
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #10 il: 2009-06-16 15:44:27 »
Citazione
Pepper sbucò di corsa dal caffè, reggendosi il berretto sulla testa e stringendo un involto contro il petto.
"Via via via!" gridò, passando accanto a Josh come il vento. Dietro di lui iniziarono a sollevarsi grida e rumori. Il ragazzino corse dietro al suo compagno, e insieme si fecero largo con urla e spintoni tra la folla che iniziava a riempire il mercato di Covent Garden.
"Dici che ci seguono?"
Pepper scosse la testa, ridendo. "Figurati... ma così è più divertente, no?"
Si fermarono in un vicolo solo dopo essersi lasciati dietro il mercato, ansimando e ridendo.
"Beh, vediamo un po' che hai preso!"
Pepper ammiccò mostrandogli l'involto. Per Josh a volte non era facile ricordare che quell'irlandese lentigginoso, avvolto in abiti sporchi e con un berretto troppo grande calcato sui riccioli biondi, aveva la sua stessa età. Pensava a lui come a un bambino.
"Pane tostato e polpettone. Il pranzo di un carrettiere del mercato... beh, a lui serve a meno che a noi!"
Seduti sui gradini di una casa, divisero il cibo, mangiando con le mani.
"Stanotte dove andiamo?" chiese Pepper, sputacchiando pezzi di polpettone dalla bocca piena.
"Proviamo dalla mia vecchia. Magari se ha bevuto abbastanza non farà caso a noi anche se si porta in casa qualcuno."
Pepper si strinse nelle spalle.
"Va bene, ma non passiamo da Nichol Street. Le bande accoltellano troppo facilmente da quelle parti."
Josh sogghignò. "Irlandese coniglio!"
E Pepper ricambiò il sorriso, mettendo in mostra un paio di denti mancanti.
Terrone che Gioca

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #11 il: 2009-06-18 22:51:06 »
Citazione
"Un bel colpo...", disse un grande uomo con delle grandi lentiggini e tanti capelli rossi, mentre si accendeva un sigaro.
"Proprio un bel colpo...", disse, guardandoli di nuovo.
« Ultima modifica: 2009-06-22 22:00:00 da rgrassi »
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #12 il: 2009-06-22 16:00:25 »
Citazione
"Cosa c'è... Vi si è seccata la lingua?", disse, guardando verso la lontana piazza...
« Ultima modifica: 2009-06-22 22:01:00 da rgrassi »
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #13 il: 2009-06-22 19:10:34 »
Citazione

"Quale colpo?" fece con aria interrogativa il ragazzo dai capelli neri e sporchi. Il suo sguardo sembrava sinceramente sorpreso, ma si poteva notare una nota di fredda valutazione della persona con cui parlava.
« Ultima modifica: 2009-06-23 21:15:06 da Caretaker »
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

rgrassi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
PBF Levity #2 - Patto di sangue
« Risposta #14 il: 2009-06-22 22:02:39 »
Citazione
"Voi due dovreste essere quelli di White Chapel, della banda del Rosso, vero?"
Roberto Grassi Levity - www.levity-rpg.net

Tags: