Autore Topic: [MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco  (Letto 2157 volte)

[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« il: 2012-08-24 13:46:02 »

Qualche commento sulla sessione di ieri sera che ho trovato particolarmente bella. Abbiamo anche chiacchierato un po', dopo la partita, e alcune riflessioni che sono venute fuori a proposito del gioco mi sembrano interessanti. Premetto che per il momento conosco il gioco solo da giocatore, ho solo un'idea vaghissima di quello che c'è dal lato del Keeper, quindi potrei non essere precisissima (ma quanto prima mi leggo il manuale e mi chiarisco le idee).


Come dicevo, gran bella sessione. Onestamente, anche se su G+ faccio le battute sulle suore in fiamme che volano dalle finestre (sì, è successo letteralmente questo, in partita ^__^; ;) la parte che mi appassiona e diverte di più è tutta quella dell'interazione tra i personaggi. Qui penso che grossa parte del merito del mio divertimento venga dai miei compagni di gioco: a quanto pare abbiamo tutti un debole per il gwep estremo e ci divertiamo a sguazzarci dentro, perciò la nostra campagna è avventurosa ma anche piena di romanticismo, tormenti interiori e rosicamenti assortiti.


Un gioco GWEP*?

Quanta parte è merito del gioco e quanta dei giocatori, ci siamo chiesti ieri sera? Secondo me il gioco ci ha supportato tantissimo soprattutto all'inizio: le fasi di creazione dei personaggi sono piene di spunti. A noi è venuto naturale coordinarci un po' e abbiamo fatto personaggi che hanno per un verso o per l'altro tutti a che fare con lo stesso demone, il che ci sta tornando utile ora nella campagna.
Anche gli story hook iniziali sono un ottimo spunto e direi che, una volta scelti, siamo subito passati a sfruttarli fino in fondo nelle interazioni tra noi.
Infine il Keeper ha fatto un lavoro ottimo con i suoi misteri. Evidentemente ha prestato attenzione alle cose che ci appassionavano di più ed è da due misteri a questa parte che riesce a metterci davanti mostri che non sono solo pericolosi ma cambiano anche pesantemente i rapporti tra i personaggi del team (la prima volta con l'angelo che ti estorceva i segreti, stavolta con il posseduto che sapeva tutti gli affari nostri e spiattellava tutto a tutti, anche le cose che alcuni avrebbero preferito mantenere segrete).


La mia impressione è che questo gioco potrebbe facilmente essere giocato anche in una versione molto più orientata all'azione spettacolare e meno al tormento interiore. Per dargli questa impronta così marcata che gli stiamo dando noi ci vuole la collaborazione un po' di tutto il gruppo perché le mosse non sono rivolte a questo più di tanto. Epperò, evidentemente, è possibile.
Personalmente sono felice che lo stiamo giocando in questo modo, altrimenti temo mi annoierei molto in fretta a fare combattimenti spettacolari se non ci avessi anche tutti gli sturbi emotivi da seguire :P




Osservazioni sulla storia del B Team


Questa parte magari interessa più i miei compagni di gioco che un lettore occasionale (non dite che non vi era stato detto :P ). E' tutto molto dal punto di vista di Barbara, eh!


Tra gli highlight di ieri sera per me c'è sicuramente la conversazione iniziale di Barbara e Hank. Gli sputtanamenti della scorsa sessione mi hanno fatto riflettere e mi sono resa conto che queste cose Barbara aveva proprio bisogno di chiarirle con lui. Paradossalmente me la hanno fatta capire meglio. Per esempio la cosa che ho detto sui pensieri assassini che le vengono ogni volta che incontra una persona sconosciuta e la valuta come potenziale avversario, sono arrivati come un fulmine a ciel sereno nella mia testa tra una sessione e l'altra, ma ho capito subito che "era proprio così".
Sono contenta di avere avuto occasione di spiegare a Hank come lei vede il mondo.
Ah, e ovviamente tutta la sua serena accettazione zen della situazione è il modo che lei ha trovato per non uscire di testa :)


Bellissima la cosa che finalmente sono usciti fuori gli altarini di Laura e i suoi traffici col potere oscuro (way to go, Keeper!). Probabilmente gli edificanti discorsi iniziali di Hank sul comportarsi da squadra hanno fatto stridere ancora di più il fatto che poi uscissero fuori segreti di questo calibro. Barbara ci è rimasta sinceramente di merda, perché si fidava totalmente di Laura.
Poi le è pure passata in fretta perché in fondo la capisce. Però non ha proprio potuto esimersi dal recriminare sul fatto che lei questa scelta (se dirlo o no) non ce l'ha mai avuta (nel senso che per lei è impossibile nascondere di essere un demone).
Comunque il rapporto con Laura è fonte di grande divertimento, per me "trust issues, much?", come dice l'Alex :D


Billy, non vedo l'ora che tu telefoni a Sandra. Anzi, avrei una mezza idea di andarla a trovare insieme e spalleggiarti di brutto nel farle scucire più informazioni su sto demone molesto.
Lo facciamo?


Last but not least l'ultima scena da insulina con Hank. Non me lo aspettavo ma lungi da me il lamentarmi che finalmente la mia romantic obsession abbia capitolato alla mia corte assidua :P .
Però non sono convinta fino in fondo che davvero questa decisione sia figlia di una riflessione personale e non abbia a che fare con qualcosa che è successo in questa sessione. Certo, sul momento a Barbara si è spento il cervello perché lui la ha baciata, ma penso che tornerà sulla questione.
Perché quell'uomo è adorabile ma è più chiuso di una cassaforte: qualcuno dovrà pure costringerlo a condividere quello che gli passa per la testa prima che dia di matto a tenersi tutto dentro. E' uno sporco lavoro ma qualcuno deve farlo (e poi a Barbara piace :D ).




* Per chi si chiedesse che minchia significa sta sigla: Gut Wrenching Emo Porn. Perché noi amanti del drama a tutti costi sappiamo anche essere autoironici U.U
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #1 il: 2012-08-24 13:50:32 »
Billy, non vedo l'ora che tu telefoni a Sandra. Anzi, avrei una mezza idea di andarla a trovare insieme e spalleggiarti di brutto nel farle scucire più informazioni su sto demone molesto.
Lo facciamo?
Quando vuoi, tipo il prossimo mistero ;D

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #2 il: 2012-08-24 13:58:49 »
Mi è venuta un'idea per il secondo arco :V

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #3 il: 2012-08-24 15:24:47 »
Last but not least l'ultima scena da insulina con Hank. Non me lo aspettavo ma lungi da me il lamentarmi che finalmente la mia romantic obsession abbia capitolato alla mia corte assidua :P .
Però non sono convinta fino in fondo che davvero questa decisione sia figlia di una riflessione personale e non abbia a che fare con qualcosa che è successo in questa sessione. Certo, sul momento a Barbara si è spento il cervello perché lui la ha baciata, ma penso che tornerà sulla questione.
Perché quell'uomo è adorabile ma è più chiuso di una cassaforte: qualcuno dovrà pure costringerlo a condividere quello che gli passa per la testa prima che dia di matto a tenersi tutto dentro. E' uno sporco lavoro ma qualcuno deve farlo (e poi a Barbara piace :D ).

La decisione è figlia di quello che gli hai detto nella conversazione iniziale (il fatto che essere una cacciatrice è il tuo modo di mandarla in culo al demone, e il fatto che ha troppa paura del futuro per godersi il presente), quello che è successo durante la sessione, e, come ciliegina sulla torta, la telefonata finale col colonnello. Come ti ha detto, è stanco di avere paura, ed è stanco di avercela con se stesso per delle cose che non sono colpa sua, come la morte di Montanari. La vita è breve, piena zeppa di pericoli e di schifezze, e tra gli uni e le altre crede di meritarsi qualcosa di più. Ma non credo che riuscirai a farglielo dire molto presto. ;)

E temo che non sia per niente pentito per la storia di Laura. Non è facile conquistare la fiducia di Hank, ma una volta che ci si riesce, lui ci sarà sempre per coprire le spalle, anche (e soprattutto) dalle proprie stesse cazzate. In battaglia, non lasci un compagno a morire perché ha fatto una stronzata, o così la vede lui. Se i vostri segreti non li tirate fuori voi, lui di certo non li tirerà fuori con gli altri.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #4 il: 2012-08-24 17:40:22 »

Billy, non vedo l'ora che tu telefoni a Sandra. Anzi, avrei una mezza idea di andarla a trovare insieme e spalleggiarti di brutto nel farle scucire più informazioni su sto demone molesto.
Lo facciamo?
Quando vuoi, tipo il prossimo mistero


Possiamo, Keeper? :D


Mi è venuta un'idea per il secondo arco :V


Ah sì? ^o^


La decisione è figlia di quello che gli hai detto nella conversazione iniziale (il fatto che essere una cacciatrice è il tuo modo di mandarla in culo al demone, e il fatto che ha troppa paura del futuro per godersi il presente), quello che è successo durante la sessione, e, come ciliegina sulla torta, la telefonata finale col colonnello. Come ti ha detto, è stanco di avere paura, ed è stanco di avercela con se stesso per delle cose che non sono colpa sua, come la morte di Montanari.


Allora ce la ho fatta mettergli un po' di sale in zucca ç__ç


Il Keeper è stato geniale con quella battuta perfidissima del colonnello sul fatto che gli fai morire gli uomini che ti affida.
Mi si è stretto il cuore per come ti è cambiato il tono di voce dopo che te la ha detta é__è


La vita è breve, piena zeppa di pericoli e di schifezze, e tra gli uni e le altre crede di meritarsi qualcosa di più.


Certo, si merita un demone di un metro e ottanta nerboruto e con le corna ma coccolosissimo :*


Ma non credo che riuscirai a farglielo dire molto presto.


Ah. Mi sembra di capire che dovrò giocare a Kagematsu dentro MotW per ottenere qualche segno d'affetto :S


E temo che non sia per niente pentito per la storia di Laura. Non è facile conquistare la fiducia di Hank, ma una volta che ci si riesce, lui ci sarà sempre per coprire le spalle, anche (e soprattutto) dalle proprie stesse cazzate. In battaglia, non lasci un compagno a morire perché ha fatto una stronzata, o così la vede lui. Se i vostri segreti non li tirate fuori voi, lui di certo non li tirerà fuori con gli altri.


Eh.... In fondo lo amo anche per questo U.U
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #5 il: 2012-08-24 17:52:24 »
Il Keeper è stato geniale con quella battuta perfidissima del colonnello sul fatto che gli fai morire gli uomini che ti affida.
Mi si è stretto il cuore per come ti è cambiato il tono di voce dopo che te la ha detta
Vorrei sottolineare anche "Sono le stesse parole che ti ha detto Jake".

Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #6 il: 2012-08-24 18:02:44 »
Giusto! Il rimprovero di prendersi tutti sulle spalle che Barbara ha fatto a Hank è lo stesso che gli fece il suo amico Jake.
Prima di morire.


Keeper genio! XD
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #7 il: 2012-08-26 21:21:48 »
Salve ragazzi! Mi permetto di dirvi che ho avuto alcune conversazioni su questo aspetto del gioco, tipicamente con Francesco D’Arcadia, Paolo Bosi, Davide Losito, Girolamo Castaldo e Roberto Giugno. L’impressione che se ne ha è che, di base, sia un gioco sulla caccia ai mostri, una cosa molto disinteressata alle motivazioni dei cacciatori, dei mostri ecc.: un gioco molto d’azione, insomma.

Il fatto che le History siano lì e non siano numeriche (come per esempio la St e le Strings, rispettivamente ne Il Mondo dell’Apocalisse e Monsterhearts) gli dà sicuramente meno peso meccanico. La cosa interessante, però, è che esse contribuiscono non poco, già dalla creazione dei personaggi, a dare qualcosa al gioco. L’ho evidenziato io e praticamente tutte le persone con le quali mi è capitato di giocare.

In gioco, in particolare, si sente che non ci sia nulla a spingere verso lo sviluppo delle History, ma per qualche ragione, specie al di fuori delle demo, quando si gioca in pianta stabile la propria serie di cacciatori, tendono a diventare una parte interessante del gioco, fonte di conflitti, di scene rilassate dall’azione, ma cariche per i rapporti tra i cacciatori, e di spunti per possibili Archi narrativi per il Custode.

Per esempio nella nostra ultima sessione abbiamo avuto dei momenti molto interessanti tra i cacciatori, appena dopo una rocambolesca scena di azione. Secondo me queste cose danno molto spessore al gioco, anche se non ne sono il fulcro, e pertanto credo che siano estremamente positive.

In conclusione, sarebbe possibile anche giocare incorporandole al minimo, in quanto il gioco sta in piedi sa solo su altre premesse, ma non ci vedo niente di male nel farlo.

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #8 il: 2012-08-26 21:25:41 »
In gioco, in particolare, si sente che non ci sia nulla a spingere verso lo sviluppo delle History, ma per qualche ragione, specie al di fuori delle demo, quando si gioca in pianta stabile la propria serie di cacciatori, tendono a diventare una parte interessante del gioco, fonte di conflitti, di scene rilassate dall’azione, ma cariche per i rapporti tra i cacciatori, e di spunti per possibili Archi narrativi per il Custode
Mi viene però da chiedere se sia intrinseco del gioco, o dovuto ai giocatori: un gruppo che gioca a MotW come primo gioco post-D&D avrebbe gli stessi effetti? Oppure noi li abbiamo (e a questi livelli d'influenza/interesse) perché siamo abituati a giocare a giochi che strutturalmente li hanno, e ci viene naturale usarli?

Citazione
sarebbe possibile anche giocare incorporandole al minimo, in quanto il gioco sta in piedi sa solo su altre premesse, ma non ci vedo niente di male nel farlo
Anzi, facilmente il gioco ne guadagna.

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #9 il: 2012-08-26 21:30:31 »
In gioco, in particolare, si sente che non ci sia nulla a spingere verso lo sviluppo delle History, ma per qualche ragione, specie al di fuori delle demo, quando si gioca in pianta stabile la propria serie di cacciatori, tendono a diventare una parte interessante del gioco, fonte di conflitti, di scene rilassate dall’azione, ma cariche per i rapporti tra i cacciatori, e di spunti per possibili Archi narrativi per il Custode
Mi viene però da chiedere se sia intrinseco del gioco, o dovuto ai giocatori: un gruppo che gioca a MotW come primo gioco post-D&D avrebbe gli stessi effetti? Oppure noi li abbiamo (e a questi livelli d'influenza/interesse) perché siamo abituati a giocare a giochi che strutturalmente li hanno, e ci viene naturale usarli?

Qui mi permetto di dire che sono quasi sicuro che sia una disposizione del gruppo e solo del gruppo. Il gioco non ha nulla che spinga in quella direzione a parte l’accenno alle History, ma il manuale non spiega come usarle per costruire sui cacciatori. Credo che si tratti, in particolare, di una questione di Creative Agenda.

Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #10 il: 2012-08-26 21:36:15 »
Daniele, quello che dici mi pare condivisibile. Sono curiosa di leggere actual play da altri gruppi, a questo punto.
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #11 il: 2012-08-29 19:30:30 »
Mi ero dimenticato di rispondere a questo topic. Nella nostra campagna con Francesco come Custode, stiamo sviluppando qualcosa di simile per quando riguarda le relazioni tra i PG.

Ti invito a leggere l’actual play, se ti interessa: [Monster of the Week] Darkening Sky.

Un assaggio:

A me è piaciuto molto interagire con Stella, anche perché mi metteva a disagio in un certo senso con tutte quelle attenzioni. Credo che siamo riusciti a rendere interessante e problematico il rapporto tra quei due cacciatori, e secondo me è una conquista. Per es. quando Rachel si discostava da Stella, o quando l’ha “rimproverata” ricordandole le conseguenze delle proprie azioni.
« Ultima modifica: 2012-08-29 19:33:59 da Daniele Di Rubbo »

Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #12 il: 2012-08-29 19:53:45 »
Lo avevo letto, infatti ^__^
Però sarei curiosa anche di una casistica più ampia!
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #13 il: 2012-08-29 19:56:57 »
Magari tra qualche mese, quando avremo più aspiranti Custodi (per ora di aspiranti giocatori ce ne sono parecchi, mi pare di capire) e, di conseguenza, tanti potenziali AP da cui attingere.

Re:[MotW] Il B Team e la Casa nel Bosco
« Risposta #14 il: 2012-08-29 20:01:44 »
Infattti attendo fiduciosa  :D
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.