Autore Topic: [Una domenica a Castelmassa] Microscope  (Letto 1220 volte)

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« il: 2011-07-26 05:39:13 »
Domenica ho preso la mia bella macchinina e sono andato a trovare Korin/Mattia per una paio di demo e quattro risate. Siamo riusciti a portare a termine Technoir, Microscope e Grandi Dei Orki.
Io mi sono divertito molto e penso valga la pena, con la memoria fresca, fare qualche AP.

Microscope

Premetterò che a me il gioco è piaciuto moltissimo! Nonostante difficoltà mie a spiegarlo mi sono divertito e una volta ingranato stava procedendo bene. Abbiamo interrotto alla chiusura di un "arco narrativo" ma se avessimo avuto più tempo potevamo tranquillamente procedere.


Abbiamo deciso di narrare dell'evoluzione della specie umana.
Il bookend era dalla "fine della guerra fra neanderthal e cro-magnon" a "la nascita delle prime città stanziali".
In Palette abbiamo messo
Codice: [Seleziona]
Si                | No
-----------------------------------------
Alieni            | Magia
Religione         | Dei visibili & che camminano in terra
Tecnologia aliena | Altri pianeti & viaggi spaziali

mi sembra ci fosse almeno un'altra voce nella Palette, ma ora non ricordo quale fosse.

Nella fase di gioco ci siamo concentrati molto su un aspetto particolare, ossia la creazione di primi templi della divinità Ishtar (la prima scena giocata aveva come domanda "il gran sacerdote agisce per il bene della comunità?") e la successiva ascesa al potere di re-sacerdoti come capi militari di un gruppo di tribù.
All'interno di quel gruppo di tribù vi era anche la Tribù degli alieni (dalla pelle blu) e quella dei Pescatori che nel primo concilio dopo l'elezione del re si staccano dal resto delle tribù. In questa scena diventa evidente i primi cambiamenti nel atteggiamento dei sacerdoti. Al inizio era loro intenzione proteggere "tutti i figli di Ishtar" ora sono diventati più interessati "al loro popolo" e considerano gli alieni come persone da non aiutare.

Nella terza scena giochiamo il concilio dei capi delle due tribù esuli e la decisione di organizzare l'assassinio del re-sacerdote (tutto questo avviene durante l'evento "la quarta crociata contro gli alieni" quindi in un clima di forte tensione). In questa scena per la prima volta usiamo il sistema di risoluzione quando una spia infiltrata (e assurta a consigliere del capo dei Pescatori) dice "Non è possibile partire stanotte stessa, la luna è alta nel cielo, vedrebbero i nostri sicari" e io come capo dei sicari alieni (con mantello di invisibilità compreso) propongo la versione alternativa "è in arrivo una tempesta e le nuvole copriranno la luna".
Perdo il conflitto e rimane vero che c'è la luna piena. La scena si chiude con il capo dei pescatori che conferma la necessità di agire.
Subito dopo tocca a me e creo l'evento nel periodo subito successivo intitolato "L'assassinio del re-sacerdote Leandro IV" lasciando alcuni a bocca aperta.
Mi sarebbe veramente piaciuto giocare quella scena, peccato sarà per la prossima volta :)


In generale il gioco mi piace tantissimo. Il giro della Lens (un giocatore che decide "il topic" di tutte le scene/eventi/periodi creati in quel round) e la scelta del Focus fa si che la storia si sviluppi per grandi filoni e da un notevole senso di appagamento nonostante il gioco sia così enorme da lasciare spazio a qualsiasi cosa.

Il sistema di risoluzione è un pò strano ma tutto sommato funzionale.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *****
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #1 il: 2011-07-26 05:56:05 »
Interessante, lo porterai a qualche con?
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Luca Veluttini

  • Archivista
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #2 il: 2011-07-26 06:10:49 »
Ha uno slot già a GnoccoCON. ^^

Zachiel

  • Visitatore
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #3 il: 2011-07-26 06:28:19 »
Lo porta pure ad Utopia-R*

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #4 il: 2011-07-26 06:29:29 »
La mia impressione è un pochino più tiepida, ma probabilmente è solo perché io sono un grande fan dei giochi mirati "sul personaggio", mentre questo gioco si basa sugli eventi.

Giocandolo più a lungo probabilmente c'è modo di scendere in dettaglio e costruire eventi concatenati in una fitta trama, come un esercizio di sceneggiatura a più mani (che detto così sembra una barba, ma il gioco è molto interessante).

Probabilmente va anche giocato più velocemente di come l'abbiamo preso noi, per accorciare la distanza tra le scene di roleplay: i turni in cui si "pongono le basi" degli eventi dovrebbero essere più rapidi.
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #5 il: 2011-07-26 06:42:56 »
Bho se togli tutti i 1) "ti ricordi vero che il focus è XXX" 2) "no gli eventi vanno scritti in orizzontale" e relativi riscritture dei foglietti (che sono errori di inesperienza) i turni non sono stati così lenti.
Ma forse è anche dovuto al fatto che io scodinzolavo già alla sola possibilità di provarlo!

Una cosa che forse è mancata (e che il manuale consiglia) è una maggiore presenza di "pensieri" dei personaggi espressi a voce dai giocatori.
Alcune volte non capivo dove un determinato discorso IC volesse portare (e una volta l'ho anche chiesto esplicitamente a Marco).

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #6 il: 2011-07-26 07:02:48 »
Una cosa che forse è mancata (e che il manuale consiglia) è una maggiore presenza di "pensieri" dei personaggi espressi a voce dai giocatori.

Nel senso che andrebbero espressi anche DURANTE le scene, e non solo all'inizio delle scene?
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #7 il: 2011-07-26 08:26:00 »
yep, che è quello che ho inteso da questi due capitoli

Citazione
Shaping the World: What You See Is What You Get
If you want to describe something about the world outside your character
during the Scene, just describe your character perceiving it. You can make
up anything you want this way, so long as it obeys the usual rules for making
history (don’t contradict what we already know, don’t use anything banned
by the Palette). You can make new things happen or reveal facts about the
environment or world.

You want an alien fleet to appear, so you describe your
character watching a sensor array and seeing the blips
appear as they warp in. It’s an alien fleet!

You want the President (a character no one is playing) to
be an android, so right after another player shoots him
you describe examining the body and seeing sparking
circuits and wires in the wound. Boom, he’s an android.


You must also describe your character reacting to what he or she perceives.
You’re role-playing in the moment, not just narrating a story.

“My secret service agent looks up from the President’s
android body, and he can’t believe his eyes. He says: ‘I
don’t understand… How can this be possible?!?’”

e

Citazione
Thinking Out Loud
If you want to establish something but don’t want your character to say
it, just say what they’re thinking. Maybe it wouldn’t make sense for the
character to blurt something out, or you just can’t think of why they would
bring it up right now. Just like Revealing Thoughts during Scene setup,
describing a character’s thoughts during play is a great way to show other
players where you want to go in the Scene–even if you’re hiding it from the
characters. Telling the other players what you want in the Scene lets them
help you get there. Characters can come and go quickly, so don’t be shy
about broadcasting their agendas.

“Trooper Cobb yells ‘We can’t leave Lansky behind! I don’t
care if none of you come. I’ll do it alone!’ But he’s really just
bluffing. He’s being gung-ho to cover for the fact that this
screw up was his fault in the first place.”


i corsivi non sono miei.

giullina

  • Membro
  • Giulia Barbano
    • Mostra profilo
    • Gaming As Women
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #8 il: 2011-07-26 09:32:43 »
Una domanda sulla Palette che avete scelto:
se non ricordo male, nella colonna dei "sì" ci vanno elementi che non sarebbero plausibili nell'ambientazione (evoluzione della specie umana), ma si vogliono vedere in gioco; nella colonna dei "no" ci vanno elementi che sarebbero plausibili nell'ambientazione, ma che si vogliono comunque vetare.
Se questa regola è rimasta nel libro finale, non capisco perché abbiate messo "Religione" nei sì e tutti e tre gli elementi del no.
Se la regola non c'è più, peccato, mi piaceva assai...
giullina.net - Gaming As Women - Banshee Cat [ScreamingCats - games that make you scream] - 26 FM

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #9 il: 2011-07-26 10:04:16 »
@Paolo. La seconda citazione risponde al mio dubbio.
Forza dell'abitudine ad essere "visivo" (AiPS, CnV, ecc.). >_<

Una domanda sulla Palette che avete scelto:
se non ricordo male, nella colonna dei "sì" ci vanno elementi che non sarebbero plausibili nell'ambientazione (evoluzione della specie umana), ma si vogliono vedere in gioco; nella colonna dei "no" ci vanno elementi che sarebbero plausibili nell'ambientazione, ma che si vogliono comunque vetare.
Se questa regola è rimasta nel libro finale, non capisco perché abbiate messo "Religione" nei sì e tutti e tre gli elementi del no.
Se la regola non c'è più, peccato, mi piaceva assai...

Dunque, non so com'è DAVVERO, io avevo capito [addita freneticamente Paolo dicendo "è colpa sua! sua!!!"] che nel "sì" ci volessero gli elementi che si vuole particolarmente esplorare e nel "no" le esclusioni.

Quindi il senso dei nostri appunti sarebbe: "vogliamo vedere un punto di vista religioso, ma senza degli dèi 'verificabili scientificamente' e magia 'causa-effetto'! "

A parole ci siamo anche chiariti: gli umani credono in ciò che vogliono (perfino nell'omeopatia, aggiungerei ora XD), ma il soprannaturale non esiste nella nostra storia!
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Zachiel

  • Visitatore
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #10 il: 2011-07-26 10:09:30 »
Curiosità: se non c'era la magia, il mantello dell'invisibilità da dove è saltato fuori?

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #11 il: 2011-07-26 10:28:15 »
Curiosità: se non c'era la magia, il mantello dell'invisibilità da dove è saltato fuori?
Tecnologia aliena, vista dagli occhi degli umani.
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Re:[Una domenica a Castelmassa] Microscope
« Risposta #12 il: 2011-07-26 10:38:34 »
Una domanda sulla Palette che avete scelto:
se non ricordo male, nella colonna dei "sì" ci vanno elementi che non sarebbero plausibili nell'ambientazione (evoluzione della specie umana), ma si vogliono vedere in gioco; nella colonna dei "no" ci vanno elementi che sarebbero plausibili nell'ambientazione, ma che si vogliono comunque vetare.
Se questa regola è rimasta nel libro finale, non capisco perché abbiate messo "Religione" nei sì e tutti e tre gli elementi del no.
Se la regola non c'è più, peccato, mi piaceva assai...

Dunque, non so com'è DAVVERO, io avevo capito [addita freneticamente Paolo dicendo "è colpa sua! sua!!!"] che nel "sì" ci volessero gli elementi che si vuole particolarmente esplorare e nel "no" le esclusioni.

Quindi il senso dei nostri appunti sarebbe: "vogliamo vedere un punto di vista religioso, ma senza degli dèi 'verificabili scientificamente' e magia 'causa-effetto'! "

A parole ci siamo anche chiariti: gli umani credono in ciò che vogliono (perfino nell'omeopatia, aggiungerei ora XD), ma il soprannaturale non esiste nella nostra storia!
sni.

quotando

Citazione
Add something to the Yes column if you think the other
players would not expect it to be in the history, but you
want to be able to include it.

Add something to the No column if you think the other
players would expect it to be in the history, but you don’t
want it included.

Non parla di plausibilità, ma di stupire gli altri.
Inoltre è ben scritto che la Palette è ancora gioco collaborativo, che deve andare bene a tutti.
Nella nostra storia ci stavano bene gli alieni, ma qualcuno (mi pare Ronnie) ha subito dopo bannato gli altri pianeti, e tutti eravamo d'accordo perchè volevamo ambientare la storia sulla terra.