Autore Topic: Impressioni e Commenti  (Letto 6025 volte)

Fealoro

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Andrea Mognon
    • Mostra profilo
Impressioni e Commenti
« il: 2011-07-12 07:46:30 »
Vorrei dedicare questo Thread a commenti ed impressioni sul sistema di gioco


Comincio io con un paio di osservazioni che forse avete già colto


1)I vostri personaggi non rischiano mai veramente, dato che arrivati a tre ferite potete semplicemente ritirarvi dalla avventura corrente e ritornare dopo. L'unica cosa che veramente perdete è il potere narrativo. Però ricordo anche che io non posso farvi attaccare da altri PNG, solo voi potete decidere di mettere in pericolo il vostro personaggio con un dangerous conflict.


2)D'altra parte l'unico modo per avere diritto di narrazione (oltre che sul proprio personaggio) è quello di fare un dangrous conflict, altrimenti non potete stabilire fatti o avere bonus.


3)I bonus sembrano un ottimo strumento per il Master, dato che danno idee su quali conflitti proporre in seguito.

vonpaulus

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #1 il: 2011-07-12 10:12:54 »
in realtà un eroe Sword and sosrcery nonsi ritira mai da una avventura per ritornare in quella dopo. questo lo fanno gli arcivillani :)

Suna

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #2 il: 2011-07-12 10:14:02 »
Abbiamo un dubbio sull'interpretazione delle regole. Nella situazione in cui mi trovo con Ninsunu, vorrei farle superare un sifone di acqua a nuoto. E' in mezzo al buio. La mia intenzione sarebbe tirare il tratto Explorer (d12) e la Lancia (d10) dichiarando che questa emette luce e la aiuta nella scelta della direzione.

Ora, secondo Andrea, questo richiederebbe un tiro di Lore, perché sto stabilendo qualcosa di nuovo (il fatto che la lancia si illumini).
Secondo me non è così, in quanto Lore la tiro quando stabilisco qualcosa sul mondo, non su un'abilità che è parte del mio personaggio.

Ergo, leggo il capitolo sui Lore Rolls e trovo:

"When something new is introduced into a scene, whether by the GM or by a player as a “fact” won from a conflict, any player can call for a Lore roll on behalf of their character.
Lore represents all the rumours, legends, forgotten secrets, and ancient wisdom of the world. When you make a lore roll, you’re rolling to see what your character knows about this new thing."

I punti della mia obiezione sono che:
1) il fatto che la lancia si illumini non è qualcosa di introdotto nella scena in seguito ad un conflitto vinto.
2) non si tratta di  rumours, legends, forgotten secrets, and ancient wisdom of the world. Si tratta di qualcosa relativo al personaggio, non al mondo.

Voi che ne pensate? Vi sembra insensato che una lancia mistica donatale dagli déi stellari di cui professa il sacerdozio possa illuminarsi? Possiamo accordarci perché io cambi la scheda in modo che le abilità siano immediatamente più chiare. Magari posso chiamare la lancia "lancia stellare".
Mario, Ander, Paolo, attendiamo vostri commenti per dirimere questo conundrum.

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #3 il: 2011-07-12 10:35:57 »
Va detto che dal disegno a me sembrava abbastanza chiaro che la lancia si illuminasse.

Mi trovavo in una situazione analoga prima, perché se fosse servito far luce, avrei dichiarato che Khron aveva qualcosa di adatto con sé, più o meno dal nulla. Avevo in mente una pietra magnetica che emettesse una fioca luce bluastra, che avrei attaccato allo scudo.

Ora questo si può vedere in due modi:

- una descrizione del personaggio, ad esempio, questo avrebbe mostrato Khron come cauto ed estremamente preparato.

- una preparazione, specifica per l'avventura, che il personaggio ha compiuto in precedenza.

In questo secondo caso, un tiro di Lore per così dire retroattivo potrei anche vedercelo. Si stabilisce implicitamente come fact che il personaggio conosceva questo pericolo e si era preparato ad affrontarlo. Che non è molto diverso da conoscere il saluto della gilda dei ladri, o quant'altro, stabilito sul momento quando li incontri.

Quindi il problema qui è tracciare una linea tra quello che è proprio del personaggio, intrinseco nella sua figura, e quello che invece è accessorio. Le abilità dovrebbero essere qualcosa di molto intrinseco. Vorrebbero usate con criterio.

Non credo che potrei dire ragionevolmente che l'addestramento della montagna nera prevedeva dei corsi di ikebana. E' stato caratterizzato come il brutale addestramento di guerrieri di élite. Dal mio punto di vista, dire che li facevano nuotare in armatura quindi ci sta.

Che la lancia, un oggetto mistico, possa illuminarsi, ci sta? Secondo me sì. Guarire le ferite? Forse sì, se quel suo essere 'del tempo' significa che può far tornare indietro un colpo. Aprire il mare in due? Ecco, parliamone.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

vonpaulus

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #4 il: 2011-07-12 11:14:30 »
la decisione da prendere sulla lancia è in realtà determinante per comprendere come funzionano le abilità.  quinid farei un discorso generale.


Secondo me le cose le cose specifiche e non ovvie delle abilità sono determinate da tiri roll.
Solo le cose ovvie ed implicite sono determinate a priori.


Cioè la lancia che fende il tempo potrebbe essere di ottima fattura e molto veloce ed essere usata in combattimento (ad esempio). ma il fatto che faccia luce non è implicito nel suo nome (che è la sua descrizione base) e deve essere essere determinato con un tiro lore. Come? quando ci sono elementi nuovi sulla lancia o quando questa viene usata in combattimento.
Se la lancia si chiama lancia stellare allora potrebbe automaticamente fare luce. Ma non potrebbe essere usata in combattimento in combattimento (a meno di elaborare un lore-roll specifico).


la mia posizione deriva dal fatto che in caso contrario alla lancia che fende il tempo, così come alla mia abilità voce del comando, così come all'addestramento dei moti etc. potrebbero essere arbitrariamente assegnati tutti i poteri.


Se non si passa attraverso il meccanismo dei lore la mia abilità "voce del comando" potrebbe ragionevolmente rappresentare qualsiasi cosa in quanto Sacramondo potrebbe di volta in volta asserire di poter utilizzare la voce per comandare quella specifica cosa o fatto.


Per Mr. mario, l'aver qualcosa adatto allo scopo è insito nell'attributo. Se ho esploratore 12 a livello di colore posso descrivere  questo non solo come il fatto che sono bravo a scalare al buio ma anche con il fatto che ho una pietra che illumina il buio. ma a livello di meccaniche non esiste ulteriore bonus. A meno che l'uso della pietra sia legato al tuo addestramento specifico (e quindi usi una abilità).

Non puoi stabilire qualcosa del tuo personaggio ma stabilisci qualcosa della tua abilità. Non è Khron che sa fare questo o quello ma il tuo addestramento come (.. non mi ricordo più bene)  che ti permette di fare quella cosa.


Esistono poi molti modi per giustificare il fatto che quel potere o altri poteri siano disponibili solo a partire da un certo momento (tipo ricordarseli, migliorare l'affinità etc).






 
« Ultima modifica: 2011-07-12 11:16:54 da Paolo Castelli »

Ander

  • Membro
  • Andrea Ungaro
    • Mostra profilo
    • Anderopoli
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #5 il: 2011-07-12 11:24:20 »
A pag. 41 delle regole dice una roba tipo "Lore is also how you introduce magical abilities into the game"
Il che sembrerebbe voler dire che il tiro serva, tuttavia, cito da un post di Suna dopo un Lore vinto:


Ninsunu <omissis> sa bene che questi esseri, partoriti dalle tenebre, temono più di ogni altra cosa la luce forgiata nei simboli degli déi stellari, come la Lancia che Ninsunu porta con sé (fact 2).

L'enfasi aggiunta è mia. Si era già detto che la lancia faceva luce, quindi IMO dovrebbe poterla fare anche stavolta senza ulteriori tiri.
Ecco, forse a fare i pignoli doveva usare un fact in più a suo tempo, uno per dire che fa luce e uno per dire che gli esseri la temono, ma cmq la cosa è stata determinata.
Contro balrog, draghi, miniufo, orchi e paccottiglia varia dal 1987 o giù di lì

Suna

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #6 il: 2011-07-12 11:55:28 »
Ottima osservazione, Andrea! Non ci avevo pensato, in effetti l'avevo già detto, senza rendermene conto. Fico.

Fealoro

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Andrea Mognon
    • Mostra profilo
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #7 il: 2011-07-12 11:56:01 »
Premetto che a livello di gioco secondo me la questione non ha un impatto così elevato, ma come dice Paolo è importante mettersi d'accordo in caso si ripeta (soprattutto in caso di conflitti tra PG, dove l'agonismo magari è un po' più spiccato)


Per evitare di bloccare il gioco ho comunque dato l'ok a Suna di usare la lancia descrivendo retroattivamente che emana anche luce. In effetti da quello che scrive anche Ander, Suna probabilmente lo dava per scontato.


Per come la vedo io ogni volta che si mette in campo un effetto magico (e una lancia che emana luce per me è un effetto magico) bisogna passare attraverso un tiro Lore, a meno che questo effetto magico non fosse già ben chiaro nella descrizione iniziale. Per questo considero retroattivamente che la lancia avesse la caratteristica di brillare.


Il discorso penso che rientri proprio nella definizione delle abilità/oggetti, per questo in caso di dubbio penso che sia il tavolo a doversi esprimere.


Per prendere gli esempi di MrMario una lancia magica penso che possa brillare perchè insito nell'immaginario che lo possa fare. Come ho detto a Suna avrei comuqnue preferito che fosse scritto all'inizio, ma penso sia un misunderstanding facilemtne superabile. Guarire le ferite penso che possa andare solo con un tiro Lore e un tiro Sorcerer (non dimentichiamo che è il tiro sorcerer a permettere una magia), perchè non c'è nella definizione nulla che riporti a questo genere di effetti.


Per cui la mia dottrina sarà quella di richiedere un tiro Lore per effetti magici che non sono chiarmente e ovviamente espressi.


In ogni caso penso che possa essere un buon caso da sottoporre direttamente all'ideatore del gioco, per capire come lui intendeva la cosa.

Fealoro

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Andrea Mognon
    • Mostra profilo
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #8 il: 2011-07-12 14:13:19 »
In seguito al fallimento di Urgayle ho dato al personaggio una ferita.
Rileggendo il testo però sembra che la ferita sia una opzione, non una conseguenza certa (come ad un primo momento ho pensato io)
Però non mi sembra chiara la modalità con cui si decide.
Forse andrebbe espresso già negli effetti del fallimento all'inizio, ma non ho trovato l'indicazione che vada fatto così
voi che ne pensate?

Ander

  • Membro
  • Andrea Ungaro
    • Mostra profilo
    • Anderopoli
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #9 il: 2011-07-12 14:21:41 »
Ho appena riletto la parte in questione, e in effetti non è chiaro. Io direi che la ferita ci sta tutta, ma più che di ferita, che si applicherebbe solo a qualcosa di fisico, io la vedrei un po' come un "mi è andata storta" che può essere sia fisico che morale, e al terzo strike si è out... Che so, se fossi un avvocato a un dibattimento, sarebbe la stessa cosa, dopo tre obiezioni mal poste il giudice mi dà torto, oppure cerco di sedurre una e dopo tre freddure mal riuscite questa mi dà un due di picche... Il concetto è simile, no?


Un chiarimento anche per me: Cruel lo posso usare solo quando faccio qualcosa di contrario, giusto? Perchè adesso Urgayle sta facendo uno scemplio, e credevo di poterlo applicare, ma mi sono reso conto che non è così... O sbaglio?
« Ultima modifica: 2011-07-12 14:24:47 da Ander »
Contro balrog, draghi, miniufo, orchi e paccottiglia varia dal 1987 o giù di lì

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #10 il: 2011-07-12 15:15:20 »
Un chiarimento anche per me: Cruel lo posso usare solo quando faccio qualcosa di contrario, giusto? Perchè adesso Urgayle sta facendo uno scemplio, e credevo di poterlo applicare, ma mi sono reso conto che non è così... O sbaglio?

Se lo applichi nella scena, ti prendi il reroll token.

Se applichi il suo contrario., in un conflitto nella scena puoi tirare un d20.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Fealoro

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Andrea Mognon
    • Mostra profilo
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #11 il: 2011-07-12 15:17:37 »
Citazione
Ho appena riletto la parte in questione, e in effetti non è chiaro. Io direi che la ferita ci sta tutta, ma più che di ferita, che si applicherebbe solo a qualcosa di fisico, io la vedrei un po' come un "mi è andata storta" che può essere sia fisico che morale, e al terzo strike si è out... Che so, se fossi un avvocato a un dibattimento, sarebbe la stessa cosa, dopo tre obiezioni mal poste il giudice mi dà torto, oppure cerco di sedurre una e dopo tre freddure mal riuscite questa mi dà un due di picche... Il concetto è simile, no?

Se fosse per me applicherei la ferita ad ogni insuccesso, però non so se sia come va interpretato il regolamento, o se sia l'idea che si sono fatti anche gli altri giocatori

Ander

  • Membro
  • Andrea Ungaro
    • Mostra profilo
    • Anderopoli
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #12 il: 2011-07-12 15:20:04 »
Un chiarimento anche per me: Cruel lo posso usare solo quando faccio qualcosa di contrario, giusto? Perchè adesso Urgayle sta facendo uno scemplio, e credevo di poterlo applicare, ma mi sono reso conto che non è così... O sbaglio?

Se lo applichi nella scena, ti prendi il reroll token.

Se applichi il suo contrario., in un conflitto nella scena puoi tirare un d20.


Grazie!
Contro balrog, draghi, miniufo, orchi e paccottiglia varia dal 1987 o giù di lì

vonpaulus

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #13 il: 2011-07-12 20:06:40 »
a pag- 24 dice: when a character loses a conflict, part of the consequences of failure can be injury to the character.
a pag 20 dice: the player says what the character wants to achieve. and the GM says what the price of the failure is.


Quindi le ferite possono essere un elemento delle conseguenze e devono essere dichiarate nella fase di determinazione di poste e rischi.
Nel compete e nel conflict le ferite sono una opzione di chi vince.

Suna

  • Visitatore
Re:Impressioni e Commenti
« Risposta #14 il: 2011-07-20 14:02:43 »
Parliamo della questione ferite collettive?

Tags: