Autore Topic: [Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi  (Letto 3715 volte)

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
Salve a tutti.stasera abbiamo provato Trollbabe e,alcontrario di ciò che mi aspettavo,è stato un successone...
tra i giocatori c'era anche quello che diceva che polaris è troppo difficile,nonchè la mia ragazza,che bramava di giocare a TB dopo una breve demo fatta a Lucca.
Appena proposto il gioco e illustrato più o meno di che si trattava,il giocatore che più mi preoccupava,che mi aveva precedentemente detto che voleva giocare sì,ma a giochi più tradizionali di polaris(ha provato mezza volta solo quello),ha solo esclamato "ah,e quindi siamo donne"....poi gli ho detto CHE TIPO di donne sarebbero state,cioè delle conan in gonnella,e ha giocato tranquillamente,dicendo anche,alla fine,che il gioco gli è piaciuto.
se interessa,appena ho tempo scrivo l'AP....
« Ultima modifica: 2010-12-03 00:08:25 da vanphanel »
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

Emanuele Borio

  • Membro
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #1 il: 2010-11-30 03:02:14 »
Beh, l'AP interessa se hai dei dubbi o domande, sennò non ti angustiare a scriverlo per forza ^^

Anche se io lo leggo volentieri, eh... ^^
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #2 il: 2010-11-30 03:06:22 »
ok,qualche dubbietto ce l'ho,ovviamente,ma prima riguardo il manuale,e magari mi faccio una dormita....appena posso scrivo...
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #3 il: 2010-11-30 03:59:11 »
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]Salve a tutti.stasera abbiamo provato Trollbabe e,alcontrario di ciò che mi aspettavo,è stato un successone...


Uomo di poca fede...  ;-)
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #4 il: 2010-12-02 22:32:17 »
ok,allora,passiamo alle questioni sollevatesi durante la sessione,questioni che vado prontamente ad illustrare:
1.una trollbabe,verso la fine dell'avventura,si è trovata con un tizio,capovillaggio, da una parte,e un altro tizio,figlio(sì,ho preso una avventura che qualcuno aveva già fatto,anche se proprio in linea di massima..)dall'altra..solo che ognuno dei due era spalleggiato O dal villaggio O da dei troll.la trollbabe voleva farli riappacificare,poichè il padre credeva che solo sterminando quei troll ci potesse essere pace,il figlio credeva nel reciproco rispetto,e pacifica convivenza,e si era quindi schierato con i troll,anche per destituire il padre e prendere il controllo del villaggio.
la trollbabe ha malmenato padre e figlio(la scala era 1,quindi dovrebbe essere ok..)e a quel punto mi sono chiesto:ma se parte un mega battaglione,come viene coinvolta la trollbabe?dovrei chiamare conflitti per ogni scontro,visto che comunque è in mezzo ad una battaglia?oppure non me ne dovrebbe fregare niente se non è rilevante per la posta?il fatto è che la posta era :il figlio del capovillaggio tradirà il padre?,quindi magari lo è,perchè i troll vogliono proteggere il loro "leader" umano,testè malmenato...boh..
2.durante un conflitto per convincere il padre in questione che il figlio potesse essere nel giusto,la Tb è andata fuori combattimento,ma non l'ho fatta svenire,solo umiliata pubblicamente.la scena però non è finita,quindi si è continuato(è un errore mio?non mi sembra sia scritto sul manuale che la scena deve finire se la tb va Fuori combattimento..) e si è paventata la possibilità di un conflitto...ma la tb non aveva ancora recuperato...come fare4 in questo caso?poteva sostenere un conflitto "combattimento",visto che era fuori combatiimento solo nel sociale?avrei dovuto tagliare prima la scena?
3.altra trollbabe:la posta era :il troll sarà catturato?
la tb doveva trovare suddetto troll,e quindi ha voluto fare una scena in cui evocava uno spirito elementale per aiutarla nella cerca.le ho fatto fare un conflitto(cioè,lo ha chiamato lei..)ma effettivamente ai fini della posta era irrilevante se ci sarebbe riuscita o meno...le avrei dovuto concedere l'evocazione aggratis?
4.altra trollbabe ancora:
le prime due scene sono state semplicemente di scontro,e anche quando uno dei png coinvolti nella posta le ha chiesto (ordinato,a dire la verità)di aiutarlo,lei lo ha sbatacchiato per bene(e anche qui mi sono limitato a dire che gli altri sei troll non facevano niente,essendo lui il capo ed essendo stato sconfitto così facilmente),poi mi ha detto "mah,io cerco di andarmene da qui".allora le ho messo davanti la scena in cui la posta era sul punto di compiersi(lo sciamano troll verrà ucciso?) per vedere cosa avrebbe fatto,ed è intervenuta.ho sbagliato?l'avrei dovuta pressare con un png?
grazie in anticipo per le risposte.
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #5 il: 2010-12-03 01:17:08 »
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]la trollbabe voleva farli riappacificare,poichè il padre credeva che solo sterminando quei troll ci potesse essere pace,il figlio credeva nel reciproco rispetto,e pacifica convivenza,e si era quindi schierato con i troll,anche per destituire il padre e prendere il controllo del villaggio.
la trollbabe ha malmenato padre e figlio


Un momento, era comunque nel contesto di un conflitto sociale, giusto?

Perchè solo con un conflitto sociale puoi mettere come Obiettivo (in termini di gioco) il fargli cambiare idea (o meglio, se l'Obiettivo è fargli cambiare idea, il conflitto è sociale.  Fare il GM in trollbabe consiste anche nel valutare COSA STA DAVVERO ACCADENDO.

Citazione
(la scala era 1,quindi dovrebbe essere ok..)


La scala va bene, se li ha affrontati come individui. "Scala individuale" può anche voler dire due o tre persone, non una sola, ma non devono essere "un gruppo" (una famiglia, una banda, una squadra, etc.)

Quello che lascia perplesso è la posta. "farli riappacificare". OK, ma in concreto, COSA? Far sì che il figlio si scusi con il padre? Far sì che il padre perdoni il figlio? Metterli ad un tavolo a negoziare?

Anche nei conflitti sociali, gli obiettivi devono sempre essere CONCRETI. Cose visibili, tangibili, evidenti. Immagina di essere lo spettatore del film. Da cosa lo capisci che "hanno fatto pace"?

Oltretutto, messa così, puoi dire "hai vinto, hanno fatto pace. Ora si scanneranno ma senza odio" e poi farli combattere all'ultimo sangue...  Se non chiede niente come obiettivo, ottiene niente.

Citazione
e a quel punto mi sono chiesto:ma se parte un mega battaglione,come viene coinvolta la trollbabe?


Prima di tutto: se hai intenzione di far intervenire i due gruppi in quel conflitto, devi dirlo nella fase equa e trasparente. Non puoi tirar fuori "sorprese" durante il conflitto.

Citazione
dovrei chiamare conflitti per ogni scontro,visto che comunque è in mezzo ad una battaglia?oppure non me ne dovrebbe fregare niente se non è rilevante per la posta?


No. Chiediti invece "ma coinvolge la trollbabe?"

Se la gente attorno si scanna ma lei la lasciano in pace, sarà il giocatore a dire se entra in conflitto  a fare cosa.

Se invece c'è un gruppo numeroso che la vuole far fuori, non deve fare un conflitto per ogni avversario (sai che pizza, e che schifo di gioco sarebbe...). Fai un conflitto TU contro di lei (sei tu che l'attacchi, ed è tuo compito rilevare i conflitti nella fiction), ma il tuo obiettivo è irrilevante. Vogliono farla fuori? Pfui, irrilevante. E' solo colore. Se non tenta tiri aggiuntivi, non gli possono fare niente di serio (per questo puoi sbizzarrirti con le intenzioni più nefande per i PNG). Il giocatore della trollbabe dirà che obiettivo sceglie (legato al tipo di conflitto che hai scelto tu, che probabilmente sarà "combattimento": quindi la trollbabe non è che abbia molta scelta, come obiettivo al massimo ne fa fuori uno o due, anche se magari può far fuori i capi. O può fuggire con la violenza, o comunque cose che facciano male)

Quindi tu scateni tutti questi esaltati verso la trollbabe, per ucciderla, e il giocatore tira su combattimento, fallisce...  e dice "no, non faccio tiri ulteriori, ho perso".

A quel punto, LUI, giocatore, e non tu, descriverà come ha fatto la trollbabe a fuggire da quei facinorosi senza subire danni (perchè non ha fatto tiri aggiuntivi), e senza essere riuscita nel suo obiettivo.

Visto? Semplice, chiaro, molto drammatico e scenografico, e ha affrontato anche 10.000 persone con un solo tiro di dado. Altro che "combatterli uno ad uno"...  ;-)

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]2.durante un conflitto per convincere il padre in questione che il figlio potesse essere nel giusto


Ancora "conflitti per convincere"? Se non hanno conseguenze evidenti e visibili è ovvio che ti sei trovato in difficoltà, cosa narravi?

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]la Tb è andata fuori combattimento,ma non l'ho fatta svenire,solo umiliata pubblicamente.la scena però non è finita,quindi si è continuato(è un errore mio?non mi sembra sia scritto sul manuale che la scena deve finire se la tb va Fuori combattimento..)


Era la narrazione tua o sua? Era riuscito nel terzo tiro aggiuntivo?

La tua prima narrazione dovrebbe essere CATTIVA. Però deve veramente renderla indifesa. Quindi l'umiliazione pubblica va benissimo, ma non sta bene che la scena descriva la trollbabe che viene umiliata e basta o che non sa cosa rispondere.  Da manuale, deve essere "alla mercé dei suoi avversari", quindi umiliazione + botta in testa, o legata, o paralizzata, o stordita, o shoccata, o ipnotizzata, o ammalata, o ferita grave, etc:  non può fare più niente per quella scena

La scena può anche non finire lì, ma:
1) se il terzo tiro aggiuntivo fallisce (o non viene fatto), accade quello che hai descritto prima. Punto. Non lo devi "abbellire" o aggiungere altro. Il giocatore deve poter scegliere se tirare o no sapendo TUTTO quello che capiterà alla trollbabe se non lo fa (niente sorprese). Quindi la scena può andare avanti per un po'' ("una volta legata vieni esposta alla gogna per tutta la notte!"), ma lo devi dire prima del tiro.. Poi se avviene, avviene, ma non stare a raccontare di nuovo la stessa roba: "e fu così che accadde", come dicono in Polaris, e vai alla scena successiva.
2) Se invece il giocatore vince il terzo tiro aggiuntivo, potrà descrivere quello che fa la trollbabe solo fino ad un certo punto: fino al punto in cui sviene, per esempio. Poi da incapacitata non può fare altro, quindi non può narrare altro.

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]3.altra trollbabe:la posta era :il troll sarà catturato?
la tb doveva trovare suddetto troll,e quindi ha voluto fare una scena in cui evocava uno spirito elementale per aiutarla nella cerca


Aspetta: la posta era "trovo il troll" e l'evocazione dello spirito era la descrizione, o ha messo "evoco uno spirito ad aiutarmi" COME POSTA?

Perchè  la seconda versione ha senso solo se vuole prendersi lo spirito come Relazione (e in questo caso potrebbe essere una buona tattica, specie se ha finito i reroll). Non ha alcun effetto sul trovare poi il troll. Nemmeno un bonus, niente.

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]le ho fatto fare un conflitto(cioè,lo ha chiamato lei..)ma effettivamente ai fini della posta era irrilevante se ci sarebbe riuscita o meno...le avrei dovuto concedere l'evocazione aggratis?


No, dovevi spiegare quello che ho scritto nella frase sopra al giocatore. Il tuo scopo non è fargli sprecare scene per cose inutili, e immagino che solo tu avessi letto il manuale, no? Quindi dovevi spiegarglielo. Molti giocatori abituati ad anni di task resolution fanno veramente fatica a ragione in termini di "obiettivi del personaggio" e non di "ostacoli che il personaggio deve superare per raggiungere un obiettivo definito dal GM"

Quindi:
"evoco l'elementale"
"perchè?"
"per farmi aiutare a trovare il troll"
"scusa, ma allora il tuo obiettivo è trovare il troll, non l'evocare elementali!"
"allora non posso evocare il troll?"
"sigh... no, puoi evocare il troll, ma... senti, ti va bene se come obiettivo mettiamo che vuoi trovare il troll, e nella fase equa e trasparente dici che per riuscirci evochi un elementale?"
"ma non è la stessa cosa?"
"No, e te lo spiego.."

(ci starebbe bene qui un conflitto a passo 2, con la vittoria nella prima serie che fa evocare l'elementale)

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]le prime due scene sono state semplicemente di scontro,e anche quando uno dei png coinvolti nella posta le ha chiesto (ordinato,a dire la verità)di aiutarlo,lei lo ha sbatacchiato per bene


Normale. Non giocare MAI cercando di prevedere le mosse delle trollbabe...  :-)

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]mi sono limitato a dire che gli altri sei troll non facevano niente,essendo lui il capo ed essendo stato sconfitto così facilmente),poi mi ha detto "mah,io cerco di andarmene da qui".allora le ho messo davanti la scena in cui la posta era sul punto di compiersi(lo sciamano troll verrà ucciso?) per vedere cosa avrebbe fatto,ed è intervenuta.ho sbagliato?l'avrei dovuta pressare con un png?


Dipende
1) l'hai fatto perchè volevi che affrontasse la posta ad ogni costo, senza lasciarle scelta su questa cosa? Sì, hai sbagliato, e di brutto (vedi pagine 118-119)
2) l'hai fatto perchè.... cavolo, era la cosa ovvia che i PNG avrebbero fatto?  Allora no, hai giocato bene.

Il tuo ruolo è "giocare i PNG", non "giocare la trollbabe"
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #6 il: 2010-12-03 01:34:18 »
1. Una mega battaglia, di per se, non è nessun conflitto. Si parla di conflitto quando c'è un conflitto di interessi: la Trollbabe in quel caso specifico cosa avrebbe fatto? E' coinvolta nella battaglia? A questo punto il giocatore decide l'obiettivo (anche in base al tipo di azione), e poi si risolve in base alla scala.
Il giocatore può tranquillamente dichiarare come obiettivo di un conflitto Sociale (cioè tipo azione sociale) che calma i bollenti spiriti di tutti i presenti (scala più elevata di uno) o che intimidisce il capo dei Troll (scala 1). Poi in base alla scala del gioco, il GM valuta cosa è "certo" e cosa no. Ad esempio, nel tuo caso la scala è personale (1), quindi il primo obiettivo non è certo anche se vince il conflitto (è certo solo che uno dei presenti verrà calmato se riuscirà nel conflitto), mentre il secondo lo è (sempre nel caso vinca il conflitto).

La cosa è molto più semplice di quello che si possa pensare in realtà. Immagina la battaglia.. a questo punto la Trollbabe dice, prendo in ostaggio il ragazzo: conflitto, combattimento, e obiettivo scontato .. a questo punto la "battaglia", o meglio il conflitto, viene narrato, magari con la Trollbabe che può atterrare anche 10 uomini o troll sul campo di battaglia e fuggire con il ragazzo (in caso di vittoria). Poi, in base, e SOLO in base, a quello che è successo nella fiction durante e anche dopo il conflitto si valuta se nella stessa scena ci saranno ulteriori conflitti. Non si decide mai prima (tipo, se la scala è bassa allora faccio n conflitti con ciascun singolo elemento per ottenere l'obiettivo finale!).
Insomma, tutto dipende dalla fiction che si sta sviluppando e da quello che farà la Trollbabe.

Altro esempio: mettiamo che scoppia la battaglia fra le due fazioni e la Trollbabe chiama un conflitto: sociale, e come obiettivo quello di convincere il ragazzo a piantarla. A questo punto, si risolve il conflitto (dadi e narrazione) e mettiamo che vinca. Potrebbe anche succedere che la Trollbabe prenda il tizio per il collo, lo scuota come un panno al vento e lo convinca a suon di minacce che contrariare la Trollbabe è un grave errore... il tutto mentre si svolge una cruenta battaglia. Il ragazzo poi ordina ai troll di smetterla di combattere (è convinto.. la Trollbabe ha vinto il suo conflitto) ma i troll se ne fregano e continuano a combattere! Oppure si fermano.. ma non si fermano gli umani... e così via. E a questo punto possono esserci nuovi conflitti o meno.. dipende appunto da quel che succede.

2. Fuori combattimento significa che la Trollbabe non può intraprendere azioni significative (quindi non può sostenere un conflitto nella stessa scena). Fondamentalmente possono accadere due cose: la Trollbabe è alla mercè dei suoi nemici (se narra il gm dovrebbe essere proprio così) oppure il giocatore ha narrato qualcosa che la porta in una situazione più tranquilla (non alla mercè dei suoi nemici) usando l'ultimo rilancio possibile.

3. Qui mi pare ci sia un errore di fondo. Il conflitto non si chiama solo se è importante ai fini della posta, ma se c'è o meno un conflitto di interessi. Un conflitto, inoltre, è sempre una parte critica della giocata.. deve essere interessante comunque vada. In questo caso dov'è il conflitto? La Trollbabe ha posto come obiettivo il trovare il Troll ed ha chiamato l'azione Magia? Se è così, il conflitto è giusto, ma in caso di vittoria.. trova la sua "preda". L'elementale è "solo" l'incantesimo (il mezzo) per trovare la preda non l'obiettivo. Sarebbe come chiamare un conflitto per estrarre la spada o per scalare un albero. Però, se il giocatore (o anche il gm) chiama il conflitto ugualmente, allora ci DEVE essere una conseguenza e opposizione alla Trollbabe. E' come l'esempio del libro di "assicurarsi che nessuno ci attacchi alle spalle". Se si aggiunge a questa frase la parola conflitto, allora la situazione diventa dinamica (di crisi): se la Trollbabe riesce, scopre gli "imoscati" e ne ha appena infilzato uno alle spalle, se fallisce viene attaccata alle spalle! In pratica ha creato gli inseguitori.

Nel caso specifico, se chiami conflitto per evocare l'elementale (obiettivo: riuscirò ad evocare un'elementale ai miei ordini) in caso di successo lo evochi ai tuoi ordini, in caso di fallimento ti attacca!

Riassumendo:
- puoi evocare l'elementale senza nessun conflitto: il conflitto magari ci sarà dopo.. ad esempio quando si chiamerà il conflitto per trovare il Troll.
- puoi evocare l'elementale come conflitto: in questo caso, come sarà formulato l'obiettivo sarà determinante per capire l'esatta natura del conflitto
- puoi considerare l'elementale come parte di un conflitto (ad esempio l'incantesimo usato) per trovare il Troll.

4. Non mi è molto chiara la dinamica della situazione, ma detta così mi sembra un bel colpo di stile: in pratica fai una scena senza la Trollbabe con lo sciamano che stà per essere ucciso, e il giocatore decide in qualsiasi momento se entrare in scena per fare magari qualcosa. comunque ricorda sempre una cosa: una Trollbabe non è una semplice avventuriera. Non passa inosservata e saranno sicuramente in molti a ritenere di avere "valide ragioni" per averla dalla propria parte. Ad esempio, non c'era nessuno che voleva lo sciamano vivo? Magari si sarebbe potuto anche parare di fronte alla Trollbabe e minacciarla di morte se non l'avesse aiutato a liberarlo. Quando il giocatore dice che la sua Trollbabe se ne và, ricorda che ti sta facendo un grosso favore: ti dice, in pratica, che il punto di svolta 2 è passato!

edit: crosspost con Moreno
« Ultima modifica: 2010-12-03 01:42:16 da Lord Zero »
Lord Zero - (Domon Number 0)

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #7 il: 2010-12-03 01:39:18 »
allora,cerco di rispondere punto per punto...


Citazione
[cite]Autore: Moreno Roncucci[/cite]
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]la trollbabe voleva farli riappacificare,poichè il padre credeva che solo sterminando quei troll ci potesse essere pace,il figlio credeva nel reciproco rispetto,e pacifica convivenza,e si era quindi schierato con i troll,anche per destituire il padre e prendere il controllo del villaggio.
la trollbabe ha malmenato padre e figlio[/p]
[p]Un momento, era comunque nel contesto di un conflitto sociale, giusto?[/p][p]Perchè solo con un conflitto sociale puoi mettere come Obiettivo (in termini di gioco) il fargli cambiare idea (o meglio, se l'Obiettivo è fargli cambiare idea, il conflitto è sociale.  Fare il GM in trollbabe consiste anche nel valutare COSA STA DAVVERO ACCADENDO.[/p]
allora,non ricordo se fosse sociale,ma credo di no...la tb ha come numero 9,quindi la giocatrice va avanti a mazzate..e quindi devo dedurre che non può riempire di botte un png per convincerlo in un coonflitto combattimento?
Citazione
Citazione
[p](la scala era 1,quindi dovrebbe essere ok..)[/p]
[p]La scala va bene, se li ha affrontati come individui. "Scala individuale" può anche voler dire due o tre persone, non una sola, ma non devono essere "un gruppo" (una famiglia, una banda, una squadra, etc.)[/p]
no,erano loro due e basta,quindi scala 1..
Citazione
[p]Quello che lascia perplesso è la posta. "farli riappacificare". OK, ma in concreto, COSA? Far sì che il figlio si scusi con il padre? Far sì che il padre perdoni il figlio? Metterli ad un tavolo a negoziare?[/p]
ecco,questo NON è stato chiarito,la giocatrice ha detto solo farli riappacificare..
Citazione
[p]Anche nei conflitti sociali, gli obiettivi devono sempre essere CONCRETI. Cose visibili, tangibili, evidenti. Immagina di essere lo spettatore del film. Da cosa lo capisci che "hanno fatto pace"?[/p][p]Oltretutto, messa così, puoi dire "hai vinto, hanno fatto pace. Ora si scanneranno ma senza odio" e poi farli combattere all'ultimo sangue...  Se non chiede niente come obiettivo, ottiene niente.[/p]
e,per fare un esempio,cosa avrei dovuto suggerire?
Citazione
Citazione
[p]e a quel punto mi sono chiesto:ma se parte un mega battaglione,come viene coinvolta la trollbabe?[/p]
[p]Prima di tutto: se hai intenzione di far intervenire i due gruppi in quel conflitto, devi dirlo nella fase equa e trasparente. Non puoi tirar fuori "sorprese" durante il conflitto.[/p]
sì,questo lo so,e infatti il battaglione sarebbe stato susseguente al conflitto..
Citazione
Citazione
[p]dovrei chiamare conflitti per ogni scontro,visto che comunque è in mezzo ad una battaglia?oppure non me ne dovrebbe fregare niente se non è rilevante per la posta?[/p]
[p]No. Chiediti invece "ma coinvolge la trollbabe?"[/p][p]Se la gente attorno si scanna ma lei la lasciano in pace, sarà il giocatore a dire se entra in conflitto  a fare cosa.[/p][p]Se invece c'è un gruppo numeroso che la vuole far fuori, non deve fare un conflitto per ogni avversario (sai che pizza, e che schifo di gioco sarebbe...). Fai un conflitto TU contro di lei (sei tu che l'attacchi, ed è tuo compito rilevare i conflitti nella fiction), ma il tuo obiettivo è irrilevante. Vogliono farla fuori? Pfui, irrilevante. E' solo colore. Se non tenta tiri aggiuntivi, non gli possono fare niente di serio (per questo puoi sbizzarrirti con le intenzioni più nefande per i PNG). Il giocatore della trollbabe dirà che obiettivo sceglie (legato al tipo di conflitto che hai scelto tu, che probabilmente sarà "combattimento": quindi la trollbabe non è che abbia molta scelta, come obiettivo al massimo ne fa fuori uno o due, anche se magari può far fuori i capi. O può fuggire con la violenza, o comunque cose che facciano male)[/p][p]Quindi tu scateni tutti questi esaltati verso la trollbabe, per ucciderla, e il giocatore tira su combattimento, fallisce...  e dice "no, non faccio tiri ulteriori, ho perso".[/p][p]A quel punto, LUI, giocatore, e non tu, descriverà come ha fatto la trollbabe a fuggire da quei facinorosi senza subire danni (perchè non ha fatto tiri aggiuntivi), e senza essere riuscita nel suo obiettivo.[/p][p]Visto? Semplice, chiaro, molto drammatico e scenografico, e ha affrontato anche 10.000 persone con un solo tiro di dado. Altro che "combatterli uno ad uno"...  ;-)[/p]
immaginavo non fosse uno a uno,è che sul momento non sapevo che fare,e la reazione del circondario ci stava pure,quindi...
Citazione
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]2.durante un conflitto per convincere il padre in questione che il figlio potesse essere nel giusto[/p]
[p]Ancora "conflitti per convincere"? Se non hanno conseguenze evidenti e visibili è ovvio che ti sei trovato in difficoltà, cosa narravi?[/p]
epperò cosa avrebbe dovuto chiedere come obiettivo?non so,la resa del figlio?di portare la testa del troll suo amico?
Citazione
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]la Tb è andata fuori combattimento,ma non l'ho fatta svenire,solo umiliata pubblicamente.la scena però non è finita,quindi si è continuato(è un errore mio?non mi sembra sia scritto sul manuale che la scena deve finire se la tb va Fuori combattimento..)[/p]
[p]Era la narrazione tua o sua? Era riuscito nel terzo tiro aggiuntivo?[/p]
niente tiro aggiuntivo...quindi sono stato troppo buono,l'ho solo umiliata...
Citazione
[p]La tua prima narrazione dovrebbe essere CATTIVA. Però deve veramente renderla indifesa. Quindi l'umiliazione pubblica va benissimo, ma non sta bene che la scena descriva la trollbabe che viene umiliata e basta o che non sa cosa rispondere.  Da manuale, deve essere "alla mercé dei suoi avversari", quindi umiliazione + botta in testa, o legata, o paralizzata, o stordita, o shoccata, o ipnotizzata, o ammalata, o ferita grave, etc:[span style=text-decoration: underline;]non può fare più niente per quella scena[/span][/p][p]La scena può anche non finire lì, ma:
1) se il terzo tiro aggiuntivo fallisce (o non viene fatto), accade quello che hai descritto prima. Punto. Non lo devi "abbellire" o aggiungere altro. Il giocatore deve poter scegliere se tirare o no sapendo TUTTO quello che capiterà alla trollbabe se non lo fa (niente sorprese). Quindi la scena può andare avanti per un po'' ("una volta legata vieni esposta alla gogna per tutta la notte!"), ma lo devi dire prima del tiro.. Poi se avviene, avviene, ma non stare a raccontare di nuovo la stessa roba: "e fu così che accadde", come dicono in Polaris, e vai alla scena successiva.
2) Se invece il giocatore vince il terzo tiro aggiuntivo, potrà descrivere quello che fa la trollbabe solo fino ad un certo punto: fino al punto in cui sviene, per esempio. Poi da incapacitata non può fare altro, quindi non può narrare altro.[/p]
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]3.altra trollbabe:la posta era :il troll sarà catturato?
la tb doveva trovare suddetto troll,e quindi ha voluto fare una scena in cui evocava uno spirito elementale per aiutarla nella cerca[/p]
[p]Aspetta: la posta era "trovo il troll" e l'evocazione dello spirito era la descrizione, o ha messo "evoco uno spirito ad aiutarmi" COME POSTA?[/p]
come obiettivo,sì....anche se alla fine ha preso lo spirito come relazione...
Citazione
[p]Perchè  la seconda versione ha senso solo se vuole prendersi lo spirito come Relazione (e in questo caso potrebbe essere una buona tattica, specie se ha finito i reroll). Non ha alcun effetto sul trovare poi il troll. Nemmeno un bonus, niente.[/p]
però per il troll avrei dovuto chiamare conflitto?io l'ho fatto trovare così,senza conflitto...
Citazione
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]le ho fatto fare un conflitto(cioè,lo ha chiamato lei..)ma effettivamente ai fini della posta era irrilevante se ci sarebbe riuscita o meno...le avrei dovuto concedere l'evocazione aggratis?[/p]
[p]No, dovevi spiegare quello che ho scritto nella frase sopra al giocatore. Il tuo scopo non è fargli sprecare scene per cose inutili, e immagino che solo tu avessi letto il manuale, no? Quindi dovevi spiegarglielo. Molti giocatori abituati ad anni di task resolution fanno veramente fatica a ragione in termini di "obiettivi del personaggio" e non di "ostacoli che il personaggio deve superare per raggiungere un obiettivo definito dal GM"[/p][p]Quindi:
"evoco l'elementale"
"perchè?"
"per farmi aiutare a trovare il troll"
"scusa, ma allora il tuo obiettivo è trovare il troll, non l'evocare elementali!"
"allora non posso evocare il troll?"
"sigh... no, puoi evocare il troll, ma... senti, ti va bene se come obiettivo mettiamo che vuoi trovare il troll, e nella fase equa e trasparente dici che per riuscirci evochi un elementale?"
"ma non è la stessa cosa?"
"No, e te lo spiego.."[/p]
appunto...
Citazione
[p](ci starebbe bene qui un conflitto a passo 2, con la vittoria nella prima serie che fa evocare l'elementale)[/p]
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]le prime due scene sono state semplicemente di scontro,e anche quando uno dei png coinvolti nella posta le ha chiesto (ordinato,a dire la verità)di aiutarlo,lei lo ha sbatacchiato per bene[/p]
[p]Normale. Non giocare MAI cercando di prevedere le mosse delle trollbabe...  :-)[/p]
nono,non l'ho fatto,è che i png avrebbero agito così,secondo me...ma immaginavo uno sbatacchiamento complessivo...
Citazione
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite][p]mi sono limitato a dire che gli altri sei troll non facevano niente,essendo lui il capo ed essendo stato sconfitto così facilmente),poi mi ha detto "mah,io cerco di andarmene da qui".allora le ho messo davanti la scena in cui la posta era sul punto di compiersi(lo sciamano troll verrà ucciso?) per vedere cosa avrebbe fatto,ed è intervenuta.ho sbagliato?l'avrei dovuta pressare con un png?[/p]
[p]Dipende
1) l'hai fatto perchè volevi che affrontasse la posta ad ogni costo, senza lasciarle scelta su questa cosa? Sì, hai sbagliato, e di brutto (vedi pagine 118-119)
2) l'hai fatto perchè.... cavolo, era la cosa ovvia che i PNG avrebbero fatto?  Allora no, hai giocato bene.[/p][p]Il tuo ruolo è "giocare i PNG", non "giocare la trollbabe"[/p]
in realtà l'ho fatto perchè non mi veniva in mente nessuna altra situazione di crisi,non perchè volevo affrontasse la posta...ma sì forse avrei dovuto presentarla differentemente...grazie,appena ho altri dubbi(e mano mano che ci ripenso me ne vengono sempre più )riscrivo...
[edit]crosspost con lord zero...
« Ultima modifica: 2010-12-03 01:52:28 da vanphanel »
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #8 il: 2010-12-03 01:47:16 »
Aggiungo una cosa che nel mio post non è chiara: il contesto per il quale c'è un conflitto deve essere ben chiaro, altrimenti la cosa diventa estremamente confusa e fiacca; tanto che nel manuale si specifica che se non è chiaro, il giocatore che chiama il conflitto dovrebbe narrare cosa fa concretamente per scatenare un conflitto. Inoltre gli obiettivi (come sottolinea giustamente Moreno e come invece io non ho sottolineato nel mio intervento precedente, restando sul vago) devono essere altrettanto chiari e concreti.. evita i conflitti per convincere che sono troppo generici.
Lord Zero - (Domon Number 0)

[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #9 il: 2010-12-03 01:52:58 »
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]allora,non ricordo se fosse sociale,ma credo di no...la tb ha come numero 9,quindi la giocatrice va avanti a mazzate..e quindi devo dedurre che non può riempire di botte un png per convincerlo in un coonflitto combattimento?

Esatto: non può.

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]
Citazione
Citazione
[p]2.durante un conflitto per convincere il padre in questione che il figlio potesse essere nel giusto[/p]
[p]Ancora "conflitti per convincere"? Se non hanno conseguenze evidenti e visibili è ovvio che ti sei trovato in difficoltà, cosa narravi?[/p]
[p]epperò cosa avrebbe dovuto chiedere come obiettivo?non so,la resa del figlio?di portare la testa del troll suo amico?[/p]

Probabilmente il conflitto è stato chiamato troppo presto. Cosa ha fatto concretamente la Trollbabe nella fiction per convincere il padre che il figlio andava ascoltato? E il padre come ha reagito? Dipende moltissimo da queste cose.
Lord Zero - (Domon Number 0)

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #10 il: 2010-12-03 02:00:10 »
Citazione
Altro esempio: mettiamo che scoppia la battaglia fra le due fazioni e la Trollbabe chiama un conflitto: sociale, e come obiettivo quello di convincere il ragazzo a piantarla.
e non è troppo debole come conflitto?
Citazione
Fondamentalmente possono accadere due cose: la Trollbabe è alla mercè dei suoi nemici (se narra il gm dovrebbe essere proprio così)
e qui allora,come ho detto sopra,ho sbagliato io...
Citazione
L'elementale è "solo" l'incantesimo (il mezzo) per trovare la preda non l'obiettivo.
esattamente il mio pensiero...peccato che mi è venuto in mente dopo...
Citazione
Nel caso specifico, se chiami conflitto per evocare l'elementale (obiettivo: riuscirò ad evocare un'elementale ai miei ordini) in caso di successo lo evochi ai tuoi ordini, in caso di fallimento ti attacca!
ecco,effettivamente non l'avevo vista così....anche se credo sia un espediente di cui non abusare...
Citazione
Ad esempio, non c'era nessuno che voleva lo sciamano vivo? Magari si sarebbe potuto anche parare di fronte alla Trollbabe e minacciarla di morte se non l'avesse aiutato a liberarlo.
esattamente il troll che è stato malmenato....ha provato a convincerla con le cattive,ma lei non lo ha nemmeno fatto parlare...e inoltre,il giocatore mi ha detto che se andava perchè ne aveva abbastanza di questi che "lo attaccano senza dirgli che vogliono"(ma se non li fai parlare!)e io l'ho presa come,appunto,un punto di svolta....

[EDIT]nuovo crosspost..

allora...la tb fino a quel punto era andata dal capovillaggio,che le aveva detto che i troll avevano rapito suo figlio,poi è andata dai troll per chiedere spiegazioni,e ha trovato il ragazzo che parlava tranquillamente con il capo tribù.il giovane le ha poi spiegato la situazione,e lei l'ha convinto a seguirla per un confronto con il padre.è al confronto che sono sorti i problemi di cui sopra.
e poi un'altra domanda:la giocatrice ha scelto 9 come numero...quindi non potrà fare altro che malmenare?perchè io lo vedevo più come un approccio...
« Ultima modifica: 2010-12-03 02:06:06 da vanphanel »
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #11 il: 2010-12-03 02:04:05 »
Citazione
[cite]Autore: Lord Zero[/cite]- puoi evocare l'elementale senza nessun conflitto: il conflitto magari ci sarà dopo.. ad esempio quando si chiamerà il conflitto per trovare il Troll.


Giusto per chiarire: questo quasi sicuramente DEVE essere un conflitto, o ESSERE PARTE di un conflitto. L'elementale o non vorrà essere evocato, o vorrà liberarsi e agire liberamente, o vorrà contrattare il suo aiuto con la trollbabe. Sono nel remoto caso in cui arriva un elementale che dica "che bello, mi hai evocato! Ho proprio voglia di fare tutto quello che mi chiedi!" non ci sarebbe conflitto  ;-)

Per essere più specifici: in Trollbabe non esiste il "tira i dadi o dì di sì"(*). Se vedi un conflitto nella fiction lo devi dichiarare. Poi starà al giocatore decidere quanti tiri "vale"

(*) ennesima dimostrazione che sono giochi DIVERSI, e quello che va bene in un gioco ne rovina un altro. E pensa che CnV deriva da Trollbabe, figurati con due giochi che non sono nemmeno parenti...
« Ultima modifica: 2010-12-03 02:05:39 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

vanphanel

  • Membro
  • Luca Cecchinelli
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #12 il: 2010-12-03 02:07:27 »
e infatti ho concesso che il giocatore trovasse il troll senza tiri perchè avevo in mente questa regola...(tira i dadi o dì di sì..)
Non sono io ad essere chiuso qui dentro con voi..siete VOI ad essere chiusi qui dentro con me

[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #13 il: 2010-12-03 06:14:49 »
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]
Citazione
[p]Altro esempio: mettiamo che scoppia la battaglia fra le due fazioni e la Trollbabe chiama un conflitto: sociale, e come obiettivo quello di convincere il ragazzo a piantarla.[/p]
[p]e non è troppo debole come conflitto?[/p]

Non hai tutti i torti, sono andato sul vago perchè non conosco bene il contesto del conflitto: diciamo che un obiettivo concreto potrebbe essere (ed era quello che intendevo col piantarla) il costringere il ragazzo a zittirsi, ad andarsene o una cosa del genere.
Qualche esempio di obiettivo concreto:
- uccidere il ragazzo
- stordire il ragazzo
- terrorizzare il ragazzo
- costringere il ragazzo ad ordinare ai Troll di ritirarsi
- ottenere la resa del ragazzo
- ottenere l'amicizia del ragazzo
- ecc..

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]
Citazione
[p]Nel caso specifico, se chiami conflitto per evocare l'elementale (obiettivo: riuscirò ad evocare un'elementale ai miei ordini) in caso di successo lo evochi ai tuoi ordini, in caso di fallimento ti attacca![/p]
[p]ecco,effettivamente non l'avevo vista così....anche se credo sia un espediente di cui non abusare...[/p]

Non è un espediente.. se il giocatore chiama il conflitto, automaticamente diventa un conflitto (nella fiction si avrà un conflitto), e si passa alle meccaniche di risoluzione. :-)
Non c'è bisogno dell'approvazione del GM. Ed è vero anche il contrario.. se il GM chiama il conflitto, c'è conflitto.. che piaccia o meno al giocatore. Non sono espedienti.. anzi nel caso dell'elementale, come dice bene Moreno, quasi sempre sarà un conflitto. Se immagini l'elementale come un automa privo di volontà o quasi (un incantesimo attivo per intenderci, tipo una colonna d'acqua animata dalla volontà della Trollbabe) o qualcosa di talmente ininfluente per un confronto con una Trollbabe (e difficilmente questo è il caso), allora non c'è conflitto (può non esserci se nessuno lo chiama); ma se l'elementale di fatto è un personaggio con degli interessi, quasi certamente i suoi interessi saranno in conflitto con quelli della Trollbabe che vuole vincolarlo ai suoi ordini. E tu come GM hai il dovere di chiamare il conflitto (lo sai tu se l'elementale ha interessi in conflitto con quelli della Trollbabe). Insomma, come al solito dipende dalla fiction. :-)

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]e infatti ho concesso che il giocatore trovasse il troll senza tiri perchè avevo in mente questa regola...(tira i dadi o dì di sì..)


Credo tu abbia frainteso il discorso "tira i dadi o dì di sì". Questa regola NON esiste in Trollbabe! ;-)
Se c'è conflitto, si tirano i dadi... mentre nel gioco dove questa regola è presente (CnV) il master può decidere di non tirare i dadi, e concedere al giocatore di ottenere ciò che vuole.
Unica cosa, attento a non confondere le task (le singole azioni) con il conflitto. La Trollbabe non tira dadi per scalare un albero .. l'albero non ha "interessi", non è un personaggio, ne si tirano dadi se non c'è nessun conflitto evidente. Non si tirano "normalmente" dadi nemmeno per trovare qualcuno, a meno che questi non si stia "attivamente" nascondendo... insomma se non c'è opposizione attiva non c'è conflitto.  

Detto questo, la Trollbabe ha trovato il Troll nonostante lui facesse di tutto per nascondersi da lei (o qualcuno facesse di tutto per nasconderLO da lei)? ;-)
« Ultima modifica: 2010-12-03 06:20:49 da Lord Zero »
Lord Zero - (Domon Number 0)

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
[Trollbabe]Prima sessione\\prima avventura\\primi dubbi
« Risposta #14 il: 2010-12-03 08:27:06 »
Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]allora,non ricordo se fosse sociale,ma credo di no...la tb ha come numero 9,quindi la giocatrice va avanti a mazzate..e quindi devo dedurre che non può riempire di botte un png per convincerlo in un coonflitto combattimento?


Se vuole convincerlo, il conflitto è sociale. ANCHE se lo prende a botte per convincerlo. Il tipo di Azione non è basato su Quello che Fai (che viene specificato dopo, a parte) ma su Quello Che Vuoi.

Se il conflitto è di tipo combattimento, può fargli male, ma decidi tu se fa o no quello che gli dice.

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]
Citazione
[p]Quello che lascia perplesso è la posta. "farli riappacificare". OK, ma in concreto, COSA? Far sì che il figlio si scusi con il padre? Far sì che il padre perdoni il figlio? Metterli ad un tavolo a negoziare?[/p]
[p]ecco,questo NON è stato chiarito,la giocatrice ha detto solo farli riappacificare..[/p]


Devi cercare di essere più concreto nella fiction.

Nel gdr "tradizionale", spesso non lo si fa perchè "vuol dire cercare guai", metti completamente in crisi il (presunto) physical Engine, se guardi troppo da vicino quello che succede ti accorgi che non senso e crolla la sospensione dell'incredulità. Questo ha abituato gran parte dei giocatori ad essere sempre vaghi e a non dire mai nulla di concreto. "cerco tracce", senza dire come. "sto all'erta", senza dire come. "lo affascino", senza dire come. Alla fine si finisce come un mio amico che in partita diceva "uso il mio carisma di paladino" senza manco specificare che faceva, usava il carisma come una specie di potere psichico...

Il Trollbabe (come in CnV, AiPS e un sacco di altri giochi) non devi proteggere un physical engine farlocco, quindi DAVVERO puoi scendere nei dettagli. E anzi, DEVI, perchè questi giochi hanno bisogno di uno "spazio immaginato condiviso" molto più concreto, "vero", REALE di quello di un gdr tradizionale con le sue vaghezze da wargame.

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]e,per fare un esempio,cosa avrei dovuto suggerire?


Dipende troppo da quello che era successo prima per potertelo dire in generale.  Il figlio chiede perdono in ginocchio per aver alzato le armi contro il padre? Il padre accetta di parlare con il figlio? Va a levare il figlio di galera? Gli risparmia la vita quando ormai è sul ceppo del boia? Si riuniscono al funerale della madre? Senza sapere che è successo (e cosa è stato narrato prima) non si può suggerire niente, perchè, come detto prima, non devi usare "frasi generiche", tipo "gli faccio far pace", ma devi dire CONCRETAMENTE cosa fai.

L'effetto, in gioco, è come il passare da un avventura in b/n su uno schermo da 5 pollici sfocato, ad un avventura su schermo panoramico al cinema in 3D (sento ogni tanto giocatori che dicono che preferiscono i tradizionali perchè vogliono un mondo di gioco più concreto e mi chiedo che si siano fumati...)

Citazione
[cite]Autore: vanphanel[/cite]però per il troll avrei dovuto chiamare conflitto?io l'ho fatto trovare così,senza conflitto...


Se il troll non voleva farsi trovare, direi che è un conflitto da manuale...  :-)
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Tags: trollbabe