Autore Topic: [FATE] domande niubbe: quanto tempo per la preparazione?  (Letto 1511 volte)

Pippo_Jedi

  • Membro
    • Mostra profilo
Ciao a tutti,
l'attuale campagna di AW che sto MCizzando sta piano piano volgendo al termine si sta ragionando oziosamente cosa far dopo, da cui è venuta fuori un'idea di provare FATE.
Ho finito da poco di dare una prima lettura superficiale al FATE core e avevo un paio di domande niubbe generali, ovviamente: siccome è per capire ed orientarsi un po' non mi rispondete con pipponi infiniti  :)

  • nella vostra esperienza avete usato ambientazioni già fatte o avete creato un'ambientazione da zero? nel primo caso quali e perchè avete scelto proprio quella, nel secondo quanto ci avete messo, è stata una cosa complicata e che poi ha richiesto al GM molto tempo di preparazione o no?
  • La preparazione della sessione del GM quanto tempo vi prende? per la preparazione di scenari e archi?

Grazie  :D
Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[FATE] domande niubbe: quanto tempo per la preparazione?
« Risposta #1 il: 2015-10-05 20:25:08 »
Oh, finalmente! Non vedevo l’ora di poter spiegare finalmente a qualcuno per bene come funziona Fate! Scherzo: niente pipponi. ;-)


Allora, da quando gioco a Fate Core (ossia dal 2013), ho fatto entrambe le cose. Anzi, no, di fatto ho sempre usato ambientazioni “già fatte”. Ho giocato in un weird western ispirato a Deadlands, ho giocato a Star Wars nell’era della Vecchia Repubblica, ho giocato a Eagle Eyes, un noir ambientato nell’antica Roma, ho giocato una campagna di Evolution Pulse. Come vedi, tutte ambientazioni “già fatte”.

Eppure, c’è un bell’inghippo: se dovessi essere sincero, mentirei a dire che quelle sono ambientazioni già fatte. Di fatto, ti danno solo delle idee, degli spunti, dei suggerimenti, dei temi potenziali, ma in tutti quei casi devi comunque farti la creazione della partita, esattamente come spiegato nel manuale di Fate Core. E allora tutte quelle mie campagne sarebbero state parecchio diverse, se il setup della nostra partita l’avesse fatto il tuo gruppo al posto del mio, o anche solo se i miei gruppi avessero fatto delle scelte diverse da quelle che facemmo allora.

Quello che ti voglio dire è che, in realtà, in Fate Core, non esiste davvero l’ambientazione già fatta: è comunque sempre e solo fondamentale la creazione della partita che farete voi, anche se userete un’ambientazione il cui seme non è nato interamente da voi.


Tutte quelle scelte elencate là sopra sono state fatte dal gruppo, dopo che uno o più componenti erano molto entusiasti riguardo all’idea di giocare in una particolare ambientazione, con un determinato tono o dei temi potenziali. Insomma, di solito è stata un’idea partita da una o due persone che ha contagiato tutti gli altri giocatori in poco tempo.

Secondo la mia esperienza, la creazione della partita e dei personaggi richiede una sessione, se siete tutti navigati, o due, se siete alle prime armi con Fate Core. In hangout, conta due-tre sessioni; due se siete navigati, tre se siete alle prime armi. È il brutto del gestire i Post-it in hangout: dilata ancora di più i tempi. Però ti assicuro che non è una perdita di tempo: ne vale la pena e assicura che si sia tutti sulla stessa pagina. È molto difficile che venga fuori una campagna brutta da un setup fatto con entusiasmo.

Qui puoi vedere una creazione della partita fatta da me e da un mio gruppo:

http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10176.0.html

http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10183.0.html


Per quanto riguarda la preparazione degli scenari e degli archi narrativi, di solito io ci metto lo stesso tempo che in Apocalypse World ci metto a fare i fronti. I primi scenari ti richiederanno più tempo, perché devi ancora imparare come scriverli; io seguivo il regolamento passo per passo. Alla fine io ci mettevo una mezzoretta circa a scrivere tutto lo scenario. Si tratta di scriverne uno ogni 2-4 sessioni di gioco, a seconda di quanto è lungo lo scenario, di quante domande sulla storia include, di quanti problemi decidi di usare e di quanti PNG e antagonisti coinvolgerai.

Gli archi narrativi non richiedono preparazione: occorre solo che quando passi da uno scenario all’altro ti prendi quei 5 minuti per capire verso che direzione state andando, prima di passare a selezionare dei problemi pertinenti per lo scenario successivo: è una cosa che viene abbastanza naturale.

Una cosa che facevo come GM era chiedere ai giocatori, alla fine di uno scenario, un’indicazione preferenziale per quello successivo: loro mi davano un parere e io ne tenevo conto nello scegliere i problemi e nello stendere lo scenario seguente.

Se vuoi vedere alcuni esempi di scenari scritti da me:

http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10191.0.html

http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10248.0.html

http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10329.0.html


Spero di averti chiarito i dubbi.

Tags: FATE