Autore Topic: Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma  (Letto 3357 volte)

Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« il: 2013-10-12 01:47:38 »
Mercoledì sera ho iniziato una nuova partita di Ars Gladiatoria con due amici, Fabiana e Stefano. Fabiana ha provato qualche combattimento con gli Dei dell’arena, mentre Stefano era totalmente digiuno del gioco. Abbiamo giocato per poco più di due ore, completando la prima stagione di gioco (su 4 totali). Ho deciso di scrivere un bel report della giocata per condividere l’esperienza, e allo stesso tempo fornire un AP completo di Ars Gladiatoria dall’inizio fino alla conclusione di una partita.

Iniziamo con poche spiegazioni e decidiamo subito il setting ed eventuali limiti di “gusto”. Optiamo per un’antica Roma molto fedele alla controparte storica, evitando eventuali derive fantasy. Non ci sono temi particolarmente scottanti che qualcuno vorrebbe evitare.

CREAZIONE DEI PERSONAGGI:

La creazione dei personaggi attraversa 4 fasi, in ognuna delle quali si determinano alcune parti della storia del personaggio, si creano dei png comprimari e si assegnano i punteggi sulla scheda.
Il primo passo è determinare il concetto del personaggio, ovvero una frase che indichi a grandi linee il tipo di personaggio che si vuole creare.

Io decido per: un uomo tradito dalla paura e vittima di un destino crudele.

Fabiana: una donna pronta a tutto pur di seguire il proprio credo e le sue tradizioni.

Stefano: un uomo che ha perso tutto e spera nel riscatto dell’arena

PARTE 1 - L’ARRIVO NELL’ARENA

La prima parte è raccontata dal giocatore di turno, gli altri possono fare tutte le domande che vogliono per meglio esplorare dei particolari che ritengono interessanti.

Parto io descrivendo Velrakos, la guardia personale di Ellena, una giovane nobile. Velrakos non avrà il coraggio di fermare  Julius, il padre della sua protetta, che in preda all’ubriachezza abuserà di lei. Poco dopo, la giovane andrà in sposa al Tribuno Marcus, che ben presto si accorgerà dell’accaduto. Durante un processo privato nella villa di Julius, Ellena accuserà della violenza Velrakos, anziché il padre, condannandolo all’arena.
Oltre a migliorare uno dei miei punteggi, devo stabilire la speranza di Velrakos, il motivo che lo spingerà a combattere per uscire dall’arena. Sarà ottenere il perdono di Ellena.

Fabiana tratteggia Gretchel, una giovane Sassone che vive in una piccola tribù a nord dell’impero. Attaccati da un clan rivale molto più potente, vedrà la sua famiglia massacrata, e fuggendo finirà dritta nelle mani di una legione Imperiale. Il Comandante in capo si invaghirà di lei  prendendola come cortigiana. Gretchel è silenziosa e osserva la società Imperiale con curiosità, la nonna le ha insegnato la via dei saggi, e come osservare il mondo con occhi consapevoli. Quando il suo padrone proverà ad abusare di lei, gli taglierà una mano, guadagnandosi l’ingresso nell’arena. La speranza di Gretchel sarà: tornare nelle mie terre e ricreare il mio clan.

Stefano crea Tachsidis, possente Celta a capo di un clan importante. Assaporerà l’umiliazione della sconfitta e perderà il suo ruolo di leader. Ormai privo di ogni volontà di vivere, scoprirà che il fratello Taxis è stato fatto prigioniero dall’Impero. Tachsidis entrerà volontariamente nell’arena, per salvare il fratello e per dimostrare di essere ancora un vero guerriero, vincendo i giochi. La speranza di Tachsidis è salvare suo fratello.

PARTE 2 - LE SELEZIONI

Le seconda parte segue le regole della prima, con il giocatore di turno che descrive come il proprio personaggio sia sopravvissuto alle selezioni e divenga un potenziale campione dell’arena. Oltre a scegliere lo stile di combattimento (con relativi benefici in gioco), viene assegnato anche un nome di battaglia.

Velrakos è un ex soldato e si arma di Gladio e scudo, armi a lui familiari, e mantiene un basso profilo scegliendo avversari sotto la sua portata. Incredibile ma vero, il pubblico lo nota per l’elevato numero di avversari abbattuti e, nonostante una strategia “codarda”, riceverà il nome di Decimatore. Il suo stile di combattimento sarà arma e scudo.

Gretchel affronta un singolo avversario imponente e molto più agguerrito di lei. Trovata un’arma esotica, una strana alabarda dalla doppia punta ricurva, seguirà le mosse del nemico in silenzio, aspettando il momento giusto per colpire. Dopo aver gambizzato il suo avversario, gli mozzerà una mano intonando una preghiera per accompagnare l’anima del suo avversario nell’Ade. Il pubblico le darà il nome di Mietitrice. Lo stile di combattimento è doppia arma.

Tachsidis sconfigge diversi avversari, rivelandosi una vera furia. Quando gli si para davanti un giovane tremante, ferma la spada seguendo la sua etica di guerriero, e rifiutandosi di uccidere un debole. La folla inveisce contro di lui, ma il barbaro pianta l’arma a terra in gesto di sdegno. Alcune guardie dell’arena si avvicinano per punirlo e Tachsidis, raccogliendo l’arma velocemente, le uccide in modo spettacolare. La folla esulta e gli assegna il nome di Misericordioso. Il suo stile è Arma e blocco.

INTERLUDIO, PATRONO E MENTORE

Ognuno di noi crea un Patrono e un Mentore, due personaggi secondari che andranno assegnati al gladiatore di un altro giocatore. Questi personaggi secondari fungono da opposizione nelle scene di gioco e tratteggiano meglio l’ambiente dell’arena. Ogni giocatore può attingere a qualsiasi personaggio precedentemente presentato, se serve allo scopo di creare delle relazioni tese o semplicemente è attirato da quella caratterizzazione.

PARTE 3 - CONOSCERE IL MENTORE

In questa fase ogni gladiatore conosce il suo Mentore, colui che lo allenerà nel corso dei giochi dell’arena. Da questa fase, e per il resto del gioco, le scene saranno sempre create da uno dei giocatori tra il gladiatore interessato e chi guida la relazione assegnata, con gli altri personaggi che possono intervenire se è plausibile la loro presenza.

Il mio Mentore si chiama Vulkas e sarà assegnato a Gretchen. È un vecchio barbaro ormai completamente asservito alla vita da prigioniero, che intimerà la giovane gladiatrice di essere pronta a ripudiare tutto ciò che è, per avere qualche chance di vittoria nell’arena.

Il Mentore di Fabiana è Iado, un capace allenatore che ha individuato in Tachsidis un potenziale campione. Il rapporto non si preannuncia dei migliori con Iado, che appella Tachsidis come “bestia” e lo sbeffeggia per la sua provenienza incivile.

Il Mentore di Stefano è Basilio, un ex legionario che ha fatto fortuna nell’arena. Basilio si prende gioco di Velrakos, non perde occasione per ricordagli la miserabile fine che ha fatto, mentre lui è una persona affermata.

Alla fine della fase  ognuno di noi sceglie un’Arte gladiatoria, un tecnica di combattimento unica e molto potente.

Io scelgo Gioco sporco, mi piace l’idea che Velrakos combatta anche con i mezzi più biechi, spinto dalla paura.

Fabiana sceglie Fulmine, che le permette di muovere anticipando il passo d’arme degli avversari, che per lei ben rappresenta lo spirito d’osservazione di Gretchen.

Stefano sceglie Amato dalla folla, che gli garantisce gloria extra in combattimento, mantenendo l’idea che Tachsidis si sia già fatto un nome durante le selezioni, e il pubblico smani all’idea di rivederlo.

PARTE 4 - CONOSCERE IL PATRONO

Il mio Patrono è rappresentato da una coppia di gemelli, Sephon e Alya, due ricchi rampolli di una delle famiglie più nobili di Roma; sono assegnati a Tachsidis e fin dal primo incontro mettono in chiaro il rapporto servo e padrone. Tenteranno di approfittare delle grazie di Tachsidis, ma questi bloccherà Sephon in modo deciso e irruento. Giro di frusta e digiuno prolungato sono l’iniziazione del Celta alla sua nuova vita da schiavo.

Il Patrono di Fabiana è assegnato a Velrakos e vede bene di scegliere Marcus, il marito di Ellena. Il Tribuno parlerà chiaro al mio gladiatore, non lo vuole vedere vincere, ma soffrire tutto il possibile prima di una morte atroce. Velrakos rimane in silenzio accettando l’ingiuria, ben consapevole che parlare ora non servirebbe a nulla.

Il Patrono di Stefano è matrona Deiana, una ricca nobile romana rimasta affascinata dallo sguardo di Gretchen. Deiana porta avanti una causa per l’affermazione delle donne nella società Imperiale, e spera che Gretchen possa diventare un simbolo della forza femminile vincendo nell’arena.

Alla fine della fase, finiamo di assegnare i punti nelle caratteristiche e decidiamo i valori nelle relazioni. Di 4 punti tutti scegliamo:

Speranza 2
Mentore 1
Patrono 1

I punti nella speranza servono in arena per bloccare un attacco all’ultimo secondo, appellandosi alla forza di rivalsa del personaggio. I punti nel Mentore saranno dadi bonus in tutte le scene di allenamento, mentre quelli nel Patrono si utilizzano in tutte le scene rimanenti.

Dovremmo decidere forza e debolezza delle relazioni (degli spunti narrativi per meglio interpretare i personaggi nelle scene), ma sia Stefano che Fabiana chiedono un po’ di tempo per elaborarli e decidiamo di aspettare fino all’inizio della seconda stagione.

FINE DELLA CREAZIONE DEI PERSONAGGI

Assegniamo segretamente gli oboli, 2 per Fabiana e 1 per Stefano. Gli oboli sono apprezzamenti per qualcosa che un altro giocatore ha fatto durante il gioco, e che ci è piaciuto particolarmente. Potranno essere usati in arena per avere un rilancio di dado o barattati a fine gioco con punti gloria extra.

Stabiliamo eventuali relazioni tra i personaggi secondari:
Deiana frequenta gli stessi ambienti dei gemelli, mentre Basilio consoce Marcus e la sua famiglia.

1° ARENA - PRIMO SANGUE

Le regole di stagione sono un “tutti contro tutti”, con dei punti gloria extra per manovre particolari, come assestare il primo colpo in assoluto e simili.

Non racconterò lo scontro tiro per tiro, ma semplicemente sottolineando i momenti più salienti.

Per prima cosa, scegliamo un Dio dell’arena che scenderà in campo (si fa solo nelle partite a 3 per avere il numero minimo di 4 gladiatori a scontro). Draco lo Spettro sarà controllato ogni turno tramite un lancio di dadi che favorisce il giocatore che sta perdendo.

Ogni turno nell’arena è scandito dall’attivazione di tutti i gladiatori per due volte. Come regole di stagione, dal terzo turno qualcosa (decisa da chi ha vinto il tiro di piazzamento) entrerà in arena ferendo sistematicamente i gladiatori e mettendo pressione.

Fabiana vince il tiro di piazzamento e può scegliere uno dei suoi personaggi secondari, che potrà introdurre i giochi nell’arena. Marcus inneggerà al sacro valore degli scontri di gladiatori, augurandosi che quest’anno siano particolarmente cruenti (il tutto osservando Velrakos con sguardo carico d’odio).

Si aprono le danze:

Il primo turno passa molto tranquillo e non ci infliggiamo particolari danni, Tachsidis assesta un colpo molto buono a Draco e, tirando conseguenze a gloria, ottiene un buon risultato.

Gretchen rimane di basso profilo assestando un solo colpo a morte su Velrakos, che al secondo attacco della gladiatrice vince uno scontro di lame abbastanza impari (7 dadi lei vs 5 lui) e si allontana, ferito.

Velrakos prova un assalto su Tachsidis ma ottengo poco e niente.

Al secondo turno muovo molto male e alla fine Gretchen mi mette fuori combattimento! (ho voluto rischiare esponendomi a troppi attacchi). Il gioco si ferma un attimo,  e per il primo eliminato dello scontro si apre una scena extra, quella di sconfitta. Scelgo una mia relazione che incontrerò fuori dall’arena e opto per Marcus.

Fabiana introduce la scena con Il Tribuno che osserva Velrakos ferito, mentre gli attendenti si prendono cura di lui. I due uomini non proferiscono parola, poi Marcus rompe il silenzio e raccomanda a Velrakos di mantenere un basso profilo, rinunciando ad allenarsi, così che abbia ancora il piacere di vederlo mangiare la polvere. Fabiana mi vieta di chiamare la scena “imparare Arte gladiatoria” nella prossima stagione, se accetto riceverò in cambio 2 punti gloria. Avendone accumulati solo 3 dall’arena, accetto.

Intanto, in arena Tachsidis mette un po’ tutti in difficoltà, accumulando diversa gloria e ferendo Gretchen in modo considerevole.

La gladiatrice avrà comunque la meglio sui suoi avversari, terminando lo scontro al terzo turno. La vittoria di Gretchen si consuma mentre innalza le mani sporche del sangue di Tachsidis al cielo, e intona una preghiera.

Alla fine dello scontro la classifica è:

Gretchen 10 punti gloria
Tachsidis 9 punti gloria
Velrakos 5 punti gloria

I punti gloria, oltre a determinare il vincitore del gioco, si convertono in un equivalente di dadi bonus da utilizzare nella stagione seguente, per migliorare o peggiorare  la probabilità di riuscita di un gladiatore nelle scene che chiama.

Ci fermiamo qua abbastanza soddisfatti della giocata. Considerazioni finali:
Il gioco è piaciuto e la fase di combattimento, già dopo il primo scambio, ha girato molto bene ed entrambi i miei compagni hanno colto bene le varie opzioni tattiche.

Stefano ha avuto qualche perplessità sulle azioni del Dio dell’arena controllato, e sicuramente realizzerò una faq con indicazioni utili.

Mercoledì prossimo dovremmo riprendere la giocata con un’ora in più e concludere la partita.

To be continued…

Allego le schede dei personaggi che aggiornerò col passare delle stagioni di gioco.














LuceOmbra, blog progetti in corso http://fantasyluceombra.blogspot.it/

Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #1 il: 2013-10-12 08:58:59 »
Ars gladatoria!! Fighissimo!

Dario Delfino

  • Membro
  • Top 5: Shock, TBabe, M Bubblegum, Arena, Monhearts
    • Mostra profilo
    • Blog senza censura
Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #2 il: 2013-10-13 00:00:55 »
Ha un setting simile al mio Arena!
C'è la questione che vince chi ha più gloria... Ma almeno nel manuale sono citato? XD

Comunque sembra carino... ma io sono di parte: questo genere di ambientazione lo adoro! XD
Dario Delfino

Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #3 il: 2013-10-13 19:26:52 »
Effettivamente i due giochi hanno diversi punti in comune, anche perchè si basano entrambi sul presupposto di essere di botte e competitivi!

A proposito che fine ha fatto Arena? lo stai ancora sviluppando?
LuceOmbra, blog progetti in corso http://fantasyluceombra.blogspot.it/

Dario Delfino

  • Membro
  • Top 5: Shock, TBabe, M Bubblegum, Arena, Monhearts
    • Mostra profilo
    • Blog senza censura
Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #4 il: 2013-10-15 11:25:22 »
Arena è completo da anni! :)
Però va detto che uscirà tra qualche mese la versione ENANCHED. :D

Ci saranno delle piacevolissime aggiunte... non solo a livello grafico ^^
Dario Delfino

Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #5 il: 2013-10-22 00:08:59 »
Come accennato in precedenza, la prima cosa che stabiliamo dopo aver ripreso a giocare sono le forze e le debolezze delle relazioni. Dei flag narrativi che saranno utili per meglio interpretare le scene e  per sapere al volo cosa potrebbe capitare in base agli eventi.

Per Velrakos scelgo:

Speranza: ottenere il perdono di Ellena
•   Forza: la voglia di riscatto di Velrakos
•   Debolezza: perdizione di Ellena

Mentore: Vulkas
•   Forza: una grande esperienza
•   Debolezza: la rassegnazione a una vita da schiavo

Patrono: Sephon e Alya
•   Forza: potere economico e astuzia negli affari
•   Debolezza: un tradimento che mini la loro relazione morbosa

Per Grethchel Fabiana sceglie:

Speranza: tornare nelle mie terre e ricreare il mio clan
•   Forza: consapevolezza di sé
•   Debolezza: non essere accettata come capo in quanto donna

Mentore: Iado
•   Forza: determinazione a forgiare un campione
•   Debolezza: il disonore per un figlio disertore

Patrono: Marcus
•   Forza: influenza politica
•   Debolezza: onorare il nome di famiglia

Per Tachsidis Stefano sceglie:

Speranza: salvare Taxis
•   Forza: salvare Taxis a costo della vita
•   Debolezza: non riuscire a proteggere Taxis dalla vita da schiavo

Mentore: Basilio
•   Forza: incredibile sicurezza di sé
•   Debolezza: sperperare il patrimonio in vizi e piaceri

Patrono: Deiana
•   Forza: credere con forza nella parità dei sessi a Roma
•   Debolezza: subire un’umiliazione da un uomo

E poi siamo ripartiti con…

2° STAGIONE: Intreccio di lame

La fase di allenamento è composta da una serie di scene che i giocatori chiamano per potenziare il proprio gladiatore sia a livello fisico, come combattente, che a livello sociale stringendo alleanze e ottenendo favori. Ogni personaggio riceve un quantitativo di dadi extra pari ai punti gloria accumulati nella precedente stagione, che potrà spendere per aumentare le probabilità di riuscita in una scena, o diminuire quelle di un avversario. Esistono 3 tipologie di scene:

Scena standard: ogni giocatore ne ha 4 e conferiscono dei bonus di gioco una volta risolte.

Scena extra: si attivano con determinate condizioni e sono obbligatorie.

Scena libera: sono scene di gioco libero che chiunque può chiamare in qualsiasi momento, per meglio approfondire un aspetto del gioco a cui tiene, o un evento che non è stato giocato tramite le scene standard.

Ogni giocatore chiama due scene e poi passa la mano, partendo da quello con più punti gloria.

Fabiana apre le danze con Grethchel:
La 1° scena giocata è quella che consente di aumentare la relazione con il Mentore. Fabiana investe 2 dadi extra e noi non mettiamo dadi di opposizione, il confronto sarà quindi 8 dadi (6 Determinazione +2 extra) contro i 6 dadi base della scena. Fabiana vince il confronto e aumenta il valore di relazione di 1.

Io e Fabiana ci consultiamo velocemente sul tipo di scena da giocare, e decidiamo per un momento in cui il rapporto tra Grethchel e Vulkas diverrà più chiaro. Apro la scena con la Mietitrice che viene invitata nell’area allenamenti. Vulkas si complimenta con Grethchel per il risultato nell’arena, ma le consiglia di crearsi una maggior fama presso il popolo romano, che ha bisogno di credere in qualcosa anche se non veritiera. Le propone di stringere una relazione con Tachsidis, perché questo creerà molte aspettative sui due amanti gladiatori che si dovranno confrontare in arena. Grethchel rifiuta categoricamente, e spiega al vecchio barbaro di non avere alcuna intenzione di piegarsi al gioco dell’arena e alle sue regole meschine. Il vecchio Mentore rimane colpito dallo sguardo deciso della ragazza e resta in silenzio. Mentre Grethchel si allontana, le ricorda che la vita dell’arena è un continuo compromesso e che lei non potrà sfuggirgli…

La seconda scena mi capita a fagiolo, Fabiana chiama Allenamento per aumentare l’Attacco e fallisce la scena. Come Mentore, sono la sua opposizione e introduco una scena dove Grethchel viene convocata per un allenamento speciale. Chiamo anche Stefano in scena e, per volere di Vulkas, Grethchel si ritroverà a dover affrontare Tachsidis in uno scontro a mani nude. Il possente celta avrà facilmente la meglio su di lei, sotto lo sguardo compiaciuto di Vulkas, che le avrà dimostrato che la sola determinazione non basta per sopravvivere nell’arena.

Fabiana ha terminato le sue due prime scene standard e, avendone fallita 1, Grethchel cede alla disperazione e accumula 1 punto Disperazione, andando a quota 2. Fabiana descrive come la consapevolezza di Grethchel di essere fisicamente più debole rispetto a tutti i suoi avversari uomini, mini la sua compostezza.

Tocca a Stefano, e apre con una scena di Relazione per aumentare il valore del Patrono. Fallisce il confronto e quindi non ottiene il punto. Apro la scena con Tachsidis, riconvocato nelle stanze dei gemelli. Dopo un veloce scambio di battute acide con Sephon, Tachsidis rimarca la sua posizione e la ferma intenzione a non soddisfare le richieste dei suoi padroni. Con fare malevolo, Sephon batte le mani e chiama un servitore, che si rivelerà essere Taxis. Tachsidis corre dal fratello, che invece abbassa lo sguardo, impaurito. Sephon intima al gladiatore di avere un atteggiamento più accondiscendente d’ora in poi. Non può ferire il suo prezioso combattente, ma può fare ciò che vuole con un misero schiavo. Taxis mostra la mano sinistra senza il mignolo.

Nella seconda scena Stefano chiama Allenamento, Imparare nuova Arte gladiatoria. Vince il confronto, e sceglie Assalto possente. Fabiana introduce una scena di allenamento con Iado, che nota lo sguardo preoccupato del suo protetto. Tachsidis confida a Iado le sue remore per la sorte del fratello, e il Mentore cerca di rassicurarlo. Aumenterà i turni di allenamento, in modo che Tachsidis abbia meno tempo libero e debba andare meno volte dai sui padroni, in questo modo potrà tenere a freno il proprio atteggiamento irruente ed evitare di mettere in pericolo il fratello.

Stefano ha fallito una delle due scene, e anche Tachsidis ottiene 1 punto Disperazione. Stefano descrive come la sorte del fratello pesi come un macigno sulla coscienza di Tachsidis.

Infine, tocca a me. Chiamo Allenamento Arte gladiatoria, vinco e scelgo Corazzato. Imposto la scena con Stefano, e raccontiamo di un allenamento tra Velrakos e Basilio. Il Mentore nota un particolare accanimento del Decimatore, e vede finalmente in lui un istinto di rivalsa. Galvanizzato da questo, Basilio incalza Velrakos, e alla fine degli allenamenti si complimenta per la prima volta con il suo allievo. Donerà a Velrakos un nuovo scudo come segno di fiducia.

Nella seconda scena, chiamo Vantaggio di piazzamento, che ha la particolarità di riuscire automaticamente. In questo modo, avendo pochi dadi extra, mi garantisco la riuscita delle due scene consecutive senza problemi. Mi confronto con Fabiana e risolviamo la scena velocemente, Marcus ha pagato gli organizzatori dei prossimi giochi per far avere a Velrakos un miglior piazzamento in arena; il suo obiettivo è illudere il Decimatore che in qualche modo la sua situazione stia migliorando, per spingerlo ad abbassare la guardia.

Riuscendo in 2 scene consecutive posso consolidare la Speranza, ovvero aggiungere una piccola descrizione nella scheda, che indichi qualcosa che infonde speranza in Velrakos. Potrò sacrificare in futuro la Speranza consolidata, per non dover prendere 1 punto Disperazione. Segno nella scheda: fiducia in me stesso. Gli eventi stanno prendendo una piega inaspettata per Velrakos, e la strada per la libertà sembra meno dura.

Secondo giro di scene, anche Fabiana chiama Vantaggio di piazzamento, che riesce in automatico. Essendo una scena legata al Patrono, Stefano la introduce, e apre con Grethchel lavata e vestita di tutto punto che viene accompagnata a una festa privata nella villa di Deiana. La Matrona le offrirà uno schiavo di piacere, e al suo rifiuto Deiana reagirà in modo alquanto risentito, tanto che Grethchel sceglierà comunque uno schiavo, ma senza consumare alcun rapporto, solo per compiacere la sua padrona. La Mietitrice realizza che Deiana non è poi tanto diversa dalle persone a cui si oppone, anche se combatte per il diritto delle donne, rimane una ricca romana che non ha riguardo per la vita di chi è al di sotto di lei.

Come seconda scena, Fabiana chiama un allenamento di caratteristica e vince, incrementando uno dei suoi dadi di Determinazione. Giochiamo una scena veloce di allenamento, in cui Vulkas sottopone Grethchel a estenuanti esercizi fisici.

Fabiana può consolidare una Speranza, e sceglie Aumentare la mia resistenza fisica, per evidenziare gli sforzi di Grethchel nel colmare il gap di forza che la divide dai suoi avversari.

Stefano chiama una scena di Allenamento per incrementare l’attacco, e riesce. Gli allenamenti continuano, mentre Iado rassicura Tachsisdis sulle condizioni del fratello.

Stefano non vuole rischiare di fallire di nuovo una scena e, non avendo più dadi extra, chiama una scena di recupero. Può così eliminare l’unica ferita grave che si portava dietro dallo scontro precedente. La scena è legata al Patrono, e la apro su un lussureggiante bagno termale, dove un riluttante Tachsidis viene condotto già demoralizzato all’idea di dover soddisfare la perversione dei gemelli. Troverà invece solo Alya che, affascinata dal suo modo irruento e dal suo sguardo fiero, ha organizzato un incontro senza il fratello. La scena si conclude con un focoso amplesso tra i due.

Chiamare una scena di recupero attiva una scena extra, quella di favore. La vinco contro Stefano, e avrò quindi la possibilità di chiamare in mio aiuto una sua relazione, per ottenere successo in una scena. Ci accordiamo e giochiamo una scena in cui Deiana convoca Velrakos. La Matrona  promette all’uomo che intercederà affinché incontri Ellena, per porgerle le proprie scuse in maniera pubblica. Così facendo, Deiana spera di smuovere l’opinione pubblica ristabilendo un po’ di dignità per la sfortunata sposa.

Stefano ha ottenuto due scene vincenti e consolida una Speranza. Decide si segnare l’attrazione di Alya per Tachsidis, che sicuramente gli faciliterà la vita nell’arena.
 
Tocca a me, e come prima scena chiamo Aumentare caratteristica. Vinco, e incremento un dado di Determinazione. Anche io e Stefano optiamo per una scena veloce di allenamento tra Velrakos e Basilio, in cui il Mentore chiede al gladiatore di raccontargli la sua storia.

Come seconda scena, dichiaro Vantaggio verso un altro gladiatore, e seleziono Grethchel. Se vincessi, otterrei delle penalità da dare a Fabiana in combattimento, tramite qualcosa che metta la sua gladiatrice in difficoltà. Uso anche il mio favore dovuto da Stefano e… fallisco miseramente :(
Visto che la scena è relazionata al Patrono, Fabiana introduce un gruppo di guardie che preleva Velrakos in piena notte, riferendogli che incontrerà Ellena in segreto. Velrakos li segue, mentre il suo cuore trepida all’idea di rivedere la causa di tutti i suoi problemi, ma anche il suo più grande rimpianto. Troverà invece ad attenderlo Marcus, che avendo preso conoscenza delle manovre di Deiana, ha visto bene di stoppare questa folle idea sul nascere. Ne esce una scena molto toccante, nella quale Marcus urla tutto il proprio sdegno verso Velrakos e lo rispedisce in cella. :(

Ho fallito in una scena, ma anziché prendere 1 punto Disperazione, sacrifico la mia Speranza consolidata. La fiducia scema in Velrakos mentre il destino colpisce impietoso. Nello spazio Speranze sacrificate, segno Destino ineluttabile.

Si chiude così la fase di Allenamento. Un paio di considerazioni: tutti ci siamo divertiti molto e devo dire che i miei compagni di gioco sono stati favolosi. Fabiana e Stefano hanno colto in pieno il significato del creare le scene in modo collettivo, intervenendo con i propri personaggi e proponendo le proprie idee, anche quando non si è in scena. La creazione di tutte le scene è sempre stata molto partecipativa, e più di una volta ci siamo fermati un istante per decidere quale proposta ci piaceva di più!

Assegniamo gli oboli e ne riceviamo 1 a testa.

È ora di scendere in arena per la seconda volta e si aprono i giochi. Scontro di lame prevede che ogni gladiatore dichiari un bersaglio, se riuscirà a metterlo fuori combattimento, lo scontro terminerà immediatamente. Selezioniamo il Dio dell’arena che parteciperà ai giochi, ed esce Monomaxoss il Titano. Stefano vince il piazzamento col Titano, e sarà il primo a scegliere il bersaglio, Velrakos. Poi tocca a me, e seleziono Tachsidis. Fabiana sceglie ancora Velrakos, mentre Stefano opta per Monomaxoss.

Stefano ha vinto il tiro di piazzamento e una sua relazione potrà introdurre i giochi. Deiana esalta la presenza della Mietitrice augurando che quest’anno gli Dei riservino un destino glorioso alla futura campionessa dell’arena.

Lo scontro si rivela impegnativo per tutti. Grethchel apre le danze e assalta Velrakos, incasso bene il primo colpo, ma con il secondo subisco ben 3 danni. La Mietitrice usa poi un punto manovra per scattare velocemente a lato e allontanarsi dal mio blocco.

 È il turno di Tachsidis, che ingaggia Monomaxoss e tira conseguenze a gloria. Un 6 al tiro attiva Amato dalla folla, e conferisce 1 punto gloria addizionale. Tachsidis balza furioso sul colosso corazzato, e con l’impeto della sua spada sposta vigorosamente il Titano indietro. La folla esulta estasiata da tanta potenza.

Monomaxoss invece, abbandona il blocco di Tachsidis, subendo un colpo libero. Assalta Velrakos, incasso bene il colpo ma il secondo attacco passa di ben 6 successi e mi manda a terra, disarmandomi. Il Titano travolge Velrakos, lo sbilancia con il primo affondo e poi cala il martello sul soldato, mandandolo a terra e rompendo lo scudo donato da Basilio.

Tocca a Velrakos, che vomita sangue sulla sabbia dell’arena. Rialzarmi e raccogliere l’arma significa subire 2 colpi liberi dal Titano, e non mi sembra il caso avendo già subìto 4 ferite +2 che mi porto dietro dall’arena precedente. Uso la prima attivazione per difendermi, e questo mi permette di ignorare i colpi liberi. Raccolgo l’arma e mi rialzo. Con la seconda attivazione, attacco Monomaxoss e ottengo anch’io ben 6 successi. Infliggo un colpo spettacolare (+1 dado al tiro conseguenza) e spingo via il mio avversario nel blocco di Grethchel, poi uso l’ultimo punto per allontanarmi al di fuori di qualsiasi assalto. Velrakos getta sabbia negli occhi del Titano e lo colpisce dritto in faccia con lo scudo spezzato, l’elmo del Titano si piega per l’impatto, stordendolo. Il Decimatore assesta un calcio al Titano, spingendolo verso Grethchel, che lo schiva all’ultimo momento e si allontana tenendo alta la guardia.

Nuovo scambio. Fabiana valuta che per venirmi a prendere dovrebbe subire un colpo libero, per poi fare 1 singolo attacco. È messa bene, e decide di rimanere nel blocco per cercare di fare gloria su Monomaxoss. Il turno non le va benissimo, e Grethchel infligge ben poco danno al Titano, anche grazie ai suoi 7 punti Determinazione che gli garantiscono  2 rilanci su tutti i tiri di difesa.

A questo punto tocca a Tachsidis, che compie la mossa della partita, attaccando Velrakos. Stefano ha valutato che se mi butta fuori, Fabiana non potrà più chiudere lo scontro. È un azzardo, ma la sorte sorride al Misericordioso, che con un unico attacco riesce a infliggermi le ultime 3 ferite.

Si apre la mia ennesima scena di sconfitta (che mi sono meritato, avendo scelto di non curare ben due ferite gravi nella stagione precedente). Incontro Basilio, che si complimenta comunque per la performance di Velrakos. Saputo della notte precedente, vieterà a Velrakos di provare a incontrare Ellena una seconda volta, per non distogliersi dagli allenamenti. Accetto e incasso i miei due punti gloria, sommati ai 6 fatti in arena sono ben 8, e mi ritengo comunque soddisfatto.

In arena lo scontro prosegue. Momomaxoss assesta due colpi consecutivi a Grethchel e l’ultimo, anche sa a gloria, infligge 4 danni alla Mietitrice che si ritrova in difficoltà, poi si sposta lateralmente spingendo Grethchel in direzione di Tachsidis.

Il nuovo passo d’arma arride a Grethchel che, essendo la prima a riattivarsi, può incalzare Tachsidis, anche se con un singolo attacco. La Mietitrice scatta fulminea, mira alle gambe di Tachsidis mettendolo a terra, e accumula ancora qualche punto gloria.

È il turno di Monomaxoss, che muove nel blocco dei due contendenti e assesta un altro colpo su Tachsidis, infliggendo 2 danni e guadagnando altrettanti punti gloria. Il pesante martello cala sul Misericordioso, che devia il colpo all’ultimo momento e attutisce l’impatto devastante.

È il turno di Tachsidis, che si difende per non subire un doppio colpo libero, e si rialza pronto a colpire il Titano. L’affondo genera un singolo danno, ma ben 3 punti gloria. Tachsidis si rialza con un balzo atletico e mulina la spada sbilanciando il Titano, per poi approfittare della guardia abbassata e calare con un colpo di elsa dritto nel punto dell’elmo danneggiato da Velrakos.

È di nuovo il momento di Fabiana, che valuta bene la situazione. Non avendo più il bersaglio designato, l’unica soluzione è mettere fuori combattimento Monomaxoss,  dato che così  nessun gladiatore avrebbe il proprio bersaglio e lo scontro terminerebbe comunque. Grethchel attacca il Titano e affonda la lama tra le scapole del gigante. Facendo leva con tutto il corpo, lo spinge a terra e gli infligge la ferita che lo mette fuori combattimento.

Grethchel conclude lo scontro con 10 punti gloria, ma Tachsidis grazie ad Amato dalla folla ne ha guadagnati 11, divenendo il vincitore dello scontro (Fabiana è comunque soddisfatta, visto che Grethchel, anche se ha perso, ha ottenuto parecchia gloria senza riportare ferite gravi, che le peserebbero sulla prossima stagione).

Stefano narra la vittoria di Tachsidis che alza la spada al cielo con un urlo possente. Dagli spalti Alya freme di eccitazione alla vista del gladiatore coperto di sangue.

Il risultato dello scontro è:
Tachsidis 11 punti gloria
Grethchel 10 punti gloria
Monomaxoss 9 punti gloria
Velrakos 8 punti gloria

E la classifica generale di fine stagione:
Tachsidis 20 punti gloria
Grethchel 20 punti gloria
Velrakos 13 punti gloria

A questo punto, siamo a poco più di metà serata, abbiamo giocato anche la terza stagione, ma la posterò la prossima volta!
Considerazioni finali. Questo scontro è stato decisamente più combattuto del primo, e i miei compagni di gioco adesso hanno una completa padronanza delle regole di combattimento. Le descrizioni del combattimento sono quelle fatte da noi direttamente in gioco (ecco perché quelle di Velrakos sono più dettagliate, avendole fatte io me le ricordo meglio :P), generate dagli effetti di attacco combinati a manovre, e risultati dei tiri conseguenza. Ci siamo soffermati particolarmente sugli attacchi più incisivi, tralasciando alcuni tiri.

To be continued…

Allego le schede aggiornate alla seconda stagione












LuceOmbra, blog progetti in corso http://fantasyluceombra.blogspot.it/

Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #6 il: 2013-11-06 00:32:19 »
3° STAGIONE: morte ferale

La terza stagione si apre con le scene chiamate da Stefano per Tachsidis. Come prima scena, Stefano decide per un Vantaggio di piazzamento, che quindi riesce automaticamente.
Tachsidis prosegue gli incontri amorosi con Alya alle spalle di un ignaro Sephon. Durante un momento di relax, immersi nella piscina, Tachsidis prova a richiedere alla sua padrona un miglior trattamento per Taxis. Alya acconsente, confessando di essere eccitata all’idea di fare qualcosa all’oscuro del fratello.

Come seconda scena, Stefano chiama quella di Recupero (altro successo automatico) e decidiamo di accorpare questa scena con quella precedente. Alya permette a Tachsidis e Taxis di passare qualche ora assieme e di scambiarsi le proprie esperienze dopo la cattura.

Riuscendo in 2 scene, Tachsidis può consolidare la Speranza e Stefano segna  Garantire il benessere di Taxis.

Tocca a Fabiana, che apre chiamando una scena per aumentare la relazione con il Mentore Vulkas. La scena riesce portando il valore a 4. Essendo una relazione comunque positiva, come controllore di Vulkas introduco un allenamento mattutino in cui Gretchen dimostra un rinnovato vigore e di aver aumentato la propria resistenza in modo considerevole. Vulkas si complimenta con la sua protetta e, inaspettatamente, le si inginocchia davanti. Chiede scusa alla Mietitrice per aver cercato di piegarla al volere dell’arena, come a suo tempo lui fu costretto, e le promette che cercherà di portarla alla vittoria seguendo l’ideale del proprio popolo. Gretchen porge la mano al proprio mentore con un sorriso, finalmente qualcuno le dimostra che ciò in cui crede ha un valore.

Come seconda scena, Fabiana chiama un Vantaggio di piazzamento che riesce automaticamente. Stefano, come controllore di Deyana, introduce la solita festa di palazzo in cui Gretchen viene condotta, ormai rassegnata, a dover fingere e compiacere la sua padrona. Scoprirà invece, che Deyana ha pagato profumatamente affinché abbia un buon piazzamento in vista del prossimo scontro in arena. La matrona ha ormai puntato tutto sulla sua campionessa e non vuole turbarla con situazioni che la mettano a disagio.

Riuscendo in due scene, Gretchen consolida una Speranza e Fabiana scrive Il rispetto di Vulkas.

Ora tocca a me, e come prima scena chiamo aumentare la relazione con il Mentore. Riesco, e dico a Stefano che la mia prossima scena sarà imparare Arte gladiatoria. Essendo entrambe legate a Basilio, decidiamo di aspettare l’esito di questa seconda scena per decidere cosa narrare. Vinco anche la seconda asta e decido di imparare Duellante, che mi conferisce 1 dado bonus in attacco e in difesa, se resto con un solo avversario nell’arena.
Stefano introduce la scena e apre con un allenamento tra Basilio e Velrakos; il Mentore si complimenta per la rinnovata tenacia, e illustra a Velrakos le tecniche per gestire al meglio uno scontro “uno contro uno” avvalendosi di movimenti rapidi e colpi veloci, così come insegnano i maestri di spada del lontano est. Dopo l’allenamento, Basilio porta a sorpresa Velrakos in giro per Roma per una nottata di relax in compagnia di vino e belle donne. Durante il baccanale, i due uomini si raccontano le rispettive esperienze di vita e il mattino seguente Velrakos si risveglia in cella con un feroce mal di testa.

Posso consolidare una Speranza e decido per L’appoggio di Basilio. Ora il mio Mentore conosce la vera storia di Velrakos, e il segreto che si porta in spalla.

Secondo giro di scene:

Tachsidis chiama due scene di allenamento, una per aumentare l’attacco e una per imparare una nuova Arte gladiatoria. Riescono entrambe, e come prima Stefano e Fabiana giocano un’unica scena che accorpa entrambi i risultati. Iado sottopone Tachsidis a un durissimo allenamento e lo costringe ad affrontare più avversari senza nessuna pausa tra uno scontro e l’altro. Tachsidis vince ogni scontro, e alla fine cade a terra stremato, ma carico d’orgoglio.

Stefano scrive Diventare un campione invincibile tra le Speranze consolidate.

Fabiana ha usato parecchi dadi extra nelle due scene precedenti e per stare sul sicuro chiama una scena di recupero. Non ha ferite da sanare, ma la riuscita automatica le impone di vincere una sola asta per ottenere un’ulteriore Speranza consolidata.
Gretchen richiede a Deyana di essere condotta fuori città per respirare l’aria dei boschi, le viene accordato il permesso per una breve uscita, e la Mietitrice ne approfitta per meditare e rinvigorire il suo animo.

Come seconda scena, Fabiana chiama imparare Arte gladiatoria e investe tutti i dadi extra rimasti. Io e Stefano buttiamo parecchia opposizione, ma Fabiana riesce a vincere con un singolo successo di scarto. Decide di apprendere Stratega, che le permette di bloccare un’arte gladiatoria di un avversario. Vulkas, ormai galvanizzato dall’ideale che Gretchen rappresenti la sua rivalsa verso l’Impero, le insegna come prevedere le mosse del nemico affidandosi alla sua innata dote di osservatrice.

Fabiana scrive tra le Speranze consolidate Consapevolezza di sé. Gretchen inizia a vedere i frutti della sua perseveranza nel non perdere il proprio Io.

Chiudo le mie due ultime scene prima dello scontro con la Creatura. Chiamo una scena per incrementare la mia difesa, che riesce. Soprassediamo la scena, decidendo con Stefano che il rapporto con Basilio è stato ben sviscerato dalle scene precedenti e, non avendo idee migliori , passiamo alla seguente.

Cerco di ottenere un vantaggio verso Gretchen, e vinco di 1 punto. La scena riguarda il mio Patrono, e Fabiana mi convoca al cospetto di Marcus per un violento faccia a faccia. Velrakos capisce che il dubbio si sta facendo strada nel cuore del suo padrone, e decide di giocarsi la sua ultima carta. Rivelerà il segreto che porta con sé, solo se Marcus lo aiuterà a sopravvivere contro la Creatura. Il Tribuno acconsente con riluttanza, e promette al Decimatore che farà qualcosa per mettere i bastoni tra le ruote alla favorita dell’arena, la Mietitrice.

Posso consolidare la mia Speranza e segno Un segreto importante.

La terza stagione consiste nell’affrontare una terribile Creatura. I gladiatori sono coalizzati contro il nemico comune, e allo stesso tempo possono attaccarsi tra di loro per cercare di non far accumulare troppi punti gloria ai nemici. La Creatura verrà controllata a ogni turno da chi vincerà il tiro di controllo, che favorisce chi ha meno gloria e più ferite.

Fabiana vince il tiro di piazzamento e introduce i giochi con Iado, il quale incita la folla a ringraziare gli Dei per lo spettacolo imminente. Fabiana deve anche descrivere la Creatura e introduce un rinoceronte, appositamente corazzato, che entra sbuffando di rabbia nell’arena. Iado inneggia alla forza virile e al coraggio di domare la bestia con la propria arma.

Si aprono i giochi, Stefano vince il tiro di controllo della Creatura. Per il passo d’arme, la prima ad agire è Gretchen, che incalza la Creatura con una raffica di colpi, la Mietitrice balza sul mostro e affonda la lama tra le placche della corazza per poi allontanarsi con una capriola all’indietro.

Tocca poi a Tachsidis, che a sua volta colpisce il mostro corazzato prima con una spallata, sbilanciandolo, e poi calando la spada, tenuta con due mani. La corazza si lacera per l’impatto, mentre un sangue denso sporca il gladiatore. Un verso di dolore e rabbia rimbomba nell’arena, ammutolendo il pubblico per un istante.

La Creatura inferocita calpesta Gretchen e Tachsidis con il movimento, per caricare dritta su Velrakos.  Attivo la capacità del mio stile di combattimento (difesa al 3+ contro un attacco) e incasso bene il colpo, Velrakos chiude la difesa per poi buttarli lateralmente all’ultimo minuto, ingannando la Creatura, che prosegue la carica a vuoto.

A questo punto… prendo un colpo libero dalla Creatura e assalto Gretchen! Velrakos assesta due colpi e la disarma, macinando ben 4 punti gloria e 3 danni per la Mietitrice.

Nuovo scambio e sono il controllore della Creatura. Gretchen spende un’azione per difendersi e raccoglie la propria arma. Poi, immune ai colpi liberi, assalta il mostro corazzato arrivando a quota 3 gloria, e usa un passo laterale per allontanarsi dalla portata del corno.

Tachsidis assalta nuovamente Grethcen, uso Gioco sporco per ridurre di 1 la difesa della Mietritrice, riflettendole la luce del sole negli occhi con lo scudo. L’assalto è devastante e Tachsidis la travolge con forza inaudita, Gretchen viene disarmata una seconda volta e spinta in un altro blocco. Poi, tramite il proprio stile di lotta, Tachsidis assalta di un solo blocco la Creatura e la colpisce con forza sulla schiena corazzata. Purtroppo ottiene ben poco, e rimane nel blocco del mostro in attesa del suo contrattacco.

L’attivazione della Creatura è devastante e con due attacchi infligge 8 danni al Misericordioso; il rinoceronte colpisce con il corno il gladiatore, sbalzandolo a terra, e poi lo calpesta con tutto il suo peso. Il sangue di Tachsidis macchia copioso la sabbia dell’arena.

Nella mia attivazione assalto il mostro e infliggo pochi danni, poi con il mio attacco seguente finisco Tachsidis e lo metto fuori combattimento.

Si apre la scena di sconfitta, che questa volta vede Tachsidis come protagonista. Stefano opta ovviamente per Iado, e Fabiana introduce il Mentore furibondo per la pessima figura del proprio campione, eliminato dal meno valente dei suoi avversai (è bello avere la stima degli altri…). Tachsidis abbassa lo sguardo senza proferire parola e Iado lo intima duramente: se vorrà riconquistare la sua fiducia dovrà farlo da solo, senza alcun aiuto. Fabiana vieta a Stefano la scena imparare Arte gladiatoria. Stefano accetta e incassa i 2 punti gloria.

In arena la battaglia volge al termine, nel secondo turno la Creatura elimina Grethchen e poi si accanisce su Velrakos. Duellante mi torna utile e resisto per 3 scambi prima di soccombere. La Creatura ha avuto la meglio su tutti noi, ma le sorti dei personaggi iniziano a variare, infatti…

Gretchen chiude lo scontro con 3 punti gloria

Tachsidis con 7 punti gloria

Velrakos con ben 9 punti gloria

La nuova classifica è

Velrakos gloria 21

Gretchen gloria 23

Tachsidis gloria 28

To be continued…
LuceOmbra, blog progetti in corso http://fantasyluceombra.blogspot.it/

Re:Ars Gladiatoria [AP] Sangue in Roma
« Risposta #7 il: 2013-11-28 00:21:55 »
QUARTA STAGIONE destini

La quarta e ultima stagione si apre con le scene chiamate da Stefano per Tachsidis. La prima scena è di Recupero, dove proseguono gli incontri amorosi con Alya alle spalle del “povero” Sephon. Nella seconda scena, Stefano prova a incrementare l’Attacco ma sia io che Fabiana puntiamo 2 dadi a testa nell’asta, e nonostante il rilancio di 3 dadi, Stefano perde la scena. Iado rimprovera il suo pupillo perché ha scelto la via più facile, soddisfare i propri padroni per mettere al sicuro Taxis piuttosto che allenarsi con determinazione per divenire il nuovo campione dell’arena. Stefano decide di sacrificare la Speranza consolidata: diventare il campione dell’arena e aggiunge Schiavo dei piaceri tra le Speranze sacrificate. Tachsidis sta lentamente perdendo il suo spirito guerriero, irretito dalle promesse di una vita agiata fatte da Alya.

Fabiana chiama una scena di Recupero e una di Sacrificio. La scena di Sacrificio permette di ottenere 3 punti gloria, ma al costo di perdere 1 punto in una relazione. Il gladiatore farà qualcosa che va contro i propri principi, piegandosi alla società distorta dell’Impero. E così durante uno degli ormai abituali festini a casa di Deyana, Gretchen continua a fingere di soddisfare la sua padrona scegliendo uno schiavo di piacere. Deyana si accorge dell’inganno e trascina la Mietitrice al centro della sala, meditando una punizione adeguata. Chiedo di entrare anch’io in scena con Sephon, il quale annoiato dalla festa, propone che Gretchen torturi con una frusta proprio lo schiavo innocente che lei ha rifiutato, ripagando il piacere che non ha dato, con il dolore. Deyana apprezza l’idea, e la Mietitrice esegue gli ordini capendo di non avere scampo. Il pubblico applaude mentre il povero schiavo perde un occhio. Fabiana sacrifica 1 punto nella sua Speranza.

Anch’io ho bisogno di una scena di Recupero, e allo stesso tempo decido di aumentare la mia Determinazione tramite un allenamento. Marcus incontra nuovamente Velrakos, e per il mio gladiatore è ormai chiaro che il Tribuno vuole sapere la verità. Velrakos confessa e aspetta in silenzio la risposta del suo Patrono. Marcus rimane impassibile e con voce fredda pone le sue condizioni. Velrakos dovrà vincere i giochi e, durante la festa di celebrazione del campione, Marcus gli darà la possibilità di aggredire Giulius e ucciderlo, per poi aiutare il Decimatore a fuggire e a rifarsi una vita nel lontano Oriente. Accetto la proposta, ben consapevole di non avere alternative.

Secondo giro di scene, Stefano chiama un Vantaggio di piazzamento e un Vantaggio verso Gretchen; si avvale di un favore ottenuto in una scena precedente per aggiungere il valore della relazione con Vulkas al lancio. Decidiamo che Sephon mettarà Vulkas sotto pressione per costringerlo a rivelare le strategie vincenti della Mietitrice. Vulkas si piega ai suoi padroni per l’ennesima volta.

Fabiana prova a portare la relazione con Vulkas a 4 punti, valore necessario per apprendere un eventuale Segreto nella seconda scena. Io e Stefano puntiamo contro tutto il possibile e la facciamo fallire. Approfittiamo della scena precedente, Vulkas convoca Gretchen per confessarle il suo tradimento: il vecchio barbaro cade in ginocchio, piegato dalla vergogna, mentre Gretchen sente una delle poche certezze ottenute con molta fatica nell’arena sfuggirgli di mano. Nella seconda scena, tramite un allenamento solitario, aumenterà la Difesa.

Le mie ultime due scene sono quella di Sacrificio e un vantaggio verso Tachsidis. Velrakos tenta ogni strada possibile, tradendo l’unica persona che gli si sia dimostrata amica. Chiede udienza a Iado e gli rivela che Basilio, durante un giro di bevute, gli ha confidato che dopo l’ultimo scontro, se Tachsidis non vincerà, la famiglia di Sephon e Alya congederà Iado con disonore assumendo Basilio, considerato più capace e meno ingessato negli ideali di lotta leale. Iado esplode di rabbia sentendo venire meno lo spirito guerriero che dovrebbe contraddistinguere i veri gladiatori, e rivela a Velrakos alcuni dei punti deboli di Tachsidis, così che venga punito per essersi piegato al volere dei suoi lascivi padroni.

Ci prepariamo a scendere nell’arena, Destini è uno scontro tutti contro tutti in cui non ci sono limiti alla gloria che si può accumulare.

Scegliamo il Dio dell’arena ed esce Braxx il Massacratore.

Stefano vince il tiro di piazzamento e Basilio introduce l’ultimo scontro, salutando l’Imperatore in persona, convenuto per assistere alla proclamazione del campione dell’arena.

Lo scontro finale è stato più lungo degli altri e decisamente combattuto, nell’ordine:

Velrakos elimina Braxx al secondo scambio, approfittando degli ingenti danni che Tachsidis gli aveva inflitto.

Tachsidis elimina Velrakos dal gioco accanendosi in modo implacabile e vanificando la mia possibilità di vittoria.
Decido di narrare la morte del mio gladiatore non potendo più vincere il gioco…

Rimangono in arena Gretchen e Tachsidis, ma Fabiana ha centellinato bene le sue risorse e la Mietitrice si trova in netto vantaggio con molte più ferite e Determinazione del Misericordioso, e infatti vince lo scontro.

Classifica finale:

Velrakos 28 gloria

Tachsidis 35 gloria

Gretchen 37 gloria

Fabiana vince il gioco e si apre per lei un finale positivo

EPILOGHI

Nella fase finale ogni giocatore racconta la fine del suo gladiatore e delle relazioni a lui legate.

Velrakos è morto ma mi prendo qualche minuto per narrare la fine di Marcus che, accecato dalla rabbia, ucciderà egli stesso Julius, garantendosi l’ingresso nell’arena per la stagione futura.

Basilio continuerà la sua solita vita fatta di piaceri e piccole soddisfazioni.

Ellena, ormai sola, deciderà di togliersi la vita.

Tachsidis diverrà un bravo schiavo, ubbidiente e servizievole fintanto che i suoi padroni, ormai stufi di lui, decideranno di impiegarlo come Mentore per i futuri gladiatori.

Iado abbandonerà Roma, schifato dalla corruzione che ormai si è fatta strada fin dentro l’animo del più selvaggio dei combattenti.

Sephon e Alya riprenderanno la loro vita dissoluta, pronti a cercare un nuovo “giocattolo” per la prossima stagione.
Taxis sarà schiavo a vita, ma non avrà la fortuna del fratello e rimarrà vittima degli umori dei Gemelli.

Gretchen partirà alla volta delle sue terre, rifiutando un posto di primordine tra le fila della guardia personale di Deynana, ormai sempre più lanciata in una futura e brillante carriera politica. Prima di ripartire però, Gretchen riscatterà la libertà di Vulkas e lo renderà finalmente un uomo libero. Il vecchio Mentore seguirà la campionessa nel suo nuovo viaggio, promettendole eterna fedeltà e dedizione alla sua nuova causa.

Conclusioni: ho ritardato a scrivere l’ultima stagione, e purtroppo la memoria mi ha tradito e ho tralasciato alcuni passaggi, come l’uso della Disperazione nell’ultimo scontro, ma volevo comunque concludere questo AP, anche perché si è trattata di una delle partite più divertenti che ho giocato fin’ora ad Ars Gladiatoria.

Il gioco a 3 mi ha soddisfatto più di quello che credevo, anche se la gestione del Dio dell’Arena non può sostituire la variabilità di un quarto giocatore al tavolo.
I miei compagni di gioco si sono divertiti e ci siamo ripromessi un’altra partita, entrambi hanno le idee chiare sul gioco e adesso sanno come spingere sul lato competitivo fin dalla prima stagione. Inoltre ci sono un paio di personaggi che avremmo piacere di riprendere in mano, io per primo giocherò sicuramente Marcus come gladiatore, mentre Stefano proporrà Tachsidis come Mentore
LuceOmbra, blog progetti in corso http://fantasyluceombra.blogspot.it/

Tags: