Autore Topic: [Penny] Penny Lynch ??  (Letto 6990 volte)

Lorenzo_l

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Penny] Penny Lynch ??
« Risposta #15 il: 2014-10-17 02:12:18 »
Intendevo prima domanda, scusa.

L'esempio di Twin Peaks (o meglio, uno dei possibili esempi):

Fatto inquietante: il ritrovamento del cadavere di Laura
Rivelazione scioccante: la doppia vita di Laura
Evento malvagio: la rivelazione dell'assassino e del rapporto morboso di Bob con Leland[/b]

ci ho pensato un po'... credo che iniziando subito con un fatto inquietante si corra il rischio di limitare la varietà delle risposte e creare quindi storie un po' troppo simili l'una all'altra, anche perchè, a differenza di quanto mi avvertivi prima, qui il salto fra la 1a e la 2a domanda mi sembra troppo poco ampio.
Inoltre mi piacerebbe trovare la maniera per dare un tocco introspettivo ... meno d'azione...

Visto che mi piace sia "il fatto inquietante" che la "rivelazione scioccante" chissà magari si puù fare un mix: "ricordi una rivelazione inquietante" ! ;)

però si potrebbe anche girare l'idea del gioco base e invertire la prima con seconda domanda, del tipo:

1.   Ricordi una rivelazione/fatto inquietante?  $$ 
      quando penso a ______ mi ricordo:
      Che cosa ti ha speventato?

2 -  Ricordi un momento in cui eri felice? $$$
      quando penso a _______ mi ricordo:
      Qual'era la nota sbagliata?

3 -   Ricordi l'evento profondamente malvagio che ti ha fatto perdere la memoria?    $$$$
       quando penso a ______ mi ricordo:
       Cosè che, più di ogni altra cosa, hai paura d'aver perso?

in pratica si parte già sul pezzo, poi si da più spazio al ricordo felice, che ha così più monete da giocare.
Ricordo si felice, ma che in realtà ha un risvolto cupo o un elemento inopportuno, quella nota stonata che non si armonizza con il ricordo felice creando una sgradevole discordanza.

Cosa ne dite??
« Ultima modifica: 2014-10-17 02:17:44 da Lorenzo_l »

Lorenzo_l

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Penny] Penny Lynch ??
« Risposta #16 il: 2014-10-17 14:46:09 »
Ok... forse ho trovato una nuova chiave di lettura... ho in testa la frase "curiosity killed the cat"!!

E' un fatto ricorrente in Lynch che il protagonista si metta nei guai per curiosità e per non farsi gli affari suoi... a dire il vero mi ricorda anche "Eyes Wide Shut" altro capolavoro!!! (anzi ora mi leggo Doppio Sogno di Arthur Schnitzler... da cui è tratto il film Kubrick)

E questa "curiosità" mi sembra un buon spunto di partenza per mettersi subito nei casini... può essere un fatto che se svolge in un contesto ordinario, come... seguire una bella ragazza e poi venir minacciati dal tipo... oppure assistere ad un omicidio e ricevere una telefonata minatoria al cellulare... insomma qualsiasi cosa! Ma introduce un guaio e un elemento esterno che minaccia. E' il "fatto inquietente" di cui parlavamo, ma messo in una chiave diversa.

La seconda domanda è in pratrica la definizione di "surreale" che ho trovato sul dizionario. E nel mio intento dovrebbe ricreare quei momenti onirici, visionari, irreali... tipici di Lynch.
La "contro domanda" che a mio avviso è un elemento molto importante nelle meccaniche del gioco, permette di individuare quel , quella "realtà rivelata" ma con una sfumatura più metafisica e surreale... con risvolti sia positivi che negativi...

La conclusione della terza domanda mi sembra solida. Esprime universo Lynchiano (anche un po' Lovecraftiano ...) di un male supremo che opprime  e "gioca" con noi.
Qui la "contro domanda" porta a quel "lieto fine" che io personalmente intravedo nei film di Lynch... più che lieto fine una liberazione da quell'ansia che si è montata e gonfiata nell'arco del film... la speranza
...o "la disperata certezza che qualcuno o almeno una qualche forza, aspettasse alla fine del tunnel, offrendo una luce." [cit. Paura e Delirio a LasVegas]

quindi :

1. Ti ricordi quando per troppa curiosità ti sei cacciato nei guai?   $$ 
    quando penso a ______ mi ricordo:
    Quale minaccia hai ricevuto?

2.  Ricordi un fatto che oltrepassa la dimensione della realtà sensibile?  $$$ 
     quando penso a ______ mi ricordo:
     Cosa hai scoperto?

3.  Ricordi l'evento profondamente malvagio che ti ha fatto perdere la memoria?    $$$$
     quando penso a ______ mi ricordo:
     Cosè che, più di ogni altra cosa, hai paura d'aver perso?


A me sembra molto interessante e piacerebbe provarlo così!!!
faccio un annuncio su G+ e per chi interessa rinnovo l'invito di vederci in hangout!

Ad ogni modo domande, consigli e suggerimenti sono sempre be accetti! ;)
« Ultima modifica: 2016-01-11 20:01:59 da Lorenzo_l »

Lorenzo_l

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Penny] Penny Lynch ??
« Risposta #17 il: 2014-10-26 21:28:59 »
1. Ti ricordi quando per troppa curiosità ti sei cacciato nei guai?   $$ 
    quando penso a ______ mi ricordo:
    Quale minaccia hai ricevuto?


Nel mio inquieto e solitario braingstorming, in attesa di trovare qualcuno con cui giocare, ho già cambiato idea...

1. Ti ricordi quando per troppa curiosità ti sei cacciato nei guai?   $$ 
    quando penso a ______ mi ricordo:
    Cos’è che non hai mai detto a nessuno?

La "domanda di verifica" mi sembra più introspettiva e forse centra meglio il bersaglio, non introducendo un necessario elemento esterno, non rendendo obbligatoria una minaccia!  Ma riportando il viaggiatore ad un contesto più personale e nascosto e forse più profondo.

aggiorno il PDF scaricabile: http://www.formatoql.it/wp-content/uploads/2014/10/Penny-Lynch.pdf







   

Lorenzo_l

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Penny] Penny Lynch ??
« Risposta #18 il: 2016-01-11 21:27:50 »
Ecco qua,  chi non muore si rivede... e dopo un annetto ritiro su questo thread.
Dopo una partita a Penny con una mia amica,  finita nel delirio, urla e incazzature. Avevo deciso di lasciar perdere...
Ma in questi giorni alcune cose mi stanno passando per la testa e mi hanno fatto ripensare a questo mio tentativo di hack.
Questo qualcosa riguarda l'ossatura dei giochi, il loro impianto drammatico, una struttura tipica dei miti classici, delle tragedie e dei drammi,  comune alle fiabe,  come alle sceneggiate napoletane,  ai sogni e presente in molti GdR:
- Set-up (luogo, tempo, personaggi)
- Sviluppo (intreccio, presentazione del problema, opportunità)
- Crisi (trasformazione)
- Conclusione (soluzione)

In questo mio tentativo di hack le domande, come le avevo pensate, sono fallimentari,  perché non rispettano la struttura drammatica... quindi devo obbligatoriamente ricominciare da capo, cercando di non mettere troppa carne al fuoco. Le cose semplici funzionano meglio.
...e quindi :
il Set up è rappresentato dal Documento di Dati di Fatto e Rassicurazioni,  che stabilisce e imposta luogo, tempo e ambientazione. Lo trovate nei link che avevo dato precedentemente,  ma devo togliere qualche frase troppo arzigogolata, risistemarlo...
Mentre le 3 domande del questionario sono indispensabili per delineare lo Sviluppo,  la Crisi e la Conclusione... ho provato a riformularle:

1. Ricorda un fatto inquietante.   $$ 
    quando penso a ______ mi ricordo:
    Cosa c'era di inquietante?

2.  Ricordi quel evento profondamente malvagio?  $$$ 
     quando penso a ______ mi ricordo:
     Cosa c'era di malvagio?

3.  Ricorda perché sei arrivato qui?    $$$$
     quando penso a ______ mi ricordo:
     Cosè che hai paura d'aver perso?

Ripetere nella "domanda di conferma" i concetti principali è indispensabile.  Come nel gioco base,  non è detto che una scena rispetti le premesse. Per esempio,  nel rievocare un ricordo felice non è detto che si sviluppi una storia allegra, ecco che la "domanda di conferma" fa si che si centri il bersaglio trovando un risvolto positivo alla scena raccontata. Così credo sia indispensabile rimarcare "inquietante" e "malvagio"... Mentre alla fine,  il concetto di aver perso qualcosa,  potrebbe portare ad un sentimento di rimpianto, di risentimento, di nostalgia...  Insomma tutta salute!

...eppure rimango molto inquieto riguardo a queste 2 domande:

?. Ti ricordi quando per troppa curiosità ti sei cacciato nei guai?   $$ 
    quando penso a ______ mi ricordo:
    Cos’è che non hai mai detto a nessuno??
 
L'idea di avere un segreto nascosto, che non si è mai riusciti a raccontare a nessuno, credo sia utile a creare un certo malessere interiore ed è una domanda che in qualche modo vorrei inserire, magari come seconda... in questo caso dovrebbe essere la domanda che scatena la crisi. Altrimenti si dovrebbe metterla come prima domanda e lasciare come seconda "il fatto inquietante"...
Anche un fatto sopranaturale dovrebbe essere essenziale (Ricordi un fatto che oltrepassa la dimensione della realtà sensibile?) , ma qui ho notato che sovrannaturale, onirico e surreale sono componenti che devono essere introdotte dai giocatori a prescindere dalle domande, in fondo è questo il set up!

Cosa ne pensate?  Chissene?
Spero prima o poi di fare qualche playtest e verificare le mie idee sul campo... è l'unica strada!
« Ultima modifica: 2016-02-13 19:54:52 da Lorenzo_l »

Tags: