Autore Topic: Scena 3 - in casa di Isaac  (Letto 5382 volte)

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Scena 3 - in casa di Isaac
« il: 2011-12-19 13:43:01 »
Thomas è partito a cavallo e Isaac vi fa cenno di entrare.

La casa dentro è abbastanza calda, forse anche il falò all'esterno (molto vicino) contribuisce.
È composta da ben poche stanze, è povera e spartana, con i mobili indispensabili (qualche tavolo, alcune credenze sotto chiave, un camino con della brace ancora calda e una teiera vicino al fuoco).
Una donna dall'aria un pò preoccupata vi viene incontro "oh cielo, Isaac, cos'erano quei rumori. E...oh!" (si accorge di voi) "i Cani? Per l'amor del signore sarete infreddoliti. Avete da passare la notte? Vi preparo da dormire, voi intanto scaldatevi" (il tono è quasi materno, il modo di fare è veloce, preoccupato. Era dentro casa ad aspettare ansiosa)

Isaac la interrompe "Si Mary, prepara una stanza, sono nostri ospiti fin quando gradiranno. E lasciaci soli per favore, dobbiamo discutere di Josiah" (sentite una battutina da uno degli uomini dietro. Bisbiglia un "Si, di Serpe che Parla").

Isaac fa finta di non sentire ma probabilmente è infastidito dalla cosa "E fai un favore, Mary. Prima di preparare da dormire metti su altro tè e offriamogli qualcosa da mangiare. Saranno affamati per il viaggio"
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #1 il: 2011-12-19 15:12:58 »
John è molto cortese. Saluta, accetta il the e il cibo offerti, ringrazia.

Intanto, però, sente le chiappe stringersi: ha capito che qui c'è un casino grosso.

Cerca lo sguardo del collega per cercare di intuire qualcosa di cosa pensa.
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Jiwa

  • Membro
  • Dario C.
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #2 il: 2011-12-19 15:34:32 »
Rey resta ben impressionato da Mary. Ma quando sente la richiesta di Isaac di preparare del cibo, si irrigidisce, pensando alla carne consumata, non molto tempo prima, col popolo delle montagne.
"La ringrazio di cuore sorella Mary", dice accennando un inchino e un sorriso, per nulla di circostanza. "Per me il tè andrà più che bene".

Rivolge uno sguardo a John. Non era il caso di tirare in mezzo l'argomento "cena col nemico", cercava di comunicargli. Rischiava solo di rovinare quella tranquillità, formale o meno che fosse, che si era provvidenzialmente creata.

Si sbottona il cappotto, e se Isaac si siede, lo segue di riflesso, con calma e naturalezza, ma cercando di aggiudicarsi la sedia dalla quale può guardarlo dritto negli occhi.

"Apprezzo la vostra ospitalità Isaac. Ma vi prego, arriviamo al dunque: raccontateci tutto quello che c'è da sapere su questa storia".
Il tono è fermo ma non inquisitorio, anzi.


@Simone
Chi vedo in casa in quel momento, oltre John, Isaac, Mary e il tizio che ha fatto la battutina su Josiah?
Abbiamo anche corrispondenza o altro da consegnare?

EDIT: Scusa Mattia, non avevo letto che avevi già accettato il cibo. Vabbè, ma tanto John magna per due  ;D

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #3 il: 2011-12-19 15:40:47 »
John si siede vicino a Rey e lascia che sia lui a condurre la conversazione, per ora. Ha l'aria attenta.
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #4 il: 2011-12-19 23:31:39 »
Gli uomini sono in 5, Isaac incluso. Tre di loro sono spariti mentre entravate in casa. Probabilmente andati verso Thomas e Jake. E non hanno cattive intenzioni, non nell'immediato almeno. Più che altro sono andati ad accertarsi che Thomas non ci lasci le penne (sono usciti da poco, se volete fate in tempo a raggiungerli).

Isaac si siede intanto Mary vi serve il tè e un frugale pasto (un pò di pane raffermo e del formaggio stagionato. Roba vecchia. Sembra imbarazzata per non avere altro, fa solo qualche commento "ecco, spero sia sufficiente." poi appena possibile si dilegua a prepararvi la stanza).

Isaac si siede, con quattro dei suoi per la stanza (un paio seduti, uno appoggiato contro il muro e il quarto guarda di tanto in tanto fuori dalla finestra, probabilmente nervoso per gli altri).

"Non vi daremo carne" dice in modo abbastanza neutro "non è buona. Fa stare male. Le bestie sono malate. E qualunque cosa sia prende anche le coltivazioni"
Sono informazioni date in tono neutro ma si vede chiaramente che dentro di se sa già chi è il colpevole.

"Sono quelli delle montagne. Gli Utè, come si fanno chiamare. Adoratori dei demoni, blasfemi peccatori senza legge. Vivono come le bestie. E se date retta a me hanno il diritto di farlo"
quello di prima fa una battutina «Già, crepassero come gli pare...»
Isaac gli lancia una brutta occhiata poi continua guardando voi "Ma non si devono intromettere nel mio ramo. Con le loro bestemmie al signore. Vanno in giro mezzi nudi, ululano la notte, non lavorano, parlano con le bestie. Fatelo, ma per l'amore del cielo che sia lontano da noi!!"
si tira su stizzito

"Ne abbiamo anche accolto uno quando ce lo ha chiesto. Josiah"
«Serpe che Parla...» bisbiglia l'uomo in piedi, suscitando un mezzo sorriso in uno di quelli seduti (sono uomini, non ragazzi. Un paio di loro sono giovani, sui venti anni, ma pur sempre uomini).
"Josiah" lo corregge Isaac.
"E Josiah si è messo a proferir bestemmie a Fort Mask. Jake è stato a sentirlo e il peccato è entrato. Cyrus, il padre, mi aveva detto di quella morbosa attenzione di Jake per le parole di Josiah. E io che dovevo fare? Ho parlato con Josiah dicendogli di lasciar stare Jake. Basta così, gli ho detto! Sei un fedele. Sei un convertito. Scorda le tue blasfeme usanze. Prega. Ma chi glielo ha fatto fare? Poteva vivere come le bestie con i suoi consanguinei invece di insudiciare Fort Mask di menzogne!"

Il ragazzo in piedi (quello delle battute) continua per un attimo: «E invece Jake se ne è andato di casa! Invece di ascoltare scappava la notte per andare da quelle serpi! E alla fine ha detto che se ne andava ed è scappato come un ladro!»

Isaac lo interrompe "Con Jake ci parleremo. Con Cyrus non c'è stato modo. È distrutto. Tutta la sua famiglia è distrutta. Fa fatica a lavorare e non prega. Dice che è inutile. E per me ha ragione. Non siamo stati in grado di servire il Signore adeguatamente, ed egli ci ha abbandonati. Non ci parla e non ci protegge. E i demoni hanno corrotto prima le nostre bestie e poi i nostri campi, mentre i loro blasfemi adoratori ingrassano e mangiano la carne schifosa delle bestie morte di malattia."

mette mano alla pistola la estrae e la batte sul tavolo

"Ma io so cosa c'è da fare! Se il Signore ci ha abbandonati è stato per colpa della nostra pigrizia! Dovevamo scacciare da soli il peccato da Fort Mask! Compito di noi uomini è di difendere le nostre famiglie. Era una prova dura, perché Josiah sembrava un uomo. Ma è una prova che abbiamo accettato e superato!! E appena Josiah ha finito di rantolare tra le fiamme voi siete arrivati! Questo è un segno del Signore! Forse ora è tornato a guardarci!"
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #5 il: 2011-12-20 11:02:54 »
John si pulisce la bocca: "Un momento, un momento... Questi Utè hanno alzato la mano contro qualcuno di voi? Qualcuno del Ramo potrebbe alzarsi in piedi e riconoscere uno di loro che ha avvelenato un animale o un campo? Avendolo visto? Sotto giuramento?

A Bridal Falls ci hanno insegnato quant'è grave accusare falsamente una persona di aver fatto del male: si ferisce lui, la sua famiglia, i suoi amici, ci si sporca l'anima di tutte queste colpe, oltre che per la menzogna. Perfino nell'Est, ci hanno detto, non si può condannare qualcuno senza dei testimoni e delle prove, perfino nell'Est hanno paura di mettere a morte un innocente."

Unisce le mani come in preghiera, di fronte al viso, gomiti sul tavolo, e guarda i due uomini che hanno battibeccato.
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Jiwa

  • Membro
  • Dario C.
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #6 il: 2011-12-20 16:22:03 »
Rey ascolta tutto il discorso di Isaac, attento, impassibile come un giocatore di poker.
Ma la reazione di John non potè non strappargli un affettuoso sorriso. Voleva un gran bene a quel gigante buono.
Evidentemente Isaac si riferiva ad una maledizione del Signore, non di un avvelenamento fatto materialmente dagli Utè.

"Isaac, fratello, ti chiedo: Il Signore della Vita, nella sua onnipotenza, non poteva obbligare tutti ad amarlo e onorarlo?".
Era una domanda retorica.
"Certo che poteva. Se non lo ha fatto è perché ci ama... tutti, Uté compresi. E chi ama non obbliga nessuno a ricambiare il suo amore".
E rincara la dose: "Se la vostra comunità fosse stata riflesso di questo Dio d'amore, Jake non l'avrebbe mai lasciata".
Con lo sguardo ancora più piantato nel suo, aggiunge: "Era soprattutto tua responsabilità lavorare per questo. Ma non ti giudico, so che il tuo non è un compito facile. Però hai bruciato vivo un nostro fratello, e sei andato oltre... hai reso la comunità riflesso di un dio sadico e vendicativo".

A questo punto Rey si aspetta di tutto, ma non ha paura. Resta lì a vedere cosa sarebbe successo, sperarando che, almeno in parte, le sue parole abbiano fatto breccia.

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #7 il: 2011-12-20 17:25:17 »
Anche John resta in attesa. (aspettiamo te, o GM! ^_- )
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #8 il: 2011-12-20 20:27:56 »
Isaac si stacca dal tavolo, ancora la pistola tra le mani. La fissa. Il suo corpo sembra quasi più sciupato ma gli occhi sono vivi, pensa molto rapidamente.

"Capisco. È anche questa una prova del signore, fratelli" lo dice rivolto agli altri nella stanza, che si alzano in piedi o si staccano dal muro per concentrarsi su di lui, come se stesse dicendo un sermone. "Il Signore della Vita, nella sua infinita clemenza ci mette di fronte ad una nuova prova. E noi ci dimostreremo saldi. Accetteremo la sua punizione per per ciò che abbiamo commesso. Ascoltate questa sua nuova prova! Ci dice che è un peccato bruciare gli innocenti ed i fedeli! Ora sta a noi riconoscere chi non è innocente!"

Getta il suo sguardo quasi spiritato su di voi "Grazie, Cani, per averci indicato la via!" girandosi verso gli altri "Mano alle armi. Andiamo a prendere Jake."
Gli altri sono visibilmente daccordo con lui, vedono finalmente vicina la loro redenzione!



...
Con il vostro permesso io chiudo la scena per centrarne una su Manfredi. In modo da lasciarvi scambiare due chiacchiere su come muovervi nella vostra prossima scena.
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Jiwa

  • Membro
  • Dario C.
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #9 il: 2011-12-20 22:00:49 »
off-character: Isaac non ha capito una mazza! È peccato bruciare CHIUNQUE! xD

in-character: Se Isaac è ancora a portata di voce "Sovrintendente, si ricordi che è nostro compito amministrare la Giustizia."
Non lo sta fermando, vuole solo rinfrescargli la memoria.
Poi mentendo spudoratamente "...confido nel suo senso di responsabilità!".

Se invece Isaac è già andato, ancora sbigottito su quanto il fanatismo mandi in pappa i cervelli, rivolgendosi a John: "Amico, se questi questi beccano Jake, non lo si mica come andrà a finire".
Poi ci pensa un attimo "...e sono anche preoccupato per Thomas, non sappiamo dove si trova e se si è cacciato in qualche guaio. Come ci muoviamo?"

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #10 il: 2011-12-21 10:41:31 »
A questo punto, John vorrebbe fermarlo e dirgli che non ha capito un accidente, però Jiwa ha postato prima di me... Consideriamo che il suo PG è stato più pronto, e quindi John può solo rispondere dopo "confido nel suo senso di responsabilità"?
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Jiwa

  • Membro
  • Dario C.
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #11 il: 2011-12-21 12:29:30 »
In generale direi che sul PbF non vale il "chi posta prima, agisce prima". Altrimenti chi ha più possibilità di accedere al PC agirebbe sempre prima, e non sarebbe giusto.

Propongo questo sistema: prima che il GM porti avanti la storia, si aspetta che ogni giocatore in scena dica cosa vorrebbe fare, non cosa fa.

Se al termine tutti sono d'accordo, si procede, altrimenti funziona il "dì di sì o tira i dati".

Ad esempio, ora che tutti i giocatori in scena, cioè io e te, abbiamo detto cosa vorremmo fare, se non troviamo un accordo ce la giochiamo ai dadi.

E' una proposta :)



Tornando a noi, Rey non ferma Isaac perchè teme che la situazione possa degenerare nel momento sbagliato. La sua non è una conclusione razionale, è più una sensazione.
D'altronde Isaac ha dato, sia all'inizio che adesso, segno di rispettare l'autorità dei Cani. Pur fraintendendo il come fare giustizia, l'importante è che rispetti il chi deve fare giustizia.

Detto questo, se John vuole fermare Isaac prima che Rey agisca, per me va più che bene. Così come potrebbe dire o fare qualcosa durante o dopo, tipo "beh, io non credo nel suo senso di responsabilità. Ferma un attimo amico!".
« Ultima modifica: 2011-12-21 12:31:40 da Jiwa »

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #12 il: 2011-12-21 12:38:57 »
Isaac capisce quello che vuole capire. XD
A parte gli scherzi: immaginatevi al tavolo...

Io sono il GM, alla mia destra c'è Manfredi, alla mia sinistra c'è Jiwa e di fronte a me Korin.
Ho appena chiuso la scena con Manfredi e mi punto verso Korin e Jiwa a fare il framing di questa scena. Noi giochiamo, poi ad un certo punto vorrei spostare la telecamera su Manfredi, quindi dico quali sono le cose che Isaac sta facendo e mi appresto a chiudere (ovviamente valutando i vostri ultimi scambi).

Isaac vuole andare da Jake, non è già uscito. Non dovete corrergli dietro, non ha varcato la porta ed è salito a cavallo.

Citazione
Getta il suo sguardo quasi spiritato su di voi "Grazie, Cani, per averci indicato la via!" girandosi verso gli altri "Mano alle armi. Andiamo a prendere Jake."
La sua ultima azione è stata di guardarvi, ringraziarvi, e comunicare a tutti le sue intenzioni.
La prossima scena vostra ripartirà da qua, non da Isaac a cavallo e voi da soli in casa sua. Non è un filmato ^_^

Se qualcuno vuole fermarlo e parlarci è perfettamente plausibile ^^
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #13 il: 2011-12-21 12:48:21 »
in-character: Se Isaac è ancora a portata di voce "Sovrintendente, si ricordi che è nostro compito amministrare la Giustizia."
Non lo sta fermando, vuole solo rinfrescargli la memoria.
Poi mentendo spudoratamente "...confido nel suo senso di responsabilità!".

Allora diciamo che John si alza in piedi, sbatte le manone sul tavolo per richiamare la loro attenzione: "Fermi lì! Voi non 'andate a prendere' nessuno! E non bruciate più nessuno! Dateci un paio di giorni per risolvere la cosa a modo nostro."

(sento odore di Conflitto...)
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Re:Scena 3 - in casa di Isaac
« Risposta #14 il: 2011-12-21 13:06:40 »
*segue mangiando pop corn e facendo il tifo per i cani vs resto del mondo invasato*
Manfredi. Fan Mail: 6 - Fridge-humor Fan-Mail: 1 - Fanmail dell'Illuminata Eccellenza: 1 - Amen: 2 - Punti Sangue: 2 - Morenate : 835

Tags: