Autore Topic: [Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità  (Letto 2703 volte)

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Buongiorno a tutti.
Questo post conterrà un pò di actual play, un pò di impressioni e tante opinioni personali, nonchè la mia valutazione personale su quanto sia bello fare il GM in un gioco fatto bene.

Facciamo un piccolo flashback sulle mie esperienze di gioco; ho iniziato a giocare a D&D circa nel 2000. Ho provato tutte le salse di Parpuzio che ho trovato senza mai rimanere soddisfatto: D&D, GURPS, Vampiri, Five Rings, GiRSA. Poi verso il 2005 un pò per motivi miei, un pò per la delusione, un pò per l'essermi sentito preso in giro dalla 3.5 fatta solo per spillare soldi ho smesso. Passano gli anni, ritrovo vecchi amici e nel 2010 ricomincio a giocare: una campagna di 4ed e una di 3.5 pesantemente houserulato. Le prime sessioni sono fantastiche, ma dopo poco mi accorgo che manca qualcosa. Ne parlo con alcuni amici, proviamo CnV con cappotto Parpuziato per l'occasione (letteralmente, giravamo per la città cercando i posseduti dai demoni a cui sparare), scarico Animaprime e lo riduco in briciole ricavandone la mia versione di Parpuzio vestita da Squall, compro addirittura il manuale base di Pathfinder! nonostante tutto me stesso urlasse contro l'evidente fregatura (50€ per quattro bellissime houserule della 3.5, ma pur sempre quattro), ma la sensazione a fine partita è sempre quella: ho fatto il GM anche io, vedo chiaro come il sole l'illusionismo, e non sono soddisfatto. Continuamente mi ritrovo ad osservare gli altri che giocano ad altri giochi al mio tavolo (passare sessioni intere al tavolo a vendere e comprare armi magiche in città è sempre stato un supplizio per me) e aspetto il mio turno come tutti, il mio turno per giocare come mi piace.

Così continuo a navigare su internet, a cercare altri giochi più appaganti. Sinceramente ora non ricordo come o perchè ma capito da qualche parte dove parlano di Polaris, rimango colpito, estasiato dall'ambientazione. E per l'ennesima volta cado nel tranello: credo alle promesse di poter veramente creare tragedie cavalleresche e compro, in inglese, praticamente a scatola chiusa.

Mi arriva il gioco dopo una settimana, lo leggo tutto d'un fiato 2 volte. Lo propongo, trovo tre cavie per provarlo e finalmente capisco la definizione di Parpuzio (che avevo letto più volte su internet). Siamo a febbraio 2010 e mi rendo conto di conoscere un solo GDR, anche se posseggo una scansia piena di manuali diversissimi fra loro.

Ho scoperto cos'era Trollbabe circa il 20 di marzo, quando ho visto la possibilità di iscriversi ad una partita con l'autore a INC11. Sono andato sul sito di Narrattiva, leggiucchiato un pò in giro per forum e ho fatto una faccia così :-\
Tanti ne parlavano benissimo, nei ringraziamenti di CnV e altri capolavori. Vabbè, il sabato dopo a play c'era una demo organizzata e mi segno, è l'unico modo per capirci qualcosa.

E' il 26 alle 11 (se ricordo bene) mi siedo al tavolo con 3 loschi figuri che incontro per la prima volta: il Vellu, Tronk e Mauro. Il Vellu fa da GM, spiega velocemente le regole, buttiamo giù le nostre schede e iniziamo. Della mia avventura ricordo poco, ero concentratissimo sulle meccaniche. Sicuro è che perdo il primo conflitto e faccio fare una figura barbina alla mia Trollbabe (inciampata nel vestito penso). Non ritiro pensando che i "Tiri Aggiuntivi" siano merce preziosa, più preziosa della vita del umano che finisce decapitato da un troll. Il resto prosegue un pò sottotono, io provo i 3 tipi di conflitto, nel finale (il tempo stava finendo) sacrifico la mia Trollbabe un pò a caso e mi alzo dal tavolo. Più tardi passo ancora dallo stand di Narrattiva e compro LmVcP deluxe, faccio quattro chiacchiere con Claudia e sapete cosa? Mi lamento che il gioco non mi è piaciuto. Sul momento non so dire come mai, ora ho capito: l'avevo giocato male! Ora so che mi portavo dietro dei preconcetti da altri giochi che hanno modificato la mia esperienza. Cercavo di capire quanto dovevo tirare per colpire il troll, invece di chiedermi PERCHE' volevo colpirlo. Non ho mai dato la colpa al Vellu perchè avevo visto Tronk e Mauro divertirsi. In primo luogo avevo dato la colpa al gioco: alla fin fine non può piacerci tutto. Ovviamente non mi è nemmeno passato per la mente potesse essere colpa mia.  ;D

A Play fra le altre cose ho provato Penny. E' stata un'altra epifania come con Polaris. Ma che diamine, un GDR ambientato in una stanza? Il tuo personaggio è un malato di amnesia che fa un GDR per ricordare cosa gli sia successo?? Mindblowing! Già con Polaris, un sistema di risoluzione dei conflitti (e non dei compiti) basato su frasi, sulla contrattazione ESPLICITA al tavolo. Il metaplay come veicolo per un maggiore divertimento. Qui addirittura si gioca di ruolo un giocatore di ruolo?
E poi, seduto al tavolo con 4 sconosciuti (NdA: un abbraccio fortissimo a MrMario: è solo colpa sua :D) mi esce una delle sessioni più soddisfacenti della mia carriera ludica? Ma scherziamo? Non capivo più nulla. Nei giorni successivi ho formulato il pensiero che al tavolo con i miei amici non "mi diverto con D&D" ma "mi diverto NONOSTANTE D&D".

E' circa in quel momento che mi si accende la lampadina: forse con Trollbabe il problema non è del gioco, forse ho sbagliato qualcosa io... Mi prenoto per INC, mi iscrivo alla demo con Ron, attendo.

Arrivo ad INC, gioco un sacco, mi diverto, bevo birra, cammino e ascolto Spiegel. Lo ascolto anche quando parla di Polaris e dice (circa, mi correggerà lui se necessario) che ha avuto difficoltà a giocarlo le prime volte, che per giocarlo bene servono "4 consigli" che non aveva trovato sul manuale. E' seguita una breve discussione con Ron che passava di lì ma la parte interessante è stata una sua frase, che suonava più o meno così "Ci sono giochi (mi sembra lui li abbia chiamati story-games) che sono come giocattoli: li metti sul tavolo, dai una spinta e loro iniziano a girare, producendo divertimento. Ci sono invece altri giochi, più difficili, che richiedono impegno, come Polaris o Cani. Questi giochi permettono soddisfazioni molto superiori agli story games ma richiedono anche un impegno maggiore"
Lui non ha parlato esplicitamente di Trollbabe, ma era evidente che si riferisse anche a quello. Così il giorno dopo sono andato al tavolo con una visione diversa di Trollbabe. Ho ascoltato le parole di Ron attentamente, ho guardato le reazioni di Lavinia e Moreno al tavolo con me e mi sono goduto l'interpretazione di un troll fatta da Ron :D. La principale differenza rispetto alla prima partita? Qui ricordo la fiction alla perfezione, scena per scena, azione per azione, conflitto per conflitto. Ed è stato fantastico!
Il momento in cui il serpente acquatico gigante si mostra e si dirige verso la sponda del lago in cui stavano i 3 piccoli troll che avevo incontrato pochi attimi prima, sono saltato sulla seggiola "I must stop it: Conflict Fight" non so se lo scorderò: semplicemente ero così preso che non ho nemmeno pensato (e Ron mi ha "punito" prendendo alla lettera il mio obbiettivo "fermarlo" non ucciderlo ;)).

E così ho capito come si mangiano questi bomboloni alla crema.

E ne sono diventato dipendente. Ho subito cercato tre persone e organizzato la prima sessione. Preparazione delle schede, spiegazione delle regole, avventura.
Avevo letto il manuale una volta sola per intero, rileggendomi le parti direttamente indirizzate al GM e gli step per la creazione di una avventura. Ed ero li, come sul palco. Tre persone di fronte a me che ricontrollavano le loro schede io con un taccuino e una biro. Io alla mia prima esperienza come GM dopo 6 anni. Ho aperto il manuale, loro hanno puntato la mappa, io ho aperto sul capitolo di creazione e ho seguito i quattro punti. Meno di quindici minuti e le avventure erano pronte. E mi piacevano. Niente di spettacolare, niente twist di trama, niente draghi con tesori leggendari.
1) In una carovana di nomadi umani qualcuno lascia indietro il figlio della concubina prediletta del capo. In pieno deserto roccioso. Senza acqua.
2) Sulle due sponde di un fiume vivono due tribù di troll in continua lotta fra di loro, ma i  fgli dei due capi (un maschio e una femmina) si amano, e progettano di scappare per coronare il loro sogno d'amore.
3) Su un'isola del sud lo spirito della foresta si reincarna nella figlia del capo di un villaggio di pescatori. La sciamana troll è preoccupata perchè da allora non riesce più a mettersi in comunione con gli spiriti, ma non può fare nulla contro la superiorità numerica schiacciante degli umani.

Ovviamente giocandole ho commesso errori. Tutt'ora ho grossi problemi a gestire Bang e Flags ma ci siamo divertiti, tutti!
Tutt'ora mi sembra incredibile che sia andata così bene. E che sia stato così facile. La soddisfazione che ho provato a fine sessione spiegando l'avanzamento di scala quando uno dei giocatori è saltato sulla sedia "Diamine si, la prossima volta non ci scappano!" riferendosi all'avventura 2) in cui la trollbabe avrebbe voluto fermare lo scontro fra le tribù, che però purtroppo era fuori scala. E non era nemmeno la sua avventura, ma quella di un'altra trollbabe! :D

Non credevo, 5 mesi fa, che si potesse fare questo con i giochi di ruolo. Preciso: questo risultato era quello che volevo, queste erano le mie aspettative quando mi sedevo al tavolo con matita e dadi. Solo che mi ero un pò disilluso. Dopo un pò di anni, vedendo che il risultato non era mai così (a volte bello ma diverso, a volte bello e simile, a volte proprio così ma talmente breve da sfuggire subito) avevo iniziato a credere che fosse frutto della mia fantasia, che a Heroquest da bambino mi ero divertito così tanto perchè ero un bambino.

Sono molto felice. :)



Scusate per il wall of text, mi sono lasciato prendere un pò la mano. Avevo aperto il post con "buongiorno" e quando lo invio dovrei scrivere "buonasera".

E allora buona serata a tutti.


Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #1 il: 2011-05-24 01:29:06 »
Non so quali siano i "quattro consigli" per Polaris, ma sarei interessato a saperli anch'io.
Per tutto il resto... ci vediamo domenica! ^__^ (e mi dispiace che Angelica non abbia avuto il tempo di farsi odiare a sufficienza da te all'INC... -_-;;; )
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #2 il: 2011-05-24 02:07:57 »
non so quali siano i 4 consigli, ma uno lo do io: se puoi evitarlo, non lasciare spazio ai "ma solo se" dell'errore :)

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #3 il: 2011-05-24 09:37:08 »
Questi sono i thread che fa piacere leggere...   8)
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #4 il: 2011-05-24 14:16:51 »
tre post e nessuna fan-mail? Fan-mail! :D
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #5 il: 2011-05-24 17:02:43 »
A Play avevo notato poco coinvolgimento, principalmente per la fine della Trollbabe, fatta veramente a caso (a memoria, hai detto qualcosa del tipo: "Tanto non riusciamo a finire"); mi fa piacere che in altre partite ti sia divertito.

1) In una carovana di nomadi umani qualcuno lascia indietro il figlio della concubina prediletta del capo. In pieno deserto roccioso. Senza acqua.
2) Sulle due sponde di un fiume vivono due tribù di troll in continua lotta fra di loro, ma i  fgli dei due capi (un maschio e una femmina) si amano, e progettano di scappare per coronare il loro sogno d'amore.
3) Su un'isola del sud lo spirito della foresta si reincarna nella figlia del capo di un villaggio di pescatori. La sciamana troll è preoccupata perchè da allora non riesce più a mettersi in comunione con gli spiriti, ma non può fare nulla contro la superiorità numerica schiacciante degli umani
Le poste quali erano?

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #6 il: 2011-05-24 17:05:34 »
La posta della 2 erano i due innamorati (che io ho bellamente ignorato XD)
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Serenello

  • Membro
  • aka Paolo Bosi
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #7 il: 2011-05-24 17:10:24 »
Poste.

1) La vita del figlio della concubina (unico erede maschio del capo della carovana)
2) Il matrimonio dei due giovani troll (non la fuga d'amore, infatti l'avventura si è conclusa col matrimonio sotto l'ala protettrice di uno dei genitori, e l'altro che dichiarava guerra aperta alla tribù "rapitrice")
3) La figlia del capovillaggio rimarrà sull'isola? Oppure andrà in sposa ad un signore delle terre di là dal mare?

Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #8 il: 2011-05-24 19:47:21 »
Citazione
Nei giorni successivi ho formulato il pensiero che al tavolo con i miei amici non "mi diverto con D&D" ma "mi diverto NONOSTANTE D&D".

Guarda... E' ESATTAMENTE la stessa cosa che penso e dico io della mia campagnona storica di D&D.
Quindi Fanmail ;-)
Rinominato "Ermenegildo" vox populi, in seguito al censimento dei Paoli.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #9 il: 2011-05-24 20:05:00 »
Un grosso abbraccio a Paolo, era un po' che non si vedeva un mindblow così bello.

Adesso voglio giocare a Trollbabe con te ^^
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #10 il: 2011-05-24 20:24:13 »
vi siete dimenticati di aggiungere "quando (mi diverto)"

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Re:[Trollbabe] Giocato 3 volte fino ad amarlo & altre amenità
« Risposta #11 il: 2011-05-25 07:26:53 »
FAN MAIL Paolo.
Purtroppo non venendo a Play mi sono perso gente come te e Tronk!
Questa è la mia giusta punizione per non venire alle CON. Ogni CON che salti perdi meravigliose occasioni per conoscere persone stupende! Con te mi sono rifatto a INC (e con Misery Bubblegum), con Tronk spero di rifarmi presto.

Sono comunque felicissimo di vedere come sei rimasto fulminato anche tu. I più appassionati nascono così. Apri gli occhi e te ne rendi conto: hai sempre sbagliato tutto! XD
Da lì in poi il tetto del divertimento non smette mai di salire! ^_^


Un paio di note sul mio discorso di Polaris le trovate qui http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,4796.new.html#new
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Tags: trollbabe