Autore Topic: Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre  (Letto 6583 volte)

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #30 il: 2009-12-09 11:59:39 »
Perdonato.
E non fare arrivare troppo presto il mio turno. Sto ancora cercando di riprendermi da un'intensa partita a Montsegur. Sono emotivamente spompato :-P
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #31 il: 2009-12-09 20:33:10 »
Io avevo postato a un orario assurdo ancora carico da 5 sessioni come master a UtopiaR...

Allora, diamo una girata di torchio emotivo al tutto va.

3. Aggiungere dialoghi e azioni a una scena esistente


Jessie o James che si voglia si rilasso sulla sedia. Tiro un'altra boccata da una pessima sigaretta e espirò gettando un po' di fumo dall'odore pungente nell'aria già satura del locale. In lontananza una musica allegra iniziava a partire. Le luci soffuse blu e azzurre del locale illuminavano tutto.

"Lo prevedevo David" disse spegnendo la sigaretta, e prendendo un bicchiere in cui era rimasto un po' di liquido ambrato. "Inizia a uscire dal retro, poi ci verranno a prendere per andare da lui" disse con tono tranquillo "pago il conto e ti raggiungo".

David rimase sopreso. Ma poco dopo si avviò fuori, uscendo dal retro in un vicolo che a 50-100m poi sfociava in una strada secondaria ma più grande. Vide passare un'auto discreta ma elegante che si fermò poco dopo l'uscita del vicolo.

Poi sentì la voce di James dietro di lui.

"Mi spiace, David"

seguito dal "click" di una pistola che si arma.


Spero vada bene, ho intenzionalmente rimasto sospeso cosa possa accadere. Volendo David è già in Crisi?
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #32 il: 2009-12-09 21:08:48 »
che maledettoooooooooooooooooooo! Emh...chi aveva detto una volta che se usciva fuori una pistola è sempre una crisi? Però io almeno vorrei capire cosa vogliono da David adesso...^^
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #33 il: 2009-12-09 21:56:00 »
Sul cosa vogliono da David ... boh? :D
Lo deciderà il prossimo che vorrà narrare di David :)

Personalmente potrebbe essere anche solo la prassi per vedere il capo... che vieni disarmato e controllato sotto tiro, e poi portato.
« Ultima modifica: 2009-12-09 21:57:19 da Caretaker »
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #34 il: 2009-12-10 13:36:20 »
Comunque una cosa...io prima di chiamare crisi, vorrei potergli rispondere...è consentito dal sistema?
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #35 il: 2009-12-10 14:16:21 »
Dipende se le carte risponderanno alla tua chiamata... ^_^

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #36 il: 2009-12-10 14:18:59 »
Non intendevo questo: intendevo se ho il diritto di dire che per me non è crisi finché non conosco il motivo di quella pistola...
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #37 il: 2009-12-10 15:12:43 »
Citazione
[cite]Autore: Glenda[/cite]Emh...chi aveva detto una volta che se usciva fuori una pistola è sempre una crisi? Però io almeno vorrei capire cosa vogliono da David adesso...^^


Io, ed era un aforisma, quindi, come tutti gli aforismi, prendilo con le molle. E' utile a capire all'inizio, ma poi devi andare a scavarci dietro.
E' Crisi quando c'è un conflitto di interessi tra due personaggi. In questo senso, quando qualcuno mi punta una pistola  addosso, di solito, il conflito di interessi è evidente. Chi me la punta vuole qualcosa che io non sono disposto a concedere, o non arriverebbe certamente a tanto.
E' solo un esempio.

Il regolamento ci dice anche che quando qualcuno chiama una Crisi, ma c'è anche solo una persona che ha dei dubbi su questa chiamata non è crisi, quindi non siamo in crisi, perche Barbara ha tutto il diritto di bloccarla.
In effetti a questo punto non è ben chiaro cosa si voglia ottenere con quella pistola. L'importante è non ritardare troppo la crisi. In questo senso la narrazione di Renato mi mette un po' in una brutta situazione. Dato che è rimasto vago sugli intenti di Jesse (o su quelli di David, per quel che conta) adesso sta a me definirli, stando attento a non superare il punto di svolta e ritardare quindi la Crisi.
Ricordate che, durante le Manovre, è inutile rimanere sul vago, tanto tutte le motivazioni di quanto viene fatto potranno venire ribaltate in Crisi.

Per chiarezza, comunque: In un certo senso ha ragione il Vellu: quando si coonfigura un chiaro conflitto di interessi, il gioco libero si blocca e tutto quello che succede lo si vede con le regole della Crisi. In pratica James potrebbe sparare e uccidere, semplicemente, senza dar il tempo a David di rispondere. Fa parte dei cliché del genere, in fondo.
Tranquilla, però, Barbara, che c'è una valvola di sicurezza: anche nel caso in cui David morisse ci sarebbe comunque un'ultima possibilità per definirlo ;-)

Direi che possiamo fare un tentativo in questo senso:

-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

3. Aggiungere ulteriori dialoghi e azioni in una scena esistente. Una persona può narrare le azioni, gli eventi, e i dialoghi di una scena. Questo può essere fatto da chiunque per qualunque scena attualmente attiva, ma se dichiari azioni o dialoghi per la spia di un altro quella persona ha l’autorità finale (ovverosia il potere di veto) su queste affermazioni.

La canna della pistola ondeggiava a pochi centimetri dall volto raggelato di David. Dietro la faccia  congestionata di James, gli occhi appannati dall'alcool e da queello che poteva essere solo dolore e rimpianto per la situazione. "Hai sempre avuto una grossa sfortuna, David. Mi dispiace, per quel che conta, ma finisce qui. Addio, amico".
In un attimo di gelida lucidità David si rese conto che l'amico di una vita stava davvero per fargli saltare via la faccia.


-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Yay! La fiera del cliché!
Adesso dovrebbe essere indiscutibilmente Crisi, per David, tutti d'accordo? L'unica ragione per cui possa non esserlo è se qualcuno crede che, a questo punto, David si voglia suicidare, mi sa.
Avevo pensato di descrivere anche le sue azioni, di farlo iniziare a scappare, ma ho preferito fermarmi appena arrivato al punto critico. Ora abbiamo un chiaro conflitto di interessi: James vuole David morto, David, presumibilmente, non vuole morire.

Ah, a proposito. Barbara, riaggiorna la scheda di David, reinserendo almeno James come comprimario, ok? Mi sa che in questa Crisi rischia di lasciarci le penne, e questo farà aumentare il numero di carte...
« Ultima modifica: 2009-12-10 15:18:19 da Aetius »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #38 il: 2009-12-10 15:22:13 »
Inizio a meditare... mumble mumble...

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #39 il: 2009-12-10 15:39:40 »
Ok...^^
E...no, per coerenza col personaggio, David ce la lascerà lui, le penne, prima di farcele lasciare a James! ^_-

PS. quello che intendevo io sul rispondere, era che, volendo, David avrebbe avuto mille ragioni valide narrativamente per dire qualcosa prima che Jesse provasse a sparargli: lo avrebbe ad ogni costo messo in guardia del fatto che era nel mirino dell'HVA...ma siccome la narrazione stava a Ezio, ed Ezio non poteva decidere le azioni della spia, devo per forza riconoscere la crisi...
« Ultima modifica: 2009-12-10 15:41:37 da Glenda »
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #40 il: 2009-12-10 15:51:17 »
Citazione
[cite]Autore: Glenda[/cite]ma siccome la narrazione stava a Ezio, ed Ezio non poteva decidere le azioni della spia, devo per forza riconoscere la crisi...


Falso. Durante le MANOVRE posso tranquillamente dirigere una Spia, salvo che poi il controllore di tale spia ha diritto di veto. La difficoltà di Spione, ho visto, è come alcuni facciano fatica a gestire le due logiche separate di Manovre e Crisi, per questo nel post iniziale di ogni fase il Vellu riassume le procedure. Rileggiti, per esempio, il punto 3.
Avrei tranquillamente potuto far rispondere David ma, onestamente, non sapevo cosa potesse dire. Al tavolo avrei chiesto suggerimenti, data la forza con cui l'hai caratterizzato, Barbara.
Però, a questo punto, avrebbe poco senso rimandare ancora la Crisi per ritagliare uno spazio a David. Se proprio David vuole avvertire James di qualcosa, vedrai che le regole della Crisi gli lasceranno lo spazio per farlo, nel momento stesso in cui tu hai almeno una carta.

EDIT: Mah, chissà, Barbara. Se uno maneggia una pistola ubriaco, gli incidenti... capitano.
E io non posso, in Crisi gestire la Spia, ma posso sempre gestire James... prega che non arrivi un doppio asso, prega tutti gli dei che conosci...
« Ultima modifica: 2009-12-10 15:53:13 da Aetius »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #41 il: 2009-12-10 16:14:41 »
Citazione
EDIT: Mah, chissà, Barbara. Se uno maneggia una pistola ubriaco, gli incidenti... capitano.
E io non posso,[span style=text-decoration: underline;]in Crisi[/span]gestire la Spia, ma posso sempre gestire James... prega che non arrivi un doppio asso, prega tutti gli dei che conosci...[/p]


Maledettooooooooooooooooooooooo!
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #42 il: 2009-12-10 16:18:39 »
E con quest'ultimo, straziante, urlo ci viene confermato che la morte di James sarebbe una giocata che va contro gli interessi della Spia, quindi perfettamente valida in fase di Crisi. >:D

E ora concentriamoci sul mandare in Crisi anche Lucien. La sua ultima Crisi, al termine della quale Bianca verrà rimossa dalla sua storia, che avrà poi termine.
E poi la Barbara si troverà a giocare sola contro tutti, pagando il prezzo di aver tenuto così tanto a mantenere segreta la propria trasgressione :-P (ovviamente scherzo, non rivelare o rivelare tardi è perfettamente legittimo).
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #43 il: 2009-12-10 16:27:16 »
se non mi mandavate in crisi subito l'avrei rivelata...O_o In queste manovre non mi è arrivato nemmeno il turno! :PPPP
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #44 il: 2009-12-10 18:23:36 »
3. Aggiungere ulteriori dialoghi e azioni in una scena esistente. Una persona può narrare le azioni, gli eventi, e i dialoghi di una scena. Questo può essere fatto da chiunque per qualunque scena attualmente attiva, ma se dichiari azioni o dialoghi per la spia di un altro quella persona ha l’autorità finale (ovverosia il potere di veto) su queste affermazioni.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

"Incubi? Ma che cosa volete fare. La Guerra è finita. Da tempo." disse furibondo Lucien.
"Ma, Professore, non credo lei sia nella posizione di rifiutare una direttiva. Non è un favore personale che le sto chiedendo. Magari ha bisogno di qualche stimolo ulteriore per agire.” Disse la vecchia signora, serrando sempre più gli occhi, mentre un silenzio irreale cadeva nel magazzino.
Silenzio interrotto all’improvviso da una porta chiusa al piano di sopra. Dei tacchi iniziarono a scendere le scale. Sulla porta comparve Bianca, la “giornalista”.
“Ancora tu!” disse Lucien stretto tra i denti.
“Sì, Professore. Signora ci lasci sola. Dobbiamo parlare.” disse Bianca, mentre un mezzo sorriso irritante si formava sul suo viso.
Di nuovo quel silenzio irreale. Bianca si sedette a fianco di Lucien e la cosa gli fece ancora di più paura.
“Sappiamo entrambi chi ti manda. Sappiamo entrambi che non sei quello che ci hai mostrato finora. Io so come potresti uscirne. Tu? Qualcuno è stanco di averti tra i piedi e io non voglio che ti tratti come trattiamo di solito i cani sciolti. Per ora possa controllare la cosa, ma non so quanto mi vada di reggere il gioco ancora.” disse Bianca parlando a bassa voce.
Lucien non sapeva cosa rispondere. Non poteva credere di essere passato dalla padella nella brace.
“Allora vuoi sentire che ti offro o rinunci a salvarti la pelle?” continuò freddamente Bianca.
Lucien annuì esterrefatto con il capo.
“Bene. Nulla di più semplice. Mi serve far sparire una persona della tua parte che si sta muovendo un po’ troppo. Si chiama David Holly. A letto è bravo, ma gioca un po’ troppo a fare la spia per la CIA e mi sono stancata di lui. Tu fallo passare per un lavoretto di pulizia interna, in fondo siete bravi in questo no, e io ti darò un futuro nuovo. Che dici allora, affare fatto?”
Lucien non credeva ai suoi occhi, come poteva una persona chiedere con tanta leggerezza la morte di qualcun altro?


----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Chiedo a Glenda in primis, poi agli altri, se possa passare. Siamo all’ultima Crisi di Lucien ormai. O la farei finire con l’anello che lega i due che viene fuori direttamente…
« Ultima modifica: 2009-12-10 18:23:56 da Luca Veluttini »

Tags: