Autore Topic: Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre  (Letto 8619 volte)

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« il: 2009-11-26 15:13:20 »
Citazione
DURANTE LE MANOVRE PUOI…

1. Descrivere una nuova scena, dichiarando il luogo, chi c’è e l’inizio di quanto sta per avvenire.
• Se non dirigi una Spia, puoi iniziare una scena che riguardi qualunque Spia attualmente non in una scena.
• Se dirigi una Spia e il tuo turno arriva senza che la tua Spia sia già in scena, devi iniziare una scena che la riguardi.
• Se dirigi una Spia, e questa è attualmente già coinvolta in una scena puoi scegliere una qualsiasi delle due precedenti opzioni.

2. Alternativamente, puoi piazzare (fare entrare) un Personaggio Principale in una scena esistente. Tutte le opzioni precedenti si applicano anche a questo concetto.

3. Aggiungere ulteriori dialoghi e azioni in una scena esistente. Una persona può narrare le azioni, gli eventi, e i dialoghi di una scena. Questo può essere fatto da chiunque per qualunque scena attualmente attiva, ma se dichiari azioni o dialoghi per la spia di un altro quella persona ha l’autorità finale (ovverosia il potere di veto) su queste affermazioni.

4. Aggiungere qualche descrizione non essenziale a quanto è stato già narrato, sia in generale che a una scena esistente. Questo può essere fatto da chiunque, e in qualche modo costituisce un “passare”, ma spesso contribuisce in modo positivo all’esperienza di gioco.

LA RIVELAZIONE: Durante le Manovre una persona che gestisce una Spia può rivelare informazioni sulla Trasgressione introducendola nella narrazione, attraverso i dialoghi o le azioni dei personaggi. Quando questo accade il dossier è aperto e posto sul tavolo così, con la Trasgressione spillata in bella vista


La sequenza per questa fase di Manovre sarà:
- Tozzie
- Caretaker
- Ezio
- Vellu
- Barbara

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #1 il: 2009-11-27 12:39:42 »
Si ricomincia. Tozzie, se vuoi praticamente riscrivere la tua scena precedenta a me sta bene. Avevi già fatto una scena precedente, vero? Purtroppo il Grande Crash è avvenuto in una giornata in cui non ho proprio acceso il PC, quindi sono ancora meno aggiornato degli altri...
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Fabio Succi Cimentini

  • Membro
  • l'ovino che non ti aspetti.
    • Mostra profilo
    • Orgoglio Nerd
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #2 il: 2009-11-27 13:31:48 »
Avevo fatto una scena precedente, sì. Vediamo se riesco a recuperarla in fretta, che il weekend è incasinato XD
nel dungeon nessuno può sentirti belare  |  emo gamer, sense of wonder gamer, pucci-un-cazzo gamer, vive la varieté.

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #3 il: 2009-11-27 13:41:57 »
Sì, aveva aperto le danze Tozzie, credo su Lucien...

Fabio Succi Cimentini

  • Membro
  • l'ovino che non ti aspetti.
    • Mostra profilo
    • Orgoglio Nerd
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #4 il: 2009-11-27 18:29:36 »
1. Descrivere una nuova scena, dichiarando il luogo, chi c’è e l’inizio di quanto sta per avvenire.
• Se non dirigi una Spia, puoi iniziare una scena che riguardi qualunque Spia attualmente non in una scena.


L'appartamento è piccolo; quando Lucien bussa, per un attimo ha il terrore che si ripeta la scena da Hauser, entrare per avere una brutta sorpresa e un confronto amaro sulla lealtà di altre persone. E il rischio di essere fatto fuori da quella maledetta macchina nera.
"Hai una cera pessima", è invece la salace quanto rassicurante risposta che sente una volta che la porta viene aperta. E la signora Rothburg, sempre appoggiata al suo bastone, si gira piano e lo invita ad entrare. "Non dimenticare di chiudere."

Come se fosse un bimbo, ma lei ha fatto sempre così. Lucien non ricorda il suo nome, sa che è austriaca, dei primi a subire l'Anschluss; ha una fede al dito ma non ne parla mai, e lui sa bene cosa significhi. Lei lo invita ad accomodarsi sulla poltrona più vicina. "Tè?", e il professore annuisce.
"A proposito, ultimamente si aggira troppa gente attorno al magazzino." Proprio la safe house a cui lui ora vuole accedere, dannazione: si trattiene dal digrignare i denti, è troppo stanco. La mano della signora Rothburg ondeggia vicino alla scatola dello zucchero - lì in realtà sta la chiave, il dolcificante vero è in un contenitore più piccolo già vicino al tè - e con l'altra si massaggia il collo. "Immagino tu sia qui per questo, tovarisch", quel solito tono ironico quasi materno, "ma non so se possiamo correre questo rischio. Sanno o sospettano di noi, professore - forse è meglio lasciare calmare le acque per un po'."
« Ultima modifica: 2009-11-27 18:30:10 da Tozzie »
nel dungeon nessuno può sentirti belare  |  emo gamer, sense of wonder gamer, pucci-un-cazzo gamer, vive la varieté.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #5 il: 2009-11-27 18:38:07 »
Ah, si, si, ora ricordo. L'avevo anche commentata pedestremente con la differenza tra Comprimario e Contatto. Ottimo. ^^

Renato?
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #6 il: 2009-11-28 00:12:44 »
Posto domani mattina approfittando del weekend per rileggere dove eravamo rimasti.

PS: ovviamente è difficile che lo faccia mancando ancora i riepilogi nei thread appositi ^^ ... mi confermate che David era rimasto alla sera al pub con Anston?
« Ultima modifica: 2009-11-28 12:39:31 da Caretaker »
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #7 il: 2009-11-29 18:43:50 »
1. Descrivere una nuova scena, dichiarando il luogo, chi c’è e l’inizio di quanto sta per avvenire.
• Se non dirigi una Spia, puoi iniziare una scena che riguardi qualunque Spia attualmente non in una scena.



David dormiva ancora, assorbendo i postumi della sbornia, quando squillo il telefono di casa.

Sul comodino, un biglietto firmato da Anston con scritto "Siamo brave persone, David, anche se da sponde opposte. Per quello che può valere l'idea di sponda in questi tempi. Ma non tutti sono brave persone come me e te. Speriamo bene, per noi, da ora in poi. PS: Riposati pure, ho avvertito io per te al lavoro. Il tuo amico, nonostante tutto, Anston"

Il telefono continuava a squillare insistentemente. Quando David rispose, la voce dall'altra parte gli era nota. James. "Dobbiamo parlare. Solito posto. Fra un'ora, se ce la fai. Ti aspetto." e attaccò. Il tono era quello che James metteva quando era una faccenda ufficiale ... della Ditta.


Spero vada bene. Mettiamo un po' di pressione su David, da parte della Ditta e vediamo che succede...
Renato Salzano aka Caretaker o Hitman

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #8 il: 2009-11-30 11:55:46 »
Ok.
Appena ho un momento vado avanti.
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #9 il: 2009-11-30 12:00:53 »
Bella mossa! Urrà!
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #10 il: 2009-11-30 12:47:35 »
Urrà urrà!
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #11 il: 2009-12-01 16:35:03 »
4. Aggiungere qualche descrizione non essenziale a quanto è stato già narrato, sia in generale che a una scena esistente. Questo può essere fatto da chiunque, e in qualche modo costituisce un “passare”, ma spesso contribuisce in modo positivo all’esperienza di gioco.

La voce di James, al telefono, era roca e stanca, gracchiante come una vecchia registrazione. La voce di chi aveva passato la notte in piedi, fumando una sigarette di cartone dopo l'altra, e bevendo il peggior whiskey che Berlino poteva offrire, mentre il fumo gli arrossava gli occhi e l'alcool da quattro soldi gli uccideva le cellule cerebrali

-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Oui, je sui parisienne...
« Ultima modifica: 2009-12-01 16:35:16 da Aetius »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #12 il: 2009-12-03 11:05:15 »
Non mi ero accorto che toccasse a me.... a breve posterò... ^_^

Luca Veluttini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #13 il: 2009-12-03 15:25:14 »
3. Aggiungere ulteriori dialoghi e azioni in una scena esistente. Una persona può narrare le azioni, gli eventi, e i dialoghi di una scena. Questo può essere fatto da chiunque per qualunque scena attualmente attiva, ma se dichiari azioni o dialoghi per la spia di un altro quella persona ha l’autorità finale (ovverosia il potere di veto) su queste affermazioni.

"Signora Rothburg, di sicuro sanno di me e mi stanno addosso, per questo ho bisogno di un posto sicuro. Per ora li ho seminati. Ma ho bisogno di tranquillità" chiede Lucien, quasi fosse pronto a tutto pur di ottenere accesso al magazzino.
"Professore, stia attento. Qualcuno si sta agitando per la sua presenza in un po' troppe strane situazioni in città" risponde pacatamente l'anziana "Non le consiglierei stanotte di rimanere qui" continuò, cambiando tono, parlando più seriamente e con voce ferma.
"Cosa c'era che non andava?" si chiede Lucien, ma la rabbia iniziava a montagli in corpo e non riuscì a trattenersi. "HANNO UCCISO KOSTANZE SOTTO I MIEI OCCHI! CREDE CHE SIA VENUTO QUI PER UN PESSIMO PASTO GRATUITO E PER DORMIRE SU UN LETTO?" urla Lucien, rosso in viso, raccogliendo le poche forze che ancora lo sostenevano.
La signora fu visibilmente sorpresa di vederlo così e disse sommessamente "Non dovrebbe succedere mai niente di così grave a un innocente...".
Poco dopo una chiave fece scattare una serratura e Lucien si trovò a scendere le scale che conducevano al magazzino.
Mentre scendeva, sentì la signora che componeva un numero di 3 cifre e per tre volte rispondeva "Sì".


Fatto... putroppo il crash del forum credo abbia spezzato un po' il ritmo... :(
« Ultima modifica: 2009-12-03 15:25:28 da Luca Veluttini »

Glenda

  • Membro
  • Barbara Fini
    • Mostra profilo
Spione - PbF2 - Fase 7: Manovre
« Risposta #14 il: 2009-12-03 16:09:20 »
Sta a me! Urrà!

Scusate...non trovo più la barra dei caratteri e non riesco a mettere il grassetto e il corsivo

3. Aggiungere ulteriori dialoghi e azioni in una scena esistente.

Ce ne erano state, nella loro vita, di volte in cui aveva riportato a casa a spalla Jesse dopo una sbronza, ce ne erano state anche molte in cui lo aveva chiamato con quella voce roca e impastata...Lui era il ragazzo per bene, quello di buona famiglia, che non frequenta cattive compagnie ed aveva due genitori apprensivi che si preoccupavano di lui: Jesse, invece, non era altrettanto fortunato. Eppure, alla fine, quello che si era cacciato nei guai era stato lui, David...e Jesse ne aveva pagato le conseguenze.
Si lavò il viso in fretta e furia.
Avrebbe voluto mettere in tasca il biglietto di Aston, come un piccolo porta fortuna, ma non era logisticamente opportuno.
Anzi, forse avrebbe dovuto bruciarlo, farlo sparire...
Non ne ebbe il coraggio, e lo nascose tra le pagine di un libro.
Quando raggiunse James al "solito posto", uno squallido locale in Charlottenburg, lo trovò trasandato e con lo sguardo stanco. Tuttavia fu molto diretto.
<< Che cazzo hai combinato? >> sbottò, forse senza nemmeno la forza di arrabbiarsi. Poi fece una pausa e proruppe << I documenti che mi hai consegnato sono falsi>>
David rimase qualche istante in silenzio. Doveva mostrarsi stupito? Fingere? Probabilmente una vera spia avrebbe fatto così.
<< Ci sono cose...>>
Altro silenzio.
<< Jesse...>>
<< James >>
<< J-James...>> lo fissò negli occhi << Io desidero parlare direttamente al nostro capo >>

OT/ se non fosse che lo devo "dire" a voce, avrei anche rivelato la trasgressione...sono in difficoltà perché David non è uno che parla molto in questo senso...
« Ultima modifica: 2009-12-03 22:09:46 da Glenda »
"al di là del torto e la ragione, contano soltanto le persone"

Tags: