Autore Topic: [Il Silenzio dei minotauri] La Torre dei Silenti (circostanza)  (Letto 104 volte)

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Un’altra circostanza di vita e di lavoro per Il Silenzio dei minotauri, da me scritta il 12 maggio 2019.

(Link alla versione sempre aggiornata su Google Drive.)

La Torre dei Silenti

Una leggenda di Dégringolade dice che, quando una persona viene presa dalla Voce Immobile e va nella giungla per andare in contro alla sua fine, una volta che è morta, ci sono degli alberi particolari che l’“abbracciano” e la prendono a sé, fino a farla diventare un tutt’uno con essi.

Molti anni or sono, Tigrun andò nella giungla e scoprì che questi alberi esistevano e che gli esterni li chiamavano Breklolla. La loro corteccia era la pelle delle persone morte tra i loro rami e, su di essa, comparivano strani glifi, decifrando i quali era possibile accedere alle memorie e alle conoscenze dei defunti, mentre erano in vita, e ai segreti da loro appresi, una volta morti.

Da allora, Tigrun ha edificato una biblioteca nel distretto di Yussuk, laddove vi era una torre costruita dagli uomini sullo scheletro di un vecchio e alto albero, ora morto. La gente prese a chiamarla “la Torre dei Silenti”, poiché Tigrun vi portava e vi catalogava, in sterminate scansie dai loculi romboidali, le cortecce-pelli di coloro che erano morti nella giungla e che si erano fusi con gli alberi di Breklolla.

Tuttavia, la scrittura delle pelli è sconosciuta tutti tranne che a Tigrun. Ecco perché la gente chiama quei volumi “i Silenti”: essi, infatti, non parlano con nessuno e, comunque, solo Tigrun potrebbe ascoltarli.

Tigrun ha due assistenti: Mani e Alaka. Mani si è formato come scriba e bibliotecario, e sarebbe il perfetto successore di Tigrun, ma il vecchio non gli trasmette la conoscenza necessaria per parlare con i Silenti. Questo genera in Mani una frustrazione enorme.

Alaka, invece, è un’artista e una decoratrice: ella minia e abbellisce i Silenti, oltre a qualunque altra cosa Tigrun le dica di abbellire. È molto contenta del suo lavoro e vorrebbe che tutti potessero fruirne. Invece, sia Tigrun sia Mani sono molto gelosi della Torre dei Silenti e delle pelli che custodisce: fanno di tutto per tenere la gente lontana e non vedono di buon occhio i visitatori.

Lavori dei minotauri
  • inserviente (va a prendere le pelli e le rimette a posto nei loculi);
  • carpentiere, manutentore e riparatore della Torre dei Silenti;
  • preparatore degli inchiostri e dei colori di Alaka.