Autore Topic: Microscope geographic  (Letto 1072 volte)

Arkamundi

  • Membro
    • Mostra profilo
Microscope geographic
« il: 2016-01-07 10:05:35 »
Stavo pensando di elaborare un hack di microscope per la creazione condivisa della geografia invece della storia, sostituendo i periodi con le regioni gli eventi con dei siti d' interesse (tipo città, foreste, laghi ecc) e le scene con dei luoghi specifici (magari si esplora chi li ha creati o come son stati scoperti). Alla timeline si sostituirebbe una mappa ad esagoni vuota. Si introdurrebbe poi l' idea dei conetttori ovvero collegamenti tra una regione e l' altra(strade, fiumi, portali spaziali...). La big picture le palette e i chiaro scuri rimarrebbero uguali più o meno e invece di partire dal primo e dall' ultimo periodo si partirebbe con una regione centrale e una regione che rappresenta i confini del mondo. Che ne dite potrebbe aver senso come cosa, coi dovuti rimaneggiamenti, o il gioco crollerebbe. N.b. ho già provato a vedere microscpe explorer ma non mi pare ci sia qualcosa del genere o ditemi se sbaglio
Marco Driutti

Antonio Caciolli

  • Membro
  • Antonio Caciolli
    • Mostra profilo
Re:Microscope geographic
« Risposta #1 il: 2016-01-07 10:22:47 »
non capisco bene che GDR ti aspetti di ottenere così

se ti serve solo un metodo per creare mappe condivise potresti pensare di usare il tool proposto in perilious wild

Arkamundi

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Microscope geographic
« Risposta #2 il: 2016-01-07 10:54:13 »
La risposta é che in realtà tutto nasce da quel tool, ma mi pareva limitato usarlo per creare un mondo per un altro gioco quando poteva essere un gioco esso stesso. É un gdr? è un gioco di creazione condivisa? Non lo so ancora l' idea é quella di microscope esplorare insieme qualcosa per creare una storia. In questo caso una storia di luoghi non una storia di tempi. È un gioco di esplorazione condivisa per quello le scene le volevo giocate come creazione/esplorazione di un luogo anche qui ci sarebbe una domanda a cui ci piace dare una risposta.
Marco Driutti

Lorenzo Gatti

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Microscope geographic
« Risposta #3 il: 2016-01-10 17:33:28 »
Microscope Explorer ha un trafiletto nel capitolo degli "esperimenti".
Citazione
Territory Not Time

At its heart, a Microscope history is simply a three-level outline, generated
by a procedure that ensures that players contribute independently but also
build on each other’s ideas. Players have experimented with using that
same structure to make other things, like building geography instead of
history.
Lowell Francis created a clever adaptation of Microscope to build a city
with his players as a setting for an adventure game. Periods become
neighborhoods of the city. Events become places, things or notable people
within specific neighborhoods. Then instead of Scenes players can dictate
rumors about one of the places, people, etc.
Later, Terry Franguiadakis tried an unrelated experiment to make a
Microscope game that explored a region. In the game I played with him, our
“history” was an island, and Periods were locations like the sacred volcano
and the sundered city. Beneath the Period level, we played Events and
Scenes much like normal Microscope, exploring what happened in each of
the locations at different times, creating a mix of history and geography.

Il tratto caratteristico di Microscope è la creazione strettamente accumulativa e gerarchica, aggiungendo nuovi oggetti a un contenitore (Periodi alla storia, Eventi ai Periodi, Scene agli Eventi)
Si può fare a meno della struttura lineare (i quartieri della città o i siti dell'isola, che siano vicini o lontani tra loro, non hanno il rapporto naturale di consequenzialità storica di due Periodi consecutivi), ma la libertà di inserire qualsiasi elemento nuovo nel rispetto di quanto già detto e senza un obiettivo preciso è sicuramente in conflitto con alcune esigenze tipiche della creazione di mappe, come riempire tutto lo spazio senza lasciare buchi e rispettare la gerarchia causale della geografia, che obbedisce a leggi naturali invece che narrative.

Tags: microscope