Autore Topic: [Il mostro della settimana] Firenze y2k  (Letto 3126 volte)

[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« il: 2015-09-14 00:51:45 »
Ciao a tutti, apro questo topic per cercare di raccontarvi la mia prima partita a Il mostro della settimana.
Ne approfitto per tenere anche traccia delle idee venute fuori dalla creazione della partita e per sentire vostre eventuali opinioni o suggerimenti.

Intanto abbiamo scelto come ambientazione epicentro delle nostre avventure Firenze e come anno il 2000.
Parlando un po' ci è sembrato carino che fosse in Italia ed in un periodo in cui il mondo non era ancora così piccolo e la tecnologia così veloce. Oltretutto è un periodo che ricordiamo tutti piuttosto bene, infatti coincideva con i nostri begli anni dell'università e cioè il periodo in cui ci siamo conosciuti noi giocatori.

Partiamo quindi con la presentazione dei cacciatori.

Klaus Werner - Esperto - età circa 60 anni (Tom Wilkinson)
Tedesco, grande studioso ed esperto di antropologia ed occultismo. Appare come un uomo trasandato con abiti fuori moda e col viso sempre assorto e pensieroso. Il suo rifugio è in un'ala segreta della bibioteca degli Uffizi. Lì ha un vasto assortimento di libri dell'occulto proibiti, un piccolo caveau con oggetti esoterici di vario genere ed un Laboratorio magico costituito da un altare (appartenuto a Cagliostro). Il rifugio è nascosto dietro lo scaffale di un anonimo ufficio d'archivista. Klaus ha contatti e riceve sovvenzioni ed ausilio da qualcuno di importante all'interno della Santa Sede. Ha precise istruzioni di combattere il male e i mostri in modo discreto e riservato.

Jacob (Detto Iacopo) - Mostruoso - Stirpe Demone d'ombra - Età apparente indefinibile tra i 20 e i 30 anni ma non invecchia (Johnny Depp)
Jacob oggi ha l'aspetto di un ragazzaccio punk goth. Quando non è in missione sbarca il lunario lavorando in una bottega di tatuaggi e suonando in una band in giro per pub e centri sociali di Firenze. Jacob è frutto di un esperimento di qualche pazzo del Nazismo Esoterico. Sa che sua madre era una prigioniera umana e che è stata usata come cavia per un folle rituale. E' dotato di una forza spaventosa e dominio mentale. E la sua maledizione è Impulso puro: rabbia.
Nota di colore, pare che lui nei tatuaggi riesca a infondere qualche incantesimo.

Marisa Ribucci -  Umano -29 anni (Marisa Tomei)
studentessa di beni culturali ultra fuoricorso. Ha un viso che ispira fiducia e veste casual. Quando non è in missione fa da aiutante a Werner (che non sa usare i computer e internet) mentre di notte qualche turno come barista nei locali dove spesso suona Jacob. Possiede una vecchia cinquecento gialla scassata. A Firenze ha molti amici anche in giri non proprio legali ed è molto brava a socializzare e farsi benvolere.

Le storie in breve

Jacob e Klaus vent'anni prima erano in una società segreta. L'antico ordine dei guardiani dell'apocalisse un gruppo di esperti d'occultismo che voleva sradicare il male, ma con metodi decisamente brutali e discutibili. Entrambi hanno lasciato questo gruppo per divergenze. Jacob perché si sentiva usato come arma, mentre Klaus ha deciso di sabotarli, quando si è reso conto che con una loro azione avrebbero causato la morte di molti innocenti.

Anni dopo Jacob ha ritrovato Klaus e stava per assalirlo (in quanto pensava fosse ancora affiliato ai guardiani), ma Klaus l'ha bloccato con un incantesimo e l'ha convinto a diventare suo socio nella caccia ai mostri.

Marisa invece quando ancora frequentava assiduamente la biblioteca per studiare è inciampata nell'ufficio segreto di Werner, quindi quando lui le ha svelato l'esistenza dei mostri e lei si ha sentito di dover essere parte di questa cosa. Quindi ha iniziato a lavorare per lui e a cercare di imparare il più possibile dal vecchio.
La prima missione che le è stata affidata è stata procurarsi per conto di Klaus una particolare statuina in grado di rilevare presenza o influssi demoniaci.

Marisa ha accidentalmente salvato la vita a Jacob, investendo con l'auto un nemico appostato nell'ombra, mentre prendeva la mira contro il mezzo demone.

Inoltre Jacob ha un'ossessione romantica per Marisa, la quale prova qualcosa per lui. Ma c'è sostanzialmente una tensione tra di loro che non è mai sfociata in nulla ,se non vaghi momenti di imbarazzo. Il vecchio Klaus ha intuito che c'è dell'attrazione, ma osteggia in tutti i modi la cosa perché sa di cosa è capace Jacob.

QUI sto sviluppando il primo mistero

E presto vi racconterò come l'hanno affrontato i nostri cacciatori!
« Ultima modifica: 2015-09-14 11:40:52 da Saverio Porcari »

Giulia Cursi

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Nenhiril
    • Mostra profilo
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #1 il: 2015-09-14 08:31:29 »
Che gruppo carino! Hanno un potenziale di distruzione piuttosto alto e un livello ancora più alto di casini potenziali tra loro. XD

Marisa è una Mortale?
Account G+ - Account Facebook - Fanmail: 16 - Brava Utente™ - "Te lo fascilito io." cit.

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #2 il: 2015-09-14 08:47:06 »
Sì, umana :)
Mi sono scordato di scriverlo.

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #3 il: 2015-09-14 09:06:40 »
Adoro i gruppi fissi. Luoghi e persone ricorrenti sono una figata.
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #4 il: 2015-09-14 09:49:33 »
Mi piace il vostro setup. Le ambientazioni italiane in Monster of the Week mi mettono sempre un po’ in difficoltà come Custode, suppongo per il fatto che sono abituato a vedere le serie di cacciatori di mostri ambientate in altri contesti. Ma, ehi, anche io iniziai a giocare una campagna ambientata a Roma e nel resto d’Italia.

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #5 il: 2015-09-14 11:11:08 »
Data l'ambientazione e il periodo 2000 penso che ci metterò qualche cosa in stile Dan Brown XD

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #6 il: 2015-09-14 23:22:19 »
Dunque la giocata inizia in una soleggiata una mattina di Aprile. Come al solito Marisa porta i una pila di quotidiani del giorno a Klaus, che scrupolosamente va a leggere gli articoletti di cronaca in cerca di notizie curiose. Su una pagina de IL TIRRENO, trova la notizia di un macabro ritrovamento di ossa a Vicopisano (PI). Si tratta dei resti di un ragazzino scomparso una settimana prima, trovati in un campo di erbacce assieme alle ossa di tanti altri piccoli animali. Sembra che le ossa del giovane Antonello Fermin, siano gli unici resti umani.
Le ossa erano state sepolte frettolosamente e quando i carabinieri hanno setacciato la zona per cercare il bambino scomparso, hanno rinvenuto le spoglie del ragazzo. Il maresciallo Gianmario Puppi ha dichiarato che il corpo deve essere stato divorato da un animale ed al momento ogni possibilità che si stata opera di un pazzo omicida. Inoltre la presenza di altre ossa animali, conferma che si tratti di un predatore, probabilmente un lupo.

Ovviamente i nostri cacciatori sanno che l'ipotesi del lupo non sta in piedi, quindi decidono di partire subito con la 500 di Marisa e recarsi subito nel paesino.

La prima tappa è il bar principale del paese, il BAR STELLA, dove pranzano con dei panini ed iniziano a fare domande. L'ambiente è quello del classico bar di provincia, con una ciotola di arachidi stantii, i gagliardetti e le coppe della squadra locale, i vecchietti che giocano a carte ed il freezer con i gelati confezionati.

Parlando con il barista ottengono alcune informazioni aggiuntive.
Il papà del bambino lavora come magazziniere sottopagato in una ditta del luogo e sta fuori tutto il giorno. Per cui il ragazzo per aiutare ha iniziato a fare piccoli lavori di giardinaggio nelle ville dei signori, sulla collina. In particolare l'ultima persona che l'ha visto vivo è la signorina Abbondanza Ciaccio. La bici del ragazzo è stata infatti rinvenuta non lontano dalla casa della donna[/li][/list]

Seduto al bancone notano un signore molto alto con lunghi capelli unti e radi, gilet con le tasche e berretto con la visiera. E' chiaramente alticcio e quando i cacciatori iniziano a parlare delle ossa con il barista, sembra ansioso di dire la sua.
Si tratta di Ignazio Passero, disinfestatore di scarafaggi, piccioni e ratti. L'uomo dice che c'è in giro da un bel po' di tempo a questa parte un predatore ben più pericoloso di un comune lupo. Infatti sono spariti tutti i topi e i ratti dalla città e questo non ha certo fatto bene ai suoi affari. Ma a differenza di quanto si potrebbe pensare, non c'è nemmeno una grande popolazione di gatti. Anzi, nell'ultimo anno sembrano spariti tutti dalla circolazione. E.... negli ultimi mesi anche certi cani sono scomparsi dalle ville con giardino. Indica infatti la bacheca del bar con diversi volantini di animali domestici scomparsi. Ignazio insinua che ci sia una creatura aliena, ma che il governo stia insabbiando tutto. Ovviamente è ubriaco e farnetica, ma vuole rendersi utile e vuole essere ascoltato. I cacciatori si fanno accompagnare da lui al luogo del ritrovamento.

Il luogo del ritrovamento è un prato brullo, dietro alla collina delle ville. C'è un cantiere ormai abbandonato, doveva essere un campo sportivo o una struttura del genere, ma come sempre accade in italia ormai è solo un cumulo di macerie e materiali abbandonati da oltre dieci anni.
Ad una cinquantina di metri c'è del nastro giallo a segnalare il perimetro dello scavo, due carabinieri a fare la guardia e d un paio di uomini in camice che catalogano le ossa, scattano foto e prendono misure.

Il brigadiere Luigi Prospero intima ai cacciatori di fermarsi e chiede loro di qualificarsi. Marisa dice che sono dei giornalisti inviati per scrivere un resoconto più dettagliato rispetto a quello uscito sulle pagine de Il Tirreno. E chiede il permesso di avvicinarsi ai resti per fare qualche domanda. Ovviamente il Carabiniere chiede di vedere un documento che attesti quanto dichiarato, ma Marisa si mette a flirtare un po’ dicendo di aver dimenticato il suo tesserino di giornalista e se il loro fotografo (Jacob) ed il famoso professore criminologo (Klaus) non possono avvicinarsi e fare qualche domanda agli uomini della scientifica. Tira MANIPOLARE e fa un 9. Il carabiniere si fa un po’ incantare dai modi carini di Marisa, che intanto inizia ad intervistarlo ed accetta di dare il suo numero di telefono all’ufficiale, accettando il suo invito a bere un aperitivo con lui la sera stessa. Ovviamente la cosa fa ingelosire il Mostruoso Jacob.

Intanto Jacob e Klaus si avvicinano all’ossario. I due uomini in camice hanno già riposto in una cassa i resti del ragazzo per portarli in laboratorio e non sono affatto gentili coi cacciatori. Dunque Jacob utilizza il suo CONTROLLO MENTALE e fa un 10 ed impartisce al coroner i seguenti ordini
1) aprire la cassa e lasciarci esaminare i resti del ragazzo
2) tornare al laboratorio
3) mandare il rapporto all’indirizzo email di Jacob.

Klaus ha così modo in Investigare e tira 11. Cosa è successo qui?
Klaus capisce che questo è proprio un luogo dove la creatura ha buttato e sepolto molto frettolosamente i resti dei suoi pasti, non quello dove uccide o divora le vittime. Si tratta di un nascondoglio/discarica. Evidentemente non è stupido e vuole passare inosservato e probabilmente è molto abitudinario e segue un certo rituale quando uccide.
Che tipo di creatura è? Grazie alla statuetta e da un esame dei segni rimasti sulle ossa capisce che si tratta di una creatura demoniaca con grosse zanne e probabilmente una saliva acida in grado di sciogliere completamente la carne senza lasciarne nemmeno una minima parte sull’osso. Vede anche dei segni sul teschio che potrebbero corrispondere ad artigli.

Jacob fa una magia. Tira 10 traccia quindi un cerchio attorno all’ossario, come se fosse il grosso quadrante di una meridiana con delle rune arcaiche. Quindi si siede in meditazione per rivedere questo luogo col tempo a ritroso negli ultmi due giorni. Ad un tratto vede la scena di notte in cui il Gathacha compare, come se la sua pelle smettesse gradualmente di essere trasparente. Ha un’andatura dinoccolata con quattro gambe e quattro braccia. Rapidamente scava e butta le ossa del ragazzo quindi copre con la terra e si allontana verso le ville sulla collina. Quando si avvicina all’abitato torna ad essere trasparente.

fine sessione.
To be continued

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #7 il: 2015-09-15 10:17:43 »
Questo era il primo mistero che hai condotto da Custode. Hai trovato difficoltà in qualche punto particolare nella gestione della partita?

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #8 il: 2015-09-15 14:14:14 »
Sì è la prima oretta di gioco, perché dopo aver deciso setting e finito i personaggi e qualche domanda si erano fatte quasi le 23.
Non ho trovato particolari difficoltà, avevo preparato l'avventura abbastanza abbozzata con dei nomi americani, immaginandola ambientata nella classica cittadina di provincia, ma in poco tempo ho cambiato i nomi e ricolorato tutto all'italiana.

Ho avuto qualche solo piccolo dubbio di aver fatto le cose correttamente ed ora ve li espongo.

L'aggancio in fiction:
Ho detto che su un giornale locale (abbiamo deciso IL TIRRENO) c'era una notizia. Ho chiesto a Klaus "sei tu che controlli i giornali in cerca di cose sospetti e casi da investigare?" E lui ha detto che sì, passa ogni mattina quasi un paio d'ore a spulciare i giornali rigorosamente cartacei. E Marisa ha aggiunto che è lei in quanto aiutante a comprare ogni giorno questa grossa pila di cartaccia.
Quindi ci siamo figurati la scena.
Poi io ho declamato quello che poteva essere all'incirca la notizia, più o meno come l'avete vista riportata qui nell'AP ed ho aggiungo

Chiaramente quella che per una persona qualunque può essere la sola spiegazione plausibile, ovvero dei lupi... è chiaramente una cazzata. Dev'esserci sotto dell'altro...

L'ho fatto perché era la nostra prima giocata e i giocatori non hanno letto le regole, mi sembrava corretto fargli capire che questo era l'aggancio. Anche se mi ha fatto un effetto un po' strano perché di fatto li ho indirizzati.
A quel punto loro hanno un po' interpretato la scena di telefonare a Jacob (svegliandolo) dicendogli di tenere chiuso il negozio di tatuaggi che sarebbero passati a prenderlo sotto casa.
Dopo ho chiesto loro "Arrivate a Vicopisano verso mezzogiorno meno qualcosa, da dove volete partire, dove vorreste recarvi?"
Hanno deciso il Bar e da lì ho fatto il primo framing.

Volevo chiedervi se ho usato una procedura abbastanza standard, se anche voi fate così, se fate in altro modo e nel caso come :)
Mi sono chiesto anche se si giocano questi momenti di downtime, cioè quando i cacciatori non sono in missione, ma vivono la loro vita normale e se lo fate quanto tempo vi dedicate. Nel manuale non ho trovato indicazioni in tal senso e penso dipenda molto dai gusti dei giocatori. Questo era il primo mistero ed ho usato un aggancio canonico, magari più avanti con l'arco narrativo saranno direttamente i problemi ad andare a cercare i cacciatori.

Investigare

Mi sono trovato un po' dubbioso su questa mossa perché non è classicamente "se lo fai lo fai, per farlo fallo" ma è piuttosto
  • dichiari di volerla usare
  • tiri
  • scegli la/e domande/a
  • spiega cosa fai in fiction per giustificarle
Quindi quando ad esempio hanno fatto un po' di domande al bar, mi chiedevo se si attivasse. Io ho alla fine ho deciso di non far tirare e nemmeno manipolare. L'abbiamo giocata in scena e i personaggi rispondevano in modo logico secondo quanto stabilito nella preparazione.

Mentre dopo quando hanno visitato l'ossario ho detto a Klaus "penso che tu adesso stia indagando".
Anche qui vi chiedo se ho fatto bene o male e più in generale se avete dei criteri per capire in modo più netto quando attivarla.

Per adesso non ho altre domande e grazie!
« Ultima modifica: 2015-09-15 14:21:00 da Saverio Porcari »

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #9 il: 2015-09-17 10:43:08 »
È pratica comune, specie nel primo mistero, quando ancora non sai in che genere di mondo giocherete e quali cacciatori avrete davanti, ricolorare al volo le scelte stilistiche che hai fatto in precedenza come Custode. Specie i nomi, ma anche luoghi, comparse e persino alcuni aspetti del mostro o del conto alla rovescia.

- - -

Sull’aggancio, ti sei comportato bene. Monster of the Week è un gioco di caccia ai mostri in cui, idealmente, in ogni episodio/mistero compare un mostro diverso. In ogni mistero, la parte iniziale, l’aggancio appunto, ha sempre la stessa struttura e parte dal presupposto di base che i giocatori, e i loro cacciatori, vogliano investigare il cazzo di mistero.

Quindi, sì, anche a me all’inizio faceva strano e mi sembrava di indirizzarli, ma questo è lo scopo del gioco: non sei tu che fai railroading; stai semplicemente rispettando una procedura di gioco che il gioco prevede e che rispetta la premessa: i cacciatori vogliono investigare il mistero. Se i giocatori non volessero seguire gli agganci, fareste meglio a cambiare gioco.

Durante il primo mistero, ha particolarmente senso, come avete fatto voi, giocarsi le interazioni dei cacciatori nell’aggancio, purché duri al massimo una quindicina di minuti e non mezz’ora-quaranta minuti (è la differenza tra giocare una scena il giusto e sbrodolarla), perché vi aiuta a capire che genere di personaggi avete davanti e come interagiscono tra loro.

Nel 2012, parlando con Michael sul forum di Apocalypse World, emerse questa mia domanda:

Citazione
Citazione da: Daniele Di Rubbo
It’s not so clear to me if, during the Teaser scene (p. 127), does the Keeper set the scene and present the Hook, or does the Keeper ask the hunter where they want to start, set the scene according to that and then he presents the Hook?

Citazione da: Michael Sands
It can be either way. Whatever works best for the group.

Quindi, come Custode, hai diversi modi di gestire l’aggancio; uno è sicuramente più libero dell’altro. Scegli a seconda del tuo gusto o dei casi.

- - -

Per quanto riguarda il tempo libero dai misteri, dipende molto dallo stile della vostra campagna: se parla quasi esclusivamente di caccia ai mostri o se ha anche un buon focus sui drammi personali dei cacciatori. Una scelta o l’altra può cambiare anche di molto lo stile della campagna e dipende in gran parte dagli obiettivi e dalle aspettative dei giocatori.

Per quello che mi riguarda, di solito abbiamo sempre dedicato una certa importanza alle scene personali, oltre a quelle di caccia, e trovo che il gioco ne guadagni, generalmente parlando. Mi sono capitati gruppi, specie nelle demo, in cui questa non era una priorità dei giocatori, e questi momenti sono stati ridimensionati di conseguenza.

Chi meglio di te può sapere cos’è giusto per il tuo gruppo? Nel caso, fai delle prove o chiedi direttamente ai giocatori cosa gli interessi maggiormente.

- - -

Investigare un mistero, purtroppo, è una mossa un po’ del cavolo, perché tende a spezzare il flusso della regola di base del gioco se lo fai, lo fai, come hai anche evidenziato tu. Non è l’unica (per esempio, guarda come funziona usare la magia).

Quando la faccio tirare? Quando i personaggi stanno effettivamente cercando informazioni sul mistero. Nella tua situazione, se il personaggio al bar stava chiedendo informazioni per investigare sul mistero, allora sì, è un investigare un mistero e avete sbagliato a non tirarla: non avete rispettato il se lo fai, lo fai. Se, invece, il personaggio va al bar e fa domande per i cazzi suoi, che non c’entrano nulla con la risoluzione del mistero, sorpresa! Non sta investigando un mistero. E scusa se sono banale.

Quando si usa la mossa, a volte capita di avere i giocatori che pensano di avere i superpoteri dell’indagine e ti chiedono cose assurde da giustificare in fiction. Poi gli chiedi “Ok, come lo scopri?” (come è previsto dalla mossa) e si accorgono che la domanda che hanno fatto non ha alcun senso in fiction e sono costretti a cambiarla. Più spesso, per fortuna, capita che i giocatori non facciano domande che non hanno senso in fiction e la mossa funziona da sé, senza intoppi.

Ma se ci pensi, questo non è tanto un problema della mossa, quanto dei giocatori che non hanno capito l’importanza della fiction e del fictional positioning dei loro personaggi. Sarebbe come lamentarsi che proteggere non funziona come mossa perché non la puoi tirare se sei legato come un salame. Non c’è molta differenza nel pretendere che investigare un mistero funzioni nel dirti esattamente che tipo di creatura è quando quello che hai visto sono dei semplici segni di artigli.

In poche parole, anche tu, come Custode, devi sempre rispondere in un modo che abbia senso in fiction per quelle domande: se vedono dei segni di artigli e chiedono che tipo di creatura è, tu gli darai indizi che li faranno avvicinare a capire che creatura è in effetti. Difficilmente gli dirai “È un lupo mannaro”, perché con quegli artigli potrebbe essere anche un orso mannaro, un ghoul o dio sa solo cosa.

Quindi, se i tuoi personaggi vanno al bar del paese, investigano un mistero e chiedono “Cosa è successo qui?” la gente non gli risponderanno “Oh, guarda, è passato un lupo mannaro nelle ultime settimane che sta ammazzando la gente”; più probabilmente gli risponderanno che della gente è sparita e altra gente è stata trovata morta, come dilaniata da bestie feroci.

A questo punto, i personaggi non hanno alcun potenziale per sapere “Che tipo di creatura è?”. O, meglio, se i giocatori me lo chiedessero, io gli risponderei che da quello che dice la gente sembra una bestia feroce più grossa di un uomo. Ok, possono pensare a un lupo mannaro, ma magari non è un lupo mannaro. Dovranno investigare ulteriormente per saperlo.

Mi sembra di dire cose scontate, ma non si sa mai. Nel frattempo, spero di averti chiarito un po’ di idee.
« Ultima modifica: 2015-09-17 14:09:04 da Daniele Di Rubbo »

Giulia Cursi

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Nenhiril
    • Mostra profilo
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #10 il: 2015-09-17 10:55:16 »
Leggendo non ho individuato errori e Daniele ha anche risposto in maniera più che ampia ai tuoi dubbi. ^^
(Senza contare che di certo ha più esperienza di me col gioco.)

In generale mi piace un sacco questo mistero, e si vede che anche ai giocatori piace giocare in un setting molto vicino a casa e a quello che conoscono; non rende la storia meno misteriosa o pericolosa.
Di fatto io non penso mai alle leggende italiane perché le conosco poco, ma quelle poche che ho letto sono abbastanza strane.
Account G+ - Account Facebook - Fanmail: 16 - Brava Utente™ - "Te lo fascilito io." cit.

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #11 il: 2015-09-17 10:55:30 »
Grazie Daniele, hai confermato le mie impressioni sulla mossa Investigare.
Nel loro caso ero molto indeciso perché sì stavano facendo domande sul mistero (non certo sulla posizione del Pisa in classifica), però a loro interessava sapere dove si trovava il luogo dove erano state trovate le ossa e volevano farcisi accompagnare. Poi hanno chiesto altre cose di contorno ma nessuna che mi sembrasse rispondere alle domande. Forse l'unica era "cosa è successo qui?" alla quale avrei dovuto comunque rispondere con notizie vaghe e frammentarie (molto poco di più di quanto già non sapessero dall'articolo di giornale dell'hook).

La prossima volta provo ad essere più fiscale e appena somiglia ad un'investigazione faccio attivare la mossa.
Devo anche dire che in una situazione di quel tipo, i giocatori tendono a parlare un po' a turno. Gabriele fa una domanda, Francesco fa una domanda, Chiara ne fa un'altra. Perché entrano in una modalità "interpretazione" ed allora diventa complicato fermare il gioco e capire chi sta attivando la mossa.

Quello che parla per primo e un altro lo aiuta?

Purtroppo questa mossa trovo che funzioni meglio quando uno dice "voglio investigare facendo domande al barista e agli avventori del bar". Piuttosto che interpretando la scena.

Grazie Giulia! Devo dire che all'inizio ero un po' timoroso del setting italiano e invece si sta dimostrando molto promettente e divertente. Oltretutto mi permette di mettere personaggi da classica commedia italiana che fanno sorridere e creano un buon contrasto con le situazioni horror. Inoltre mi è venuta l'idea di fare prima o poi un mistero a Milano e far incontrare come bystanders noi giocatori nel 2000 ai tempi dell'università :D
« Ultima modifica: 2015-09-17 11:02:15 da Saverio Porcari »

Marco Andreetto

  • Membro
  • Mr Mac
    • Mostra profilo
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #12 il: 2015-09-17 11:05:35 »
Sottoscrivo Daniele!

Inoltre ultimamente si è parlato in alcune discussioni in inglese del fatto che si guardi al risultato della mossa per determinare se il PG la sta attivando.
Cioè per sapere le info che risultano da investigare il mistero passi da quella mossa.

Io andavo parecchio a sensazione. Se il PG mi sembrava che volesse investigare lo facevo tirare.
Ottimo il suggerimento di Daniele del chiedere alpg come cerca di scoprire gli indizi. Ti da molti suggerimenti su che indizi rivelare.

Per le scene personali ti posso dire quello che ho fatto io.
Cioè facevo scene personali quando a gusto mi sembrava potessero essere interessanti o quando c'è ne era bisogno. (Confronto tra PG)

Cmq mi sembra tu sia andato benissimo!
Il bar mi è piaciuto da morire. Mi sembrava uno dei bar della mia giovinezza! XD

Co-Creatore di Dilemma.  -  A gentile richiesta difficilmente dico di no.  -   You may say I'm a dreamer. But I'm not the only one. I hope someday you'll join us...

Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #13 il: 2015-09-17 11:15:03 »
Grazie Marco! Il bar del paesino di provincia italiano è un luogo mitico e senza tempo. Mi sono chiaramente ispirato al Bar Sport di Benni. :)

Comunque le cose dette da Daniele non sono affatto banali, anzi ne farò tesoro già dalla prossima sessione.

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:[Il mostro della settimana] Firenze y2k
« Risposta #14 il: 2015-09-17 12:15:09 »
Saverio, va più o meno così: i PG entrano al bar, vanno dal barista e cominciano a fargli domande. Io, Custode gli chiedo: “Ah, state investigando un mistero?”

I giocatori: “No no, gli stiamo solo facendo domande”.

Custode: “Va bene, allora andate pure avanti!”

I giocatori: “Che posizione ha il Pisa in classifica?”

Ok, non questo non è un investigare un mistero.

Oppure. I giocatori: “Abbiamo sentito che sono state trovate delle ossa. Che cosa curiosa! Non è che sapreste dirci dove sono state trovate?”

Custode: “Mi state prendendo in giro?!”

Questo è un investigare il mistero. Lo è perché:

Citazione da: “Il Mostro della Settimana”, p. 80
Tutto ciò che potrebbe darti informazioni su quanto sta accadendo è lecito in una mossa d’investigazione.

Mi spiego: il giocatore del personaggio che sta investigando tira la mossa. A quel punto, può fare domande dalla lista o anche altre domande. Se fa altre domande, semplicemente tu Custode rispondi a senso, seguendo i tuoi principi e la tua preprazione per raggiungere i tuoi obiettivi (questi sono termini di gioco, non parole usate in senso comune). A volte capita che un giocatore faccia una domanda diversa a cui semplicemente si può rispondere con una domanda della lista: “Abbiamo sentito che sono state trovate delle ossa. Che cosa curiosa! Non è che sapreste dirci dove sono state trovate?”

Custode: “Ah, mi state chiedendo dov’è andato il mostro. Perlomeno dov’è stato, ma direi di non sottilizzare”.

Sicuramente il mostro è stato dove sono state trovate le ossa. Insomma, come succede per i leggere una persona o una situazione in Apocalypse World, in Monster of the Week il Custode dovrebbe cercare di riportare le domande dei giocatori alle domande della lista e rispondere di conseguenza. Potresti addirittura farlo senza dirglielo, ma farlo rende più chiaro che il giocatore sta usando una delle sue domande “speciali” da mossa, alle quali tu Custode devi rispondere sinceramente (e che queste verranno scalate dal suo totale di una, in caso di 7-9, o due domande, in caso di 10+).

Se le domande che i giocatori fanno sono comunque pertinenti col mistero, ma non c’entrano nulla con le domande della lista, come ho già detto sopra, rispondi comunque seguendo i tuoi principi e la tua preparazione per raggiungere i tuoi obiettivi. Se il PNG è un tirapiedi, probabilmente mentirà per proteggere il mostro. A quel punto tu, come Custode, puoi (dovresti!) fare una mossa morbida e dire qualcosa del tipo: “Ma quello che sta dicendo è strano… forse non te la conta giusta” (offri un’opportunità, magari ad un prezzo).

Giocatore: “Mmm… ci voglio vedere chiaro. Cosa sta venendo nascosto qui?

Custode: “Be’, sta chiaramente mentendo. Non ne hai proprio alcun dubbio. Chissà come mai… Cosa fai?”

E così via.

Ricordati: solo perché si è attivata una mossa, la conversazione non cessa di esistere: in questo senso investigare un mistero funziona più come leggere una persona che come leggere una situazione di Apocalypse World: il gioco, la conversazione non si fermano, vanno avanti, e tu puoi fare domande nel mentre come ha senso per la fiction.

- - -

Poi succede che i personaggi entrino in scena, investighino e si parlino addosso. E tu, Custode, non sai cosa fare, non sai come gestire la situazione.

Ma è semplice: chi è il personaggio che ha preso l’iniziativa, che sta facendo domande, che è sotto spotlight? Quello sta facendo la mossa. Gli altri: lo stanno davvero aiutando? Se secondo te/voi sì, allora chiedigli come lo fanno. A volte sarà palese e non dovrai chiederglielo. Ricordati che, a volte, sommergere la gente di domande non aiuta a trovare delle risposte; in quel caso non stanno aiutando. Ricordati che in Monster of the Week non esiste la mossa per ostacolare, ma ostacolare in fiction qualcuno comporta comunque conseguenze in fiction: non gli darà un -2, ma magari il PNG sarà indispettito e questo influirà sulla qualità delle risposte.

Succede spesso che, quando più personaggi stanno investigando assieme, specie se si stanno  anche aiutando, siano diversi giocatori a fare diverse domande. Va benissimo: gestitela così! Magari da voi Gabriele fa la prima domanda e Chiara fa la seconda, ma la mossa era un unico investigare riuscito con 10+. Per eventuali domande successive a quelle “lecite”, rispondi sempre seguendo i tuoi principi, la tua preparazione e per raggiungere i tuoi obiettivi, ma non sei più tenuto a rispondere con onestà e completezza alle domande, secondo quello che ti richiede la mossa: rispondi come faresti a una normale domanda fatta a un PNG o a una domanda per chiarire la situazione. Fai le tue mosse morbide come di consueto (vedi l’esempio di sopra fatto col tirapiedi che mente).

Come vedi, non è vero: investigare non funziona solo se un giocatore dice “Voglio investigare!” È solo che devi tu, Custode, imparare a gestire investigare esattamente come una mossa come tutte le altre e a farla funzionare nella fiction quando, dove e come serve.

- - -

Inoltre ultimamente si è parlato in alcune discussioni in inglese del fatto che si guardi al risultato della mossa per determinare se il PG la sta attivando.
Cioè per sapere le info che risultano da investigare il mistero passi da quella mossa.

A me piace di più pensare che funzioni così: i personaggi investigano, e quindi si tira la mossa, e quindi i giocatori fanno domande da quella lista, oppure il Custode risponde alle altre eventuali domande secondo i suoi principi, secondo la sua preparazione e per raggiungere i suoi obiettivi.

I giocatori sono liberissimi di non fare tutte le domande da quella lista, o anche di non fare nessuna domanda da quella lista. Cazzi loro! La mossa si attiva lo stesso.

- - -

Ottimo il suggerimento di Daniele del chiedere al pg come cerca di scoprire gli indizi. Ti da molti suggerimenti su che indizi rivelare.

Non è un suggerimento mio. Lo dice il manuale:

Citazione da: “Il Mostro della Settimana”, p. 80
Il Custode potrebbe chiedere: “Come lo scopri?” Se non hai una buona risposta, scegli un’altra domande in sostituzione.

Citazione da: “Il Mostro della Settimana”, p. 142
Chiediti: “Potrebbe plausibilmente scoprire qualcosa di utile in questo modo?” Se la risposta è: “Sì”, digli di andare avanti. Se la risposta è: “No”, allora chiedi: “Come lo scopriresti?” Se ha una buona soluzione, fagli sapere la risposta. Se ancora non c’è modo per scoprirlo, puoi chiedergli di scegliere una domanda diversa al suo posto.
« Ultima modifica: 2015-09-17 12:17:56 da Daniele Di Rubbo »