Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Grazie per la conferma, allora.
2
 Dal kickstarter sono arrivate man mano diverse versioni, anche per fare un po' di controllo errori di stampa, ma l'ultima versione dovrebbe essere quella definitiva in vendita.
3
A me è arrivato da qualche tempo dal Kickstarter, ma vi assicuro che non mi è ancora riuscito di capire se è la versione definitiva o cosa.
4
Per chi fosse interessato, vi segnalo che il gdr di Ron Edwards è stato rilasciato su  DriveThruRPG:

https://www.drivethrurpg.com/product/310300/Champions-Now

Avevo seguito con curiosità la cosa, ma non avevo idea di quando sarebbe stato messo in vendita; visto che mi ci sono imbattuto per caso, ho pensato di semplificare il lavoro per gli altri.
5
Appena ho tempo, magari, riporto le mie risposte anche qui, ma intanto segnalo che se ne è parlato a lungo approfonditamenche anche su “La Locanda di Dungeon World”:

https://locanda.dungeonworld.it/t/il-silenzio-dei-minotauri-rompere-il-silenzio/304
6
Gioco Concreto / Re:CnV - Pareggio ai dadi
« Ultimo post da Spartaco il 2020-04-09 15:31:18 »
Ok, ci eravamo capiti in realtà. Beh quello dipende dal fatto che era il battesimo del fuoco, ci abbiamo messo tutta la prima città ad abituarci a far cadere l'occhio sui tratti (relazioni e proprietà sono più immediate) senza perderci pezzi.
Nel frattempo abbiamo finito la città ed è andata molto bene, a detta di tutti, anche grazie ai consigli ricevuti.
Grazie ancora!!!  :)
7
Gioco Concreto / [IL SILENZIO DEI MINOTAURI] Rompere il Silenzio
« Ultimo post da Digio il 2020-04-09 11:30:57 »
Buongiorno a tutti.
Con amici abbiamo iniziato a giocare al meraviglioso Il silenzio dei minotauri (the Clay that Woke).
Ci siamo visti anche parecchie puntate di Giù Lo Schermo e dopo due giocate ci abbiamo preso bene la mano.
Abbiamo però un grosso dubbio.
Avevo in testa che si dovesse segnare sulla scheda quando rompi il silenzio, perché se lo rifacevi per lo stesso motivo non perdevi più perdere il silenzio. Questo anche vedendo le puntate di Giù o schermo.
Però nel manuale di questa regole non vi è traccia. Dice che le devi segnare sulla scheda ma non che non perdi il silenzio se lo rifai.
Almeno in quello Italiano. E’ corretto?
Daniele mi ha già rasserenato, dicendomi che anche per Paul Czige era così la regola, ma vorrei però capire bene come si applica (Dani chiedo qui per non disturbarti sempre, ma davvero, il tuo contributo quì sarebbe importante).
Quindi ad esempio, se dico il nome di Liandra (nome di donna). Dora in avanti non perderò più il silenzio per pronunciare il suo nome?
Altra domanda,
come va scritta l’infrazione del sentiero del Silenzio: Va dettagliata nella singola azione? Va espressa l’emozione provata? Va scritta più generica?
Esempio. Muso-Gentile è un minotauro frustrato dalle ingiustizie continue del suo datore di lavoro ed è molto infelice.
Al mio pg sta a cuore quel Fratello e decide di aiutarlo a trovare un nuovo lavoro per renderlo più felice.
Perdo silenzio e metto: “Desidero trovare un nuovo lavoro a Muso-Gentile”
Tutto quello che farò quindi in futuro per trovare un nuovo lavoro a lui, non mi fa infrangere il silenzio?
In oltre, avrei  potuto scrivere un generico  “Desidero la felicità di Muso-Genitle”? è generico ma in realtà e la vera emozione che in quel momento il mio pg ha espresso.

Infine, se c’è una escalation per lo stessa infrazione ovvero, potenzialmente più pressante, importante, insistente della precedente  (e quindi potenzialmente un sentimento più forte) non si perde più il Silenzio?
Facciamo un altro esempio preso dalla seconda giocata di Giù lo schermo:
Il minotauro di Saverio ha perso il silenzio perché “sono preoccupato per Lynesha” (-1 Token silenzio Silenzio perché ha espresso le sue emozioni).
Poi magari lo  esprime davanti a lei dicendo che le vuole bene,(è sempre la stessa infrazione, ma in un frangente diverso);  Poi lo mostra platealmente davanti a un anfiteatro, poi agisce per proteggerla minacciando uno che la importuna per rovinarle il nome, poi la protegge da cani feroci che la vogliono aggredire, ecc….
Quindi la stessa infrazione, ma su scala maggiore. Tutto fatto con il token unico iniziale perché per il Desiderio di “Proteggere Lynesha”?

Faccio una premessa (si lo faccio alla fine perché rimane più in presso).
Il gioco spinge a perdere il silenzio e per noi giocatori non è quindi un male o una gara a non perdere il silenzio, anzi, Quando lo facciamo è perché ci teniamo a quella determinata azione e perché cerchiamo di cambiare le cose a Dègringolade.
Vogliamo solo capire bene la regole per applicarla al meglio.

(Spammerò anche su altri forum quindi scusate se vedete lo stesso post)
8
Da un po’ di tempo, ho un quadernino per gli appunti sul quale segno al volo le circostanze di vita e di lavoro che mi vengono in mente da usare nelle future partite de Il Silenzio dei minotauri. Una sola circostanzadi vita e di lavoro non è abbastanza per una preparazione completa (anche con due soli giocatori, bisogna comuque scriverne almeno due), ma è comunque qualcosa che mi sento di condividere con voi.

Questa l’ho scritta il 18 giugno 2019.

(Link alla versione sempre aggiornata su Google Drive.)

La parata della vergogna

L’anno scorso, l’esercito di Dégringolade di stanza nel distretto di Dora subì una dura disfatta e i pochi sopravvissuti furono costretti a rientrare nella città da sconfitti, con la coda tra le gambe. Il loro ex capitano, Susak, invece, si rifiutò di accettare l’insuccesso e rimase, da solo o quasi, a presidiare la caserma semidistrutta del distretto. Molti di quei militari superstiti, invece, hanno trovato lavoro e una vita apparentemente normale nei vari distretti di Dègringolade.

Uno di loro, Taras, un giorno, ricevette un sogno dalla Voce Rossa, ne parlò ai suoi compagni e, da allora, ogni anno, quando si riapre la stagione della Guerra Eterna, si ritrovano nel distretto di Iriry, sulle sponde del fiume Vauxgar, e lì tengono una parata goliardica: si vestono come versioni parodistiche e grottesche degli Esterni, dei soldati di Dégringolade, del nemico, dei capitani e dei generali, delle Voci e di molte altre stranezze che si incontrano nella giungla, e compiono queste danze apotropaiche spavalde ed esagerate. Ad esempio, quelli che si vestono da Esterni usano la loro stessa pittura per la pelle, subendone tutti gli effetti. Altri, invece, colorano i propri corpi con l’impasto di bacche rosse, della pianta di Azollae, e nere, della pianta di Laurellis, che causa irritazione cutanea e tumefazione temporanea, come a simulare l’orrore delle ferite ricevute in guerra.

La gente ne è indignata e si chiede la ragione di una tale parata, fuori dai costumi e dal buonsenso. Jadyra Empyreus è in testa a costoro e ha anche rimproverato mordacemente Taras e gli altri a riguardo: «Siete tornati da sconfitti dalla Guerra Eterna e vi abbiamo preso tra noi senza alcun biasimo e alcuna vergogna. Però, non temete: ci ricordiamo bene chi siete e cosa fate. Perché non ve ne state semplicemente buoni nelle vostre case, così da non ricordare a noi e a voi stessi la vostra vergogna?».

«Signora, perdonaci, ma molti che amavamo sono morti nella vostra Guerra Eterna. Molti di noi sono qui, tra voi; vi sembrano liberi, ma ancora tremano la notte per quello che hanno portato con sé dalla giungla. Noi facciamo la nostra parte per scacciare i demoni che ci portiamo da quella guerra, che per molti di noi ancora continua quotidianamente, e per celebrare la liberazione di noi stessi dalla schiavitù della follia dei generali della Guerra Eterna. Infatti, se voi aveste conosciuto queste cose come le abbiamo conosciute noi, sono sicuro che non ci rimproverereste, ma prendereste i costumi e fareste balli e smorfie con noi all’indirizzo della giungla e della Guerra Eterna».

Ma quelli che la pensano come Jadyra Empyreus sono la maggioranza. Non capiscono e, sempre di più, mal sopportano la parata di Taras e degli altri. È solo questione di tempo prima che si impongano per farli smettere.

Lavori dei minotauri
  • spia per conto di Jadyra Empyreus;
  • ex soldato del distretto di Dora, ora costruttore di canne per pescare nel Vauxgar.
9
Gioco Concreto / Re:CnV - Pareggio ai dadi
« Ultimo post da Moreno Roncucci il 2020-04-07 02:44:32 »
Citazione
Eh?!  ???

Prima di tutto, come ha fatto a fare un rilancio che non mettesse in gioco nessuno dei suoi tratti, relazioni od oggetti? Non ha tirato altri dadi?

Secondo...   perchè hai buttato via 2 dadi così?
Qui non ti seguo... o non abbiamo capito come funziona il gioco o non sono riuscito a spiegare la situazione: inizia il conflitto, tiriamo i dadi delle caratteristiche e chi è primo ne porta avanti due dicendo cosa fa, o no?

1) Inizia il conflitto (qualcuno dice NO!!!! alla dichiarazione d'intenti di qualcun altro)
2) I partecipanti al conflitto tirano SOLO i dadi delle caratteristiche (che dipendono dall'ambito iniziale del conflitto), delle relazioni che li stanno aiutando o che sono loro avversari o che sono posta in palio, e dell'influenza demoniaca. E BASTA.
3) Si determina l'ordine dei rilanci (in base ai dadi tirati e a considerazioni di fiction)
4) Quando il giocatore di turno (o il GM) dichiara il suo rilancio, può far entrare in campo anche:
- - dadi dei tratti, se li nomina nei rilancio
- - dadi delle relazioni, se le usa nel rilancio.
- - dadi degli oggetti, se li usa nel rilancio. (compresi anche oggetti improvvisati trovati sul posto)
- - dadi di altre caratteristiche se fa un escalation.
Quindi, per non tirare altri dadi oltre a quelli iniziali, il giocatore deve stare attento a non usare assolutamente uno dei suoi tratti, una delle sue relazioni, uno dei suoi oggetti, e non fare escalation. Insomma, deve farlo proprio apposta...
10
Gioco Concreto / Re:CnV - Pareggio ai dadi
« Ultimo post da Spartaco il 2020-04-05 11:29:23 »
Grazie mille ancora per l'aiuto.
Con "hanno preso l'iniziativa" intendo che loro si sono voluti opporre al rituale, per il personaggio della Stregona il fatto che i Cani siano arrivati e che possano eventualmente anche unirsi al rito è potenzialmente positivo, lei è fiera di quello che fa.
Sul discorso dei rilanci ignorabili, chiarissimo, dobbiamo starci più attenti, all'inizio non è facilissimo, la meccanica dei dadi "distrae" molto.
Citazione
Eh?!  ???

Prima di tutto, come ha fatto a fare un rilancio che non mettesse in gioco nessuno dei suoi tratti, relazioni od oggetti? Non ha tirato altri dadi?

Secondo...   perchè hai buttato via 2 dadi così?
Qui non ti seguo... o non abbiamo capito come funziona il gioco o non sono riuscito a spiegare la situazione: inizia il conflitto, tiriamo i dadi delle caratteristiche e chi è primo ne porta avanti due dicendo cosa fa, o no?
Citazione
Giusto, ma rispondere con 3 è un errore strategico.

"ritorcere il colpo" con un dado basso ti blocca QUEL  dado nel successivo rilancio o parata. Tu puoi anche usare un dado più grande per ritorcere il colpo (pagina 52, "Vedi mettendo avanti dadi sufficienti a pareggiare o superare l’attuale Rilancio."), e prepararti così ad un rilancio più forte.

(non conviene, in generale, tenersi da parte i dadi migliori, come GM. Tu VUOI conflitti corti, e a gioco lungo i Cani avranno sempre la meglio perché sono tre contro uno a prendere dadi. Colpisci subito finché sei in vantaggio]

Con il primo cane dovevi ritorcere con un dado più alto, almeno un 6 o più, forse (dipende dagli altri dadi che potevano utilizzare nei tratti o nelle escalation) anche con il 10.

Lui avrebbe perso i due 1, tu avresti conservato il tuo dado con il secondo.

Il secondo, o sacrificava i suoi dadi migliori, o subiva il colpo a sua volta (è in base alle sue possibilità di rilancio che devi scegliere il dado, se hai buone probabilità che non riesca ad ottenere un 5 o un 6 potevi rischiare il 10, altrimenti era meglio un dado più basso.). Se subiva il colpo a sua volta, ti tenevi ANCORA quel dado. Idem con il terzo.

Se proseguivano con quella strategia dei "dadi bassi" potevi non perdere nemmeno un dado e arrivare al tuo rilancio "con un bel dado in canna", a cui aggiungerne un'altro e spazzarli via.  (ricordati che fra i poteri demoniaci dello stregone c'è anche la possibilità di infliggere fallout da 8 con le parole)
Chiarissimo, infatti me ne ero già accorto.
Citazione
Se erano così erano ignorabili, e quindi non validi.
Ok!
Citazione
Sì, ma soprattutto devi tirare i dadi per la relazione con i demoni, per l'escalation, e magari per qualche tratto...
Assolutamente sì, chiedevo per il coltello per verificare che fosse corretto farlo.
Citazione
Non è un problema tuo.

Non sei la loro balia.
Non è un problema mio, è un problema nostro. Stiamo imparando insieme a giocare, chiaramente sono io che scrivo qui, ma quello che dite a me poi lo dico anche a loro.
Per capirsi, ho un Cane anche io, l'idea è di fare una città ogni tanto in cui io gioco come Cane e non come GM, il GM lo farà un altro giocatore in quella città, sempre se funzionerà. Al massimo andiamo avanti così e cestinerò quel Cane.
Per quanto riguarda il discorso del Cane che va a chiedere aiuto, chiarissimo, stavo solo verificando, ma avevo capito correttamente.
Come gruppo di amici abbiamo giocato abbastanza poco perchè ci sentiamo su internet ognuno da un capo all'altro d'Europa. Stiamo approfittando della quarantena per sentirci più spesso e il gioco è un bel modo per farlo.
Grazie ancora!  :)
Pagine: [1] 2 3 ... 10