Autore Topic: [DW - Actual Play] la mia prima cronaca  (Letto 2915 volte)

Hoghemaru

  • Membro
  • Fabio Notarfranco
    • Mostra profilo
    • Ethereal Well
Re:[DW - Actual Play] la mia prima cronaca
« Risposta #15 il: 2013-11-14 15:04:47 »
SECONDA SESSIONE!


purtroppo anche questa sessione è iniziata con un po' di ritardo (maledetti impegni... per la prossima sessione pensiamo di cenare direttamente insieme così da riuscire a iniziare prima la sessione :D )

per prima cosa ho puntualizzato un paio di aspetti che avevo tralasciato la scorsa sessione, ovvero le autorità narrative e il ruolo delle mie domande, incentivandoli a sfruttare al meglio le risposte che mi daranno

poi ho affrontato la questione background del barbaro: gli ho detto che per sfruttare al meglio la mossa è meglio che all'inizio si sappia il meno possibile sul suo background, io gli farò comunque delle domande sugli aspetti che mi ha già anticipato alla prima sessione e se lui vuole è libero di cambiarli rispetto a ciò che mi ha già detto.
la sua risposta è stata: "nessun problema" :)

l'ultima premessa è stata quella sui gregari (che non avevo spiegato la scorsa sessione): ho detto loro come funzionano e che vantaggi hanno (ad esempio per il fatto che non hanno un ladro nel gruppo).
mi hanno risposto che sono sprezzanti del pericolo e vanno a morire da soli (considerando l'eventualità di pentirsene in futuro) :D


inizia la sessione vera e propria, faccio la domanda al barbaro:
"mi hai detto che Artemide ti ha trovato svenuto e sanguinante nel bosco, che cosa ti era accaduto?"
"stavo sfuggendo dagli uomini che hanno ucciso mio padre. ero riuscito a seminarli e sono scappato fino a quando non ho retto più per le ferite riportate"
ottimo, 1 PE ben guadagnato :D

poi mi rendo conto del perché mi era stato consigliato di iniziare direttamente dentro il dungeon nel bel mezzo del combattimento:
all'inizio si impiega molto tempo per analizzare le tracce fuori da dungeon e cercare di capire se c'è qualcosa di sospetto, descrivo quello che vedono all'ingresso e Artemide fa un tiro su Discernere Realtà facendo un 10+, scoprendo che le rovine erano sepolte e i detriti all'esterno indicano degli scavi recenti, che pur essendo antiche le rovine sono incredibilmente ben costruite e ben conservate e che tutte le tracce che vede vanno verso l'interno delle rovine, ma nessuna in direzione contraria...

Vesta invoca la sua divinità per ricevere consiglio sul da farsi con il rituale "Guida", ottiene un 7-9 e decide per la revocazione dell'incantesimo.
purtroppo per lei la sua divinità ha come ambito "conoscenza e cose nascoste", quindi ovviamente le dice che è giusto entrare per scoprire cosa si nasconde all'interno :P

finalmente Nicotorinor sblocca la situazione:
"so che all'interno c'è un antico artefatto magico, voglio focalizzarmi per capire se oltre a quello ci sono altre entità magiche all'interno"
Individuazione del Magico: un bel 7-9!
sceglie di attirare attenzioni indesiderate o mettersi in difficoltà:
"per focalizzarti ti incammini verso l'ingresso delle rovine, percepisci che all'interno ci sono altre cose magiche che non riesci definire con precisione, quando varchi la soglia improvvisamente ti vedi arrivare addosso un ominide di bassa statura con artigli e denti affilati: vuole azzannarti, cosa fai?"
"cazzo, cerco di schivarlo scattando di lato"
"Sfidare il Pericolo su DES"
7-9
"mmm... ok, riesci a schivare l'attacco, ma nell'indietreggiare inciampi e cadi battendo la testa: sei momentaneamente stordito e inerme.
voi vedete Nicotorinor cadere a terra, un ominide gli è saltato addosso e pare abbia tutte le intenzioni di sbranarlo, che fate?"

da qui inizia un breve combattimento con l'ominide, che grazie a una serie di tiri non troppo fortunati riesce a sfuggire e a scomparire all'interno delle rovine, con estremo disappunto di Thranduil intenzionato a lavare l'onta a tutti i costi.

finalmente decidono di entrare dentro, subito dopo l'ingresso ci sono una ventina di scalini da scendere alla fine dei quali ci sono due torce spente, le accendono e illuminano il corridoio davanti a loro per 5/6 metri.
nel punto in cui la luce diventa penombra si intravedono due corpi di quelli che sembrano esploratori riversi a terra, apparentemente senza vita.
iniziano a farmi domande sui due corpi, ma dico loro che sono troppo lontani per poter capire qualcosa di più.
descrivo loro che per un attimo percepiscono una leggera distorsione visiva (effetto predator :D )

il barbaro prende l'iniziativa: "mi avvicino circospetto tenendo avanti la torcia e poggiando una spalla contro il muro per avere un lato coperto"
"ok, ma succede qualcosa di strano... appoggiandoti al muri ti aspetteresti di toccare una superficie fredda solida, ma invece senti qualcosa di morbido e caldo... il tempo di capire cosa ci sia di strano e ti ritrovi un'ominide che cerca di azzannarti il collo, cosa fai?"
"tento di schivarlo per poi colpirlo con la mia ascia! sfidare il pericolo si destrezza, giusto?"
"esatto"
fallimento
"segna un punto Esperienza (la sua sfiga gli permetterà di guadagnarne abbastanza durante la sessione :D ).
tenti di schivarlo, ma è troppo rapido... tira il danno"
solo due danni, di cui uno assorbito dall'armatura
"l'armatura devia in parte l'artigliata, ma comunque riesce a colpirti di striscio per poi sparire di nuovo

"adesso mi ha rotto le palle!" Thanduil decide di risolvere la questione con l'omide, usando "Cosa Stai Aspettando" lancia una provocazione, tirando un 10+... non riesco a trattenere un ghigno malefico...
"perfetto, hai decisamente attirato l'attenzione... peccato che l'ominide non fosse solo: improvvisamente ti si scagliano addosso 5 ominidi proveniente da tutte le direzioni, che fai?"

da qui inizia un combattimento dove ne succedono di tutti i colori, compreso Artemide che si trasforma in un orso bruno e Vesta che per aiutare Thranduil fallisce e lo colpisce con il martello (con tanto di incantesimo Arma Magica), al che il giocatore del barbaro decide di aggiungere un legame: "Vesta è imbranata come una foca, dovrò porre rimedio a tutto ciò!"

dopo la prima ondata concedo un attimo per tirare il fiato e analizzare i due corpi e trovando alcune pozioni di cura (alcuni erano abbastanza mal messi), ricordo loro che possono utilizzare "declamare conoscenze" per avere informazioni sui mostri e Nicotorinor ne approfitta, otteniene un 10+ e do delle informazioni utili, alla richiesta di come faccia a saperle mi ha risposto:
"non ho memoria del mio passato (il suo personaggio ha un'amnesia e non ricorda nulla di come abbia imparato la magia), ma ho come un flashback: ho già incontrato queste creature in passato... ricordo una scena di me con un guerriero all'interno di un sotterraneo mentre le affronto".
Vesta approfitta per farsi perdonare curando il barbaro "giuro che questa volta non l'ho fatto apposta!", Artemide si mette in difesa del gruppo in forma di orso sfruttando il suo olfatto e la percezione del movimento per avvertirli dell'imminente nuova ondata.

la sessione prosegue con un'altro combattimento, scene decisamente spettacolari e i giocatori abbastanza gasati per le descrizioni

arriva l'1:30 e decido che è il caso di interrompere... e faccio un errore madornale: DIMENTICO LA MOSSA DI FINE SESSIONE!
dovrò rimediare all'inizio della prossima sessione


CONCLUSIONI:
- i 7-9... i 7-9 mi mettono veramente in difficoltà, pensare ai successi parziali mi richiede ancora del tempo per decidere cosa fare, spezzando parecchio il ritmo della sessione

- derivato dal punto di prima, devo imparare ad essere più incalzante, però forse dipende dal fatto che sia io che i giocatori non abbiamo ancora confidenza col sistema e voglio fare in modo che i giocatori non si sentano spaesati all'inizio

- a volte ho difficoltà a stabilire quale sia la mossa più corretta da utilizzare, mi ci vuole ancora parecchia pratica

- devo fare più domande, ad esempio quando Vesta ha detto "giuro che questa volta non l'ho fatto apposta" riferendosi al fatto che aveva colpito Thranduil avrei dovuto fare qualche domanda in proposito...

- dopo un po' i giocatori hanno iniziato a sbizzarrirsi con le descrizioni e con le azioni combinate, inoltre ho lasciato varie possibilità per arginare il problema dell'invisibilità dei Vigilanti Arcani e i giocatori le hanno sfruttate praticamente tutte (il mago con individuazione del magico, la druida trasformandosi in orso sfruttando l'olfatto e la percezione del movimento, il barbaro creando una sorta di polvere di gesso da lanciargli addosso per renderli visibili o sfruttando il sangue dei nemici uccisi...) e la cosa mi è piaciuta un casino!



EDIT: aggiungo un paio di giocate che secondo me sono la dimostrazione dell'importanza della fiction in questo gioco (alla faccia dei suoi detrattori)

- Vesta incanta il suo martello con Arma Magica, tira 7-9 e sceglie di attirare attenzioni su di sé e due ominidi le saltano addosso:
"Artemide, vedi due ominidi addosso a Vesta, cosa fai?"
"mi lancio in suo soccorso colpendoli col mio shillelagh sulla testa!"
"perfetto, loro sono concentrati su Vesta e per il momento non ti vedono arrivare, tira direttamente il danno e vediamo se riesci ad abbatterli entrambi"
tira il danno, abbastanza per abbatterne uno, ma non entrambi
"sfondi il cranio del primo, ma adesso il secondo si rivolge verso di te: cosa fate?"

- Artemide termina la sua mutazione in orso nel bel mezzo del combattimento:
"hai percepito uno degli ominidi sul muro vicino a te, ma la tua trasformazione termina... cosa fai?"
"quando mi ritrasformo in umana emetto un bagliore, dal quale fuoriesco io in forma umana sferrando un colpo all'ominide temporaneamente accecato"
"fico! avendolo temporaneamente accecato col bagliore non può difendersi: infliggi danno!"
(ovviamente da adesso in poi sappiamo che al termine della sua mutazione emette un bagliore... elemento che saprò sfruttare in futuro! :D )
« Ultima modifica: 2013-11-16 14:07:45 da Hoghemaru »
sono un Suino Mannaro - "ci sono solo due persone di cui mi fido: una sono io, l'altra non sei tu!"

Hoghemaru

  • Membro
  • Fabio Notarfranco
    • Mostra profilo
    • Ethereal Well
Re:[DW - Actual Play] la mia prima cronaca
« Risposta #16 il: 2013-11-19 15:08:19 »
TERZA SESSIONE


per prima cosa, ho recuperato la mossa di fine sessione aggiornando i legami (mi piace parecchio quanto li stanno prendendo in considerazione anche durante il gioco) e assegnato due PE in base alle domande (scoperto cose nuove e affrontato nemici degni di nota)

poi faccio la domanda di rito al barbaro: "mi hai detto che sei stato inseguito e ridotto in fin di vita da quelli che hanno ucciso tuo padre... ma chi è stato ad ucciderlo?"
Thranduil: "sono stati gli uomini del suo secondo in comando"
io: "come si chiama?"
T: "Maendros... ma serbo il mio rancore anche verso il nostro re che non ha fatto nulla per impedire che accadesse"
qui ho preferito non approfondire ulteriormente, ma farò domande mirate nelle prossime sessioni, 1 PE

ritroviamo i nostri impavidi alle prese con l'ultima ondata di Vigilanti Arcane nel lungo corridoio: ne sono rimasti 6 e si stanno avvicinando

Artemide decide di trasformarsi in pipistrello per sfruttare il radar e percepire meglio gli infidi Vigilanti Arcani (idea geniale! :D ), però ha un dubbio...
Artemide: "però i pipistrelli sono piccoli, non li riuscirei ad attaccare bene..."
Vesta: "e allora trasformati in un pipistrello gigante!"
A: (rivolta a me) "esistono pipistrelli giganti nelle Grandi Foreste?"
io: "ah non lo so, ci vivi tu... esistono?"
A: "ah, lo decido io? allora si che esistono!"

si trasforma con bel 10+, le sue mosse sono "sfuggire volando" e "afferrare e sollevare i nemici"

il combattimento prosegue con belle descrizioni e noto con piacere che sia i giocatori che io abbiamo preso più dimestichezza con il sistema e le mosse: il ritmo è decisamente più alto della scorsa sessione (anche se non ancora altissimo)

ad un certo punto accade qualcosa di decisamente interessante...
Nicotorinor arriva ad avere pochi PF a causa del combattimento, al che il suo giocatore mi dice:
"mi sono rimasti pochi PF, è una condizione di stress e pericolo... vorrei far emergere la mia presenza malvagia... come possiamo fare?"
io la trovo una cosa decisamente figa, gli dico che il come e quando farla emergere è a discrezione sua e lui decide di legare la cosa alla sua condizione fisiche: più si avvicina alla morte, più rischia di non riuscire a controllarla.
ragioniamo un po' su come mettere in pratica questa manifestazione, quindi gli suggerisco che potrebbe essere qualcosa che lo spinge verso il presupposto del suo allineamento (usa la magia per provocare paura e terrore), quindi nel momento in cui lancia i suoi incantesimi assume un aspetto demoniaco e diventa a tutti gli effetti "terrificante"

l'idea piace e ne viene fuori una bella scena in cui Nicotorinor viene circondato da un'aura viola maligna che si plasma e prende la forma di un demone, afferra il primo vigilante che ha a portata di mano e lo brucia vivo (effetto scenico per il suo attacco corpo a corpo).

tutti sono terrorizzati: sia i suoi compagni che l'ultimo Vigilante rimasto.
dico che chiunque voglia agire dovrà fare uno sfidare il pericolo per resistere alla paura.
chiedo a Vesta se le è già capitato di vederlo in quello stato (i due si conoscono da più tempo) e mi risponde di si.
quindi le dico che sa a quali condizioni è legato quello stato (prossimità alla morte) e decide di curarlo con un suo incantesimo.
ottiene un 7-9, inizialmente le dico che l'unica opzione sensata è perdere l'incantesimo perché non ci sono più minacce (l'ultimo Vigilante è stato aperto in due da Thranduil), poi però il giocatore di Nicotorinor dice: "aspetta, perdere l'incantesimo di cura non è il caso... io sono influenzato dalla presenza maligna... in effetti potrei essere pericoloso!"
allora mi viene l'idea giusta: Vesta può scegliere di curarlo, ma per farlo deve toccarlo e prendersi i danni derivanti dalla sua aura demoniaca (il danno base del mago)
le sta bene, Vesta si lancia per salvare il suo amico sfidando la sua aura demoniaca: entra in contatto con lui curando 8PF (tiro decisamente fortunato :D ), ma la sua aura bruciante le infligge 4 danni e le ustiona il braccio (riflettendoci, forse ci sarebbe stata bene una debilità).
davvero una bella scena!

qui c'è un'altra bella idea: la giocatrice di Artemide mi dice di voler definire meglio il suo legame con Nicotorinor (gli spiriti mi hanno detto di un grande pericolo che perseguita Nicotorinor)
lei: "cosa mi hanno detto gli spiriti su questo pericolo?"
io: "bella domanda: cosa ti hanno detto?"
lei: "ah... mi hanno detto che in un epoca antica delle entità primordiali buone e malvagie si sono scontrate tra di loro, alla fine quelle malvagie sono state sconfitte e vincolate e condannate a reincarnarsi in esseri viventi... la sua presenza malvagia potrebbe essere legata a questo"
io: "fico!"
lui: "ah, grazie! :D "
(la cosa incredibilmente figa è che tutto ciò si ricollega maledettamente bene con quello che avevo preparato per il dungeon! :) )

ripulito il corridoio dai Vigilanti (in tutto ne hanno fatti fuori una ventina tra questa e la scorsa sessione) vedono i cadaveri evaporare senza lasciare traccia.
in fondo al corridoio vedono un portone in legno incredibilmente robusto con delle rune in nanico antico incise sullo stipite.
Nicotorinor declama conoscenze e traduce la scritta: un avvertimento affinché il male non ritorni e la storia non si ripeta.
io: "come fai a conoscere il nanico anctico?"
lui: "è una conoscenza istintiva che viene dalla mia presenza maligna: mi permette di conoscere tutte le lingue antiche"

non percependo trappole, decidono di aprire il portone e varcare la soglia: si trovano all'interno di una grande stanza di forma vagamente triangolare (la porta che hanno varcato si trova in uno dei vertici) con una porta in ogni lato.
sulle pareti della stanza trovano degli affreschi incredibilmente lavorati raffiguranti scene apocalittiche di distruzioni e devastazioni, con un declamare conoscenze capiscono che gli affreschi sono di chiara fattura elfica (cosa molto strana da trovare in una costruzione nanica) e rappresentano un evento risalente a secoli prima: un'entità maligna che ha rischiato di distruggere il mondo.
"come fate a conoscere questa storia?"
"è una leggenda che si tramanda da molto tempo", mi rispondono

dal momento che questa stanza sembra tranquilla, decidono di accamparsi e riprendere fiato.
Vesta chiede Assistenza Divina per capire dove potrà trovare la sua vittoria personale e il successo della sua missione (a tal proposito mi servirebbe qualche consiglio per gestire questa mossa): le dico che la sua vittoria personale si nasconde dietro ogni porta, mentre il successo della sua missione si trova dietro la porta di fronte a loro.

Thranduil decide di sfruttare il suo legame con Vesta (Vesta è imbranata come una foca, dovrò porre rimedio) e decide di allenarla un po' (così quando farà un successo eclatante potrà dire che è merito dei suoi allenamenti), Nicotorinor osserva il braccio ustionato di Vesta e si sente in colpa, mentre Artemide cerca di osservare meglio la natura della catastrofe descritta dagli affreschi.
le dico che l'entità viene rappresentata in maniera molto astratta, ma una cosa che nota è che in tutti gli affreschi la natura viene rappresentata come se fosse senza vita, prosciugata (le dico che riesce a notare quei dettagli per via della sua affinità con la natura)

decidiamo di interrompere qui la sessione: facciamo quindi i passaggi di livello e la mossa di fine sessione (stavolta me ne sono ricordato ^_^" )



CONCLUSIONI
- il ritmo è decisamente migliorato e inizio a trovarmi a mio agio con i successi parziali, anche se devo prendere un po' più di dimestichezza con le mosse del GM
- i giocatori stanno facendo un uso dei legami che trovo veramente bello: li seguono durante il gioco e li fanno evolvere in conseguenza a ciò che accade loro per rispecchiare le dinamiche del gruppo... bellissimo!
- molto bello il fatto che gli spunti che stanno tirando fuori loro vadano nella stessa direzione delle idee che erano venute a me (e di cui non ho ancora accennato loro)
- senza un pericolo incombente i giocatori tendono ad adagiarsi e ad essere troppo prudenti
- il dungeon si sta rivelando più impegnativo di quanto pensassi, credo che dovrò decisamente ritoccarlo o rischiamo di passarci troppe sessioni prima di partire con la storia vera e propria
sono un Suino Mannaro - "ci sono solo due persone di cui mi fido: una sono io, l'altra non sei tu!"

Tags: Dungeon World