Autore Topic: [Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...  (Letto 2607 volte)

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
[Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...
« il: 2013-06-02 16:36:51 »
Ed eccoci qua.
Il pdf di questo post è scaricabile qui. Di sicuro la formattazione è migliore.
Il solito avvertimento ai miei giocatori: non è che non voglio che leggiate questa preparazione. Non c’è niente che non vi sbatterò in faccia alla prima sessione. Dipende da quello che volete fare voi: qui di seguito è elencata una serie di bangs. Di solito è preferibile affrontare i bang “di pancia”, senza pensarci troppo, cosa che non succederà se li leggete ora e giochiamo giovedì. È più divertente.
 Sta a voi decidere come preferite giocare.

Voglio provare a fare quello che ho fatto per i Fronti di Dungeon World (http://www.gentechegioca.it/smf/index.php?topic=9212.0) anche per Sagas of the Icelanders.
Mi sono rasato la testa, ho messo su i Dire Straits e parto, alle 18.08
Per Sagas ho qualche esperienza in più. Ho già facilitato un paio di sessioni, e per una ho anche creato dei Fronti, non è quindi il primo esperimento, anche se sono tutt’altro che esperto.
So già che sarà un procedimento più “prescrittivo” di altri giochi dell’apocalisse. Non mi limiterò a registrare quanto accaduto, ma caratterizzerò i PNG e gli darò motivazioni concrete. Fin’ora sono idee piuttosto vaghe nella mia testa, la preparazione gli darà direzione e potenza.
Ripenso a quanto è successo in sessione. Me la sono volutamente presa con calma. Rispetto all’azione-azione-azione che ho avuto nelle altre esperienze questa è stata più contenuta. Ho fatto apposta: stavolta ho tempo, questa sessione mi serve per conoscere i PG.
 
 

Yngwild Grimdottir è il personaggio di Claudia. È una Donna, è giovane, ed è sposata a Vedbjorn, un godi particolarmente devoto ad Odino e decisamente, decisamente ricco, come emergerà dal gioco.  Le prime scene la coinvolgono, mi interessa andare ad analizzare già da subito il rapporto tra Yngwild e il marito. È una Donna, so già che sarà il fulcro del gioco. Mentre Yngwild fa il pane insieme a Ragild, la figlia di primo letto di Vedbjorn, la vediamo formale e distaccata. È rispettosa del marito, ma nel loro rapporto c’è poco calore. Lui le offre un nuovo schiavo per aiutarla, ma rende chiaro che sarà il premio per un figlio. Mentre gioco la scena sento il gelo scendere nella ricca casa di Vedbjorn: questo è un rapporto di affari, non un matrimonio.
Ragild, al contrario del padre, sembra una ragazza timida e insicura. Quando Vedbjorn annuncia che fra qualche giorno giungerà alla fattoria un  Godi suo rivale per riappacificare i rapporti Ragild insiste per aiutare Yngwild a preparare l’accoglienza.
La scena non mi dispiace, ha il sapore giusto. Preparare un banchetto può sembrare poca cosa, ma per una società come quella islandese stiamo parlando di un’enorme occasione sociale, è dove conto di far brillare il libretto della Donna. Vedremo cosa succederà quando Harek Freygodi arriverà alla fattoria di Vedbjorn Odinngodi.
Paolo gioca Haldiss Egildottir, una Shield Maiden, bella, arrogante, spudorata. È alla fattoria di Vedbjorn per accompagnare suo fratello Steinarr, guerriero del godi. Lei è la sorella maggiore, Vedbjorn ha bisogno di lei per controllare il nervoso fratello. Lei la metto subito sotto i riflettori. Mentre gioca a dadi si accorge che Thorfinn, un huskarl di Vedbjorn, bara. Succedono gran casini, lei ci prova a ragionare, da femmina, ma non gli va così bene, viene riempita di botte, ma alla fine è Thorfinn ad andarsene con un pugnale nel polpaccio. Si intravede anche un rapporto con uno schiavo, un gigante muto. Haldiss non è così stronza.
Il fratello Steinarr Egilsonn è tutto un altro discorso. È un Huscarl giocato da Lavinia, è soprannominato “l’Arrogante” ed è la classica testa calda, sbruffone, vichingo, che non si preoccupa troppo quando vede la sorella sanguinante.
 Ed è l’amante di Yngwild.


 Questo è troppo interessante per non andare subito a colpirlo, e in breve creo una scena tra loro due. Scopriamo cose nuove sul rapporto e Yngwild… bè, Yngwild ottiene un 10+ sulla Mossa “Quando giaci con un uomo per concepire un figlio…”
 Un nuovo thrall in arrivo! Vedbjorn sarà così contento!

Bene.
È ora di mettere un po’ d’ordine.
Durante la partita ho creato due documenti:
L’Albero Genealogico



Una mappa concettuale (poco chiara, me ne rendo conto. A parte la matita sui quadretti le mappe concettuali hanno senso solo per chi le fa)

Queste sono le mie prime mappe per navigare nel gioco. Prendo il foglio dell’MC e lo guardo, spostando, modificando e pensando.
Ogni PNG comparso va sotto l’influenza di un Dio, e questo lo caratterizza.
Alcune cose mi sono chiare dalla fiction creata. Vedbjorn, per esempio, lo piazzo immediatamente sotto Thor, ma con un occhio a Freya: il suo orgoglio, la sua lussuria e generosità saranno davvero dannosi per la società e i PG.
Altre cose le definisco ora. C’è questo personaggio solo nominato nelle Relazioni di Ynwild, Ari Vedbjornsonn, il fratello di Ragild, che è segretamente uno stregone. Non sappiamo nulla di lui. Lo piazzo sotto l’influenza di Hel, perché ora che ci penso lo visualizzo come un tipo viscido, vigliacco, capace solo di sparlare e avvelenare le acque.  Allo stesso modo Ragild. Chi è? Che tipo di persona è? La piazzo sotto Odino, arbitrariamente. Sarà compito suo scoprire segreti, sovvertire i ruoli sessuali e mostrare ambizione.
Procedo allo stesso modo finché non ho elencato tutti i PNG emersi dal gioco o dalle Relazioni.
Ci penso su. Questi sono appunti, sono fluidi. Cambieranno.
Per la mia limitata esperienza Sagas funziona a “cerchi concentrici”, secondo il modello delle saghe. Gli scazzi personali dei PG risalgono lungo la scala sociale, diventano problemi dell’household, vengono passati ai godi, vanno in assemblea, all’althing, e, risalendo lungo i rami della parentela, dell’onore e del dovere problemi personali diventano problemi che minacciano l’intera società, finché qualcuno non dice: “BASTA!” e riesce a fermare la spirale.
Ho bisogno quindi di agganci che leghino i PG alla società in quanto tale, e per farlo devo seguire gli interessi espressi dai giocatori.
Elenco, innanzitutto, i PNG con cui  i PG hanno legami:
·         Ari Vedbjornsonn (Yngwild)
·         Hrolf Grimsonn (Yngwild)
·         Vedbjorn (Steinarr)
·         Egil (Steinarr)
·         Raghild (Haliss)
·         Ulf (Haliss)
Questi PNG saranno presenti. Non saranno necessariamente parte di una Minaccia, ma compariranno, sono quelli in cui i giocatori hanno investito.
C’è una grossa concentrazione di personaggi interessanti sotto Loki. Credo di aver trovato il mio primo Fronte.
Sono personalmente interessato a Odino, e lui sarà il mio secondo Fronte. Retroattivamente prendo Vedbjorn e lo piazzo sotto Odino. Il suo carattere non cambia, ma decido di guardarlo sotto una luce diversa. Non è più importante che sia orgoglioso e distruttivo, punto piuttosto i riflettori sulla sua scaltrezza e la sua volontà di andare oltre per ottenere i suoi scopi. Non significa che Vedbjorn non è più orgoglioso e distruttivo, solo che non esprimerà direttamente questi temi.
Non sono ancora del tutto soddisfatto, ho ancora un prurito. Abbiamo un bambino in arrivo, una casata ricca, tante cose che potrebbero andare a male. Apro Hel come mio terzo Fronte, e sposto Harek decisamente sotto il suo influsso, oltre ad Ari.
Ho UN SACCO di PNG che possono diventare potenziali minacce, e la maggior parte di questi sono interessanti per i PG, e tutti portano sfide tematiche che interessano a loro o a me: Odino scopre cose nascoste, come il rapporto clandestino tra la Donna e l’Huscarl, sovverte i ruoli di genere, e questo va a colpire direttamente il tema della Shield Maiden. Hel mi permetterà di far marcire, di attaccare la ricchezza in cui ora la fattoria naviga, di far sentire il gelo dell’Islanda, mentre Loki è perfetto per escalare conflitti personali e farli diventare conflitti sociali, almeno in una situazione in cui tanti possono essere gelosi di tanti (Steinarr di Vedbjiorn, e viceversa, Thorfinn di Haldiss, Ari e Raghild del figlio di Yngwild.
Mi piace.

Mi dispiace un po’ non avere dei luoghi da piazzare, mi piace giocare con i landvaettir e il sublime paesaggio islandese. Con un impulso improvviso, di cui probabilmente mi pentirò, piazzo “il tempio di Vedbjorn” sotto l’influsso di Hel. La prima cosa che ho pensato è che qualcun altro potrebbe volere un posto così. L’abbiamo visto in sessione, ed è un brutto posto, cupo, pieno di roba impiccata. Però è potente, sia perché è una fonte di guadagno, sia perché il Signore delle Forche lo sorveglia da vicino.

Ecco il mio foglio completo, almeno fino al prossimo ripensamento.

« Ultima modifica: 2013-06-03 20:26:07 da Ezio »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Re:[Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...
« Risposta #1 il: 2013-06-02 16:37:06 »
Guardo i miei Fronti e le persone che vi sono legate. Ne devo estrarre due o tre da ognuno per essere Minacce. Magari ne sceglierò un po’ meno: il mio foglio non è COSI’ ricco, essendomi concentrato molto sui PG e le loro relazioni, in questa sessione., e aver scelto tre Fronti li ha un po’ dispersi.

Questa scelta è solo mia, è il mio momento di dire: “Che cosa mi interessa? Chi voglio giocare?”

Rhagild è la mia prima scelta. Interessantissimo. Seguono Ulf Occhio Solo, Thorfinn, Ari Vedbjornsonn e Harek Freygodi.
Per ora non mi interessa davvero “aprire” Vedbjorn. Mi sta nascendo una mezza idea, una rivalità tra Godi da sfruttare, magari alimentata dall’incapacità di Vedbjorn di mettere incinta Yngwild. In futuro chissà, ma per ora lui rimane fuori, così come Hrolf e Egill. Non so ancora nulla di loro, li ho vagamente caratterizzati assegnandoli ad un Fronte, ma voglio aspettare di scoprirli un po’ meglio prima di “sporcarli” con le mie manazze piene di marmellata.

Aggiungo il Tempio. Non so bene cosa farci, ma aumenta la varietà.

Il prossimo passo è semplice, devo elencare le Minacce prescelte e assegnargli una delle cinque categorie. Un’ulteriore caratterizzazione, in pratica.
·         Rhagild Vedbjorndottir: Neighbours&Families
·         Ulf Occhio Solo: Outlaws&Outcast.
Ulf è un vecchio guerriero che non si è mai sistemato in una fattoria. È al limite del vagabondaggio, cosa molto pericolosa per la società islandese. In questo momento decido come voglio caratterizzare Ulf, come voglio usarlo. Steinarr lo idolatra, Haldiss non si fida di lui. Lo farò diventare un duellante: per sistemarsi sfrutterà il sistema, sfiderà qualcuno di debole a duello per un torto immaginario e vincendo si approprierà delle sue terre. Magari le venderà, magari no. Il tema di Loki è espresso a pieno. Mi piace
·         Thorfinn&Ketill:Neighbours&Families.
Mi faccio un appunto mentale: probabilmente ci sono un paio di altri guerrieri, sono una piccola banda. Non sono Fuorilegge&Fuoricasta perché, anche se stronzi e violenti, sono perfettamente inseriti nella società.
·         Ari Vedbjornsonn: Powerful Men&Women
Probabilmente amministra parte della tenuta per conto del padre. Ehi! Magari è responsabile per i pascoli alti (Lavinina ha detto che hanno delle pecore), ecco perché non l’abbiamo visto.

·         Harek Freygodi: Powerful Men&Women
·         Il tempio di Odino: Fates&Spirits
Quello che davvero mi interessa è il suo aspetto “spirituale”.

Bene, è tempo di tirare le fila dei singoli Fronti, con countdowns, mosse e stakes.

Partiamo dall’alto, con Odino.

Odino presiede Raghild, e mi interessa soprattutto per il suo scoprire i segreti. Ho questa idea di Raghild che scopre i due amanti che mi frulla in testa da questa mattina.
Epperò in questo momento riguardo il mio foglio di lavoro e mi accordo che c’è qualcosa di più interessante. Far scoprire la tresca è interessante, ma forse posso farlo fare ad altri. SOVVERTIRE I RUOLI DI GENERE.
Istinto: e che succedesse se Raghild fosse invaghita, attratta, affascinata, o qualcosa di simile, della matrigna? Non la voglio rendere omosessuale, non sto pensando ad un’attrazione sessuale, quanto qualcosa di emotivo ed emotivo. Ecco la timidezza e la voglia di starle vicino che assumono nuove tinte. Mi immagino questa ragazza che vive con un padre che la considera poco (non so perché ma credo che Vedbjorn preferisca di gran lunga Ari), che chissà perché ha preso la matrigna ad esempio. Magari SA della tresca, e la vede come la ribellione al padre che non è mai riuscita a fare.
Ci sono, so cosa vuole Raghild, e scrivo un countdown.
1° settimana: Raghild chiede a Haldiss di insegnarle ad usare le armi
3° settimana: Raghild si presenta, travestita da uomo, e si offre a Yngwild come huscarl personale (una cosa totalmente fuori dal mondo. Odino veglia su di lei)
4° settimana: accusa il padre di essere ergi e chiede di far annullare il matrimonio
5° settimana: sfida il padre a duello per definire la verità delle proprie accuse.

Woah, Odino veglia su di te, ragazza. Proprio quello di Wagner, quello che litiga con Frigga sul “già visto, già fatto”. Raghild è davvero giù di testa: mi piace un sacco! Non avevo idea di quello che nascondeva, fino a questo esatto momento.
Mi piace come la creazione dei fronti sta guidando e nutrendo la mia creatività.

Mi è venuta in mente una mossa personalizzata. È talmente scontata che potrei anche non scriverla, ma preferisco formalizzarla.
Quando Raghild rivela la sua vera identità, tutti i maschi che sono stati sconfitti da lei vedono il proprio onore messo in dubbio

Vediamo di formalizzare anche gli stakes. Anche qui la prima scelta è ovvia: Raghild sconfiggerà il padre (o il suo campione)?
Ho sempre inteso mettere questo stake. Non voglio essere io a decidere il fato di Raghild, per questo non l’ho inserito nel countdown. Sarà il gioco a decidere se vivrà o morirà. Mi rendo conto ora che probabilmente sarà Steinarr a combattere in holmganga per Vedbjorn. Risata malvagia.
Scrivo qualche altro stake:
·         Raghild sconfiggerà il padre (o il suo campione)?
·         Raghild si rivelerà a Yngwild?
·         Come verrà trattato Vedbjorn, per questo scandalo?

E Odino è finito. Loki (dato che quei due sono un unico dio mi farebbe brutto separarli…)
Loki patrocina la gelosia, il risentimento e l’inganno. Vuole che le fondamenta della società vengano scosse e distrutte. Le sue Minacce sono Thorfinn e la sua banda e Ulf Occhio Solo, il duellante.
Voglio creare un countdown per il risentimento di Thorfinn. Credo che questo bruci in fretta.
1° giorno: Thorfinn sparge la voce e raccoglie gli uomini
2° giorno: Pestano lo schiavo irlandese, perché testimone della loro umiliazione
3° giorno: Spargono voci umilianti su Haldiss
4° giorno: Altri huscarl della casa di Vedbjorn si uniscono a loro
5° giorno: Affrontano Haldiss in gruppo, prendendola di sorpresa, magari mentre è in sauna

Inizialmente penso sia un po’ troppo veloce, ma poi mi rendo conto di chi stiamo parlando. Guerrieri semi-professionisti, vichinghi rimasti a terra solo perché Vedbjorn ha bisogno di qualcuno per sorvegliare i campi. Gente del genere non la manda a dire, e mi piace come questo countdown renda il carattere fulmineo e feroce della violenza norrena.
Potrei inserire un altro countdown per Ulf e i suoi progetti, e ho anche in mente i primi passaggi, ma per ora ci ripenso. Preferisco non vincolarmi ancora su questo aspetto, e tenermi Ulf come asso nella manica.
Ho però una mossa, per Ulf, anzi due:
Quando alzi la voce e dici cose sensate alla presenza di Ulf prendi un bond su di lui: a Ulf piacciono le donne che sanno farsi valere

Quando subisci grave danno per colpa di Ulf prendi -1 al tiro. Ulf è un veterano,  sa spacciare il nemico, e lo sa fare velocemente e senza pietà

Vediamo gli Stakes:
·         - Ulf pagherà per le sue malefatte?
·         - Ulf si stabilirà da qualche parte?
·         - Haldiss ucciderà Thorfinn?
Rimane solo Hel, patrona di malattie, avidità e Fati Oscuri, nonché di Ari Vedbjornsonn, Harek Freygodi e del tempio di Odino (detta così sembra strano… Hel, patrona del tempio di Odino…)
Oggi pomeriggio ho avuto un’ispirazione molto forte sulle motivazioni e obiettivi di Harek, che si è solo rafforzata scrivendo di Reghild e della sua ribellione verso il padre.

Harek non vuole fare la pace, vuole quello che è di Vedbjorn, vuole umiliare il rivale. Arriverà, cercherà di portarsi a letto Yngwild, anche col ricatto, minacciando di diffondere voci sull’impotenza del marito, in modo da indebolirne la reputazione a allontanare da lui i suoi thingmenn (nessuno vuole un godi debole o, peggio, disonorato), da qui partirà un attacco in piena regola alla tenuta e al suo status sociale, che potrebbe finire alle armi o, peggio, in tribunale. Ci sono un sacco di cose che possono colpire indifferentemente tutti i PG: sesso, offese, fatti d’arme, violazione delle regole dell’ospitalità…

Questo è proprio il genere di escalation dei conflitti che fin’ora ho visto funzionare, e mi pare una buona idea. Oggi pomeriggio mi pareva una figata, ma è stata abbastanza ridimensionatada tutte le altre belle cose che ho scritto fin’ora e che ho focalizzato meglio creando i Fronti. La mantengo comunque: è bella!
Qui serve sicuramente un countdown. Lo vorrei dilatato nel tempo, in modo che questo conflitto riveli l’ampia scala degli eventi del gioco, decido quindi di porlo in stagioni.
Autunno: Harek attenta subdolamente alla reputazione di Vedbjorn: prova a portarsi a letto la moglie, lo insulta con arguzia, lo sfida in mille piccoli modi
Inverno: Diversi thingmenn non pagano il godordr ad Vedbjorn, preferendogli Harek
Primavera: Harek manda Ulf come agente provocatore tra i thingmenn rimasti a Vedbjorn
Estate: Harek porta Ulf in tribunale, con varie accuse: essere effeminato, aver favorito la corruzione (Haldiss), e qualunque cosa sia riuscito a imbastire nel frattempo

Ho trovato un posto per Ulf. Vedremo cosa succederà, forse le cose cambieranno, in così tanto tempo. Mi faccio un appunto mentale: Harek è “tra Hel e Loki”, devo ricordarmi di giocarlo tenendo presente la diffusione del suo “cancro” e la sua fame di potere piuttosto che la sua astuzia e la sua volontà di scuotere la base di potere di Vedbjorn.
Questo countdown mi sa che diventerà un vero e proprio arco narrativo, che potrebbe anche arrivare ad abbracciare diverse “generazioni” di personaggi. Staremo a vedere.
Odino è un dio oscuro, fatto di contraddizioni e assetato di sangue. Si nutre dei cadaveri dopo le battaglie, dei corpi gettati nelle torbiere e il suo cavallo è la forca dell’impiccato.
Intrecciamo questo tema con la “fame” di Hel e tutto ciò diventa abbastanza terrificante.
Provo a dare corpo alla Minaccia “Il tempio di Odino” creando un countdown. Potrebbe essere interessante, perché Vedbjorn è diventato molto centrale (c’era da aspettarselo, è relazionato a tutti i PG) e il tempio è la sua base di potere. Cosa succedesse se i PG distruggessero questa particolare Minaccia?
Agosto: le risse aumentano, nella tenuta
Settembre: molti ricevono sogni di sangue e morte
Ottobre: un huskarl uccide uno schiavo per futili motivi
Novembre: Vengono trovati degli uomini impiccati nei pressi del tempio
Dicembre: Vedbjorn chiama per un blòt umano il giorno del solstizio
Gennaio: la tenuta è ammantata di un manto di cupa violenza, è un posto pericoloso e oscuro

Cupo, oscuro, decadente. E mi piace come Hel sta accogliendo e definendo gli altri Fronti. Ora so da che parte sta Ulf, e mi spiego il comportamento di Thorgill: è sotto l’influsso del tempio. E i sacrifici umani? Altro materiale per gli intrighi di Harek, probabilmente.
Stavolta cambio e scrivo subito gli Stakes, perché sono molto chiari:
·         Il tempio verrà distrutto?
·         Vedbjorn sarà costretto a vendere il godar?
Solo due. Potranno aumentare, ma per ora sono le cose veramente importanti, e 8 stakes sembrano abbastanza.
Rifletto sulle mosse personalizzate. Di sicuro voglio qualcosa che dia un po’ di “morso” al tempio, e forse qual cosina per caratterizzare Harek.
Parto dal tempio.
Quando tenti il Fato all’interno del tempio ottieni -1 al tiro. L’occhio di Odino è su di te.
Ovviamente fare qualunque cosa contro il tempo significa tentare il Fato. Ovviamente…
Un’altra: Se fai un sacrificio di sangue ottieni un Bond verso gli dei, se il sacrificio è umano, ottienine due.
Ari è poco definito. Potrò usare attraverso di lui le mosse di Hel e degli uomini potenti, ma è ancora poco. È un personaggio importante, una Relazione, mi ci dovrò concentrare.

Diciamo che voglio usare una Mossa. Questo Fronte ha già due countdown, e non ho una gran voglia di aggiungerne un altro. Non è ancora il momento di scrivere uno stake su di lui, non lo conosco ancora abbastanza per farmi delle domande concrete su di lui.

Ma che Mossa potrebbe caratterizzare Ari? Penso a quello che so su di lui: pratica il seidr, è figlio di un ricco godi, probabilmente gestisce parte della proprietà. È sotto il patrocinio tematico di Hel.
Rileggo un paio di volte e mi accorgo che c’è un dettaglio molto facile da inserire per iniziare una prima caratterizzazione.
Solo gli uomini possono provare ad usare la mossa per sedurre un uomo (when you entice a man).
Ari è omosessuale, e attivamente, sessualmente attratto da altri uomini. Questo dettaglio è terribilmente appropriato e deriva direttamente dalle idee dei giocatori, interfacciate con il setting: praticare il seidr rende gli uomini argr, effemminati, omosessuali, non-uomini. Essere ergi significa perdere l’onore, e perdere l’onore significa essere fuori dalla società.
Un tema importante, che sarà interessante esaminare.
Aggiungo uno stake, a questo punto:
·         L’omosessualità di Ari verrà rivelata?
La posizione sociale di Yngwild, ora come ora, dipende da quella di Vedbjorn, e la posizione di Vedbjorn è quantomai instabile. Haldiss e Steinar non sono così direttamente dipendenti, ma l’attuale situazione ha grandi potenzialità di coinvolgerli nello tsunami di cacca in arrivo.
Mi faccio alcuni appunti mentali: devo arricchire l’albero genealogico, è uno strumento fondamentale e, davvero, devo tenere sotto gli occhi l’elenco dei PNG con cui i PG hanno relazioni e introdurli, vederli, conoscerli.
« Ultima modifica: 2013-06-02 16:40:54 da Ezio »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Re:[Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...
« Risposta #2 il: 2013-06-02 16:37:12 »
Riassumo i Fronti e ho finito:
ODINO
display great ambition, subvert gender roles, uncover secrets and hidden things

MOSSE PERSONLIZZATE:
Quando Raghild rivela la sua vera identità, tutti i maschi che sono stati sconfitti da lei vedono il proprio onore messo in dubbio
COUNTDWON:
1° settimana: Raghild chiede a Haldiss di insegnarle ad usare le armi
3° settimana: Raghild si presenta, travestita da uomo, e si offre a Yngwild come huscarl personale (una cosa totalmente fuori dal mondo. Odino veglia su di lei)
4° settimana: accusa il padre di essere ergi e chiede di far annullare il matrimonio
5° settimana: sfida il padre a duello per definire la verità delle proprie accuse.

MINACCE
Raghild Vedbjorndottir -
Neighbours&Families, figlia quindicenne o sedicenne di Vedbjorn, è affascinata da Yngwild, ed è intenzionata a “mostrarsi forte per lei”

STAKES
·         Raghild sconfiggerà il padre (o il suo campione)?
·         Raghild si rivelerà a Yngwild?
·         Come verrà trattato Vedbjorn, per questo scandalo?

LOKI
display jealousy and resentment; act with cowardice and deceit; shake the foundations

MINACCE
Ulf Occhio Solo –
Outlaws&Outcasts, un guerriero veterano, maestro, mentore e figura ammirata da Steinarr. Ha sempre rifiutato di accasarsi, ma ora sta facendo piani per la vecchiaia…

Thorfinn e la sua banda Neighbours&Families, un huscarl di vedbjorn, massiccio, con i denti sfasciati da un colpo di mazza. È il leader di una banda di 4, 5 persone, tra cui Elkinn. Un vero bullo.
MOSSE PERSONALIZZATE
Quando alzi la voce e dici cose sensate alla presenza di Ulf prendi un bond su di lui: a Ulf piacciono le donne che sanno farsi valere

Quando subisci grave danno per colpa di Ulf prendi -1 al tiro. Ulf è un veterano,  sa spacciare il nemico, e lo sa fare velocemente e senza pietà

COUNTDOWN
1° giorno: Thorfinn sparge la voce e raccoglie gli uomini
2° giorno: Pestano lo schiavo irlandese, perché testimone della loro umiliazione
3° giorno: Spargono voci umilianti su Haldiss
4° giorno: Altri huscarl della casa di Vedbjorn si uniscono a loro
5° giorno: Affrontano Haldiss in gruppo, prendendola di sorpresa, magari mentre è in sauna

STAKES
·         Ulf pagherà per le sue malefatte?
·         Ulf si stabilirà da qualche parte?
·         Haldiss ucciderà Thorfinn?

HEL
display greed and hunger; spread disease and decay; present a bleak fate

MINACCE
Ari Vedbjornsonn
Powerful Men and Women, il figlio di Vedbjorn, sui vent’anni, segretamente uno stregone omosessuale.

Il Tempio di Odino- Fates&Sprits, una spaccatura tra le rocce in cui il sole si vede appena, con un altare arrossato e i sacrifici appesi alle forche attorno.
MOSSE PERSONALIZZATE
Quando tenti il Fato all’interno del tempio ottieni -1 al tiro. L’occhio di Odino è su di te.
Se fai un sacrificio di sangue ottieni un Bond verso gli dei, se il sacrificio è umano, ottienine due.
Solo gli uomini possono provare ad usare la mossa per sedurre un uomo (when you entice a man).
COUNTDOWNS
Autunno: Harek attenta subdolamente alla reputazione di Vedbjorn: prova a portarsi a letto la moglie, lo insulta con arguzia, lo sfida in mille piccoli modi
Inverno: Diversi thingmenn non pagano il godordr ad Vedbjorn, preferendogli Harek
Primavera: Harek manda Ulf come agente provocatore tra i thingmenn rimasti a Vedbjorn
Estate: Harek porta Ulf in tribunale, con varie accuse: essere effeminato, aver favorito la corruzione (Haldiss), e qualunque cosa sia riuscito a imbastire nel frattempo

Agosto: le risse aumentano, nella tenuta
Settembre: molti ricevono sogni di sangue e morte
Ottobre: un huskarl uccide uno schiavo per futili motivi
Novembre: Vengono trovati degli uomini impiccati nei pressi del tempio
Dicembre: Vedbjorn chiama per un blòt umano il giorno del solstizio
Gennaio: la tenuta è ammantata di un manto di cupa violenza, è un posto pericoloso e oscuro

Ed ecco fatto.
Mi rendo conto che questa preparazione è più prescrittiva rispetto ad altri giochi dell’Apocalisse, che ho “inventato più cose”. I giocatori mi hanno dato dei PNG appena abbozzati su cui lavorare e io, attraverso questa preparazione, ho elaborato e definito, basandomi sulle loro indicazioni e sul gioco, quello che avevo. È in questa fase che definisco davvero i PNG, gli do un senso e uno scopo nella narrazione.
Questa preparazione è di fatto una serie di bangs che sparerò ai miei giocatori in rapida successione, probabilmente emergerà TUTTO nella prossima sessione. L’albero genealogico può sembrare semplice e ridotto (e per certi versi lo è), ma guardarlo e riflettervi mi ha consentito di generare una serie di fronti interconnessi uno con l’altro, una situazione complessa ma resa gestibile attraverso questa tecnica.
Nel momento stesso in cui tirerò fuori una delle mie Minacce la sua presenza riverbererà attraverso i rami sociali e familiari rappresentati dall’albero genealogico, e mi consentirà di tirare fuori dal cappello anche le altre, che dalla prima conseguiranno e saranno supportate.
Ciò mi intriga molto.
« Ultima modifica: 2013-06-02 16:41:44 da Ezio »
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:[Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...
« Risposta #3 il: 2013-06-02 21:20:52 »
Citazione
Mentre gioca a dadi si accorge che Thorfinn, un huskarl di Vedbjorn.


Qui credo manchi un pezzo.
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
R: [Sagas of the Icelanders] Creiamo i Fronti...
« Risposta #4 il: 2013-06-03 09:14:48 »
Sì, correggo appena posso.

Thorfinn barava.
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.