Autore Topic: GirlXBoy: rotto?  (Letto 7876 volte)

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
GirlXBoy: rotto?
« il: 2012-11-19 11:04:42 »
Iniziamo a parlare di GirlXBoy, un gioco che ho provato ieri a Rovereto ed ho trovato maledettamente e deliziosamente agrodolce.

Semplice, veloce, coinvolgente, è il gioco che voglio giocare introducendo elementi Jeepform, e parla di una ragazza giapponese delle superiori che vuole innamorarsi. I suoi tre spasimanti la portano fuori e le fanno fare cose uno alla volta, mentre gli altri creeranno "opposizione".
Alla fine Momoko si dichiarerà al suo amato.
È shojosissimo!
Abbiamo anche avuto quei momenti di silenzio che un autore shojo ci avrebbe riempito pagine e pagine di silenzi, occhi brillanti e primi piani arrossosi.


Io me lo sono goduto tantissimo, e così i miei compagni di gioco (io ero Risa, la Capoclasse, Lavinia Ichigo, quello duro. Serenello Takemichi, quello brillante e la Manu Momoko), però Claudia, in una precedente chiaccherata mi aveva borbottato alcuni suoi dubbi su questo gioco, che non ho sinceramente capito.
Nel senso che proprio non gli ho capiti sotto il borbottio, sono un po' sordo.


Claudia, ora che l'ho giocato e mi è piaciuto: parliamone ^^
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #1 il: 2012-11-19 11:15:27 »
Premetto che ho giocato un tot di tempo fa, credo fosse la Gnoccocon precedente quest'ultima e ho ricordi un po' vaghi della partita.


Per quello che mi ricordo sono sempre in scena Momoko e uno spasimante che fanno un appuntamento e gli altri giocatori creano l'opposizione per loro. Quello che non mi era piaciuto era che in gioco avevo visto l'opposizione a volte tradursi in scene assurde o che puntavano a umiliare/imbarazzare lo spasimante in scena in modi che tracimavano nella ownership del personaggio o non erano particolarmente interessanti come situazioni, rompevano solo le palle.


Chi mi conosce sa che non mi dispiace affatto condividere la ownership di un mio PG, ma mi aspetto che chi lo fa ci metta un po' di garbo. Ma invece mi pare che qui il sistema ti incoraggi a fare fallire a prescindere gli altri spasimanti, senza darti motivo di "essere loro fan" mentre gli fai opposizione.


Ma magari abbiamo giocato male noi e in realtà il gioco ha dei metodi per prevenire queste derive, Ezio, vuoi elaborare sull'argomento? (se la mia spiegazione confusa si è capita, ovviamente ^^)
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Fabio Succi Cimentini

  • Membro
  • l'ovino che non ti aspetti.
    • Mostra profilo
    • Orgoglio Nerd
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #2 il: 2012-11-19 11:31:55 »

Per come l'ho vista io, l'essere breve e minimale è un po' la croce e delizia di GxB: nel senso che, nella sua semplicità d'uso, dà la struttura per portare avanti la storia ma pochi strumenti per non sbroccare e cose del genere. Insomma, niente reti di sicurezza.
Per me l'unica rete di sicurezza vera e propria è la premessa iniziale: non state giocando per vincere ma per raccontare una storia divertente. Insomma chiede, in ogni attività, agli altri due di agire tifando (secondo me) per Momoko e lo spasimante, per mettere la prima davanti ad una scelta importante per la sua ricerca d'amore, non per mettere l'altro nei casini. Se fai framing per incastrare l'altro stai barando al gioco.
(In fondo è lo stesso gioco in cui ognuno potrebbe benissimo barare sul numero di cuori ricevuti; c'è comunque un certo investimento di fiducia fra i giocatori.)

Comunque stavo scrivendo un AP piuttosto massiccio e sicuramente questo problema ci entrerà.
« Ultima modifica: 2012-11-19 11:33:35 da Fabio Succi Cimentini »
nel dungeon nessuno può sentirti belare  |  emo gamer, sense of wonder gamer, pucci-un-cazzo gamer, vive la varieté.

Lavinia

  • Visitatore
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #3 il: 2012-11-19 11:54:46 »
Concordo pienamente sull'assenza di reti di sicurezza.

Per la questione "giochi per divertirti" ammetto che a me piace mettere in difficoltà gli altri pretendenti, ma cerco di trovare qualcosa di interessante in modo che la reazione del pretendente all'ostacolo ci dica qualcosa di lui, in modo che Momoko e i giocatori possano conoscerlo meglio ^_^

Esempio: Momoko va a casa di Takemichi per studiare assieme. Abbiamo inserito un fratellino più piccolo che ovviamente si è sentito un po' ignorato. Si è lamentato col fratello perché "quando ti chiedo aiuto io coi compiti non sei così paziente", e questo personalmente è un ostacolo (perché Takemichi rischia di fare brutta figura) ma anche interessante: noi giocatori sappiamo che è interessato a Momoko, ma il commento del fratellino magari le farà intuire qualcosa in fiction e il modo in cui reagirà ci dirà di sicuro qualcosa su di lui :)

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #4 il: 2012-11-19 13:20:10 »
Per quello che mi ricordo sono sempre in scena Momoko e uno spasimante che fanno un appuntamento e gli altri giocatori creano l'opposizione per loro. Quello che non mi era piaciuto era che in gioco avevo visto l'opposizione a volte tradursi in scene assurde o che puntavano a umiliare/imbarazzare lo spasimante in scena in modi che tracimavano nella ownership del personaggio o non erano particolarmente interessanti come situazioni, rompevano solo le palle.

Ah, penso di intuire il problema. Il gioco non ha particolari reti di sicurezza perché è molto minimal come approccio, ma non è questo lo stile di gioco che incoraggia con gli esempi. E' invece lo stile con cui lo gioca Ben Lehman, che l'ha fatto conoscere a me e ad altri, quindi è possibile che qualcosa, specialmente un anno fa, fosse rimasto appiccicato. :)

Suppongo che, per ovviare, si potrebbe redigere qualche consiglio di buon shojo-comportamento per giocatori.
« Ultima modifica: 2012-11-19 21:16:07 da Mr. Mario »
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Fabio Succi Cimentini

  • Membro
  • l'ovino che non ti aspetti.
    • Mostra profilo
    • Orgoglio Nerd
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #5 il: 2012-11-19 13:50:24 »
[size=78%]ma senza poter fare il tifo che gusto c'è?[/size]


E' esattamente quello che dico io  ;D Giocare per te stesso quando fai il personaggio e giocare tifando per gli altri (il che non impedisce di metterli in difficoltà) quando controlli il mondo esterno.
nel dungeon nessuno può sentirti belare  |  emo gamer, sense of wonder gamer, pucci-un-cazzo gamer, vive la varieté.

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #6 il: 2012-11-19 15:59:23 »
Per quello che mi ricordo sono sempre in scena Momoko e uno spasimante che fanno un appuntamento e gli altri giocatori creano l'opposizione per loro. Quello che non mi era piaciuto era che in gioco avevo visto l'opposizione a volte tradursi in scene assurde o che puntavano a umiliare/imbarazzare lo spasimante in scena in modi che tracimavano nella ownership del personaggio o non erano particolarmente interessanti come situazioni, rompevano solo le palle.

Ah, penso di intuire il problema. Il gioco non ha particolari reti di sicurezza perché è molto minimal come approccio, ma non è questo lo stile di gioco che incoraggia con gli esempi. E' invece lo stile con cui lo gioca Ben Lehman, che l'ha fatto conoscere a me e ad altri, quindi è possibile che qualcosa, specialmente un anno fa, fosse rimasto appiccicato. :)

Suppongo che, per ovviare, si potrebbe redarre qualche consiglio di buon shojo-comportamento per giocatori.

si, ma sono anche sicuro che con solo giocatori amanti degli shojo il problema non dovrebbe porsi... le scene "sceme" nascono dall'imbarazzo per l'argomento. l'imbarazzo non lo superi con le regole.

Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #7 il: 2012-11-19 19:13:45 »
Questo gioco è un capolavoro!!
lo porterò sicuramente alle 'con in coppia fratellino BxB non appena mi sarò procurata il secondo.

In pochissime scene crea storie carine e pucciose piene di contrasti interessanti.
Insomma, davvero un bel gioco che merita un hype appropriato!

Per me è stato assoluto amore!!!
<3

Ora voglio provarlo di nuovo con il gruppo (Ezio, Lavi e Paolo) e poi con altri!

Mario, tu sei in testa alla mia classifica.
E pure Giulia Cursi.
Co-Creatrice di DILEMMA. Amante del GWEP. Non mettetemi in difficoltà con ambientazioni storiche. Il mio amore per Kagematsu/KaGaymatsu tocca le stelle.

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #8 il: 2012-11-19 19:32:43 »
Per me Niccolò ha ragione: se hai letto un po' di shojo manga sai già tutti i tropes del genere, non dovrebbe essere difficile.
E ha ragione, di conseguenza, Ezio quando dice al fumettaro di mandargli alle demo le ragazzine che leggono shojo, non chi compra i manuali per uccidere coboldi.


P.S. per Mario: "redigere". ^^;
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #9 il: 2012-11-19 21:17:55 »
P.S. per Mario: "redigere". ^^;

Non ho idea di cosa tu stia parlando. ;)

Mario, tu sei in testa alla mia classifica.

<3

Io BxB ce l'ho e non l'ho ancora giocato! Salvami! :)
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #10 il: 2012-11-19 22:00:45 »
Rieccomi finalmente.


Sostanzialmente concordo con quanto detto e mi immaginavo che fosse qualcosa di simile ^^


In pratica: il gioco ti dice nelle prime pagine che con questo ci giochi una storia shoujo, con tutti gli stilemi e i canoni del caso.


Mi è subito balenato agli occhi come, in effetti, un comportamento realmente competitivo possa rompere il gioco in un attimo. Mi basterebbe mettere, appunto, Momoko davanti a scelte assurde: "Gli mostri le tette facendo la linguaccia/rimani in silenzio fissandolo" e il gioco sarebbe fatto, ma giocarlo così non è divertente.

Credo che il prerequisito base per giocarlo sia, banalmente, volerlo fare. Voler cioè, aderire ai vari canoni e stilemi shoujo. Non c'è bisogno di tanto,  io per esempio sono tutt'altro che un cultore del genere (anche se durante un Bacchanalia mi hanno suggerito di darmi alle fanfiction yaoi...) ma sapendo a cosa andavo incontro mi è bastato pensare a romanticume un po' formale ed è venuto un bijou.


In questo senso il ruolo degli altri due Pretendenti durante gli appuntamenti non è propriamente quello di opposizione, nel senso che il loro compito non è quello di bloccare l'appuntamento, ma di stimolare Momoko e il terzo pretendente creando situazioni interessanti entro i canoni del genere.
Ovvero, in un certo senso, essere fan dei PG :-P
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #11 il: 2012-11-19 23:42:39 »
Citazione
io per esempio sono tutt'altro che un cultore del genere


che è una cosa incredibilmente simile a dire il new wave non è il tuo genere (ma con la scusante che non ti professi esperto di fumetti giapponesi perchè hai letto tutti i cloni di dragonball... :D)

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #12 il: 2012-11-19 23:55:18 »
Ok, mettiamola giù diversa: non sono un amante del fumetto giapponese in generale e non credo di aver mai letto uno shoujo in vita mia, ma ne conosco abbastanza per "osmosi culturale".


E perché da bambino guardavo Candy Candy.

Meglio? :-P
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #13 il: 2012-11-20 00:21:10 »
voglio dire, ti rendi conto che ci sono shojo che possono piacerti, giusto?

Marco Andreetto

  • Membro
  • Mr Mac
    • Mostra profilo
Re:GirlXBoy: rotto?
« Risposta #14 il: 2012-11-20 00:31:22 »

Per me l'unica rete di sicurezza vera e propria è la premessa iniziale: non state giocando per vincere ma per raccontare una storia divertente. Insomma chiede, in ogni attività, agli altri due di agire tifando (secondo me) per Momoko e lo spasimante, per mettere la prima davanti ad una scelta importante per la sua ricerca d'amore, non per mettere l'altro nei casini. Se fai framing per incastrare l'altro stai barando al gioco.

Sono d'accordissimo col punto citato da Fabio: non per vincere, ma per giocare una storia divertente e affascinante aggiungerei io. ;)

Non penso che mi piacerebbe giocare con qualcuno che non ha a cuore la storia che stiamo giocando.
Giocherei con altre persone, sorry.
Co-Creatore di Dilemma.  -  A gentile richiesta difficilmente dico di no.  -   You may say I'm a dreamer. But I'm not the only one. I hope someday you'll join us...

Tags: