Autore Topic: Billy North - Standford Street  (Letto 2865 volte)

Lepre

  • Membro
  • Paolo Prandi
    • Mostra profilo
Billy North - Standford Street
« il: 2012-07-15 19:13:36 »
I due coni di luce gialla inghiottono la nebbia, mentre procedi lungo Sandford Street. Il vecchio asfalto steso più di venti anni fa, mette a dura prova le sospensioni del “tuo” pickup. Più procedi lungo la strada, sfrecciando accanto alle acque torbide del lago Toluca, più il terreno si fa irregolare, con vecchie radici annerite che spaccano la crosta grigia d’asfalto,  tendendosi ritorte verso di te. La loro immobilità sembra solo apparente: mentre scorri loro accanto a gran velocità, con la coda dell’occhio ti sembra di vederle muoversi. Giureresti persino di aver sentito dei sordi schiocchi legnosi.
Ti distrai per un attimo, distogliendo lo sguardo dal parabrezza nel momento in cui il tuo blocco da disegno rischia di scivolare giù dal sedile del passeggero. Lo afferri d’istinto, e nello stesso istante in cui distendi il braccio, la macchina arresta bruscamente la sua corsa. Il cofano si accartoccia, e il parabrezza ti esplode in faccia.
Non sei ferito - la morte ti ha già dimostrato di avere un’avversione per te -, ma un minuto più tardi, quando inizi a riprenderti, arrampicandoti oltre l’air-bag, vedi il muso accartocciato del pickup dondolare pericolosamente su un precipizio.
Questa visione dissipa tutto lo stordimento, e ora che sai nuovamente cosa è sopra e cosa è sotto, capisci di essere salvo per miracolo, in bilico decisamente precario sul vuoto.
In un punto della voragine, dove le pareti frastagliate si avvicinano maggiormente, lampeggia scarlatto e arancio l’insegna malconcia di un bowling. Le lampadine si accendono in alternanza, ritmiche, formando delle lingue di fuoco che serpeggiano verso dei birilli appena scagliati da una palla.

[Uscire dall'auto è una sfida a Dolore 6]
« Ultima modifica: 2012-07-18 14:02:14 da Lepre »
Stellazio

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #1 il: 2012-07-18 19:12:46 »
"Oh merda. Che cazzo è successo?" dico, strizzando gli occhi. Mi tolgo il berretto e mi massaggio la testa, rendendomi conto che non è solo lei a girare ma anche il pickup a ondeggare pericolosamente avanti e indietro.
"Merda" ripeto, stavolta quasi sottovoce, però, inarcando la schiena all'indietro come a tentare di spostare il mio peso verso il ciglio, piuttosto che verso la voragine.

Lentamente, allungo la mano verso il mio quaderno, perché col cavolo che lo lascio qui, che è caduto sotto il sedile del passeggero, e il telaio scricchiola mentre il peso si inclina in avanti. Su da bravo, resisti un attimo. Le mie dita toccano il taccuino, e anche qualcosa di metallico e freddo. Non ho tempo, per fare lo schizzinoso, e afferro tutto.
E' un piede di porco, non tanto grande. Probabilmente è scivolato dalla borsa degli attrezzi del tizio del pick up. Tanto meglio per me.

Uso maggiore di Equipaggiamento, porto Disperazione a 1.

Riprendo un attimo fiato (dannazione a me e al mio fiato corto, non è proprio il momento di avere una crisi) e rifletto. Se apro la portiera, il peso si sposta in avanti, e vado giù insieme al pick up prima di aver fatto un passo. Però potrei invece...

Chiudo gli occhi e tiro un colpo col piede di porco al vetro dietro. Forse posso strisciare nel cassone e saltare giù da lì.

Billy North ha tirato: Anima: 6 2 1, Disperazione: 6, Corruzione: 4 2, Dolore: 6 5 4 3 2 1
Equipaggiamento: Uso Maggiore. +1 successi.
Il giocatore vince 4 a 3, Il Dolore domina
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Lepre

  • Membro
  • Paolo Prandi
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #2 il: 2012-07-18 21:13:04 »
Al primo colpo il parabrezza posteriore si crepa in un complesso ricamo segmentato. Al secondo colpo si infrange; riesci ad aprire un passaggio sufficientemente grande per passare. L’azione viene prima del pensiero, e mentre il pick-up scivola giù nella ferita dell’asfalto, tu rimani aggrappato al bordo frastagliato. A fatica ti tiri su, e carponi ti allontani di mezzo metro. Qualche secondo di silenzio, e il veicolo disintegra l’insegna del Pete’s Bowl-o-Rama. Il cuore ti rimbalza nella gabbia toracica, stringi spasmodicamente il piede di porto e il blocco da disegno. Solo dopo qualche secondo ti rendi conto della scritta in gesso sotto di te “Stai sbagliando strada, Billy-boy. Dovrai remare” Le lettere sono gigantesche, tanto che l’anello della “b” in quello stampatello minuscolo così simile al tuo, è grande come un cranio umano.
Mentre leggi con orrere e sconcerto, un velo di sangue ti annebbia la vista: non sei uscito illeso da quest'impresa.

[Una monetina nella mia ciotolina]
« Ultima modifica: 2012-07-18 21:17:02 da Lepre »
Stellazio

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #3 il: 2012-07-19 04:23:54 »
"Porca-" Mi porto una mano alla fronte, e mi rendo conto che, probabilmente, mi sono fatto un brutto taglio coi vetri del lunotto, appena sotto l'attaccatura dei capelli, e che dovevo essere troppo su di giri per accorgermene. Vaffanculo, la aggiungerò alla mia giàlunga lista di cicatrici, ma sanguina un sacco e probabilmente dovrei farci qualcosa.

Riepiloghiamo: in questa città di merda si aprono a tradimento delle voragini nelle strade, però almeno non c'è nessuno in giro a rompermi le balle, e di sicuro non voglio essere qui quando il proprietario di quel bowling vedrà cos'è successo. Non è mica colpa mia, cazzo.

Meglio che vada a cercare una farmacia o un supermercato per trovare delle garze o qualcosa del genere. Strofino le scarpe sulla scritta col gesso. E' solo una cavolo di coincidenza, ma mi rompe le palle lo stesso.

Mi guardo in giro, cercando l'insegna di qualcosa di aperto, e infilo il piede di porco nella cintura, sulla schiena.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Lepre

  • Membro
  • Paolo Prandi
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #4 il: 2012-07-22 17:35:00 »
Ti lasci alle spalle l’inspiegabile voragine, e lo sfrigolio di quell’insegna fuori luogo. La nebbia si è alzata, inghiottendo gran parte del paesaggio. Alla tua sinistra odi il pigro sciabordio delle onde, che sospingono detriti e quant’altro contro la riva fangosa del lago Toluca. Cammini per un paio di minuti, fino a quando inizi ad intravedere un pallido brillio che la bruma non riesce a soffocare. Due lanterne in ferro battuto, agganciate sulla cima di due pali finemente intagliati, attirano la tua attenzione sull’ingresso del Lakeview Hotel. Più ti avvicini, e più si delinea il profilo imponente ed antico di un edificio a tre piani. Ha grandi finestre coperte dall’interno da tendaggi spessi, e l’aspetto conservatore e decadente delle vecchie case patronali.
Stellazio

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #5 il: 2012-07-23 08:22:27 »
Un albergo quasi sicuramente non è a portata delle mie tasche, ma almeno ci dovrebbe essere qualcuno anche a quest'ora, e potrei chiedere di usare il bagno per lavarmi e un cerotto, anche se non prendo una stanza. Vale la pena di tentare.

Mi avvicino all'ingresso per vedere se è aperto, e se c'è un portiere di notte.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Lepre

  • Membro
  • Paolo Prandi
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #6 il: 2012-09-11 15:45:54 »
Da dietro di te, le lanterne disegnano figure cangianti sulle mura dell'albergo. Uno dei tendaggi polverosi non è tirato a dovere, e dalla finistra filtra una sottile striscia di luce giallastra. All'estrerno non ti aspetta nessun portiere, nessun parcheggiatore o cliente. Ti avvicini all'ingresso, salendo i tre scalini cicolanti che separano il selciato dal portone di ingresso, e quando finalmente metti un piede sullo zerbino, ti rendi conto di avere appena calpestato qualcosa di solido e friabile. Mentre chini la testa solo per scoprire di aver polverizzato un gessetto bianco, il portone si apre con un funebre cigolio da famiglia Addams "Si accomodi".
Quando rialzi lo sguardo, il portone e aperto e la hall male illuminata è deserta.
Stellazio

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Billy North - Standford Street
« Risposta #7 il: 2012-09-11 15:57:15 »
Billy stringe gli occhi mentre guarda per qualche secondo il gessetto, poi entra nell'albergo con passo deciso.

"Grazie" risponde guardandosi intorno, cercando il proprietario della voce che lo ha invitato. "Posso usare il bagno?"
« Ultima modifica: 2012-09-11 17:09:01 da Mr. Mario »
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.