Autore Topic: [Patrick] La mia idea per il game chef  (Letto 6113 volte)

Michael Tangherlini

  • Membro
  • Michael Tangherlini
    • Mostra profilo
    • Phage without a host
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #15 il: 2012-04-10 15:19:46 »
Non so se e quanto possa esserti utile, ma io per il mio "Venus in Furs" avevo una meccanica per la selezione delle scene simile a quella che stai esponendo tu.
Un giocatore ha impostate una serie di caratteristiche del proprio PG che vuole veder esplorate in gioco; queste caratteristiche potrebbero cambiare durante il gioco, a seconda delle scelte fatte e dei risultati dei conflitti. Se perde, o si avverano condizioni particolari durante il conflitto, il suo antagonista (che è anche il giocatore che framma la scena) può cancellare e riscrivere la caratteristica usata per descrivere la scena secondo ciò che è avvenuto.

-MikeT
My body is a cage / My mind holds the key (Peter Gabriel - My body is a cage)

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #16 il: 2012-04-10 15:25:48 »
mhm... non è esattamente quello che avevo in mente, ma potrebbe essere interessante, grazie! Puoi fare un esempio? ^^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Michael Tangherlini

  • Membro
  • Michael Tangherlini
    • Mostra profilo
    • Phage without a host
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #17 il: 2012-04-10 15:36:30 »
Esempio: il mio PG nella casella delle Relazioni ha "quell'unico compagno di classe che parla con me anche se non sono umano." Venere (l'antagonista del giocatore protagonista) sceglie quel tratto per impostare una scena e si arriva a un conflitto in cui quel tratto è messo a rischio. Non so, i due vengono alle mani, o i genitori dell'altro si trasferiscono, o altro ancora che per ora non mi viene in mente ma che rischia di mettere in pericolo l'esistenza di quel tratto. Si entra in conflitto, e il personaggio protagonista perde. Allora Venere cancella quel tratto dalla scheda e scrive qualcosa di diverso, tipo "in classe nessuno parla con me."
Ma quel nuovo tratto può a sua volta diventare una base per una nuova scena.

-MikeT
My body is a cage / My mind holds the key (Peter Gabriel - My body is a cage)

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #18 il: 2012-04-10 15:48:42 »
sì, il concetto che vorrei avere in gioco è grosso modo questo, grazie dello spunto ^___^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #19 il: 2012-04-10 15:51:35 »
ah, non ho capito a che indice numerico ti riferisci: la "difficoltà" dei conflitti?


Mi riferivo all'evoluzione delle capacità...


Mi è venuta in mente una cosa... se il conflitto vertesse sul fatto che quell'abilità sia davvero risultata utile, quindi se inserissi un possibile risultato vittoria/sconfitta nel conflitto, otterresti uno sviluppo del Coyote che accumula abilità "positive" (i successi) e "negative" (i fallimenti), quindi otterresti una sorta di cammino reale verso il "premio finale".
Se sono più i successi, quindi se il Coyote è riuscito ad essere una guida più volte di quanto ha fatto casini, vincerà.


Ora però... qual'è il motivo per cui un giocatore può voler far fallire il Coyote?!


Hm... forse che i personaggi sono in lotta tra loro per diventare Spirito Guida del Coyote?
il dado si lancia da solo, e da qualche parte nel mondo un orco muore - vincitore di un Ezio D'Oro per la Boiata della Settimana! ("This Is Something Only I Do!"™)

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #20 il: 2012-04-10 16:09:37 »
non ho capito bene cosa intendi. Provo a fare un esempio: non si usano token, ma dadi: i dadi al centro del tavolo sono la difficoltà, e ogni giocatore che narra la sua esperienza aggiunge un dado al coyote (lui stesso compreso). Si tirano i dadi del coyote e quelli di difficoltà, si fa la somma e se il coyote fa un valore più alto, riesce ad aiutare la persona.
Qualcosa del genere?

Però non capisco perchè dici che qualcuno dovrebbe voler far fallire il coyote. Personalmente vorrei un gioco collaborativo in cui i giocatori giocano assieme contro "il gioco stesso", nel senso che se vincono, vincono tutti insieme. preferisco che la cosa non sia competitiva.

I giocatori dovrebbero voler aiutare il coyote affinchè si verifichi un "epilog positivo" e non uno "negativo" (qualsiasi cosa questo significhi, ad esempio "il coyote diventa un vero spirito guida"/"il coyote torna un normale coyote"). Però è un altro aspetto su cui sono in dubbio
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #21 il: 2012-04-10 16:48:10 »

Hm... non mi è chiaro come siamo passati dai token con lancio di monete, ai dadi...
Devo rileggermi tutto il thread :P
il dado si lancia da solo, e da qualche parte nel mondo un orco muore - vincitore di un Ezio D'Oro per la Boiata della Settimana! ("This Is Something Only I Do!"™)

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #22 il: 2012-04-10 17:01:58 »
fondamentalmente, l'idea è: Ogni giocatore che narra aumenta la probabilità che il coyote riesca ad aiutare le persone.
io ho pensato questo: c'è una "classe difficoltà" da superare. Ogni narratore dà 1 punto. Come si sceglie la difficoltà? Per far sì che scali con i giocatori, ho pensato al lancio di monete. Più sono i giocatori, più alta sarà la difficoltà, ma scalerà con il numero (in media ogni due giocatori serve un narratore in più). Per rendere la cosa più visiva (e meno numerica), ho pensato di usare pedine (quelle in mezzo al tavolo sono "la CD", ogni narratore toglie un token, se si tolgono tutti la cd è superata).
l'alternativa coi dadi è semplicemente che la difficoltà non è il numero di narrazioni richieste, ma il pool di dadi che ha il "problema". ogni narratore aggiunge un dado al pool del coyote. Problema e coyote tirano i propri dadi e sommano i valori. Chi fa il più alto "vince". In questo modo anche se narrano tutti i giocatori, ancora non è sicuro che il coyote riesca ad aiutare le persone.

più chiaro? ^^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #23 il: 2012-04-12 00:41:19 »
ho steso una bozza del regolamento (sono abbondantemente nelle 3000 parole), ma ora sono troppo stanco per upparla. a domani |-O
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #24 il: 2012-04-12 13:00:44 »
ecco quì la prima bozza
riassume la struttura di base, su diverse cose sono in dubbio (se cambiarle, se toglierle) alcune idee mancano perchè non ho ancora capito come inserirle. Mancano alcuni esempi.
Inoltre ho fatto una fatica cane a scrivere un testo che dica tutto con un ordine logico e che si capisca. Spero di non aver fatto troppo male.
Non ho ancora scritto i Temi, e manca la licenza (userò questa http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/)
E come se non bastasse, il titolo e provvisorio

insomma, questo documento è una versione più organica e strutturata degli appunti fatti quì sul topic, con qualche esempio. Ma se qualcuno vuole darci una letta e fare commenti/proposte, ben venga ^^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #25 il: 2012-04-14 17:27:32 »
https://docs.google.com/open?id=0B3oU31hjK9nlTG1Bc19iQlNURWM

Ecco la versione semi-definitiva. Ho purtroppo dovuto tagliare gli esempi per starci nel conteggio parole. Se qualcuno vuole dargli una letta e fare qualche commento, lo ringrazio ^^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Patrick

  • Membro
  • a.k.a. patmax17
    • Mostra profilo
    • Mio DeviantArt
Re:[Patrick] La mia idea per il game chef
« Risposta #26 il: 2012-04-19 19:31:33 »
aperta una sezione per il mio gioco: http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,7067.0.html
chi dovesse avere domande/commenti, può farli lì ^^
Patrick Marchiodi, il Valoroso ~ Bravo Organizzatore di CONTM ~ Prima gioca, poi parla. ~ "La cosa più bella di INC11 è stata giocare con persone conosciute da due ore e avere l'impressione di giocare con amici di una vita" - Dario Delfino

Tags: