Autore Topic: Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre  (Letto 10810 volte)

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #15 il: 2009-02-01 20:58:49 »
Va bene, va bene, eccomi!  8)

Un ufficio, in un anonimo appartamento di un palazzone di periferia. Fuori, l'insegna parla di import-export. In realtà, una della "case sicure" che l'HVA gestisce a Berlino Ovest.

Al tavolo, un uomo con la barba lunga e i vestiti sgualciti. E' "Benjamin Shulz", e anche l'altro ufficiale dell'HVA presente lo chiama così. Dopotutto, è da tanto tempo il suo nome che lui stesso fatica a ricordarsi quello vero...

I due discutono, animatamente, alla fine Shulz appoggia la fronte sul tavolo, stremato. "ma io devo andare via da Berlino! Ormai qui sono bruciato, dovete farmi rientrare!".


L'altro si siede, dopo aver girato attorno al tavolo più volte come un avvoltoio. "ogni cosa a suo tempo, herr Schulz. Dobbiamo prima assicurarci che non ci possano essere altre cose compromettenti che possano saltar fuori, a causa sua. E quel profilo psicologico ci interessa ancora, e molto. Mi parli ancora del figlio di Thomas Baum, e cerchi di non tralasciare nessun dettaglio..."
« Ultima modifica: 2009-05-20 10:16:58 da Claudia Cangini »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #16 il: 2009-02-01 23:58:51 »
Un po’ imbarazzata per il suo scatto di poco prima, Gretchen si era alzata per aituare la sorella a sparecchiare. “E poi è una storia già finita... probabilmente.”
“Peccato,” aveva commentato Ellen facendo scorrere l’acqua sui piatti sporchi.
“la vita è troppo corta e triste per non concedersi almeno un momento di dolcezza.”

Per un momento Ellen le sembrò ben più vecchia e stanca di quanto meritassero i suoi 28 anni.
La ragazza proseguì, ma sembrava parlare più a se stessa che alla sorella minore.
 “A volte ci diamo tanto da fare per cose che ci sembrano importantissime, per rendere il mondo un posto migliore... E non ci rendiamo conto di quanto poco basterebbe per rendere migliore il mondo di chi ci sta accanto...”

Gretchen fissava la sorella stupita dalla sua uscita. “Ah!,” esclamò Ellen. “Quasi dimenticavo!”
Si asciugò in fretta le mani e tirò fuori una bottiglia da uno stipetto. Il tono riflessivo di poco prima era scomparso, ed era ritornata la ragazza energica di sempre.
“Per chiudere la cena in bellezza,” annunciò versando in due bicchieri un dito di un liquore straniero introvabile a Berlino Est.
Chissà chi glielo aveva portato. Gli amici che le procuravano queste cose improbabili erano un’altra delle piccole ribellioni che amava esibire anche davanti alla loro defunta madre (generalmente facendola arrabbiare moltissimo).
Gretchen sorrise suo malgrado di fronte all’incorreggibilità della sorella.
« Ultima modifica: 2009-05-20 10:18:02 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #17 il: 2009-02-03 00:13:22 »
"Le ho già detto tutto quel che so, compresa l'unica cosa che potrebbe esserci d'aiuto" esalò Shulz, quasi in lacrime.
"Christian Baum ha una relazione clandestina con un delegato francese alla NATO. I due si incontrano più o meno regolarmente nello studio di Baum coprendo gli incontri come fossero normali sedute terapeutiche". Shulz ripeté tutto meccanicamente, come un bimbo che recita a memoria la poesia di Natale.
Poi alzò la testa e si rivolse con occhi spiritati all'altro uomo: "ma io non posso fare più nulla qui! Sono bruciato, maledizione!Bruciato! Voi dovete mandarmi a casa. Vi ho detto tutto quello che sapevo. Non posso fare altro". La disperazione ed il terrore gli scioglievano la lingua.
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #18 il: 2009-02-03 14:47:48 »
Scusa Marco, un chiarimento perchè c'è una cosa che non ho capito.

Ma se il motivo dell'interesse dell'HVA nei confronti di Christian era questa relazione, perchè volevano dei documenti dal suo studio?
Mi sfugge il nesso...  :oops:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #19 il: 2009-02-03 19:24:25 »
Citazione
[cite] Claudia Cangini:[/cite]Scusa Marco, un chiarimento perchè c'è una cosa che non ho capito.

Ma se il motivo dell'interesse dell'HVA nei confronti di Christian era questa relazione, perchè volevano dei documenti dal suo studio?
Mi sfugge il nesso...  :oops:


Pensa che io non capisco cos'è che non capisci :) Siam messi bene direi :P

Comunque mi par di capire (almeno questo) che l'incomprensione viene dalla mia ultima manovra che quindi vado a snocciolare di più.

All'HVA servono le trascrizioni delle sedute (o quel che è) di una tizia in cura da Christian. Per prelevarle si servono di un loro asso nella manica, vale a dire di Thomas che ,fortuna fortuna, non solo è una spia dell'HVA ma è anche il padre del terapista che ha in cura la tizia.
Ma che succede quando Thomas muore? A quanto pare (stando alla manovra di Moreno) ai tizi serve ancora quel profilo e chiedono al povero di Shulz di raccontare tutto ciò che sa su Christian, nella speranza, di trovare qualcosa che possa permettergli di prendere quei documenti. Finchè non ho agito io quelle informazioni potevano essere anche semplicemente gli spostamenti di Christian e i suoi orari (magari l'HVA avrebbe introdotto qualcuno nel su studio per prenderli), ma io ho deciso di aggiungere un altro dettaglio e cioè questa relazione. La mia idea (appena abbozzata e non molto velata) è che l'HVA potrebbe sfruttarla per minacciare Chris, costringendolo in cambio del loro silenzio a dargli quel che vogliono (ovviamente Manovre e Crisi ci diranno cosa succede realmente; questo è solo quel che pensavo quando ho eseguito il mio turno).
In particolare l'idea mi è venuta ripensando ad un precedente post di Moreno (se non erro) in cui aveva suggerito che Shulz sapesse qualcosa di compromettente su Chirs.

Tra l'altro a questo punto esplicito un altro passaggio. Notate che il delegato con cui se la intende Chris è volutamente neutro (potrebbe essere maschio o femmina). Questo ci lascia campo aperto per descrivere in che modo la loro relazione sia clandestina (sono due uomini; lei è sposata; lui è sposato; e mille altri situazioni imbarazzati).
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #20 il: 2009-02-04 14:28:07 »
La musica andava ormai esaurendosi e non restavano che poche note di sottofondo ad accompagnare gli ultimi clienti che mal volentieri lasciavano il locale.
Davanti a Gretchen c'era qualche bicchiere di troppo, mentre l'ennesima sigaretta con il filtro sporco di rossetto si consumava lentamente.
Non era venuto.
In fondo lo sapeva, ma ci aveva sperato ugualmente, aveva voluto crederci.
Lars amava veramente sua moglie, questa era la verità e si sarebbe impegnato per difendere il suo matrimonio..
Gretchen sorrise: anche un fallito sa diventare caparbio quando ha qualcosa da difendere.
E sua moglie lo ricambiava ed ora aveva vinto.
Mentre i fumi dell'alcool accarezzavano i suoi pensieri di sconfitta, la voce di Keufer le ghiacciò il sangue riportandola violentemente alla sua realtà di spia:
"Hai perso il contatto Gretchen. D'ora in poi il caso Lars è assegnato ad un'altro agente. Mi hai deluso...
Domattina presentati nel mio ufficio per il nuovo incarico....ah, e levati quel trucco: ti rende volgare!"


ECCOMIIIIIIIII!!!^^
Diamo un po' di adrenalina a questa Gretchen annoiata! :P
Ah, ma non mi sono dimenticata di Baum&family, eh! eheh...vedrete.... 8)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da lirazel »

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #21 il: 2009-02-04 14:43:51 »
Grazie, Marco, adesso ho capito.

Citazione
[cite] marco.costantini:[/cite]
Tra l'altro a questo punto esplicito un altro passaggio. Notate che il delegato con cui se la intende Chris è volutamente neutro (potrebbe essere maschio o femmina). Questo ci lascia campo aperto per descrivere in che modo la loro relazione sia clandestina (sono due uomini; lei è sposata; lui è sposato; e mille altri situazioni imbarazzati).


Hai fatto bene a esplicitare perchè delegatO per me era un significato univoco!

@ Francesca: mi sembra che per Gretchen si sta delineando una bella crisi di identità.
Fra tutte le sue finzioni non sa più manco lei chi è.
Interessante  :twisted:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #22 il: 2009-02-04 23:06:41 »
Forse fu l'accenno al trucco a farla scattare. Gretchen parlò prima ancora di rendersi conto di cosa stava dicendo, senza riflettere, senza pensare: "no! Non ho fallito! Il caso Lars è ancora sotto controllo!"
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #23 il: 2009-02-06 00:14:23 »
Keufer tacque per qualche istante, quindi il suo viso si aprì in un sorriso compiaciuto.
"Ma bene! Mi fa piacere trovarti così determinata, Gretchen. Fino ad ora avevo l'impressione che prendessi il tuo incarico con troppa indifferenza. Sono lieto di constatare che sbagliavo."

L'uomo si trasse una busta dal taschino e la porse alla ragazza.
Si chinò leggermente per parlarle sotto voce, con tono complice. "Ecco qualcosa che potrà esserti utile per tornare in controllo della situazione. Ricordati sempre quali sono le tue priorità."
Keufer si volse e uscì dal locale senza attendere risposta.

Gretchen aprì in fretta la busta e guardò il contenuto. Lo stomaco le si strinse mentre sfogliava una serie di fotografie in bianco e nero di lei e Lars in atteggiamenti... inequivocabili.
Si sentì le gambe molli e dovette sedersi. La spiavano in casa sua?! Quelli per cui lavorava spiavano anche lei? Era assurdo! E offensivo! E...
Gretchen respirò a fondo tentando di calmarsi.
Era orribile sentire la propria intimità violata in quel modo.
E... con che coraggio sarebbe tornata a casa quella sera?


E' abbastanza come adrenalina, Francesca? :P
« Ultima modifica: 2009-05-20 10:19:49 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #24 il: 2009-02-06 23:29:03 »
Citazione
[cite] Claudia Cangini:[/cite]
E' abbastanza come adrenalina, Francesca? :P


Direi di sì!
Argh, il cappio attorno al collo di Gretchen si stringe, come reagirà? 8)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da lirazel »

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #25 il: 2009-02-07 12:52:56 »
Chris rincasò come sempre per l'ora di cena.
Accese la luce dell'ampio salone e subito l'assalì una strana sensazione.
C'era qualcosa che non andava, sebbene non sapesse dire con precisione cosa fosse. Gli sembrava che alcune piccole cose non fossero esattamente dove le aveva lasciate partendo per il lavoro la mattina stessa.
Poi il suo sguardo sbigottito andò a posarsi sulla cornice che avrebbe dovuto racchiudere una foto di lui e sua madre. Quella foto era scomparsa ed al suo posto ne appariva un'altra. Era una foto in bianco e nero, piuttosto sgranata in cui lui e Constance si baciavano ardentemente sull'uscio di una porta.
In quel preciso momento il telefono squillo.
Ancora sconvolto Chris sganciò la cornetta e la avvicinò all'orecchio.
"Signor Baum sarò piuttosto rapido quindi apra bene le orecchie. Se tiene davvero alla signora Moreau farà quello che le dico. Domani porterà il profilo psicologico della signora Moreau all'aeroporto di Tempelhof e lo depositerà in una delle cassette di sicurezza della zona bagagli est. La chiave ed il numero della cassetta sono dietro la cornice. Questo è tutto. Non faccia alcuna sciocchezza e nessuno si farà male. Le ricordo che ha un giorno di tempo".
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #26 il: 2009-02-07 13:39:29 »
Mah... Christian amoreggia con una paziente! :shock:

Deontologia, portami via! Alla faccia degli altarini...  :P
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #27 il: 2009-02-07 15:42:04 »
Ebbene sì. M'è piaciuta questa svolta perchè mette in qualche modo Christian e Thomas su uno stesso piano. Mentre prima sembrava che il figlio fosse in qualche modo puro, adesso si scopre che è un comune "peccatore" e che commette lo stesso sbaglio del padre.
Tra l'altro trovo molto carini questi ultimi pezzi di storia dove sono, da una parte e dall'altra, le foto a sconvolgere la vita dei personaggi :)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #28 il: 2009-02-09 03:33:31 »
Passate le 24 ore di Francesca, stanno per finire anche le mie quindi posto:

L'agente dell'HVA all'altro capo del filo riattaccò la cornetta, uscì dalla cabina telefonica, percorse qualche centinaio di metri a piedi e si infilò in un vecchio palazzo di appartamenti. Dopo pochi minuti entrò nella stanza dove si trovavano "Benjamin Schulz" e l'altro uomo.

"tutto a posto, l'ha bevuta".
"sei sicuro? Crede davvero che abbiamo rapito Constance Moreau?"
"Sì, e anche se provasse a cercare di contattarla per verificare, ci siamo assicurati che oggi non ci possa riuscire.
"magari potevamo chiedergli direttamente il profilo della persona giusta"
"no, troppo pericoloso. Tutta questa commedia serve solo a depistare eventuali agenti occidentali con cui sia in contatto. Quando indagheranno sul suo omicidio, anche se non aveva il telefono sotto controllo, scopriranno la foto e gli troveranno addosso il profilo della Moreau. Mentre intanto noi avremo provveduto nel frattempo a fotografare il profilo giusto nel suo ufficio...


OK, mossa un po' lunga e complicata, ma volevo sistemare alcuni problemi che vedevo con lo spunto introdotto da Marco: un profilo psicologico ha poca importanza come segreto di stato, lo vedo più come una raccolta di informazioni su qualcuno, per poi eventualmente cercare di contattarlo o corromperlo. Se puoi direttamente rapire quel qualcuno, il profilo glielo fai tu direttamente, e se lo cercavi come "contatto" lo bruci. Inoltre volevo sistemare la coincidenza del nome dell'amante dello psicanalista con il soggetto del profilo, e l'imprudenza apparente degli agenti dell'HVA che telefonano al figlio di Thomas senza sapere quanto e cosa Thomas abbia rivelato a lui e alle autorità. Con le info presenti in questo post dovrebbe filare tutto, o almeno spero...
« Ultima modifica: 2009-05-20 10:21:20 da Claudia Cangini »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - fase 5 - Manovre
« Risposta #29 il: 2009-02-09 11:42:43 »
Citazione
[cite] Moreno Roncucci:[/cite]Se puoi direttamente rapire quel qualcuno, il profilo glielo fai tu direttamente, e se lo cercavi come "contatto" lo bruci.


Piccolo problema: non ho mai immaginato che l'HVA avesse rapito Constance; trovo la mossa un po' troppo azzardata. La foto era lì solo per far capire a Christian che chi gli aveva telefonato sapeva della loro relazione. La minaccia era quella: sputtanarli.
L'idea della foto nella cornice l'ho più o meno presa dalla seria "Romanzo Criminale", dove due agenti dei servizi segreti piazzano in casa di un magistrato (o ispettore, non ricordo) una sua foto con una croce rossa sopra.
La gag della casa che "sembra avere qualcosa che non va" è dalla serie "Dirty Sexy Money" (stupenda, tra l'altro).

Citazione
[cite] Moreno Roncucci:[/cite]
Inoltre volevo sistemare la coincidenza del nome dell'amante dello psicanalista con il soggetto del profilo, e l'imprudenza apparente degli agenti dell'HVA che telefonano al figlio di Thomas senza sapere quanto e cosa Thomas abbia rivelato a lui e alle autorità.


Non ho capito questo passaggio. Potresti spiegarmelo meglio?
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Tags: