Autore Topic: Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre  (Letto 5907 volte)

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« il: 2009-01-07 13:45:56 »
Riprendiamo la nostra "allegra" vicenda  :wink:

Christian non sembra stare affatto bene e Thomas si offre di guidare verso l'ufficio del figlio. Sarà facile far finta di nulla quando Christian si accorgerà di non avere più le chiavi. Mentre guida per le strade illuminate fiocamente dai neon di lampioni e insegne non fa che ripetersi "è un piccolo prezzo per la sua futura integrità". Chris ormai non parla più e sembra respirare a fatica.
 Nell'ascensore che porta al piano dov'è situato l'ufficio del figlio, Christian si appoggia alle pareti col volto cinereo.
Quando escono Thomas è ormai costretto a sorreggerlo; la preoccupazione nel volto del padre diventa ora evidente. Quasi vorrebbe guardare la bottiglietta di  lassativo che tiene ancora in tasca, per accertarsi di non essersi sbagliato.


Arrivati davanti alla porta dell'ufficio, Chris si aggrappa con tutte le sue forse alla maniglia, mette la mani nella tasca del giaccone e sembra smarrito, completamente perso. Scivola in ginocchio, bianco come uno straccio e poi si accascia mormorando "le chiavi...medicine...devo...devo...". I suoi occhi si fissano, vuoti, sul padre , pietrificato. "Papà......devo...medicine" rantola. E in un  attimo di lucidità aggiunge "Papà...non abbandonarmi".

Improvvisamente qualcosa in Thomas si rompe, va in pezzi come le finestre degli edifici bombardati durante la Guerra. Quelle parole -"non abbandonarmi"- sono come granate che gli esplodono nelle orecchie e gli squarciano i timpani.


Il cuore e la mente viaggiano veloci, indietro nel tempo, ad una gelida notte di circa 20 anni fa. Lei, il suo amore segreto, così diversa da sua moglie, resta in macchina piangendo a dirotto. Lui è già sulla scale della piccola abbazia ed ha già poggiato il piccolo fagotto, anche lui in lacrime, davanti al grande portone. Solo il tempo di premere con forza il campanello, che emette un rumore gracchiante e già corre verso la macchina accesa, chiude lo sportello e riparte sgommando.

Immediatamente Thomas estrae le chiavi rubate al figlio dal suo trench e cerca freneticamente quelle dell'ufficio. Finalmente ne infila una ed apre la porta.

Signore e Signori: Rivelazione!!!
Vi spiattello tutta la trasgressione di Thomas:
durante la guerra, mentre è già sposato, Thomas ha una relazione clandestina dalla quale nasce un figlio. I due non vogliono abortire; lei vorrebbe tenerlo, ma lui ovviamente non può né tanto meno vuole. Alla fine Thomas riesce a convincere l'amate ad abbandonare il figlio e così fanno.
« Ultima modifica: 2009-05-20 00:34:04 da Claudia Cangini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #1 il: 2009-01-07 17:05:24 »
Marco... pagina 171...  :roll:
Durante le manovre (e solo allora), una persona che dirige
una Spia può rivelare informazioni circa la Trasgressione della
Spia nella scena, direttamente o indirettamente, parzialmente
o completamente. Queste informazioni devono essere
trasmesse in termini di dialoghi o azioni di personaggi
. Queste
informazioni possono essere introdotte tutte in una volta,
oppure in modo incrementale attraverso diverse scene.


[edit]: aggiungo: quindi, per adesso Thomas non ha ancora svelato la trasgressione. Per farlo, in questa scena, dovrebbe raccontarla al figlio.
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #2 il: 2009-01-08 11:14:08 »
...ehm...posto?
Io posto... :P

E’ un venerdì ordinario, alla Pentax.
 Alle scrivanie tutte uguali lavorano impiegati anch’essi un po’ tutti uguali. Il silenzio è scandito dal fruscio dei fogli progettuali e dagli squilli insistenti di telefoni neri.
Ad una di queste scrivanie Gretchen lavora con meno concentrazione del solito nel suo preciso tailleur grigio.
In borsa, chissà perché, sì è portata il rossetto rosso scarlatto .
Come ogni ultimo venerdì del mese dovrà consegnare il rapporto mensile sull’andamento del reparto a Hans Keufer e poi a cena da Ellen, per lasciarsi tutta questa settimana alle spalle..  
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da lirazel »

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #3 il: 2009-01-08 13:08:20 »
Hai fatto bene a postare, Francesca. La mossa di Marco va benissimo: solo che non conta come "svelare la trasgressione". La sua trasgressione è ancora da svelare.

Il senso dello svelare la trasgressione è che la vengano a scoprire GLI ALTRI PERSONAGGI, in particolar modo il supporting cast, non gli altri giocatori. Se lo scoprono solo i giocatori, nella fiction quello rimane un segreto non svelato a nessuno. Che "rivelazione" sarebbe se non viene rivelata?

Tornando a Thomas:

Al buio, la sua mano cerca l'interruttore della luce. Nell'agitazione fa cadere l'appendiabiti vicino alla porta, ma riesce a trovarlo e a riempire la stanza di una luce forte che momentaneamente lo abbaglia...  si rende conto che non sa dove sono le medicine che servono al figlio, nè saprebbe riconoscerle...  forse dovrebbe portarlo all'ospedale, ma lì potrebbero scoprire che ha ingerito quel potente lassativo, potrebbero fargli delle domande...  
E ci vorrebbe solo un attimo per riuscire a fotografare quel fascicolo...
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #4 il: 2009-01-08 15:49:41 »
Comunicazione di servizio: ieri il pc ha "svampato" quindi collegarmi e rispondere sarà più difficile. Mi sono comunque accordato con Claudia per evitare il grosso del problema.

Sulla Rivelazione: in effetti non avevo capito che dovesse essere svelata nella storia. Il gesto che la portava in gioco era il fatto che Thomas aprisse la porta (e il relativo flashback) ma se qualcuno nella fiction deve scoprirla è chiaro che è troppo poco evidente (anzi, per nulla evidente). Mi spiace di aver usato questo petardo senza farlo esplodere realmente; almeno ora ho capito una regola in più del gioco.

Comunque la cosa si sta facendo davvero tetra...e mi piace  :twisted:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #5 il: 2009-01-08 17:50:32 »
Thomas è percorso da un brivido di disgusto per se stesso. Ma che razza di idee, suo figlio è molto più importante del dannato fascicolo!

Qualche ora dopo si ritrova a fissare il volto di Christian addormentato nel letto d’ospedale.
Appendicite in fase acuta, hanno decretato i medici e lo hanno operato seduta stante. Dopo poco è arrivata anche Hedwig che ha aspettato insieme a lui che loro figlio uscisse dalla camera operatoria.


Hedwig è più invecchiata di quanto ricordasse e le luci dell’ospedale non fanno certo sconti al suo viso, ma non ha perso l’innata eleganza che ha sempre avuto. Thomas ricorda bene come, quando erano giovani e squattrinati,  addosso a lei, anche uno straccetto da poco sembrasse un abito di sartoria.
E, mentre attendono trepidanti o ricevono notizie da medici e infermieri, lui si rende conto che, esteriormente, nulla li distingue da una famiglia normale.


Ora, trovarsi con lei al capezzale di Christian gli fa una strana impressione: scene simili le ha vissute molti anni fa. E oggi come allora suo figlio addormentato gli sembra terribilmente indifeso. Forse è per questo che allunga una mano a scostargli i capelli dalla fronte con una carezza.

A questo gesto, Hedwig lo fissa intensamente e poi gli accenna di seguirla fuori della stanza per non disturbare il sonno del convalescente. Appena soli nel corridoio lei incrocia le braccia e lo squadra con curiosità e un’ombra di ironia.
“Beh, che ti prende, Thomas? Vuoi tornare a fare il padre premuroso alla tua tenera età? Ho saputo che ultimamente hai cercato Christian,” aggiunge con tono più duro. “Cosa vuoi da lui, dopo tanto tempo?”


Abbiate pazienza, ma su questo fronte Thomas non può passarla liscia: qualcuno che lo costringa a confrontarsi col suo passato ciaddastà  :twisted:
« Ultima modifica: 2009-05-20 00:36:10 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #6 il: 2009-01-09 15:17:56 »
Era l'ultima goccia. Thomas non avrebbe potuto sopportare oltre. L'astio di Hedwig in tutto quel trambusto era assolutamente fuori luogo. Per un attimo si accigliò, corrugando la fronte spaziosa. Poi una voce, la sua voce, gli tuonò in testa "qui l'unico colpevole sei tu, vecchio mio".
Thomas cercò di ingorare quella voce, afferrò la moglie per le spalle e la trascinò in un angolo "Ma non capisci che sto facendo tutto questo per proteggervi?! Devi lasciarmi fare!"
Il sorriso sarcastico di Hedwig si fece ancor più evidente "Non cercare di invertare sciocche scuse per il tuo comportamente deprecapibile. Da cosa diavolo dovresti proteggerci TU?" e disse quel "tu" guardandolo dall'alto in basso con aria disgustata. Già, da cosa avrebbe dovuto proteggerli un omuncolo come Thomas?
"Da me!" esclamò Thomas.
Poi, vedendo lo sguardo scettico e carico di disgustata pietà della moglie aggiunse in un sussurro triste, prendendole le mani "Ti prego Wiggy, lasciami fare quel che devo fare ora...e ti giuro che poi non dovrai vedermi mai più. Né tu...né Chris".


Maledetti!!! Lasciate stare il mio Thoams!!!...anzi no...continuate pure :twisted:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #7 il: 2009-01-10 09:36:12 »
Hedwige cambiò di colpo espressione e il disgusto e compatimento altezzoso di colpo si trasformò in paura. Quell'uomo non aveva ancora smesso di rovinarle la vita, ma c'era dell'altro...
Improvvisamente realizzò:"Ti sei cacciato in qualche guaio! Lo sapevo che il tuo istinto paterno non poteva essersi risvegliato, del resto non l'hai mai avuto...Ti sei cacciato in qualche guaio ed ora ci hai tirati dentro tutti, perchè puoi dire quello che vuoi, ma se ora siamo qui in ospedale tu, io e CHRIS vuol dire che nella merda ci siamo già tutti e tre!"
Hedwige si scaldava sempre troppo quando c'era di mezzo il figlio e cominciò a incalzarlo in un crescendo di isteria:
"Di cosa si tratta? EH? Droga? Armi? C'è di mezzo la mafia?? DIMMELO! Non avrei dovuto fidarmi di te molti anni fa, di certo non lo farò adesso e sai perchè?? Perchè l'unica cosa che sei riuscito a fare riallacciando i rapporti con tuo figlio è stata SPEDIRLO IN OSPEDALE!NON TI PERMETTERO' DI FARCI ANCORA DEL MALE!!!"


scusate, ma Thomas mica poteva passarla liscia con un candido "fidati di me, tesoro!" :P
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da lirazel »

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #8 il: 2009-01-10 15:41:29 »
Tutti su Thomas? E nessuno che si preoccupi della povera Gretchen?  :lol:

Fatica a concentrarsi sul lavoro, continua a ripensare agli avvenimenti della sera prima. Un paio di volte Olaf le ha chiesto se non stava bene, ma lei ha minimizzato. Olaf è un amico e un bravo ragazzo, ma non può certo raccontargli che l'uomo che si porta a letto per conto dei servizi segreti occidentali potrebbe averla lasciata...
"l'uomo che si porta a letto per spiare. Per conto dei servizi segreti". Non sa definire l'effetto che le fa quella frase. Da una parte la fa sentire sporca, falsa, dall'altra è eccitante, la fa sentire viva, in controllo e paradossalmente sicura in una relazione, per la prima volta nella sua vita. Essere una spia, come nei film e nei romanzi!
O almeno... fino a ieri sera. Ora non si sentiva più in controllo, ora che rischiava di perdere quella rete di menzogne costruita attorno ai giovedì con Lars, si rendeva conto di quanto ci teneva, a quella nuova vita...
...no, decisamente non ne poteva parlare con Olaf. Chissà come l'avrebbe presa? Non parlavano mai di politica, sul lavoro, ma non le dava l'impressione di essere un dissidente o un sovversivo. "un ragazzo tranquillo". Ecco. La prima cosa che l veniva in mente. Uno di quelli sempre lodati da sua madre...


Il fiume dei suoi pensieri si interrompe quando si accorge che di fronte a lei, a pochi passi, qualcuno la sta fissando. Una donna, bionda, sulla quarantina. Abiti abbastanza eleganti e sobri, la moglie di qualcuno importate, probabilmente.  La fissa e non dice niente. La guarda e basta.


Gretchen è imbarazzata da quello sguardo, vorrebbe dire qualcosa ma non vorrebbe fare una gaffe, magari è la moglie di un cliente importante...  Olaf la raggiunge con una cartella in mano, indaffarato come sempre, e fa rivolto alla signora. "ah, l'ha trovata, bene!", e poi a lei "Gretchen, questa è la signora Karin Weber, cercava te".


Ci mette qualche secondo a collegare il nome, e quando lo fa il mondo le crolla addosso. La signora la guarda ancora fissa, con espressione dura, e Gretchen è consapevole di colpo di quanto sia dimesso l'abito che porta sul lavoro, del suo essere struccata, delle sue scarpe economiche, così diverse dai vestiti che porta il giovedì sera al Kabarett.

Olaf le guarda entrambe con aria interrogativa, e la signora per la prima volta parla, rivolto a lui: "ho saputo quello che volevo sapere, grazie!". E con quelle parole, si gira e si dirige verso la porta d'uscita, senza degnarla più di uno sguardo.

Mi sono allargato un po' nel racconto, spero di non aver esagerato, se Francesca vuole vetare qualcosa del comportamento di Gretchen..

[edit: un commento anche alla situazione di Thomas: se vuole evitare di raccontargli tutta la verità, direi che va in Fase di Crisi]
« Ultima modifica: 2009-05-20 00:38:33 da Claudia Cangini »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #9 il: 2009-01-11 17:54:19 »
Gretchen si alza e fa un passo verso Karin che si allontana veloce.
Non sa nemmeno lei perchè. Vuole parlarle? E per dirle cosa? "Mi scusi tanto se ho rovinato il suo matrimonio", forse?
Nell'agitazione non si rende conto di avere urtato contro la pila di cartelline che tiene sulla scrivania e in pochi secondi una pioggia di fogli cade a terra e si spande ai suoi piedi.
Istintivamente si china ma esita tra il raccogliere le carte e il seguire la signora Weber.
Ormai tutto l'ufficio la sta guardando e lei si sente le guance in fiamme.


Olaf si accovacccia accanto a lei per aiutarla ed è sorpreso dalla sua espressione sconvolta.
"Ma chi era quella?", le sussurra voltandosi anche lui verso la porta da cui Karin è appena uscita. "Che voleva da te?"


Fuori tempo massimo, scusate!  :P

Una nota per tutti i miei dislessici compagni di gioco: la ex moglie di Thomas si chiama Hedwig (con la g dura).
Non è omonima di civette domestiche ne di attirci di soft core  :lol:
(e se a questo gioco ci fosse la fan mail ne avrei data una a Marco per il suo "Wiggy"  :) )
« Ultima modifica: 2009-05-20 00:39:27 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Marco Costantini

  • Membro
  • Era una notte buia e tempestosa
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #10 il: 2009-01-12 16:55:26 »
Thomas le afferrò una mano e la trascinò in un ripostiglio angusto che odorava di varichina.
"Non posso dirti che succede, Hedwig. E' troppo pericoloso" disse con calma, prevenendo gli strepiti di lei. "Ma per sistemare tutto mi manca meno di nulla. Dammi un paio d'ore e ti giuro che sitemerò tutto". Poi, con aria cospiratoria "Prendi le chiavi dell'ufficio di Chris e dammele. E' l'unica cosa che ti chiedo. Io farò quel che devo fare e né tu né tantomeno Chris dovrete temere nulla".
Mentre il viso di Hedwig diventava paonazzo per la rabbia lui le strinse forte la mano, che non le aveva mai lasciato, e se la mise sul cuore "Se mi conosci almeno un po' sai che ora non ti sto mentendo. Ti prego Wiggy; fallo almeno per quel briciolo di bene che c'è stato. Fallo almeno per Chris"


Okok, Thomas è un vero bastardo. Ho appositamente aggiunto quel "sai che ORA non ti sto mentendo" per renderlo ancora più schifoso :)

A questo punto direi che Thomas e Hedwig (come ci ricordava la prof Claudia :P) sono a dir poco in contrasto. Se siete d'accordo con questo mio pezzetto di manovra possiamo decretare una fase di Crisi per Thomas.
Che dite?
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Marco Costantini »
Escalo a Fisico: ti abbraccio.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #11 il: 2009-01-12 17:34:06 »
Citazione
[cite] marco.costantini:[/cite]
A questo punto direi che Thomas e Hedwig (come ci ricordava la prof Claudia :P) sono a dir poco in contrasto. Se siete d'accordo con questo mio pezzetto di manovra possiamo decretare una fase di Crisi per Thomas.
Che dite?


Dico che la fase di crisi iniziava qui: :roll:
"Thomas le afferrò una mano"

Tutto il resto, è un grosso overshooting: non è detto che lei si faceva trascinare, non è detto che stava ad ascoltarlo...

Non si deve giocare la fase di crisi come se fosse un conflitto con fortune at the end: "descrivo tutto quanto, poi alla fine decidiamo se mi dice si sì o di no". No. Se lei ti dice "DIMMI LA VERITA', la fase di crisi inizia nel momento in cui decidi che la tua risposta non sarà, immediatamente, tutta la verità. Siete già in contrasto.

Che facciamo, riavvolgiamo o partiamo comunque dalla fine della narrazione? Io non ho cose diverse che volevo far fare ad Hedwig mentre lui le parlava, quindi mi va bene anche partire dalla fine di questa narrazione.
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Claudia Cangini

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #12 il: 2009-01-12 22:49:41 »
Citazione
[cite] Moreno Roncucci:[/cite]
Che facciamo, riavvolgiamo o partiamo comunque dalla fine della narrazione?


La seconda che hai detto.  :wink:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Claudia Cangini »
I nitpicker danneggiano anche te. Digli di smettere.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #13 il: 2009-01-16 01:40:09 »
Ormai sono passati tre giorni, ma siamo in una situazione un po' particolare... senza essere al tavolo e avere immediatamente la conferma dell'assenza del veto di Francesca faticherei a decidere cosa fa Gretchen... ma la storia di Thomas è già alla fase di crisi e mi va bene così, non mi viene in mente una maniera appropriata di complicargli la situazone...

Non so... diciamo che Gretchen non vuole raccontare i fatti suoi a tutto l'ufficio, e quindi si trova in una fase di crisi? E passiamo subito alla fase 4?
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Moreno Roncucci »
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Spione PbF 1 - Fase 3 - Manovre
« Risposta #14 il: 2009-01-16 16:02:58 »
Scusatemi tantissimo per il mega ritardo, ma al lavoro è stata una settimana impossibile... Sono tornata.

Gretchen a quella domanda di Olaf si sentì avvampare il viso e senza guardarlo in faccio cercò di minimizzare concentrandosi sulla raccolta dei fogli: "Non ne ho idea...evidentemente ha sbagliato persona"

Direi che siamo alla crisi! Nessun veto per quello che avete postato su Gretchen: credo che ci stia bene che alla fine le sue "due vite" finiscano inevitabilmente per scontrarsi!!
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da lirazel »

Tags: