Autore Topic: Gioco  (Letto 46538 volte)

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #30 il: 2011-02-02 00:35:24 »
Anche io accenno un sorriso.
"Lo prendo come un sì. Quando prendi la mira con la pistola, hai l'impressione di guardare dentro qualcosa di piccolo, e ti viene da chiudere un occhio per non confonderti. Se impari a tenerli aperti entrambi, invece, sarai più precisa. Non è facilissimo, ma si può imparare. A me lo ha insegnato un amico tempo fa."
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Re:Gioco
« Risposta #31 il: 2011-02-02 00:43:53 »
Tiara ti guarda, continuando a sorridere, con aria di saccenza. "Certo, certo... Con le pistole vere! Per quelle finte puoi chiudere anche tutte e due gli occhi!"


Ruby se ne sta uscendo. Accenna appena un saluto con la testa.
Tiara invece solleva una mano e la muove nell'aria, continuando a sorriderti. Si volta poi vero Colonel: "Allora, ci vediamo domani!"

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #32 il: 2011-02-02 00:52:57 »
Scrollo le spalle. "La tua testa sa che la pistola è finta, i tuoi occhi no. Per allenarli, basta anche una mano." dico, accompagnando le parole con i gesti.

Quando se ne va la saluto anch'io con un veloce cenno della mano, prima di voltarmi verso Colonel.

"Cosa posso fare per te oggi?"
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #33 il: 2011-02-02 07:41:39 »
Il posto dove siamo è un vagone ferroviario rovesciato su un fianco, e riadattato. Ovviamente porte e finestre non ci sono più, come anche tutti i sedili. Sì, c'è sempre almeno una persona di guardia. Ora ci sono io u.u

"Non sprecherò proiettili per addestrarle. Non finché non avranno sentito qual'è il vero peso di un'arma."


Colonel si siede per terra, guardando la scacciacani che ha preso da Ruby. La apre, la pulisce. E' un'arma antica ma usata poco.


"Dunque Robinson... mi serve un consiglio"
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #34 il: 2011-02-02 14:10:46 »
Mi siedo vicino a te, e lo sguardo mi cade sulla suola del mio scarpone sinistro. Il mastice che ho improvvisato la settimana scorsa sembra tenere. Bene. Funzionerà anche per le camere d'aria e gli pneumatici.

"Certo. Dimmi pure."
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #35 il: 2011-02-02 14:25:26 »
Colonel guarda fuori da uno squarcio nella lamiera di fronte a sè, che fa intravedere il cielo.


"L'ultima razzia ha fruttato cibo e acqua in abbondanza. Il villaggio sull'isola ci rifornisce di vestiti e alcool. Ho contrattato con persone dalle rovine che stanno cercando di estrarre carburante in quantità da non so dove. Siamo ben protetti, Siamo tanti. Le cose sono tranquille."


Colonel si volta verso di Robinson


"Ma non sono così scema da crederci. Io SO di aver preso tutte le precauzioni del caso e di aver fatto le scelte che credevo migliori. Ma SO anche che qualcosa non è stato previsto, che qualcosa là fuori è in agguato e che questa tranquillità non durerà."
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #36 il: 2011-02-02 15:56:10 »
[scusate il rallentamento. è un periodaccio]

Annuisco.

"Credo che tuo padre una volta abbia detto che un uomo è padrone solo di quello che può difendere. Il fatto che adesso stiamo bene, dobbiamo saperlo difendere. Tu stai facendo un buon lavoro. Hai paura di qualcosa di specifico, o vorresti che ti dicessi io cosa può andare male e come prevenirlo?"
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Re:Gioco
« Risposta #37 il: 2011-02-02 16:32:54 »
Ho contrattato con persone dalle rovine che stanno cercando di estrarre carburante in quantità da non so dove.
Intendi le persone che stanno nella vecchia metropoli fuori dal ponte, giusto?

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #38 il: 2011-02-02 22:28:18 »
Ehm ero convinto di avere postato  :o


Sì, intendo quelli della vecchia metropoli.


"Tu dimmi quali sono i problemi e le opportunità. Alle soluzioni e ai piani ci penso io"
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #39 il: 2011-02-03 03:01:10 »
Ok, due cose:
- adesso chiaramente mi prendo delle libertà, perché la situazione fin adesso l'abbiamo definita giusto un po', se dico delle cose che non vi piacciono editerò volentieri
- in realtà il savvyhead funziona molto meglio quando gli dici 'ho questo problema' 'ah io farei così, tieni un +1 per farlo' 'oh grazie, tieni un px'. ;)



Mi mordicchio un attimo il labbro inferiore pensando bene prima di rispondere.

"Credo che il tuo problema principale sarà la disciplina. Mentre tuo padre stava male, in diversi hanno cominciato a credersi più in gamba di quello che sono. Adesso che le cose vanno bene ti seguono, ma cosa faranno quando ci saranno dei problemi? E ci saranno, perché quando si spargerà la voce che le cose ci vanno bene faremo gola a tanti. Devi essere sicura di sapere a chi puoi voltare le spalle e a chi no, perché non ci siano brutte sorprese."

"Abbiamo acqua in abbondanza adesso, perché, la stagione è stata buona. L'anno scorso ci sono state molte più piogge nere in questo periodo. Potrebbero arrivare tutte in una volta come quattro anni fa, e allora non si poteva più mangiare nemmeno il pesce. Non ti devo ricordare quante persone abbiamo perso. Ma se ho ragione sul fiume, e riusciamo a trovare i pezzi che mancano per la pompa e il pozzo, questo potrebbe essere un problema risolto una volta per tutte."

"Key non è brava come sua madre, non è colpa sua, è un dono, non qualcosa che si impara. Ma da quando non c'è più Bish, beh, io spero di non ammalarmi mai. Bisognerebbe qualcuno che sappia come fare qualche fottuta medicina, e portarlo qui o farselo insegnare. Sarebbe poi il caso di trovare agli uomini qualcosa da fare che non sia ubriacarsi e fare a botte quando non sono di turno. Prima o poi qualcuno farà qualcosa di stupido, e invece che i pugni voleranno i miei coltelli, e non voglio dovermi sentire in colpa di averglieli fatti."

"Dalla tua hai che hai il nome di tuo padre, e quando vuoi sai fare paura come lui. Hai che i tuoi uomini hanno buone armi, e non vedono l'ora di usarle. Hai che questo posto è come fosse in cima ad una montagna, non ci possono prendere di sorpresa, e se trovassi la roba giusta, te lo potrei rendere imprendibile. Hai che molta della roba della città a nord è ancora lì, perché le spine ragno, i baskerville e chissà cos'altro hanno ammazzato buona parte di quelli che la sono andati a cercare."

"E poi hai me come amico. Che, se permetti, non è poco." concludo sogghignando.

O meglio, avrei voluto concludere così, e fare lo splendido, ma mi arriva un pensiero alle spalle, divento improvvisamente serio, e cerco una conferma o una smentita sul tuo volto.

"Certo, questo è quello che ti posso dire io, e mi sa che buona parte se non tutte queste cose le sapevi già. Era un tuffo nel ciclone, quello che volevi facessi per te?"


Uhm, dubbio che mi sorge ora: non ho usato Read a charged situation, perché, beh, la situation mi sembrava poco charged. Se avrei dovuto, rifaccio da capo senza problemi.
« Ultima modifica: 2011-02-03 04:20:35 da Mr. Mario »
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #40 il: 2011-02-03 06:39:48 »
Dubito che la situazione sia tesa, in questo momento.


Colonel rimane un attimo in silenzio


"La chiarezza con cui vedi i problemi mi lascia sempre sconcertata. Son fortunata ad averti qui."


Colonel si alza, sistema le pistole a salve su un gancio inchiodato al muro, e si dirige verso la soglia.
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Re:Gioco
« Risposta #41 il: 2011-02-03 11:41:49 »
"Mi spaventi, a volte". La voce da corvo di Michigan proviene dall'ingresso. E poggiato alla porta ed occupa tutta l'uscita; sta osservando Robinson con curiosità.


"Capo, se qui hai finito, avremmo visite all'ingresso." dice, facendo un passo dentro ed alzandosi dritto. "Un vecchio amico." sorride.


[Per quato riguarda Oftener Right, quest'applicazione mi sembra un po' troppo vasta. Credo che Mario l'abbia interpretato più correttamente quando ha detto che di solito qualcuno viene, espone il problema ed il savvy gli risponde quale sia la cosa migliore da fare.
Tutto questo discorso, invece, mi sa più di chiacchierata. Ottima per tirare su spunti e caratterizzare i personaggi, ma non so se possa rientrare nell'ambito della mossa... Che dite? Mi sembra troppo ampio.
Read a Charged Situation serve nelle situazioni immediatamente tese: imboscate, inseguimenti, risse e cose del genere.
Insomma, per tutte le mosse la scala è piccola.]


Colonel, in che senso "hai contrattato" con gli abitanti delle rovine? Che sei venuta a sapere del carburante, o avete già una qualche forma di accordo?


Robinson, che cosa sono baskerville e spine ragno?
« Ultima modifica: 2011-02-03 11:50:06 da Matteo Turini »

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #42 il: 2011-02-03 12:28:59 »
"Ottimo, vedo che i problemi non tardano ad arrivare."


Colonel si infila cautamente la giacca consunta della divisa militare.


"Robinson. Se hai bisogno di risorse per la faccenda del pozzo non disturbarti a chiedermele. Sai dove si trova tutta la roba. Se hai bisogno di qualcuno che ti aiuti chiedi direttamente a loro. So che non farai stronzate come togliere uomini alla sicurezza. Ti dò piena autonomia, ma tienimi aggiornata. Mi fido di te"


"Michigan. Tu ora rimani qui a controllare l'armeria. Io vado ad occuparmi della nostra visita."


Dati gli ordini, Colonel esce dall'armeria, saltando sulla passerella di sotto e muovendosi spedita verso le porte.


Ho contrattato nel senso che abbiamo già un accordo: un gruppo di gente da Madison County, ben armati, li proteggerà durante le operazioni di estrazione, e in cambio avremo una grassa percentuale.
« Ultima modifica: 2011-02-03 12:31:14 da triex »
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Re:Gioco
« Risposta #43 il: 2011-02-03 12:44:19 »
Michigan annuisce alle parole di Colonel; prima che la ragazza esca, però, si rivolge a Robinson: "Ehy ragazzo, ho idea che il nuovo arrivato possa interessare anche a te..." sorride mostrando quei sette denti davanti che gli sono rimasti, ed idicando con il pollice l'ingresso alle sue spalle.
Quindi zoppica verso un tavolaccio in legno, con tutta l'intenzione di sdraiarcisi sopra per far riposare la gamba debole.

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
Re:Gioco
« Risposta #44 il: 2011-02-03 14:23:45 »
"La chiarezza con cui vedi i problemi mi lascia sempre sconcertata. Son fortunata ad averti qui."

Più rilassato all'idea di non dover affrontare il maelstrom, faccio un cenno con la mano di diniego. "Qui ci sto bene. E' nel mio interesse che questo posto funzioni."

"Mi spaventi, a volte". La voce da corvo di Michigan proviene dall'ingresso. E poggiato alla porta ed occupa tutta l'uscita; sta osservando Robinson con curiosità.

"Solo a volte? Allora non faccio abbastanza bene il mio lavoro." dico senza voltarmi.

Citazione
Per quato riguarda Oftener Right, quest'applicazione mi sembra un po' troppo vasta. Credo che Mario l'abbia interpretato più correttamente quando ha detto che di solito qualcuno viene, espone il problema ed il savvy gli risponde quale sia la cosa migliore da fare.
Tutto questo discorso, invece, mi sa più di chiacchierata. Ottima per tirare su spunti e caratterizzare i personaggi, ma non so se possa rientrare nell'ambito della mossa... Che dite? Mi sembra troppo ampio.

Infatti. Poi Colonel non mi ha chiesto soluzioni, e io sono stato sul vago. Quando vorrà un piano per affrontare uno di questi problemi, sarò molto più specifico.

Citazione
Robinson, che cosa sono baskerville e spine ragno?

I baskerville sono cani randagi, grossi cattivi e mutati, che cacciano in branco e non vedono l'ora di addentare qualche umano.

Le spine ragno sono piante dai semi volanti, crescono nelle crepe dei muri e non hanno bisogno di tanta luce. Fanno crescere un frutto spinoso, che reagisce alle vibrazioni scoppiando, e provocando quindi una pioggia di aculei velenosi. Bisogna stare molto attenti a dove e a come si cammina, e a sparare o ad alzare troppo la voce, se ci sono le spine ragno.

Avevamo parlato di natura invadente e tossica, queste sono un paio di idee che mi sono venute, così come le piogge nere, che sono piogge contaminate da tossine, stagionali. Se esagero, fermatemi pure.

"Robinson. Se hai bisogno di risorse per la faccenda del pozzo non disturbarti a chiedermele. Sai dove si trova tutta la roba. Se hai bisogno di qualcuno che ti aiuti chiedi direttamente a loro. So che non farai stronzate come togliere uomini alla sicurezza. Ti dò piena autonomia, ma tienimi aggiornata. Mi fido di te"

"Ok, capo". Mi rialzo e faccio per andare dagli accumulatori.

Michigan annuisce alle parole di Colonel; prima che la ragazza esca, però, si rivolge a Robinson: "Ehy ragazzo, ho idea che il nuovo arrivato possa interessare anche a te..." sorride mostrando quei sette denti davanti che gli sono rimasti, ed idicando con il pollice l'ingresso alle sue spalle.
Quindi zoppica verso un tavolaccio in legno, con tutta l'intenzione di sdraiarcisi sopra per far riposare la gamba debole.

"Ha chiesto di me? Chi è?"

Però, come mi capita di frequente, mi distraggo, seguendo un pensiero parallelo.

"Quando hai finito qui, passa da me all'officina. Forse ho qualcosa per la tua gamba."
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Tags: