Autore Topic: Domanda banale su Trollbabe  (Letto 5251 volte)

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Domanda banale su Trollbabe
« Risposta #30 il: 2010-10-13 18:07:35 »
Citazione
[cite]Autore: Lupo[/cite]E' vero che il gioco richiede poca preparazione (l'elaborazione degli stakes e poco atro), tuttavia mi pare che richieda ANCHE una conoscenza di "fantasy nordico" non indifferente per potere improvvisare "al volo" ambientazione, società e quant'altro (soprattutto per chi, appunto, non è abituato -appunto- all'improvvisazione "on-the-fly").


Assolutamente no.

Le saghe entrano solo come "colore", e nel fatto che ci sono troll (e nel tipo di fantasy in generale: niente armi da fuoco,cose giapponesi tipo ninja, cose così). Poi l'ispirazione la prendi dove vuoi.  Per un avventura a scala "città" per esempio avevo ripreso lo spunto da "per un pugno di dollari" (al posto della città, un covo di briganti stile "hole in the wall" del Wild Bunch, due capi che si dispitano il comando, posta in palio, il controllo del covo, e un giorno fischiettando arriva la trollbabe come Cllnt Eastwood...)

Trollbabe è proprio il gioco dove il rigore storico/culturale NON entra: l'altra fonte di ispirazione, quella principale (i fumetti underground) è abbastanza indicativa al riguardo. (se non avete mai letto Bodé o qualche altro autore fantasy underground, ecco una gallery di Bodé e il sito di James V. West che ha fatto molte illustrazioni per l'edizione originale.originale
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Lupo

  • Membro
    • Mostra profilo
Domanda banale su Trollbabe
« Risposta #31 il: 2010-10-13 18:41:12 »
Citazione
[cite]Autore: Moreno Roncucci[/cite][p]Le saghe entrano solo come "colore", e nel fatto che ci sono troll (e nel tipo di fantasy in generale: niente armi da fuoco,cose giapponesi tipo ninja, cose così). Poi l'ispirazione la prendi dove vuoi.  Per un avventura a scala "città" per esempio avevo ripreso lo spunto da "per un pugno di dollari" (al posto della città, un covo di briganti stile "hole in the wall" del Wild Bunch, due capi che si dispitano il comando, posta in palio, il controllo del covo, e un giorno fischiettando arriva la trollbabe come Cllnt Eastwood...)[/p][p]Trollbabe è proprio il gioco dove il rigore storico/culturale NON entra[/p]


Claro.

Grazie mille per le varie risposte e per la disponibilità.
Alex Nuzzi

Tags: