Autore Topic: A Bit of Hardcore (thread su lumpley.com)  (Letto 2186 volte)

Mr. Mario

  • Archivista
  • Membro
  • *
  • Mario Bolzoni
    • Mostra profilo
A Bit of Hardcore (thread su lumpley.com)
« Risposta #15 il: 2010-06-21 23:42:35 »
Citazione
[cite]Autore: Domon[/cite][p]la smettete di commentare la gente che scrive altrove sentendovi più fighi? :D[/p]

Citazione
[cite]Autore: adam[/cite][p]e perché dovremmo? °L°[/p]


[Voce grossa da autore del thread] Perché lo dico io. [/Voce grossa da autore del thread]

Citazione
[cite]Autore: triex[/cite][p]Il problema è sempre il solito. Crede che sti giochini gay siano tutti uguali, quindi chiede cos'hanno di bello che li accomuna.[/p][p]Sarà il termine new wave che fa male[/p]


Non è vero. Quello che lo lascia scettico all'inizio è la tecnica della distribuzione delle autorità del Gm tradizionale tra i giocatori. Una tecnica usata in molti giochi. Non dice mai che questi giochi siano uguali, e inferirlo dalla frase che hai citato può essere un buon punto da analizzare perché quella discussione funziona, e prosegue con lui che dice "allora dovrei provarne uno, vorrei che facesse questo, cosa mi consigliate?", mentre le nostre degenerano così di frequente in flame.
Rafael, oltre ad essere di mente abbastanza aperta, affronta un dogpiling notevole con una bella nonchalance. Vorrei vederne di più di gente come lui.
Sognatore incorreggibile. Segretario dell'Agenzia degli Incantesimi. Seguace di Taku. L'uomo che sussurrava ai mirtilli.

Leonardo

  • Membro
    • Mostra profilo
A Bit of Hardcore (thread su lumpley.com)
« Risposta #16 il: 2010-06-21 23:50:42 »
Citazione
[cite]Autore: triex[/cite]
Citazione
[p]If you're really interested, the only thing I can possibly recommend is that you give one or another of 'em a try.[/p][p]Of course! But the context of my original question was "I'd like to get my gaming group to try some of thesenew wavegames, but they are reluctant, and I don't understand the potential appeal clearly enough to convice them."[/p]
[p]Il problema è sempre il solito. Crede che sti giochini gay siano tutti uguali, quindi chiede cos'hanno di bello che li accomuna.[/p][p]Sarà il termine new wave che fa male[/p]


In realtà, almeno fino al post 46 (che è quello cui sono arrivato nei giorni scorsi e al quale sono ancora fermo), le domande di Rafael sono molto più che sensate... direi che sono necessarie. Nel senso che chiunque (provenendo dal tradizionale e avendo giocato una selezione di New Wave) non si sia mai posto i problemi che si pone lui, ha probabilmente assorbito acriticamente tutti questi giochi senza riflettervi particolarmente. Lui, che finora non ha giocato New Wave ma ne ha sentito parlare, si pone domande sensate su quello che forse è il punto in cui i giochi forgiti si differenziano maggiormente da quelli classici*: la diversa distribuzione di autorità-responsabilità tra giocatori e la ridefinizione del ruolo del GM (e di conseguenza anche quello del giocatore). Per me la prima conferma che viene fuori da quella discussione è proprio legata al fatto che per adesso non si può ancora fare a meno di usare un termine come New Wave (ancorché di significato vago e non coincidente con la definizione usata su questo forum). La differenza tra i singoli giochi forgiti appare molto meno rilevante delle loro somiglianze strutturali agli occhi di chi non ha mai conosciuto altro gioco rispetto a quello classico.

*oltre al principio del System Does Matter ovviamente.

edit: crosspost con Mr.Mario
« Ultima modifica: 2010-06-21 23:51:56 da Leonardo »

A Bit of Hardcore (thread su lumpley.com)
« Risposta #17 il: 2010-06-22 20:37:25 »
Devo dire un post veramente bello, ho imparato alcune cose e in particolar modo ho imparato un modo intelligente di dire cose che sapevo ma m'incartavo sempre nello spiegare

Tags: