Autore Topic: [CnV] - PbF - Conflitto di iniziazione - "Spero di aver tagliato i ponti con il passato"  (Letto 12595 volte)

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Qui giocheremo il tuo Conflitto di iniziazione.
« Ultima modifica: 2010-01-21 22:23:51 da Meme ò_ò »
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

imbrattabit

  • Membro
  • Eugenio Lauro
    • Mostra profilo
Mi sa che nel mio caso dovrei spendere qualche parola in più, ho letto le spiegazioni ma non sono molto confidente...

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Bene, chiedi pure qualunque cosa nell'altro post, ti spiegherò per bene.
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

EDIT: Buona fortuna? :o

@Meme: Obbedisco ù_ù
« Ultima modifica: 2010-01-20 14:54:35 da Mark »

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Facciamo così, hai in mente qualcosa che potremmo usare per creare il Conflitto? Va anche bene una cosa semplice, basta che ci sia un punto focale: viene messa in gioco la tua paura dell'essere abbandonato.

Se poi proprio non hai idee posso anche pensarci io da solo ma perderemmo molto del gioco, in quanto se ci ragioniamo insieme avrai sicuramente un Conflitto che ti interessa, visto che l'hai scelto tu! XD

@Mark
Denghiù!
« Ultima modifica: 2010-01-20 14:57:58 da Meme ò_ò »
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *****
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Intanto comincia a giocare di ruolo normalmente ^^
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Allora, vediamo di seguire passo passo i procedimenti spiegati dal manuale, così rendiamo la cosa il più facile possibile:

1-NOMINA QUALCHE RISULTATO CHE SPERI IL TUO PERSONAGGIO ABBIA RAGGIUNTO DURANTE L'INIZIAZIONE: "Spero di non aver più paura di essere abbandonato"
Anche se penso ci stia meglio "Spero di aver vinto la mia paura dell'abbandono" o qualcosa di simile, ma va bene anche così.
2-ORA SCEGLIAMO DA CHE PARTE STARE:
2a-SE IL RISULTATO VOLUTO DAL TUO PERSONAGGIO È DIRETTO: Io prendo la parte del tuo personaggio e tu di quello che gli si oppone: non è questo il caso.
2b-SE IL RISULTATO VOLUTO DAL TUO PERSONAGGIO È CRESCITA, APPRENDIMENTO O UN CAMBIO DI ABITUDINI: Mi pare sia decisamente questo il caso, e in questo particolare frangente il manuale ci insegna un trucco, tu prenderai la parte del tuo personaggio così com'è, con la sua paura, e le sue convinzioni, e io prenderò la parte delle forze e delle pressioni che lo spingono a cambiare, in questo caso io prendo la parte di tutto ciò che cerca di farti superare la tua paura dell'essere abbandonato.
3-CREIAMO UNA SCENA: Insieme, creiamo un momento importante per il Risultato del tuo personaggio. Diciamo chi c'è e cosa sta succedendo, hai qualche idea?
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

imbrattabit

  • Membro
  • Eugenio Lauro
    • Mostra profilo
proviamo, anche se stando a quanto dici, io dovrei sperare di perdere per superare il conflitto (ovvero cambiare convinzioni).
Non dovrebbe essere che tu rappresenti le forze che spingono il personaggio a NON cambiare (ovevro a mantenere la paura dell'abbandono)?

MI edito, ero rimasto al vecchio conflitto.
« Ultima modifica: 2010-01-20 19:03:53 da lollapalooza »

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *****
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
Definisci un po' meglio questa paura dell'abbandono, per esempio.

Cosa comporta? Ti agiti quando sei da solo? Hai paura del buio?
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

imbrattabit

  • Membro
  • Eugenio Lauro
    • Mostra profilo
il personaggio essendo stato abbandonato alla nascita e non avendo avuto mai nessuno che si occupasse di lui fino all'adolescenza, ha sviluppato un attaccamento alla fede che ha ideologicamente sostituito alla sua vera famiglia. Adesso ha paura di essere abbandonato nuovamente, dalla fede e dalla religione (non fisicamente) a causa del suo passato di "nato nel peccato".

Come conflitto di iniziazione il maestro potrebbe accusarlo di aver commensso un peccato ed espellerlo dai cani, per vedere la sua reazione e verificare che questo shock non lo porti lontano dalla fede o a reazioni sconsiderate.

Ma accetto anche idee :P

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Ti piace come idea che ti hanno dato un compito da svolgere, come portare una lettera dal Tempio fino in città, e te ti sei perso nel bosco da solo?
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

imbrattabit

  • Membro
  • Eugenio Lauro
    • Mostra profilo
va pure bene, anche se non capisco la correlazione con l'abbandono...

Citazione
[cite]Autore: lollapalooza[/cite][p]va pure bene, anche se non capisco la correlazione con l'abbandono...[/p]


Penso si riferisca a trovarti nella condizione di essere DAVVERO solo, abbandonato a te stesso... Il tuo personaggio ce la farà a guardare avanti e proseguire o rimarrà terrorizzato in attesa che qualcuno gli dia una mano?

Emanuele Borio

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
Ne possono uscire tante di cose sull'abbandono, magari eravate in due e uno dei due si è perso(tipo tu), dobbiamo in qualche modo fare uscire sta paura no? Di cosa ha davvero paura il tuo PG? Che tipo di abbandono? Sentimentale(essere piantato dalla ragazza)? Fisico(non vuole rimanere da solo in una stanza)? Sociale(non vuole essere estraniato da una comunità)?
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

imbrattabit

  • Membro
  • Eugenio Lauro
    • Mostra profilo
l'ho scritto sopra!

Citazione
[cite]Autore: lollapalooza[/cite][p]il personaggio essendo stato abbandonato alla nascita e non avendo avuto mai nessuno che si occupasse di lui fino all'adolescenza, ha sviluppato un attaccamento alla fede che ha ideologicamente sostituito alla sua vera famiglia. Adesso ha paura di essere abbandonato nuovamente, dalla fede e dalla religione (non fisicamente) a causa del suo passato di "nato nel peccato".[/p][p]Come conflitto di iniziazione il maestro potrebbe accusarlo di aver commensso un peccato ed espellerlo dai cani, per vedere la sua reazione e verificare che questo shock non lo porti lontano dalla fede o a reazioni sconsiderate.[/p][p]Ma accetto anche idee :P[/p]

Tags: