Autore Topic: [Il Silenzio dei minotauri] Buone vicine (circostanza)  (Letto 214 volte)

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Da un po’ di tempo, ho un quadernino per gli appunti sul quale segno al volo le circostanze di vita e di lavoro che mi vengono in mente da usare nelle future partite de Il Silenzio dei minotauri. Una sola circostanzadi vita e di lavoro non è abbastanza per una preparazione completa (anche con due soli giocatori, bisogna comuque scriverne almeno due), ma è comunque qualcosa che mi sento di condividere con voi.

Questa l’ho scritta il 16 aprile 2019.

(Link alla versione sempre aggiornata su Google Drive.)

Buone vicine

Quattro anni fa, Shertur, il marito di Seianti, morì nella Guerra Eterna. La donna era disperata e andò nella giungla per piangere fino a lasciarsi morire. Lì, trovò un albero con le fattezze di Shertur e, vedendo che un suo ramo era a forma di fallo, si accoppiò con esso per ricevere da lui un figlio. Tornò a Dégringolade e, nove mesi dopo, nacque Venel.

Successivamente, Seianti mise su un servizio di risciò a pagamento e, siccome era spesso via da casa per seguire la sua attività, Nerinai, la figlia dei suoi vicini di casa, era sovente andare da lei per tenerle il figlio Venel. Ora, però, Nerinai è cresciuta e lavora come vasaia presso la bottega di Velxe. Torna spesso a trovare Seianti e Venel, che considera come una seconda famiglia.

Avendo bisogno di una mano per accudire il figlio, Seianti chiama Thanusa, una domatrice di bambini. Le domatrici di bambini appartengono a un antico ordine di sacerdotesse, ora cadute in disgrazia, che hanno il potere di acquietare il pianto dei fanciulli tramite la danza. Thanusa ha legato molto con Seianti e Venel; Nerinai continua ad andare a trovarli, però ora vede il loro rapporto con Thanusa e ne è gelosa.

Seianti se ne accorge; vorrebbe che le giovani donne diventassero amiche e organizza un incontro tra loro che, però, non finisce bene. Le due giovani donne litigano: Nerinai accusa Thanusa di averle rubato il suo ruolo e i suoi affetti; Thanusa le rinfaccia di essere infantile. Nerinai lascia la casa di Seianti giurando vendetta.

Lavori dei minotauri
  • tiratore di risciò alle dipendenze di Seianti;
  • vasaio presso la bottega di Velxe.
« Ultima modifica: 2019-05-12 11:58:49 da Daniele Di Rubbo »