Autore Topic: Playtest 01 - Un resoconto colorato  (Letto 1058 volte)

Pippo_Jedi

  • Facilitatore
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
Playtest 01 - Un resoconto colorato
« il: 2018-02-14 18:39:21 »
Ciao a tutti,
ricomincio ad usare la sezione con il "resoconto colorato" del primo playtest assoluto, svoltosi il 11 feb 2018, all'interno della PlaytestCon.
Ci siamo ritrovati dalle 14:30 circa alle 19:15 io, Marco Andreetto e Filippo Guaitamacchi. Ho ancora da rivedermi il video quindi vo a memoria...

Scopo del Playtest per me era vedere se la procedura di creazione personaggi fosse buona nella sua infrastruttura, vedere come venivano fuori le cose "da prima sessione pba classico"... ed incominciare a vedere le meccaniche base in azione.
Avevo pronti
3 libretti, Lupo Mannaro, Ghoul e Fata. (che vedete nella versione compilata ed usata durante la partita)
https://drive.google.com/open?id=1YJPSdguwDlvPde8Wyhc0PMV0QVZsUeA67UwIFVA0eS0

Un handout di creazione dei personaggi.
 https://drive.google.com/open?id=16k1Gb9uqK-I0_HlQjMnti2R9xgdT_6d6Dn1j2CNvtOk

Un handout con le Mosse Umane (base).
https://drive.google.com/open?id=1MCh1MFa6b-_hrZFAkx1mJC3-Ld7HqPcAs8R4HY4pCJ4

Ho incominciando spiegando che i personaggi stanno affrontando un cambiamento: sono un qualche tipo di mostro sovrannaturale... in divenire non sono un Vero Mostro. Il gioco verte quindi sui loro problemi, sull'affrontare scelte che determineranno se diventaranno un Vero Mostro o no... e perchè.
Ho spiegato via via che si creavano i personaggi le meccaniche più rilevanti e l'ambientazione standard: siamo in una città media degli stati uniti, i personaggi sono tutti sedicenni o in procinto di diventarlo e siamo all'inizio del nuovo anno scolastico, alcuni di loro potrebbero essersi trasferiti da poco. Il loro essere sovrannaturali è una cosa molto recente a cui ancora non si sono abituati.

alla fine del processo di creazione dei personaggi abbiamo ottenuto

Edward Sweethouse (Marco) un ghoul, figlio di una famiglia di successo, un architetto ed una artista famosa, mentre lui si sente un sacco vuoto, senza creatività e senza qualità. I suoi Specchi (problemi da affrontare "alla AiPS") sono "Sarò popolare?" e "Qualcuno può amare il niente che sono?".
Come ghoul sente delle mancanze e si nutre dell'essenza vitale di persone che possono riempirle per un po': si sente un brutto anatroccolo e pensa che il mondo sia un luogo vuoto che gli vuole rubare ciò che ha di prezioso.
Qui c'è stata, con il senno di poi, la prima grossa magagna del playtest: devo scrivere meglio come sono queste mancanze e come scriverle. Nell'ambito del playtest non ha avuto ricadute negative, ma quelle mancanze sono sbagliate, lì per lì non me ne sono accorto, pace.

Donatello McAllister (Filippo) un Fatato, un orfano finito nel sistema degli affidi che vive in uno squallido appartamento della periferia di Thornwood (la nostra città) che viene pagato dall'assistente sociale che è anche il suo tutore legale... ma questo non lo sa nessuno perchè lui va a scuola vestito elegantissimo e con abiti che paiono molto costosi e si spaccia per il figlio di un grande stilista, si è fatto una coorte di ammiratori e lacchè: una ragazza bellissima che vuol fare la modella e gli sta dietro perchè vuole entrare nel mondo della moda, un fashion blogger in erba e un ragazzo della squadra di lotta greco romana che sono, entrambi, suoi amanti segreti.

Il giro di conoscenze di background che lega i pg e i pg a qualche png, nonchè domande varie e input da parte dei giocatori ci ha portato a definire una rete di relazioni:
- i genitori di Edward, il fatto che Daniel (il lottatore) ed Edward fossero i migliori amici d'infanzia, che Edward pensasse che Donatello fosse "the worst" perchè era troppo "perfetto per i propri genitori" ed infatti gli aveva scritto "puttana" con lo spray sull'armadietto, che edward fosse geloso di aver perso Daniel e non abbiamo capito quanto ci fosse un sottotesto omoerotico a riguardo o no...
- di Donatello vari dettagli sui membri della claque e che invidia la famiglia di Edward, vorrebbe sfruttarli per i soldi.
Nei vari giri di relazioni viene fuori un kicker per la prima sessione: Donatello ha visto il lato mostruoso di Edward.

Dopo piccola pausa incominciamo:
Edward porta una sua compagna di classe in palestra... per pomiciare sui materassini nascosti dietro della roba, Donatello li vede perchè si era dato appuntamento lì con Daniel (il lottatore)... (evidentemente dovrebbero mettere su un sistema di prenotazione dei materassini) e mentre stanno pomiciando e facendo preliminari Edward incomincia a succhiare la vita dalla povera charlotte: delle cose oscure sembrano muoversi sottopelle da lei verso lui e i suoi occhi per un attimo riluccicano del verde degli occhi di lei.
Lui è spaventato dalla cosa e scappa precipitosamente, al che edward, sistemate un secondo le cose con la povera charlotte che è un po' disorientata ma non spaventata, va dietro a Donatello.
Donatello scrive un messaggio a Daniele e si trovano nella classe di inglese (è quasi il tramonto quindi è vuota) daniel si avvicina e si abbracciano teneramente dato che vede Donatello sconvolto... ed in quel momento entra Edward che capisce la cosa scoprendo il segreto del miglior amico d'infanzia (Daniel).

Donatello implora Daniel di proteggerlo da Edward: è pericoloso! all'inizio Daniel non gli crede ma quando Donatello dice che ha visto Edward stuprare Charlotte e la reazione di Edward. Per cui Daniel butta a terra Edward che con un commento velenoso se ne va di corsa. Donatello e Daniel si mettono a cercare Charlotte.

Edward invece ha bisogno di riflettere e star solo: va sul tetto della scuola... se non che ci trova Stephanie, la modella della coorte di Donatello, che però ancora non sa niente di niente. I due hanno qualche scambio di battute inizialmente amichevole, ma l'odio di Edward verso Donatello manda ai maiali la situazione rapidamente e la ragazza lo lascia solo dopo essersi scambiati degli insulti.

Charlotte non si trova: la scuola sta chiudendo... Stephanie trova Donatello che gli ordina di trovare il numero di charlotte, lei inizialmente si rifiuta perchè non vuole farsi vedere interessata ad una simile nullità, ma Donatello gli dice chiaro e tondo che se vuole che parli bene di lei con suo padre deve stare zitta e fare quel che cazzo le dice senza rompere i coglioni, al che lei sbianca e facendosi piccola segue i sui ordini... ma non si trova, ormai la scuola è praticamente vuota.
Quando Donatello rientra nel suo squallido appartamento, e vediamo i suoi vestiti diventare dei semplici abiti usati, Stephanie gli fa sapere che domani alla prima ora, a storia dell'arte, c'è anche charlotte, quindi potrà parlarci, segue scambio di battute via chat e Steph. si impegna ad organizzargli un pranzo in modo che lui ci possa parlare.

La mattina dopo Edward, Donatello e Steph. sono in classe che si guardano in cagnesco, ma Charlotte non si vede... Arriva il nuovo professore di storia dell'arte che incomincia a fare lezione, quando entra in ritardo Charlotte...
... in pigiama e con lo sguardo perso...
La classe dopo un primo momento di silenzio scoppia in una baraonda di risate e prese in giro, Edward prende la palla al balzo e convince il prof. a lasciarlo aiutare charlotte portandola in infermeria.
Nel frattempo Donatello dice a Steph che Charlotte è in quello stato perchè Edward l'ha stuprata e che devono fare qualcosa, deve riuscire a parlarci, ma date le sue condizioni non sembra semplice.

Edward accompagna Charlotte all'infermeria, si assicura che sia accudita e poi cerca di capire come affrontare la cosa.

Qui a causa sia dell'ora che del fatto che c'era già TANTA carne al fuoco abbiamo interrotto considerando conclusa la Prima Sessione.

Devo dire che le cose mi sono sembrate scorrere abbastanza bene e che tranne in un paio di punti non ci siano state incomprensioni su funzionamento mosse... il che ovviamente non vuol dire "che siano buone" ma che per adesso quelle usate non si sono messe di mezzohttp://www.gentechegioca.it/smf/Smileys/default/wink.gif, il che è già qualcosa.
La mappa delle relazioni con appunti e varie cose fatte lato MC mi ha soddisfatto pur non avendo ancora nulla di definito a riguardo, le mosse e principi lato MC più o meno mi pare che abbiano fatto il loro lavoro quindi per lo stadio a cui sono dello sviluppo mi posso dire soddisfatto su questo versante.

Sulla cosa che mi interessava di più, la creazione dei personaggi e la creazione delle relazioni d'inizio, ho visto immediatamente come la procedura a grandi linee vada nella giusta direzione, ci sono alcune cose da riscrivere ed ovviamente i libretti sono alla prima prova, quindi credo che cambierò diverse cose...

Molto soddisfatto del pomeriggio di gioco: ho insistito fin dall'inizio a non interrompere il gioco "per domande su cosa stiamo playtestando" ma di fare le giuste domande sulle regole per applicarle e capirle, non per "metagiocare". Abbiamo fatto una pausa in mezzo sia per darmi tempo di fare il punto della cosa che per fare due ciane sul gioco, così come anche alla fine entrambi i giocatori mi hanno dato del buon feedback anche se in realtà le cose per me più interessanti sono su aspetti che loro non mi hanno segnalato, ma penso sia normale così.

That's all folks

ringrazio Marco e Filippo per la giocata  :)
« Ultima modifica: 2018-02-14 18:45:07 da Pippo_Jedi »
Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Tags: