Autore Topic: Cos' è per voi il gioco di ruolo?  (Letto 851 volte)

Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« il: 2017-04-03 16:55:04 »
Salve a tutti; sono un nuovo utente ma leggo da tempo il forum.
Parlando di recente con il mio gruppo di gioco, ho chiesto loro : ma per voi, cos' è il gioco di ruolo? Cosa deve darvi in termini di "soddisfazione" e come deve farlo?
Abbiamo per anni giocato a d&d e li ho convinti da poco a provare DW dopo aver inutilmente tentato di proporre Montsegur 1244. Bene, dalle risposte mi sono reso conto quanto fossero disparati i nostri intenti intorno al tavolo.

Apro questo topic a scopo accademico. Vorrei sapere appunto cos' è per voi il gdr e quale gioco (con relativo esempio di giocata) incarna meglio la vostra "idea".

Grazie a tutti per l' eventuali risposte.

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« Risposta #1 il: 2017-04-04 18:32:41 »
Dopo aver spostato il thread nella sezione giusta, provo a rispondere. Per me "gioco di ruolo" è solo una traduzione sbagliata di un termine vecchio e obsoleto.

Mi spiego meglio: "Role-playing game" ha sia "playing" (giocare, ma anche interpretare, come un attore, "play a role") che "Game" (gioco). "Gioco di ruolo" ha solo "gioco", sarebbe la traduzione di "role-game", non di "role-playing game". La traduzione più corretta sarebbe "gioco di interpretazione di un ruolo"

Solo che storicamente questo non era il nome usato all'inizio. Gygax e gli altri inizialmente parlavano di "fantasy wargaming" o "fantasy gaming",  "role-playing game" si è diffuso successivamente, sulle riviste, forse ispirato dai "role-playing games" usati in psicologia, ma anche allora era un termine che andava molto stretto. Per esempio pareva suggerire che il GM non giocava (visto che interpreta piu di un ruolo e fa anche molto altro), ed è diventato sempre più stretto man mano che si sono diffusi i live, i giochi dove si interpretano più personaggi, quelli dove ci si passano i personaggi, quelli dove non hai personaggi, e ultimamente anche quelli che si giocano in solitario.

Quindi, ormai "l'oggetto" gioco di ruolo non ha più molto in comune con il senso in inglese delle parole che compongono "role-playing game". il termine ha preso un significato diverso e a sè stante, come "cavallo vapore" che si usa anche senza cavallo e senza vapore.

In più, per me non esiste nemmeno un "oggetto" univoco che sia possibile definire. il Big Model parla di giochi che creano uno spazio immaginato condiviso, ma questa categoria di giochi lascia fuori i live, i giochi per computer e quelli che si giocano da soli. Qualunque definizione basata sul "recitare" sarebbe ancora più incompleta. Credo che attualmente con "gdr" si intende un arcipelago di tipologie di gioco diverse che non è possibile definire univocamente.
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Daniele Di Rubbo

  • Membro
  • Daniele Di Rubbo
    • Mostra profilo
    • Geecko on the Wall
Re:Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« Risposta #2 il: 2017-04-04 18:58:40 »
Io avevo risposto così:

Citazione
Credo che forse andrebbe in “Sotto il cofano” e ti rispondo in politichese.

Secondo me è un’esperienza mediata da regole in cui i partecipanti prendono uno o più ruoli in senso sociale (“padre”, “figlia”, “amica”, “cavaliere”, ecc.). ;-)

e poi cestinato, perché non era un post di gioco concreto e Niccolò chiedeva esperienze concrete (grassetto mio):

Vorrei sapere appunto cos' è per voi il gdr e quale gioco (con relativo esempio di giocata) incarna meglio la vostra "idea".

Re:Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« Risposta #3 il: 2017-04-05 15:54:03 »
Forse mi sono spiegato male. Assunto che per gioco di ruolo intendo l' oggetto di argomento del forum in questione, volevo sapere cosa è per voi in termini "emotivi". Non la definizione tecnica, ma ciò che vorreste provare o ottenere, e quale "gdr" tra quelli che avete giocato si avvicina meglio alle aspettative.
Con relativo esempio di giocata.

Narhijan

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« Risposta #4 il: 2017-05-08 15:12:38 »
Sai è una domanda che non so se ha una risposta semplice.

quando ho iniziato (ormai più di 24 anni fa), a tirarmi dentro i GdR erano:
il piacere della compagnia;
il piacere di fare qualcosa di insolito;
il mio amore per certi generi letterari e la meraviglia iniziale data dalla sensazione di muoversi all'interno di una certa ambientazione; probabilmente il protagonismo molto semplice che si poteva ottenere e il gusto del sensazionalismo. [tonnellate di EUMATE, cappa e spada classico, un gruppo di "eroi" soli contro orde di nemici "cattivi", tutto molto easy]

Poi col tempo le cose sono un po cambiate, e iniziando io stesso a fare da Master, e a pormi problemi diversi:
come condurre una storia;
come narrarla nel migliore dei modi;
come gestire i Pg e i giocatori e soprattutto farli interagire in armonia;
fino a sbattere la testa su quale regolamento potesse essere più appropriato per ottenere i punti sopra. [questi sono ancora nodi gordiani, soprattutto gli ultimi due]
E in quel periodo nacque il piacere enorme di poter condividere una visione con un gruppo di persone, il piacere di essere uno sceneggiatore/creatore di storie. Sempre di più mi divertivo a creare ambientazioni, mondi (con tanto di disegni, mappe e tanto altro materiale extra) e mitologie vere e proprie, sotto sistemi, hacks, e poi anche alcuni GdR (alcuni anche scritti in un era pre-digitale, tutti a mano  ::) ). Sperimentare divenne uno dei piaceri, insieme alla "creazione di mondi" e "condivisione della visione".

Per farla molto breve (ed escludendo completamente i LARP) alla fine di quella parabola, ho iniziato ad approcciarmi a giochi sempre meno mainstream, fino ad arrivare a questi lidi e rimanere incantato con sistemi come Cani nella Vigna (CnV) o World of Near/Solar System (WoN).

Ciò che mi attira adesso:
Creare storie e mondi (vecchio vizio); creare uno spazio di creazione/narrazione condivisa (dipende un po anche dai giocatori e da quello che il gruppo può effettivamente accogliere) dando più possibile spazio ai giocatori; vedere una risposta positiva da parte del gruppo, in particolare quando vedo in loro che cresce l'hype verso quello che stanno co-creando; adoro vedere quando la storia prende il sopravvento e i giocatori si lasciano talmente andare da non "proteggere" i loro Pg ma lasciandosi trascinare e trascinano anche gli altri.

Per completare la risposta alla tua domanda, quale GdR si avvicina meglio... Bhe anche qui dipende da cosa si cerca dipendentemente dai giocatori disponibili :)
Mi spiego:
Una delle campagne più lunghe e soddisfacenti, durata anni, che ho giocato come Pg, usava il sistema di GURPS, di cui avevamo una profonda conoscenza, ma non era il sistema in sè che ha permesso questo. Anche se un certo grado di coerenza delle regole e il fatto che le conoscevamo bene quasi tutti erano fattori positivi, era la direzione del Master e la compattezza del gruppo di amici a rendere possibile il divertimento. Eppure lo stesso gruppo non reagiva bene ad altri sistemi di gioco, anzi in alcuni casi diventavamo molto disfunzionali.  ;D

Al momento se devo scegliere un gioco con cui divertirmi, prima cerco di capire cosa può e cosa non può digerire il gruppo.
Se il gruppo è poco reattivo o poco agile a pensare fuori dagli schemi, spesso uso sistemi che a loro sono congeniali o più noti, altrimenti oggigiorno preferisco proporgli qualcosa di più narrativo, come i suddetti CnV e WoN.

Per te, invece?


Dario

Lorenzo_l

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Cos' è per voi il gioco di ruolo?
« Risposta #5 il: 2017-06-25 19:03:07 »
Quando ho iniziato (ormai quasi una 30ina di anni fa) ;) ...quindicenne o giù di li...

Era qualcosa di incredibile. La cosa più incredibilmente coinvolgente che avessi mai provato. Era calarsi in una realtà parallela.
Era commistione tra gioco e realtà, come per i ragazzini di Stranger Things. :)
Il livello di gioco era bassissimo, ma l'esperienza emotiva, il coinvolgimento, qualcosa di irripetibile.
Più che fuga dalla realtà, era immersione totale in un altro mondo!

Ora che sono grandicello i GdR sono un modo per dare sfogo alla mia creatività. Stimolare ed essere stimolato alla creazione di eventi che si intrecciano in un "botta e risposta" creativo...
...ma è anche vedere come meccaniche diverse interagiscono tra loro, quali stimoli creativi forniscono e cosa permettono di fare a me e ai miei compagni "d'avventura".

Ultimamente, a livello emozionale i giochi che più hanno smosso qualcosa nel mio profondo e mi hanno coinvolto sono stati  "Un Penny per i Miei Pensieri" e, magari farà storcere il naso, "The Fall of Magic"...

Se poso spingermi più in la e dirvi qualcosa che tanto non capirete, il Giocare di Ruolo per me è una delle esperienze che più si avvicina all'ipnosi e alla trance. ... e questo è un discorso che mi sono ripromesso di approfondire.
« Ultima modifica: 2017-06-25 19:04:54 da Lorenzo_l »

Tags: