Autore Topic: (The Pool) Vivere e Morire a Raam  (Letto 6790 volte)

TartaRosso

  • Membro
  • Simone Lombardo
    • Mostra profilo
    • DragonIsland
Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #150 il: 2017-05-19 16:49:31 »
@Fathan
(OOF Palin avrei tirato io per te, ma non sul tiradadi di lapo perché è off. Se ti va bene i risultati sono i seguenti.
1d6 = 3

1d6 = 2

1d6 = 5
 Se non ti va bene puoi ritirare te senza problemi. Io intanto comunque descrivo l’esito negativo. Come sempre in caso facciamo riavvolgi OOF)

Le guardie sul momento più che spaventate o in allarme per ciò che hai detto sono piuttosto stupite. Prima una delle prostitute scappa e poi voi vi mettete a discutere. Infine questo tuo tentativo di fuga.
Percepisci che stanno aspettando che Irkalla dica qualcosa. Ma anche lei è stata colta piuttosto di sorpresa. E la sua indecisione è anche abbastanza comprensibile. Tu sei un suo ottimo contatto ma d’altronde Ek Tel è stata presentata come un membro della casata Tsalaxa.

Mentre ti stai allontanando da Ek Tel correndo verso una via laterale un pugnale proveniente dalla sua direzione ti sibila davanti. Solo grazie alla tua prontezza di riflessi riesci a non farti colpire. Lo eviti con un balzo all’indietro ma il movimento ti sbilancia e ti fa cadere strappandoti anche parte del travestimento.

Proprio in quel momento attirati dalla confusione escono dalla direzione verso cui stavi andando un templare e quattro soldati che evidentemente stanno facendo una ronda notturna (anche se non dovreste essere nella loro zona).

Intimano a tutti di fermarsi in nome del governo di Raam. Poi vedi che il templare ti guarda evidentemente osservando il fatto che tu sia travestito.

Due dei soldati del templare stanno venendo nella tua direzione.

Che fai?

@Fakhyr:
Dopo poco che scappi ti rendi conto che nessuno ti sta inseguendo. In un attimo di riposo della tua cora senti però i suoni di un alterco provenire dalla direzione da cui stai scappando. Poi riconosci la voce di Fathan che parla di una maga profanatrice e infine riconosci il tipico tono da tutotore dell’ordine dei templari.

Non sie così lontano dal luogo per tornare velocemente indietro eventualmente. (OOF non te lo dico per spingerti a questa scelta ma per darti un’informazione che poi magari chiedevi OOF)


Cosa fai?
Simone Lombardo

Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #151 il: 2017-05-19 20:46:18 »
Continuo a correre verso di loro come se effettivamente cercassi la loro protezione dalla maga e quando li raggiungo la indico esplicitamente a tutti portando avanti la sceneggiata. Anzi dico che è pericolosa e cerco di farmi scudo dei soldati come se fossi invaso da genuino timore... Naturalmente sperando di sviare l'attenzione per quei momenti che servono per sparire dalla vista di tutti.

(OOF non avevo tirato sia per aspettare i tuoi dadi che perché Lapo era giù...
« Ultima modifica: 2017-05-19 20:48:53 da Palin Majere »
-- Giuseppe Merigo -- Archer -- Fathan dei Dur

Lavinia Barni

  • Membro
  • Vieni con me e ti farò vedere questo e altro...
    • Mostra profilo
Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #152 il: 2017-05-20 01:01:41 »
Sento la voce di Fathan, mi sembra davvero molto spaventato. Dalla posizione in cui mi trovo riesco a vedere troppo poco, questa notte è troppo scura: decido di tornare indietro e cercare di dare una mano.
La situazione mi sembra complessa, ma secondo me forse stavolta riesce a liberarsi della maga.
'
Seguo ogni piccolo movimento di Fathan e quando lo vedo sgattoiolare nel buio mi dirigo verso di lui e gli tendo una mano per aiutarlo a sparire in un piccolo anfratto e poi a salire su un tetto. Se invece lo seguissero cercherei di creare un diversivo per distogliere l'atte.ione da lui.

Inviato dal mio LT30p utilizzando Tapatalk


TartaRosso

  • Membro
  • Simone Lombardo
    • Mostra profilo
    • DragonIsland
Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #153 il: 2017-05-23 18:08:08 »
Vedete che nelle mani di Ek Tel comincia a formarsi una sfera luminosa rossastra.
Le guardie naniche e Irkalla fanno per scappare.

I soldati del templare si bloccano un attimo. Il templare tira fuori un bastone metallico (sì avete capito bene) di un materiale giallo e comincia a pronunciare alcune parole in una lingua sconosciuta.

Nella confusione che si crea Fakhyr riesce ad aiutare Fathan a raggiungerlo su uno dei cornicioni lì vicini.
(Supponendo che iniziate subito ad allontanarvi) Dopo che avete fatto qualche metro sui tetti sentite uno scoppio e vedete dietro ai tetti, nella direzione da cui state scappando, un forte bagliore.

Cosa fate?
Simone Lombardo

Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #154 il: 2017-05-23 20:36:17 »
Non mi fermo certo a raccogliere le ceneri del malcapitato e consiglio a Fakhyr di fare altrettanto.

Tanto per cambiare dobbiamo far perdere le nostre tracce, siccome avremo mezza casa alle calcagna (se Eek'Tel si salva), chiedo a Fakhyr se ha un luogo sicuro che non sia immediatamente associabile a me.

Poi gli chiedo se ritiene opportuno che ci andiamo assieme o per strade diverse. Io avrò bisogno poi di un bel po' di tempo per capire quali miei contatti sono ancora buoni e quali bruciati.
-- Giuseppe Merigo -- Archer -- Fathan dei Dur

Lavinia Barni

  • Membro
  • Vieni con me e ti farò vedere questo e altro...
    • Mostra profilo
Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #155 il: 2017-05-24 08:12:02 »
Rispondo a Fathan che ho altri rifugi, ma che sono a casa di amici e non voglio metterli in pericolo. Conosco però un luogo tra le rovine appena sotto la città dove potremo ripararci dal freddo della notte e magari cercare di indossare qualche abito più comodo e meno appariscente.
Penso che sia meglio andarci insieme e scendiamo dai tetti per percorrere le strade a piedi. Lungo il percorso rubo dei vestiti che qualcuno ha dimenticato di riporre. Per me li rubo sempre da donna, a Fathan faccio scegliere.
Una volta arrivati gli mostro il pertugio nella pavimentazione che ci darà accesso alle rovine: per un gioco di ombre sembra una buca ma sul fondo c'è il passaggio ad una grande stanza buia che viene illuminata leggermente con il sole del giorno. Cerco a tentoni la torcia, la accendo e illumino quelle che un tempo furono splendide pareti dorate, colonne maestose e sculture, adesso è un ambiente semisprofondato, ricoperto di polvere del deserto e pieno di detriti.
Non è bello, ma almeno qui non verranno a cercarci per un po'.
La prima cosa che faccio è nascondere ik medaglione in un pertugio delle pareti e e disegnarne una copia fedele. Cercherò poi un modo per farne dei falsi. Chiedo a Fathan se gli piace l'idea: potremmo darne uno agli Txalasa, uno ai templari, uno Night Runners e magari vedere se ci fossero altri interessati a pagare ma dovremo avere un piano di fuga molto ben studiato!
Io riposeró fino all'alba e poi uscirò per andare al tempio a chiedere notizie e provare ad indagare.

Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #156 il: 2017-05-24 08:27:22 »
Non è male l'idea dei falsi ma penso sia un po' tardiva. Allo stato attuale delle cose avranno sicuramente maghi e Maestri della Via sempre al seguito e potrebbe essere molto pericoloso anche solo incontrarli.

Per il resto penso di avere bisogno anch'io di riposo.
-- Giuseppe Merigo -- Archer -- Fathan dei Dur

Lavinia Barni

  • Membro
  • Vieni con me e ti farò vedere questo e altro...
    • Mostra profilo
Re:(The Pool) Vivere e Morire a Raam
« Risposta #157 il: 2017-05-24 14:12:55 »
Ti ringrazio per essere meno sprovveduto di me e proseguo spiegandoti che non avevo mai rubato oggetti molto preziosi, ma stavolta -maledizione - ha talmente tanto valore che mi sta creando solo problemi. Avevo pensato che si potesse organizzare un'asta, ma forse sarebbe il modo migliore per finire in trappola.
Andrò a cercare un po' di informazioni alla biblioteca e cercherò di capire se il mio amico si è ripreso. Poi andremo a fare quello che ci ha consigliato la creatura sotterranea.
Ma prima del sano riposo.

Tags: