Autore Topic: [rant] la regola zero  (Letto 25963 volte)

Niccolò

  • Membro
    • Mostra profilo
[rant] la regola zero
« Risposta #150 il: 2008-10-19 15:31:53 »
Citazione
Certo può farvi storcere il naso, certo può non piacervi, ma perosnalmente non ho porblemi a giocare così. È semplicemente un altro modo di giocare punto e basta.


c'è un sacco di gente che lo fa, è ovvio che sia divertente... per me è un po uno spreco del mezzo, però. ma il vero problema è che quando fai notare che viene fatto, di solito la gente si inalbera e nega, come se fosse una cosa di cui vergognarsi :)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Domon »

[rant] la regola zero
« Risposta #151 il: 2008-10-19 17:42:56 »
Bravo Domon il fatto sta proprio lì, farlo in modo consapevole è un divertimento come un'altro.

Aimè molti pensano che si faccia così solo perchè è il modo migliore di giocare :evil:

Peccato poi che a fargli notare che no è così con tanto di prove, si passa agli insulti  :twisted:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da mirkolino »

Eishiro

  • Membro
    • Mostra profilo
[rant] la regola zero
« Risposta #152 il: 2008-10-19 18:06:18 »
concordo sicuramente su una cosa, si tratta di gusti, giocare un gioco come NCAS o CnV in maniera "classica" secondo me è uno spreco vero e proprio, non si apprezza il gioco cosi
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Eishiro »

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
[rant] la regola zero
« Risposta #153 il: 2008-10-24 09:54:06 »
Citazione
[cite] mirkolino:[/cite]Bravo Domon il fatto sta proprio lì, farlo in modo consapevole è un divertimento come un'altro.

Aimè molti pensano che si faccia così solo perchè è il modo migliore di giocare :evil:


Temo che pensino che sia l'UNICO modo possibile di tenere in piedi un GdR.

Le partite senza fare così si erano sempre sfasciate (alzi la mano a chi non è MAI successo... Nessuno? Strano :P ), quindi i giochi che non fanno così non possono funzionare.  :roll:

Rifiutano l'idea sulla base di esperienze passate che han detto loro che "è una cosa impossibile".

Anch'io ci ho messo parecchio ad entrare nella mentalità, anzi, NELLE mentalità dei vari giochi "nuovi".
Ancora oggi ho dei dubbi su come gestire AiPS al meglio (vedi thread aperti da me, mi sento un caso clinico :cry: ), mentre CnV mi viene un po'meglio, credo.
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Korin Duval »
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Luca Veluttini

  • Archivista
  • Membro
  • *
    • Mostra profilo
[rant] la regola zero
« Risposta #154 il: 2008-10-25 15:17:19 »
Citazione
[cite] Korin Duval:[/cite]
Temo che pensino che sia l'UNICO modo possibile di tenere in piedi un GdR.


Guarda, sono circondato, qui da me, da gente che porta le seguenti argomentazioni quando parla di GdR e quando mi sente citare termini "strani" come forgita, Big Model, GNS, ecc.:
- è un gioco e basta
- sono pippe mentali
- mi piange il cuore a vedere dove si sta andando coi GdR

Nella realtà nelle loro "campagne" giocano con l'80% (quando va bene) delle regole driftate e tutto Home Rulato in "base ad un'attenta analisi di buon senso".

Esempio: D&D 3.5 con il barbaro con ira infinita (non picchettata un numero di volte al giorno perchè "non ha senso"), il paladino con 1 punire il male per livello "perchè altrimenti è troppo debole" (sapete le tipiche campagne Eroi vs Neutralità, ah! che epiche imprese mentre il male foraggia altrove....  :lol: ) e altre vaccate del genere...

Il tutto adducendo al fatto che il gioco è bellissimo e stupendo, ma non adattandosi al loro stile di gioco (ovvero tirare i dadi e interpretare = parlare senza arte nè parte) è DOVEROSO apportare cambiamenti.

Condiamo infine il minestrone con "voi non capite niente di GdR, noi abbiamo provato svariati titoli e abbiamo tantissima esperienza" ritenendosi esseri superiori benedetti da divina intelligenza.

Per fortuna che invece frequento un gruppo di amici con i quali provare e divertirsi con giochi "diversi" (e nettamente, imho, superiori) è all'ordine del giorno perchè siamo dell'idea che presumere stolidamente dalla lettura di un manuale argomentando il tutto con un "No, perchè no! C'ho le prove!" sia un insulto all'intelligenza delle piattole, essere ritenuti inferiori a noi...  :lol:
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Luca Veluttini »

[rant] la regola zero
« Risposta #155 il: 2008-10-25 17:37:32 »
Citazione
[cite] vellu82:[/cite]
Citazione
[cite] Korin Duval:[/cite]
Temo che pensino che sia l'UNICO modo possibile di tenere in piedi un GdR.


Guarda, sono circondato, qui da me, da gente che porta le seguenti argomentazioni quando parla di GdR e quando mi sente citare termini "strani" come forgita, Big Model, GNS, ecc.:
- è un gioco e basta
- sono pippe mentali
- mi piange il cuore a vedere dove si sta andando coi GdR

Nella realtà nelle loro "campagne" giocano con l'80% (quando va bene) delle regole driftate e tutto Home Rulato in "base ad un'attenta analisi di buon senso".

Esempio: D&D 3.5 con il barbaro con ira infinita (non picchettata un numero di volte al giorno perchè "non ha senso"), il paladino con 1 punire il male per livello "perchè altrimenti è troppo debole" (sapete le tipiche campagne Eroi vs Neutralità, ah! che epiche imprese mentre il male foraggia altrove....  :lol: ) e altre vaccate del genere...

Il tutto adducendo al fatto che il gioco è bellissimo e stupendo, ma non adattandosi al loro stile di gioco (ovvero tirare i dadi e interpretare = parlare senza arte nè parte) è DOVEROSO apportare cambiamenti.

Condiamo infine il minestrone con "voi non capite niente di GdR, noi abbiamo provato svariati titoli e abbiamo tantissima esperienza" ritenendosi esseri superiori benedetti da divina intelligenza.

Per fortuna che invece frequento un gruppo di amici con i quali provare e divertirsi con giochi "diversi" (e nettamente, imho, superiori) è all'ordine del giorno perchè siamo dell'idea che presumere stolidamente dalla lettura di un manuale argomentando il tutto con un "No, perchè no! C'ho le prove!" sia un insulto all'intelligenza delle piattole, essere ritenuti inferiori a noi...  :lol:


Come disse Dante (mi pare): "Non ti curar di lor, ma guarda e passa...."
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Fabio "Shia&quo »

Mattia Bulgarelli

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Mattia Bulgarelli
    • Mostra profilo
[rant] la regola zero
« Risposta #156 il: 2008-10-25 17:54:16 »
Citazione
[cite] Fabio "Shia" :[/cite]
Come disse Dante (mi pare): "Non ti curar di lor, ma guarda e passa...."


Virgilio a Dante, ne La Divina Commedia.  8)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Korin Duval »
Co-creatore di Dilemma! - Ninja tra i pirati a INC 2010 - Padre del motto "Basta Chiedere™!"

Rafu

  • Membro
  • Raffaele Manzo - clicca le icone per e-mail o blog
    • Mostra profilo
    • Orgasmo Cerebrale
[rant] la regola zero
« Risposta #157 il: 2008-10-25 19:36:47 »
A essere pignoli (e io quando mai non lo sono?), il verso è:

"Non ragioniam di lor, ma guarda e passa."

(Inferno, Canto III, 51)
« Ultima modifica: 1970-01-01 01:00:00 da Rafu »

Tags: