Autore Topic: Gdr che hanno ispirato filoni e stili  (Letto 2452 volte)

Pippo_Jedi

  • Membro
    • Mostra profilo
Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« il: 2016-08-20 18:21:19 »
Ciao a tutti/e,
in un altro topic Moreno scriveva, rispondendo a domande su vari gdr in giro:
Citazione
Se vuoi avere un idea migliore della varietà che c'è là fuori, ti consiglio Trollbabe, Avventure in Prima Serata, Spione, Il mondo dell'Apocalisse, La Mia Vita Col Padrone, che sono praticamente quelli che hanno creato correnti di design, poi se te la cavi con l'inglese ce ne sono molti altri.

Se riconoscere, non dico capire, il filo che discende da Apocalipse World è semplice grazie al marchietto pbta, sarei curioso di sapere da Moreno quali sono i giochi che sono derivati da quelli che nomina come filoni e quali sono le caratteristiche di ciascuno.

Chiedo a tutti di dare tempo a Moreno di dare una sua prima risposta, poi la discussione è ovviamente aperta ai contributi di tutti (in base alla sua risposta).
Gli ho già chiesto su g+ se era disponibile alla cosa, quindi diamogli solo modo di contribuire.

ringraziandolo in anticipo gli cedo la parola :-)
Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #1 il: 2016-08-21 04:11:25 »
Ho iniziato a rispondere....    ;D
http://www.gentechegioca.it/smf/index.php/topic,10595.0.html

Visto che per adesso vorrei tenere quel thread "pulito" (almeno finchè non ho finito la serie di post), preferirei usare questo thread per i commenti, osservazioni, errata, etc.
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Pippo_Jedi

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #2 il: 2016-08-23 10:37:30 »
Uhm... Fan Mail!
Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Pippo_Jedi

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #3 il: 2016-08-30 14:15:49 »
Sto trovando la cosa mooolto interessante: è molto di più di quanto non avessi chiesto quando ti scrissi su g+ ma evidentemente sono andato a sbattere su una cosa che era diverso tempo che avevi voglia di fare...
... o l'attuale fase di stanca del forum non ti permette di sfogare un po' la tua grafomania e ora hai terreno libero!  ;D

A parte gli scherzi: molto bello ed interessante. Anche chi si ritiene giocatore di lungo corso può non saper quasi nulla di tutto ciò. ganzo!

Se continui così lo sai vero che poi ti toccherà riorganizzare tutto in un pamphlet? ::)
Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #4 il: 2016-08-30 15:14:46 »

Se continui così lo sai vero che poi ti toccherà riorganizzare tutto in un pamphlet? ::)

Anche un wiki non sarebbe male (che non sia una voce di wikipedia sennò poi ci si fanno su le guerre di religione)...
-- Giuseppe Merigo -- Archer -- Fathan dei Dur

Pippo_Jedi

  • Membro
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #5 il: 2016-09-04 12:20:04 »
Moreno: mi sa che prima di fare lista di acquisti di giochi che mi mancano dovrò aspettare che tu finisca perchè ad ogni nuovo post c'è un nuovo "eh, ne oh sempre sentito parlare ma non sono mai riuscito a metterci le mani sopra" :-P

In realtà c'è un perchè, per me almeno, più profondo che è forse tangenziale alle ultime cose che scrivevi in relazione al brain damage etc...

Esplicito che qui parlo della mia esperienza personale, decidete voi se c'è un parziale riscontro nelle vostre...

Un'abitudine del me "giovane ventenne" dei primi anni 2000 in cui giocavo ai giochi White-Wolf nelle varie salse che mi ispiravano di più era quella di ogni tanto di andare al negozio storico di Firenze (il mitico Stratagemma) e vedere quali nuovi manuali erano usciti e comprarlo... perchè era qualcosa di nuovo da leggere, era qualcosa con cui sorprendere i miei giocatori (i miei giocatori) e così via...

Sono poi arrivato a smettere di giocare giochi system zero, senza arrivare prima al burn out con il mio gruppo per tensioni sociali per fortuna anche se c'erano tensioni, e scoprendo il mondo indie ho incominciato a comprare quel che trovavo di italiano ma... dopo poco, avendo poche occasioni di giocarci e facendo il confronto con prima in cui compravo un sacco di manuali inutili... mi ero ripromesso di comprarne / leggerne solo quelli a cui pensavo di poter veramente giocare.
Non perchè inutili intendiamoci, ma come a rendermi conto di avere una specie di "bulimia da manuali" che adesso identificavo e che volevo riportare sotto controllo.

Avete avuto esperienze simili analoghe? l'argomento è solo parzialmente tangenziale a ciò di cui sta parlando moreno... ma questo topic è per i commenti quindi...
se poi un discorso si sviluppa troppo si splitta...

p.s.
ribadisco il grazie a moreno per i contenuti molto interessanti!

Pippo_Jedi aka Filippo Zolesi

Giovanni Gugliantini

  • Membro
  • Tirate sei volte tre dadi da sei
    • Mostra profilo
    • Gugliandalf
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #6 il: 2016-09-05 02:28:28 »
Ciao a tutti/e,

Ma guarda chi si vede! :-D

Beh, dopo aver incontrato Max Lambertini sul forum di UOL, il cerchio si chiude. ;)

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #7 il: 2016-09-05 03:56:13 »
@Pippo Jedi: non sono sicuro di aver capito cosa mi chiedi. Credo che il mio rapporto con i manuali sia passato da varie fasi, da un inizio come GM di AD&D dove effettivamente compravo manuali su manuali (e sì, potrei definitla una forma di bulimia...) nella speranza di trovarci informazioni utili, cose usabili, rimanendo sempre più deluso (i moduli era playtestati da schifo, credevo... poi ho saputo che mi sbagliavo, per ordine della nuova padrona non li playtestavano proprio, era proibito farlo se non a casa propria e a proprie spese. I consigli o erano vaghi e inutili o se li seguivo vedevi che erano solo un mucchio di cazzate), fino al punto in cui perdo completamente fiducia in D&D e nella TSR e inizio a comprare altri giochi. Questo è il periodo in cui compro molti più gdr in tutto - avrò comprato almeno 50 gdr, compresi quelli gratuiti tipo Fudge e le diverse edizioni di uno stesso gioco - ma in realtà spendo molto meno, passano mesi fra un acquisto e l'altro, ne compro tanti alla fine solo perchè questo è il periodo piu lungo, copre quasi 15 anni. In questo periodo scopro giochi molto innovativi, per quanto ancora molto tradizionali come impianto, come Ars Magica o Over the Edge o Pendragon, e giochi classici ma interessanti come Runequest o Call of Cthulhu, ma lo faccio praticamente per cultura personale senza la possibilità pratica di giocarli, bloccato in mezzo alle solite tensioni sociali da "gruppo di D&D" con i soliti comportamenti passivo-aggressivi ogni volta che si provava un gioco nuovo. (alla fine comunque fra convention e gruppo regolare ne riesco a giocare un tot, ma che fatica, e sempre fra le proteste dei parpuzi piagnoni)

Alla fine, mi sono reso conto che, a parte il primissimo periodo da "acquirente gonzo che credeva alla pubblicità TSR e si è comprato un sacco di robaccia", per il resto del tempo il leggere gdr che non avrei probabilmente mai giocato era diventato una forma di compensazione per l'insoddisfazione in gioco.

Quando sono riuscito a trovare soddisfazione in gioco, non ho più sentito il bisogno di comprare gdr per leggerli. Adesso compro solo gdr che penso di giocare.

(il fatto che adesso giocare un gdr indie nuovo sia facilissimo fa sì che comunque ne compri un sacco, visto ne gioco tantissimi. E spendo molto meno visto che costano poco.  Non dover più spiegare un tomo di 200 pagine ogni volta che cambi gioco fa miracoli. Idem non dover comprare un tomo di 200 pagine per comprare un gioco nuovo. Quindi invece di comprare 3 gdr in un anno sapendo che probabilmente non li giocherò ne compro 10 sapendo benissimo che li giocherò, e spendo pure meno)

Ma non ho idea se questo risponda alla tua domanda o no...
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Antonio Caciolli

  • Membro
  • Antonio Caciolli
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #8 il: 2016-09-08 09:19:12 »
ho una domanda su una frase che mi ha colpito:

Citazione
In principio era Ron Edwards, e senza di lui, scordatevi i PbtA (Vincent Baker aveva abbandonato per sempre il game design prima di conoscerlo, sarebbe stato conosciuto solo per "kill puppies for Satan"), e scordatevi tutto il resto (Luke Crane pensava di aver finito con la prima edizione di Burning Wheel e che non sarebbe mai riuscito a esaurire la tiratura iniziale, Jason Morningstar sarebbe solo un GM, il Fate non se lo sarebbe ****** nessuno di striscio, e il massimo del game design sarebbe ancora probabilmente la regola zero)

che mi ricorda un po' le domande su "ma la relatività senza Einstein sarebbe venuta fuori?" e simili

senza nulla togliere al valore storico di Edwards, tu (Moreno ma anche altri volendo) pensi che senza di lui non si sarebbe veramente arrivati ad un design più consapevole o che semplicemente ci avrebbero messo un tempo maggiore o percorrendo altre vie. Cioè pensi che semplicemente il GDR sarebbe pian piano morto o ridotto alla stagnazione. Considerando come anche adesso non faccia faville (nel complesso dei grandi numeri) io sono propenso a questa triste seconda ipotesi ma mi piaceva sapere un giudizio da chi ne sa molto di più (d'altra parte considerando che ci sarà stato qualcuno che ha pensato a sistemi diversi e innovativi anche senza leggere Edwards ... )

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #9 il: 2016-09-08 09:45:52 »
io già sono molto scettico riguardo all'idea che ci sia una sorta di predestinazione a fare certe scoperte in una certa epoca riguardo alla scienza (ci sono scoperte fatte con secoli di ritardo rispetto al momento in cui potevano essere fatte con la tecnologia corrente, e civiltà che non hanno mai scoperto cose che erano comuni in civiltà considerate meno "evolute"), figurati in qualcosa che più vicino all'arte come i giochi!

Aggiungici che il progresso del design post-forgita si è praticamente arrestato fuori da the forge, dimostrando quante gambe aveva senza Edwards...

No, per me senza Edwards (quindi, senza le discussioni sulla Sorcerer mailing list, il sorcerer forum e poi su the Forge), semplicemente Czege, Baker, etc non avrebbero mai scritto (o mai più scritto) un gdr, altri non ci avrebbero mai pensato. Persino Fate che ha ben poco a che fare con il design Forgita ha trovato su the forge una "casa" prima dei grossi successi, e chissà se sarebbe mai andato oltre FATE II  (quello scaricabile gratis nei primi anni 2000 che era poco più di un reskin di fudge). inoltre, senza The Forge niente indie rpg revolution, niente distribuzione indie prima del boom degli OSR.

in altre parole? Fino all'arrivo degli OSR (quindi, attorno al 2010), solo D&D e altri Parpuzi. Senza nessuno a dire "system does matter" magari anche D&D 4 sarebbe stato un parpuzio fatto e finito, quindi magari anche niente OSR (ma su questo sono più dubbioso, l'avidità della WotC e la stretta su licenze e pdf probabilmente sarebbe bastato a farla nascere anche dopo un D&D4 parpuzio. Non avrebbero trovato già un network di distribuzione di giochi indie però)

Non penso che le vendite complessive dei gdr avrebbero subito variazioni di rilievo, i titoli più venduti (D&D e Pathfinder) venderebbero uguale, nessuno li compra per il sistema e il loro sistema non si è modificato sostanzialmente.  Quindi dal punto di vista delle classifiche di vendita, direi pochissime differenze e nessuna sostanziale (forse niente Dresden Files e Fate, come dicevo, ma vallo a sapere...), ma dal punto di vista del design il massimo della "novità" sarebbe lo strabiliante ritorno.... alla scatola rossa.

E io avrei smesso di giocare a qualunque gdr da più di dieci anni, btv. (avevo già deciso di smettere alla fine della campagna corrente quando ho scoperto CnV...)
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
Re:Gdr che hanno ispirato filoni e stili
« Risposta #10 il: 2016-09-16 18:58:57 »
Jason Morningstar conferma, in un nuovo articolo, l'importanza culturale di The Forge (e il fatto che senza Ron Edwards non avrebbe mai pubblicato nulla)
http://gamerati.com/i-break-down-the-door-jason-morningstar/
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Tags: