Autore Topic: Gioventù Bruciata - CARM  (Letto 1054 volte)

Simone Micucci

  • Facilitatore Globale
  • Membro
  • *****
  • Simone -Spiegel- Micucci
    • Mostra profilo
Gioventù Bruciata - CARM
« il: 2014-12-02 13:43:45 »
Abbiamo iniziato a giocare a Gioventù Bruciata.
Chiamerò i giocatori, Benedetto, Severino e Marcantonio.

Chiacchieriamo un pò del setting che vorremmo, e decidiamo di giocarlo in un'italia del dopodomani (tecnologia un pò più avanzata, ma non così tanto).

Ambientazione: Italia 2020. Nel centro italia è stato istituito il Centro di Accoglienza per la Rieducazione dei Minori (il CARM).
Una specie di gigantesco quartiere (con tanto di mura tirate su) che ospita migliaia e migliaia di giovani "problematici".

In Italia2020 è abbastanza semplice capire se sei problematico e devi andare al CARM.
Se sei minorenne e:
Fai uso di sostanze illegali
Leggi libri/fumetti illegali
Guardi film/documentari illegali
Ascoli musica/discorsi illegali
Ti macchi di azioni contro la pubblica immagine
Vieni denunciato dai tuoi genitori (o da rappresentanti della legge)
Mostri sessualità di qualunque tipo prima del matrimonio (o di un'età conveniente)

allora probabilmente finirai al CARM. Per uno, due, tre anni. Forse di più. Dipende.

Il CARM serve a rieducarti, a insegnarti a stare al mondo, a placare il tuo entusiasmo (tanto nel cibo probabilmente ci sono tranquillanti) a fornirti le letture giuste, la musica giusta, il comportamento giusto, l'abbigliamento giusto, i passatempi giusti.

Al CARM si studia, si lavora, si fa sport e si ha tempo libero. Si ha diritto a pasti e altro.

è un buon posto dove andare, forse in futuro sarà reso obbligatorio.

Decidiamo che gli TSIO (i PG dei giocatori) saranno tre ragazzi nel CARM. Gente che si è conosciuta lì, che viene da posti diversi.
Parliamo però prima dell'Autorità.
La creazione dell'ambientazione parte dall'Autorità e dopo un pò che parliamo ci siamo detti "ok ragazzi, siamo realistici, tre ragazzini non sconfiggeranno mai un'autorità come "Lo Stato". Quindi abbiamo deciso che l'Autorità è il direttore del CARM, che è molto più alla loro portata.

Chi è l'autorità? Eugenio della Scala, il dispotico direttore del CARM
Vizio: Sadismo (adora esercitare il suo potere, adora avere il diritto di rendere la vita migliore o peggiore per chi dice lui, adora mettere in punizione, in isolamento e adora chiudere gli occhi quando le guardie ci vanno giù pesante pensante con la "rieducazione" dei ragazzi).

Vittima: Libertà, la libertà di scelta e la libertà di parola gli stanno particolarmente sul cazzo. Sa benissimo che quando saranno maggiorenni i ragazzi se ne andranno, ma fino a quel momento sono roba sua.

Volto: Persona (Eugenio, per l'appunto)

Necessità: Allo stato dei fatti i lati peggiore (e più appaganti) del suo dispotismo deve esercitarli di nascosto. Vuole che il governo gli dia il diritto di poter usare qualunque tipo di forza. il diritto a fare dei rieducandi quello che vuole come lo vuole quando lo vuole. Alla luce del sole. Con lode pubblica.

Per far questo incentiva casi di violenza interna, cerca di far scoppiare risse, incentiva di nascosto traffici illeciti tra le mura del CARM, facendo vedere come le guardie sono in grado di reprimere e annullare questi episodi. Vuole che si veda che questa è una generazione di disadattati e debosciati, di gente incline alla violenza e al caos sociale. Vuole che sia riconosciuto che i suoi mezzi sono ottimi strumenti di educazione per correggere comportamenti problematici e creare una nuova generazione produttiva e capace.

I miei TSIO hanno creato questi sistemi di controllo:

Badge individuali - ogni ragazzo ha un badge con se. Serve per avere il buono pasto, per certificare che sei stato dove dovevi essere (a lezione, a lavoro, al dormitorio, a mensa, alla partita ecc ecc) ecc ecc.
Dentro c'è scritto tutto quello che l'autorità sa di te. Senza di quello tu non hai diritti.

Cuculi - alcuni Rieducandi lavorano segretamente per Della Scala. Gestiscono roba illegale, fomentano casini, fanno le spie. Ci sono solo sospetti su chi può essere un cuculo. A tutti gli effetti nel CARM "cuculo" è un insulto pesante.

Audiochip mastoidale: ti viene impiantato nella mascella. Grazie a quello l'Autorità può parlarti nell'orecchio in qualsiasi momento. E se sei sfigato forse ti beccano pure quando parli.

Io creo una scappatoia: Il quartiere è semplicemente troppo grande per essere sorvegliato interamente. Molte zone restano scoperte e le telecamere, la polizia e gli infiltrati non possono tenere tutto d'occhio. Non ci sono abbastanza ripetitori in tutta la zona per sostenere la quantità di chip mastoidali, quindi determinate zone sono praticamente fuori dalla portata dei chip (quelle attualmente disabitate).

prossimi post metto gli TSIO
Simone Micucci - GcG Global Fac - Fan Mail: 70 - Pacche sulla Spalla: 1. "Difficile avere nemici con Caldo+3"

Tags: