Autore Topic: [LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone  (Letto 3229 volte)

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« il: 2010-07-09 22:44:42 »
Originale: A Manifesto on Mastery.

Questo articolo originariamente è stato pubblicato sul numero della Primavera 2005 di Dedalus. Poiché quella rivista elettronica sta attualmente venendo ristrutturata, l'ho pubblicato qui per riferimento. Copyright © 2005 Michael S. Miller

Un Manifesto sul fare il Padrone:
Perché e come rendere miserabili i servitori
Di Michael S. Miller
Tradotto per http://www.gentechegioca.it da Mauro Ghibaudo
Revisionato da Lapo Luchini

La Mia Vita col Padrone è un gioco unico e richiede una prospettiva unica, da parte del master. Il trucco per essere master autoritari sta in come consideri il tuo ruolo primario: quello del Padrone. Non devi pensare al Padrone come a una persona o a un personaggio. Pensa a esso come a un bastone. L’hanno forgiato i giocatori, quindi c’è qualche sua sfaccettatura che è particolarmente adatta a provocare le loro emozioni. Il tuo compito, come master, è usare quel bastone contro di loro, per pestarli emotivamente finché non possano sopportare oltre e siano focalizzati su una sola cosa: toglierti il bastone.
Una volta che padroneggerai questa tecnica, il resto del gioco verrà da sé, e risulterà in partite terrificanti, tragiche e totalmente coinvolgenti.

Perché devi usare il bastone?

L’intera situazione è orribilmente disfunzionale. [Il Padrone] risiede in una incerta posizione all’incrocio fra il desiderio bruciante e la mancanza di autosufficienza, ed è da questo che paura e orrore fluiscono nel gioco.
[align=right]— Czege, La Mia Vita col Padrone[/align]

La tragedia è dunque imitazione di un’azione nobile e compiuta, avente grandezza […] la quale per mezzo della pietà e del terrore finisce per effettuare la purificazione di cosiffatte passioni.
[align=right]— Aristotele, Poetica[/align]

Come master dovrai immaginare e descrivere atroci atti di malvagità e umiliare regolarmente i giocatori e i loro personaggi. Perché dovresti fare una simile cosa e chiamarla “gioco”? La ragione è la stessa di tutta la grande tragedia: Catarsi.
Per farla semplice, sei il capro espiatorio dei tuoi giocatori. Proprio come i sacerdoti dell’antichità mettevano i peccati dell’intera comunità su un capro prima di lasciarlo libero nel deserto, durante la creazione del Padrone i giocatori mettono i propri peccati e le proprie paure su di te. Devi giocare quest’abiezione fino in fondo. Usa ogni grammo della tua energia e immaginazione per prendere i loro suggerimenti e incorporarli, per esaltarli. Devi diventare ciò che temono, cosí che possano ottenere la liberazione emotiva di guadagnare forza contro, e alla fine sconfiggere, la loro paura. È una grande responsabilità, un obiettivo elevato, e dà una soddisfazione come nessun’altra.

Come usare al meglio il bastone?

Coinvolgi i sensi

Sebbene tu non possa permetterti effetti speciali per stupire il pubblico con lo spettacolo, e non hai il lusso di un coro greco a spalleggiarti, condividi con i grandi film e la tragedia greca classica lo stesso obiettivo di provocare una catarsi. Nonostante queste limitazioni, devi giocare sul tuo punto di forza: la tua presenza fisica al tavolo di gioco. Per la durata della sessione, devi coinvolgere quanti piú sensi ti sia possibile. Pensa a questo come all’avere la giusta postura nell’usare un bastone, a tirare bene il colpo senza scoordinarti.
· Usa un accessorio, come uno specifico cappello, sciarpa, bastone da passeggio o vestito, quando interpreti il Padrone. Ma devi assicurarti di metterlo via, quando invece non lo stai interpretando. Questo diventerà rapidamente una potente indicazione non verbale dell’attenzione del Padrone. Persino quando stai iniziando una scena in cui non stai giocando il Padrone, fa’ una pausa e guarda l’accessorio. Magari prendilo. Guarda i tuoi giocatori che trattengono il fiato e si agitano.
· Copia la pagina delle Formule per ogni giocatore, cosí che possano vedere cosa devono tirare. Il Padrone non ha bisogno di consultare le regole, durante il gioco.
· Il Padrone non fa mai nulla per sé stesso, eccetto disciplinare i servitori. Non assecondare le loro manie, fa’ sí che loro assecondino le tue! Per ottenere questo, quando giochi il Padrone, non tirare nemmeno i tuoi dadi. Se è una Bestia, dalli uno alla volta a uno dei giocatori attualmente non occupati. Se è un Cervello, ordina seccamente al giocatore, chiamandolo per nome, di tirare un certo numero di dadi.
· Cambia come ti muovi per adattarti all’Aspetto del Padrone. I Cervelli staranno spesso seduti, o cammineranno lentamente. Le Bestie probabilmente si muoveranno spesso. Qualunque strada tu prenda, invadi i loro “spazi personali”. Avvicinati. Specialmente se sono seduti, incombi su di loro.
· La voce è il tuo strumento piú potente: usala saggiamente. Ogni Padrone dovrebbe avere la sua distintiva maniera di parlare. Ricorda che il Padrone non può mai avere il dado di Sincerità, quindi rimuovi tutto il calore emotivo dalla sua voce. Anche quando si complimenti con un servitore, il tono di voce deve trasmettere la fredda manipolazione del Padrone. Non usare qualche accento artificiale: spesso è il primo passo per far deviare l’orrore e il pathos verso l’umorismo e la parodia.

Distruggi il loro divertimento

A pagina 53, il manuale dice: “non c’è bisogno di spiegare o giustificare come il Padrone abbia saputo i Legami segreti di un Servitore. Lo sa e basta”. Queste due frasi sono centrali per sbloccare il potere del ruolo del Padrone. I tuoi occhi e le tue orecchie sono gli occhi e le orecchie del Padrone. Guarda e ascolta i tuoi giocatori. Sospireranno, o sorrideranno, o sussurreranno “figo” in vari momenti, mentre giocano il loro servitore. Questi sono segnali del fatto che si stanno divertendo col personaggio. Il Padrone esiste per estinguere quei momenti di divertimento. Io lo chiamo Distruggere il divertimento che i giocatori trovano nel loro personaggio. L’obiettivo di Monopoli è essere l’ultimo con dei soldi. L’obiettivo degli scacchi è fare scacco matto al re avversario. Per il master, l’obiettivo di La Mia Vita col Padrone è Distruggere tanto spesso e brutalmente quanto gli sia possibile.
I metodi esatti per Distruggere sono molteplici e variano come variano le tipologie di giocatori nella partita. Tuttavia, ogni Distruzione ha due parti: Qualcosa di valore e la distruzione di quel valore. Pensa a “qualcosa di valore” come al bersaglio del bastone, decidendo dove sia meglio colpirli. Pensa a “la distruzione di quel valore” come al colpo stesso: spietato, potente, che facilmente lascerà il segno.
Di seguito ci sono alcuni esempi di Distruzione che succedono abbastanza spesso nelle partite di La Mia Vita col Padrone.

Distruggere i Legami

Qualcosa di valore: i Legami sono la cosa piú comune cui i giocatori tengono, in gioco. Se il Padrone è un bastone, i Paesani sono la carota. Oltre il loro ruolo di dare Amore ai giocatori, i Legami devono anche coinvolgere le loro emozioni. Metà di questo lavoro è già fatto, perché sono i giocatori a creare i propri Legami. Sono già emotivamente presi dal vedere quei Legami entrare in gioco.
Rendere interessanti i nuovi Legami è un po’ piú complesso. Se sei familiare con i giocatori, e sai che spesso reagiscono con favore a PNG presentati in un certo modo (per esempio, damigelle in pericolo, solitari cocciuti, ecc.), assicurati di colorare la caratterizzazione di potenziali Legami in modo da fare il massimo uso di tale modo. Riutilizza i nomi di personaggi amati da altri giochi. Inoltre, devi coltivare quanta compassione ti sia possibile per i tuoi Paesani. Tanto piú i giocatori si preoccuperanno per loro, quanto piú piacevole sarà la Distruzione. Enfatizza i Paesani che reagiscono positivamente verso il servitore quando meno se lo aspetta. Per esempio, quando il servitore riesce in un’Infamia, assicurati che il Paesano sia completamente preso dal suo stratagemma. Gioca la sua fiducia nel servitore e il suo genuino apprezzamento del fatto che il servitore sia andato da loro con quella richiesta.
Fa’ una lista di tutti i Legami in gioco. Tieni traccia di quali servitori hanno Amore con loro. Questa lista diventa la lista “da fare” del Padrone. Quando un servitore ha eseguito un ordine e ritorna dal Padrone, guarda la lista. Qualunque Legame abbia piú Amore (e non abbia già un altro servitore che agisca nei suoi riguardi), è vitale per i piani del Padrone in questo stesso istante. Guarda l’elenco di Bisogni che i giocatori hanno abbozzato per te durante la creazione del Padrone, pensa a qualche modo in cui quel Legame possa soddisfare uno di quei Bisogni, e Ordina al servitore di farlo avvenire.

Distruzione del valore: semplicemente, minaccia il Legame. Suggerisco di prolungare la minaccia quanto piú sia possibile. Ordina a uno dei servitori di portarti il Legame. Quindi ordina che il Legame sia “preparato” per qualche destino non specificato e orribile. Quindi ordina che il servitore ti porti qualcosa di necessario alla procedura. Ognuno di questi Ordini incrementerà il senso di anticipazione del colpo, e daranno anche al servitore l’opportunità di chiedere piú Approcci con quel Legame, aumentando quindi il suo valore e rendendo i conseguenti incrementi nella minaccia molto piú dolci.
Distruggere ogni singolo oggetto d'Amore è in effetti una forte tentazione, ma se tu lo facessi distruggeresti il gioco. Può sembrare ragionevole che il Padrone voglia distruggere ogni risorsa che i servitori hanno da opporgli. Un simile pensiero deriva dal vedere il Padrone come un personaggio, non come un bastone. Ricorda che stai usando il bastone per uno scopo: permettere la catarsi dei giocatori. Il solo metodo che le regole gli danno per ottenere quel rilascio emotivo e per toglierti il bastone è accumulare abbastanza Amore. Se sistematicamente rubi il loro Amore, hai smesso di essere un capro espiatorio e hai iniziato a essere un bullo.

Distruggere l’esaltazione per il potere

Qualcosa di valore: a volte, un giocatore si godrà l’indiretto brivido di essere un potente reietto. Questo dev’essere Distrutto immediatamente.

Distruzione del valore: il solo esaltato dal potere nel gioco dovrebbe essere il master. Il Piú che Umano di ogni personaggio ha un’eccezione. Fa’ sí che il Padrone la usi ripetutamente, di proposito, e spietatamente.

Distruggere il brivido indiretto di essere malvagio

Qualcosa di valore: se il servitore di un giocatore sta godendo nell’eseguire gli orribili Ordini del Padrone, allora questo è ciò che devi Distruggere.

Distruzione del valore: per servitori come questo, non ci dev’essere nemmeno l’ombra di un complimento dal Padrone, nemmeno se ha eseguito i suoi ordini alla lettera. Fa’ sí che il Padrone sgridi il servitore per non aver rispettato qualche requisito che non hai mai menzionato nel dare l’ordine. Quando piagnucolerà che non sapeva di dover fare le cose in quel modo, umilialo perché è troppo stupido per sapere qualcosa che dovrebbe essere ovvio senza essere detto. Parlagli come se fosse un bambino piccolo per il resto della scena.

Distruggere il pagliaccio

Qualcosa di valore: se il servitore si sta divertendo a piagnucolare e strisciare di fronte al Padrone, quel divertimento dev’essere Distrutto.

Segue.
« Ultima modifica: 2010-07-25 10:21:44 da Mauro »

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #1 il: 2010-07-09 22:44:49 »
Distruzione del valore: potrebbe divertirsi con interpretazioni concorrenti di Peter Lorre e simili, ma il divertimento deve esistere solo quando lo permetti. Fa’ sí che il Padrone vieti al servitore colpevole di parlare e muoversi finché non è congedato. Quindi interpreta il Padrone che gli fa la predica e lo sgrida per qualche tempo.

Per usare qualunque cosa al suo massimo, devi sapere perché lo stai facendo, avere buone tecniche ed esecuzioni potenti. Come master di una partita di La Mia Vita col Padrone, una volta che avrai imparato a pensare al Padrone come a un bastone, deciso di usare quel bastone per la catarsi dei giocatori, coinvolto i loro sensi e padroneggiato la tecnica della Distruzione, avrai tutto quanto ti servirà per realizzare il potenziale del gioco e goderti la sua oscura bellezza. Buona partita*!

* Fan Mail in palio a chi offre una traduzione migliore di Happy mastering!, considerando che "Buona masterata!" e simili sono già stati scartati.
« Ultima modifica: 2010-07-10 00:46:24 da Mauro »

Francesco Berni

  • Membro
  • ma chiamatemi Fra
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #2 il: 2010-07-09 22:56:49 »
fanmail per il lavoro, ora la mia pigrizia non ha più scuse U_U
Nearby Gamersfan mail 34

Lavinia

  • Visitatore
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #3 il: 2010-07-09 23:52:53 »
Citazione
[cite]Autore: Mauro[/cite]* Fan Mail in palio a chi offre una traduzione migliore diHappy mastering!, considerando che "Buona masterata!" e simili sono già stati scartati.

Uhmm... Buona conduzione? Non mi viene in mente di meglio...

Moreno Roncucci

  • Big Model Watch
  • Membro
  • *****
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #4 il: 2010-07-10 00:14:27 »
Prima di tutto, manca il link all'articolo originale:  http://ipressgames.com/manifesto.html

Poi, visto che il testo è "Copyright © 2005 Michael S. Miller" sarebbe il caso di chiedere il suo permesso (non dovrebbero esserci problemi, ma (1) per correttezza  è da fare, e (2) probabilmente gli farà piacere sapere di questa traduzione...)

Citazione
[cite]Autore: Mauro[/cite]Pensa a esso come a un bastone. L’hanno forgiato i giocatori,


"club" può anche voler dire "mazza, randello". "forged" farebbe propendere per "mazza" ma secondo me in italiano suona molto meglio "randello", e al posto di "forgiato", mettere "creato", "scelto", "modellato" o comunque un verbo adatto al termine scelto... (un bastone non si forgia...)

Citazione
[cite]Autore: Mauro[/cite]* Fan Mail in palio a chi offre una traduzione migliore diHappy mastering!, considerando che "Buona masterata!" e simili sono già stati scartati.


Ho pensato a qualche cosa che ricordasse il "padrone" tipo "buonasera, e spadroneggiate bene", ma mi sembrano ridicoli. Alla fine è più ironico un semplice "e buon...  divertimento!"
"Big Model Watch" del Forum (Leggi il  Regolamento) - Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, e altro. L'elenco lo trovi qui

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #5 il: 2010-07-10 00:30:41 »
Citazione
[cite]Autore: Moreno Roncucci[/cite]visto che il testo è "Copyright © 2005 Michael S. Miller" sarebbe il caso di chiedere il suo permesso (non dovrebbero esserci problemi, ma (1) per correttezza  è da fare, e (2) probabilmente gli farà piacere sapere di questa traduzione...)

Già chiesto e ottenuto; ha anche chiesto il collegamento, che gli manderò non appena la traduzione sarà sulla wiki.

Citazione
[cite]Autore: Moreno Roncucci[/cite]"club" può anche voler dire "mazza, randello". "forged" farebbe propendere per "mazza" ma secondo me in italiano suona molto meglio "randello", e al posto di "forgiato", mettere "creato", "scelto", "modellato" o comunque un verbo adatto al termine scelto... (un bastone non si forgia...)

"Forgiare" va bene come significato figurato (nemmeno il destino si forgia, per dire), comunque sostituirlo non è un problema; ma "bastone" è voluto: inizialmente era "mazza", ma visto che piú avanti parla di carota e in Italiano il modo di dire è "bastone e carota" e non "randello/mazza e carota" si è deciso di usare "bastone".
Inoltre, "bastone" va bene anche per indicare il bastone da golf, cui si rifà il pezzo sul tirare il colpo senza scoordinarsi; mentre "randello" no.

Aggiunta: Per l'Happy mastering!, prendiamo nota di ogni proposta e aspettiamo se ne arrivano altre; poi si vedrà quale usare tra le varie uscite.
« Ultima modifica: 2010-07-10 00:35:34 da Mauro »

Emanuele Borio

  • Membro
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #6 il: 2010-07-10 01:05:50 »
Appena mi date l'ok sbatto tutto sul Wiki ^^

Mettete anche degli appunti sulla formattazione, tipo i corsivi, i grassetti, la titolazione, ecc...
Ogni dettaglio non specificato sarà affidato alla mia voglia e al mio senso estetico ^^
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #7 il: 2010-07-10 01:08:42 »
Grassetti e corsivi, come li vedi; per le dimensioni, rifatti pure all'originale.

Aggiunta: O, per dare indicazioni piú precise, il testo mettilo pure con le dimensioni standard, per i vari titoli aumentalo un po', e metti piú grande del resto il titolo dell'articolo. Per quanto grande... va' pure tu come ti piace.
« Ultima modifica: 2010-07-10 01:15:46 da Mauro »

Emanuele Borio

  • Membro
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #8 il: 2010-07-10 01:36:16 »
Ok bene.

Per quelle ultime due cosine? Good Mastery e Randello/Bastone?

Che devo mettere?
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

Matteo Suppo

  • Amministratore
  • Membro
  • *****
  • Matteo Suppo (oppure no?)/ Fanmail permanente
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #9 il: 2010-07-10 02:06:02 »
Moreno, dillo che vuoi che si traduca Randello per pura vanagloria!
Volevo scrivere qualcosa di acido ma sono felice :(

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #10 il: 2010-07-10 09:55:12 »
Bastone; per Happy mastering aspettiamo ancora un po'.

Emanuele Borio

  • Membro
  • Chiamatemi Meme
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #11 il: 2010-07-10 10:40:53 »
Ok allora.

Fatto
Ciao, sono Meme! - Fanmail 64 - DN=2 - Ingegnere delle Scienze Agrarie, Contadino, Nerd di Professione.

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #12 il: 2010-07-10 10:45:37 »
Ottimo, grazie :)

Mauro

  • Membro
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #13 il: 2010-07-10 13:57:19 »
Citazione
[cite]Autore: Mauro[/cite]Fan Mail in palio a chi offre una traduzione migliore diHappy mastering!, considerando che "Buona masterata!" e simili sono già stati scartati

Direttamente dall'autore, "Buona distruzione!".

Ezio

  • Membro
  • Ezio Melega
    • Mostra profilo
[LMVcP] Un manifesto sul fare il Padrone
« Risposta #14 il: 2010-07-10 16:15:02 »
Citazione
[cite]Autore: Moreno Roncucci[/cite]ma secondo me in italiano suona molto meglio "randello", e al posto di "forgiato", mettere "creato", "scelto", "modellato" o comunque un verbo adatto al termine scelto... (un bastone non si forgia...)


Cacchio... è un'ossessione, la tua! :-P

By the way... Complimentoni viverrimi a Mauro!
Just because I give you advice it doesn't mean I know more than you, it just means I've done more stupid shit.

Tags: